Con l’annuncio all’E3 di Shin Megami Tensei V, Atlus ha cominciato a rilasciare trailer giornalieri coprendo ogni volta un demone diverso, mostrandone animazioni, modello e varie caratteristiche. Oggi è il turno di Arahabaki, l’antico dio giapponese ora appartenente alla razza Kunitsu.

Origine mitologica

Arahabaki è un dio dalle origini misteriose presente principalmente nello scritto “Tsugaru Soto-Sangunshi”.

In Giappone è venerato in diversi templi, principalmente diffusi nella regione di Tohoku ma anche a sud di Kanto, anche se in tutti questi casi compare solo come Monkyakujin, un dio ospite, non risultando essere quindi il dio principale a cui questi luoghi di culto fanno riferimento.

Rappresentazione di Arahabaki

Viene descritto dal testo citato in precedenza come un’entità venerata principalmente nel nord-est del Giappone, divenuto simbolo di ribellione poiché venerato da Nagasunehiko, principale avversario dell’imperatore Jinmu nel Kojiki e nel Nihongi.

Quasi tutte queste informazioni su Arahabaki, tuttavia, sono state successivamente accertate come non attendibili, in quanto lo Tsugaru Soto-Sangunshi è considerabile a tutti gli effetti un falso.

La scoperta non ha comunque avuto importanza nella diffusione dell’idea di Arahabaki come dio dei ribelli nell’immaginario collettivo, venendo presentato come tale in diverse riviste dell’occulto dagli anni ’70 in poi e, successivamente, nella cultura pop in generale.

Apparizioni nella serie e design

Arahabaki è comparso per la prima volta nella serie da Megami Tensei II, con un design che ricorda un generale giapponese. Sarà però con Shin Megami Tensei I che riceverà il suo iconico aspetto ispirato alle statuine giapponesi del periodo Jomon, associazione data sempre nel già citato Tsugaru Soto-Sangunshi e quindi non considerata “ufficiale”.

Su Shin Megami Tensei V è stato utilizzato il secondo, riprendendo tra l’altro le proporzioni di Digital Devil Saga che lo vedono alto almeno il doppio o il triplo di un normale essere umano.

Informazioni generali in battaglia

Le statistiche qui elencate sono quelle mostrate nei trailer, però potrebbero subire modifiche nella versione finale del gioco.

Nel video utilizza Tetrakarn e Megidola, mentre Mudoon è presente nella lista delle altre abilità.

Unica cosa degna di nota qua è notare come anche mosse come Tetrakarn e molto probabilmente Makarakarn agiscano ora su un singolo bersaglio, implicando l’esistenza di una loro versione “ad area” in modo molto simile a come si comportano nella serie Persona.

Altri demoni mostrati

Sono presenti in battaglia anche Cerbero, Girimehkala, Fafnir e Moloch, tutti già mostrati in precedenti trailer o Demon Showcase.

Prossimo demone in arrivo

A fine trailer è stato mostrato il prossimo demone che verrà mostrato in un Demon Showcase, ovvero Moloch, col suo iconico design da Shin Megami Tensei NINE.

Tutti i Demon Showcase rilasciati

Hai altre domande, bisogno di aiuto o semplicemente ti va di parlare di videogiochi? Ci trovi anche al Baretto Videoludico, a cercare di portare il nostro medium preferito oltre le regole.

#LiveTheRebellion