Sono passati solo pochi giorni da quando è scoccata la lancetta che segna la fine del tanto odiato 2020. Ora che siamo nel 2021, però, è ora, per noi amanti degli anime, di cominciare a pensare a come occuperemo le giornate.

Quale modo migliore per farlo se non andare alla scrupolosa ricerca di quelli che saranno gli anime migliori e più interessanti delle prossime stagioni animate? Oltre, ovviamente, a spulciarvi il catalogo già esistente e vasto degli anime presenti su Netflix o seguire i nostri consigli sugli anime da guardare assolutamente o anche seguire quelle della stagione primaverile 2021 di anime?

Quest’anno vi aspettano tanti show molto particolari, tra cui diversi prodotti finanziati dalla stessa mamma Netflix. Questa ha infatti deciso che sia ora perché anche lei scenda in campo a competere per la dominanza sugli anime.

Dall’altro lato della barricata la contendente è Sony, che ha da poco acquistato Crunchyroll, cosa che lo porterà probabilmente alla fusione con il servizio in streaming Funimation.

Ma, come sappiamo, tra i due litiganti il terzo gode. Stavolta siamo noi, come fan degli anime, che, tra diritti e rovesci inferti e subiti dalle compagnie, potremo goderci un nuovo anno particolarmente entusiasmante. Non dimentichiamoci poi di tutti gli altri servizi disponibili per guardare anime legalmente su internet!

Preparatevi quindi a una carrellata di diversi anime dai sapori più disparati, tra cui diversi ritorni e alcune new entry pronte a fare il loro debutto nel 2021. Maghi, eroi, amori improvvisi ma anche un… excursus sulle terme romane…? Aspetta, questo non era nel copione.

Re:Zero Season 2 Part 2 – Il ritorno di un successo del passato?

Come vi dicevo poco fa, il 2021 ha per voi qualche atteso ritorno di anime molto amati dal pubblico. Non potevo di certo esimermi, quindi, dal segnalarvi quello che è stato, forse, uno dei ritorni più emblematici del 2020. Prima che la seconda stagione dell’anime di Re:Zero uscisse, infatti, ho avuto il piacere di parlarne e consigliarlo a molti di voi. Inutile dirvi quanto sono stato piacevolmente sorpreso dall’effetto che questo anime ha avuto sul pubblico degli anime.

Certamente non al livello della prima, ma sicuramente la seconda stagione ha stupito molti di noi e generato tanto hype attorno alla serie. In particolare, è stato apprezzato molto quanto il mondo venga improvvisamente approfondito in questa stagione.

L’interesse si è solo rafforzato – nonostante il distacco temporale tra le stagioni – e gli utenti sono molto curiosi di scoprire cosa avrà da offrire la Season 2 Part 2 di “Re: Zero kara hajimeru isekai seikatsu”.

Questa seconda parte della seconda stagione, che è già cominciata ad andare in onda pochi giorni fa, è parte del progetto di Cloverworks Studio per la serie. Vuole infatti riportare in auge e rimodernizzare il brand, partendo dagli episodi della serie canonica, fino ad arrivare, addirittura, a un gioco mobile!

Non è poi da escludere che il probabile successo di questa mini-stagione possa aumentare le probabilità di una terza o una quarta. Questo anche perché il materiale originale è molto più avanti, e lo studio ha sotto mano molto da poter adattare.

Se avete già seguito la serie fino ad ora, credo che sia inutile dirvi di vedere anche questa nuova stagione. Se invece ancora non siete riusciti a recuperarla – e volete un isekai con una premessa interessante – questo è l’anime giusto per l’inizio del vostro 2021. Gli episodi escono ogni settimana a partire dal 6 gennaio. Subaru vi aspetta nel suo loop temporale. Dopotutto… non può uscirne.

Godzilla Singular Point

Il 2021 sembra anche l’anno per gli amanti dei Kaiju perché, anche nel mondo degli anime, l’interesse per il famoso Godzilla sembra essersi risvegliato. Come se non bastasse il terzo film del MonsterVerse – Godzilla Vs King Kong (2021) – è in arrivo anche una stagione animata per gli amanti del lucertolone verde: Godzilla Singular Point.

Personalmente adoro i Kaiju e sono particolarmente interessato a come si rivelerà questa nuova versione del mostro che tanto amiamo.

L’anime, co-prodotto dai rinomati Studio Bones e Orange, sembra avere buone premesse. Oltre a questi studio, infatti, è coinvolta anche la stessa Netflix, che ha finanziato l’intero progetto. La trama seguirà una scienziata e un ingegnere che – sorpresa sorpresa – finiranno coinvolti con il risveglio di Godzilla e con i pericoli che il Re dei Mostri può causare all’umanità.

A differenza dei tre precedenti film a tema Godzilla che ha prodotto Netflix, creati con un forte uso di CGI e criticati per questo, questo nuovo anime userà principalmente animazione 2D tradizionale, se non per i mostri, quantomeno per i personaggi e gli sfondi.

È quindi probabile che la qualità dell’anime sia più alta. Sicuramente è qualcosa che può interessare a tutti quelli che, come me, hanno il feticcio per i Kaiju e non riescono a stare senza vedere qualche casa schiacciata dalle loro zampe.

L’unico dubbio è, però, quanto Godzilla occuperà spazio nell’anime e quanto invece verrà approfondita la trama. È, dopotutto, la ragione per cui molti hanno criticato l’ultimo Godzilla II – King of Monsters.

That Time I Got Reincarnated As A Slime Season 2

Tra gli altri ritorni che potete aspettarvi in questo nuovo anno c’è anche quello di “Tensei Shitara Slime Datta Ken”, uno degli isekai migliori rilasciati negli ultimi anni. Nonostante il… nome particolare, che in italiano può essere tradotto come “Quella volta che mi reincarnai in uno slime”, la qualità della prima stagione è stata molto alta.

In particolare l’anime, datato 2019, ha stupito molti per il come veniva approfondita la vita e le abilità del suo protagonista.

Gli slime sono nemici di basso livello in quasi tutti i giochi di ruolo di stampo orientale, già a partire dai primi Dragon Quest. Questo anime prende e ribalta questa formula, rendendo il protagonista uno slime, e dandogli vita in un mondo fantasy dove è lui la creatura più potente.

La storia è abbastanza leggera, di per sé, ma riesce a reggersi bene grazie a un ottimo cast e un worldbuilding eccelso. La seconda stagione dovrebbe continuare su quella scia, con l’ascesa al potere del suo protagonista, che dovrebbe ottenere sempre più potere politico nel suo mondo fantasy.

Se non ne avete ancora avuto l’occasione, vi consiglio caldamente di recuperarvi questo particolare anime. È un bel modo per intrattenersi, e sicuramente anche una soluzione abbastanza intelligente per usare il vostro 2021 animato. Il primo episodio è programmato per il 12 gennaio, vedete di non mancare!

Una scena promozionale di

Sailor Moon Eternal

Un altro importante candidato per i migliori ritorni del 2021 è il nuovo film delle Sailor Moon, Eternal. Questo film celebra i 20 anni trascorsi da quando la serie è approdata l’ultima volta nelle sale cinematografiche.

In una nuova veste grafica e riportate alla loro versione originale, le Sailor erano già tornate sui nostri schermi, anche se solo in forma di serie animata. Sailor Moon Crystal è, infatti, la serie che seguirà questo nuovo film, posizionandosi al posto della sua quarta stagione.

In virtù dell’importanza mediatica e nella memoria di tutti noi, questo ritorno al passato potrebbe essere un’ottima scelta per il vostro 2021. Dall’altra parte, le animazioni di questo film sono state affidate allo Studio DEEN, conosciuto per… la sua abilità nel rovinare buone serie. Non aspettatevi una qualità tecnica eccellente, ma è comunque probabile che la trama resti coerente con il manga originale come la serie principale.

Questo film dovrebbe uscire nelle sale giapponesi nel 2021, anche se non è sicuro se il COVID potrebbe cambiare questa situazione. È probabile che tra alcuni mesi, dopo la sua uscita, venga licenziato e trasmesso da uno degli innumerevoli servizi di streaming presenti nel nostro paese.

Please don’t bully me, Nagatoro

“Don’t toy with me Nagatoro-san” è un anime molto particolare, che ha ricevuto l’annuncio di una stagione animata dopo molto tempo dall’inizio del suo manga originale. Era già conosciuto nel sottobosco di internet, con una fama notevole e con molti suoi fan, ma fino ad ora nessuno si era fatto avanti per portare questa storia anche nell’industria animata.

Il 2021 sarà un anno segnato anche da questa nuova uscita, che potrebbe interessare molto a chi erano già piaciute opere come “Karakai Jouzu Takagi-san” oppure “Uzaki-chan wa Asobitai!”.

Per chi ha già visto gli anime che ho citato, sarà molto chiaro il genere in cui si posiziona Nagatoro-san. Si tratta infatti di una commedia abbastanza leggera in cui una ragazza, Nagatoro, appunto, prende in giro e fa scherzi a un suo senpai. Non è però chiaro quali siano le sue motivazioni, né perché gli stia sempre vicina. Forse è un suo modo di dimostrare affetto?

Non è ancora stata confermata alcuna data precisa per quanto riguarda l’uscita di questo anime, probabilmente arriverà nel corso della stagione estiva del 2021. Se avete bisogno di una commedia romantica leggera per rilassarvi in questo nuovo anno, sapete cosa guardare.

Nel caso in cui vogliate approfondire, consiglio la lettura del nostro pezzo su trama e personaggi di Please don’t bully me, Nagatoro.

Evangelion: 3.0+1.0 Thrice Upon A Time

Come non citare, tra i vari ritorni, anche quello di Neon Genesis Evangelion? Sotto forma dell’ultimo film della tetralogia dei Rebuild di Evangelion, infatti, il film “Evangelion: 3.0+1.0 Thrice Upon A Time” arriverà mondialmente nelle sale nel 2021.

Questa data finale arriva dopo diversi problemi avuti con la creazione e la distribuzione dell’anime. Stavolta, però, dovrebbe essere veramente la fine dell’epopea che ha portato il finale di questo progetto a essere rinviato così tante volte.

Se non avete ancora recuperato Neon Genesis Evangelion, questo è sicuramente il momento per farlo. In questo modo potrete, assieme a tantissimi altri fan, vedere effettivamente la fine di un’epoca e di una saga amata da molti. Potete anche recuperare la serie originale su Netflix, che ha da poco ri-doppiato e pubblicato l’anime sulla sua piattaforma.

L’unica mancanza è forse la bellissima ending “Fly Me To The Moon”, che non è stata potuta inserire per problemi a livello di diritti.

Per chi non conoscesse ancora la trama di questo classico anime, tratta il combattimento tra le forze di resistenza umana e la minaccia delle creature chiamate “Angeli”. Tutto questo è però solo lo sfondo di un’avventura più umana e interiore affrontata dal protagonista Shinji e moltissimi altri personaggi.

L’anime è diventato un cult da dopo la sua uscita, soprattutto per la maturità nella scelta e nell’affrontare i temi. Per quanto riguarda 3.0+1.0, la data d’uscita è il 23 gennaio 2021, ma non si sa esattamente quando arriverà in Italia.

Per saperne di più sulla serie in generale, leggete anche la nostra guida alla visione di Neon Genesis Evangelion.

Thermae Romae Novae

Un altro anime molto particolare in arrivo nel 2021 è… un excursus sulle terme romane. “Thermae Romae Novae”, infatti, finanziato da Netflix, tratta principalmente delle terme molto usate nell’impero romano. L’autrice, grande fan del nostro paese, ha infatti avuto l’ispirazione studiando qui le belle arti, e ha deciso di portarle nel suo paese.

Il suo manga racconta la storia di un architetto romano, Lucius, che viene trasportato nel Giappone contemporaneo. Qui introduce tutte le sue conoscenze a livello di architettura e, soprattutto, le sua expertise nella costruzione di terme come quelle che erano abituati ad usare nell’Impero Romano.

A sua volta, impara la cultura dei bagni pubblici giapponesi, creando quindi una commistione a livello di conoscenze tra questi due modi di intendere le terme.

Il manga originale era già stato adattato in una corta serie animata chiamata semplicemente “Thermae Romae”. Questo nuovo adattamento dovrebbe dare una nuova veste grafica a questo anime didattico, e permettere a più persone di avere qualche infarinatura base di architettura. Netflix ha annunciato che uscirà nel corso del 2021.

La via del grembiule – Lo yakuza casalingo

Passando da uno show strano all’altro, mamma Netflix ha preparato per voi un altra deliziosa pietanza. Un misto tra amore paterno, giornate tranquille e un sacco di criminalità organizzata. E no, stavolta non sto parlando della serie Yakuza, ma del nuovo anime “La via del grembiule – Lo yakuza casalingo“.

Questo particolare anime in uscita nel 2021 è un misto di violenza e dolcezza in un mix che molti hanno già avuto modo di apprezzare nel manga originale.

La storia tratta di un ex-capo della mafia giapponese, la yakuza, che, ritiratesi, ha deciso di seguire la via dell’uomo di casa. Ovviamente, però, in un modo tutto suo, che sprizza in ogni suo aspetto giapponesità e follia. Molte persone hanno grandi aspettative per questo anime, e per buoni motivi. È un’idea nuova, bizzarra e che potrebbe rivelarsi come una delle perle più particolari in arrivo nel nuovo anno.

Se non avete paura di uscire dalla vostra comfort zone e volete farvi stupire da qualcosa di nuovo e particolare, questo è l’anime che fa per voi. All’uscita sarà disponibile (come gli altri anime finanziati da Netflix) sulla piattaforma di streaming. Vi basterà aspettare il 26 febbraio 2021.

Il protagonista di

Gintama: THE FINAL

Dopo l’incredibile numero finale che ha portato finalmente il manga di Gintama a concludersi due anni fa, come potevamo non aspettarci che questo si ripetesse anche per la serie animata? Questo ruolo lo svolgerà l’attesissimo film Gintama: THE FINAL, ultima trasposizione dell’amata serie dello shonen parodistico che ha già superato le 350 puntate.

Tutti gli amanti della serie ne avranno già sentito parlare, ma c’è chi è ancora rimasto indietro. Gintama è la storia di Gintoki, un samurai in un Giappone medioevale che non è poi così tanto medioevale. Razzi volanti, alieni e tecnologie avanzate sfrecciano per una Edo (l’antica Tokyo) invasa dallo spazio.

Qui, Gintoki e la sua banda svolgerà qualsiasi lavoro pur di riuscire a mangiare qualcosa. Questo li porterà ad affrontare le situazioni forse più assurde che gli anime hanno visto, tra battute e riferimenti a tante opere famose del medium.

Non è però solo questo. Se anche vi sia una grossa vena umoristica in Gintama, questa è bilanciata da avvenimenti pesanti e storie complesse che si intrecciano tra di loro, culminando poi in un finale che riesce a rimettere tutti i pezzi del puzzle al loro posto.

Come farsi mancare un evento di questa importanza? Dopo quasi 18 anni dalla sua serializzazione, Gintama è tornato con il suo epilogo l’8 gennaio 2021 nelle sale giapponesi. C’è solo da aspettare per quando la serie si deciderà finalmente a tornare in Occidente.

Cells At Work!!

“Esploriamo il corpo umano”, ma molto più giapponese. Questo è quello che si è proposto di fare Cells At Work! alla sua uscita ormai 3 anni fa. Il suo atteso ritorno è con la seconda stagione che arriva, come vi potreste aspettare, nel 2021.

I protagonisti di questo anime. abbastanza inusuale, siamo noi. O quantomeno, le nostre cellule. Globuli rosse, bianche, piastrine. Sono lì a difendere il nostro corpo, a lavorare per noi ed estirpare minacce che possono arrivare per metterci in pericolo.

Il modo in cui tutto questo è trasmesso in un contesto animato è però di qualità molto alta, ed è quello che ha fatto innamorare molte persone di questa serie. Chissà poi, potreste anche trarne qualche chicca di anatomia.

Se ancora non avete modo di saltare su questo treno in corsa, “Cells At Work!!” è partito l’8 gennaio. Prima che questo anime termini, dovreste avere tutto il tempo per vedervi la prima stagione e farvi un’idea.

My Hero Academia 5

Come non finire questa lista con quello che è forse il successo animato più importante degli ultimi anni? My Hero Academia tornerà, come al solito, anche nel 2021 nella sua quinta stagione. Dopo alcuni film e parecchi episodi alle sua spalle, molti sono in attesa di vedere come continuerà la storia di come Deku diventerà il più grande dei supereroi.

https://www.youtube.com/watch?v=CrtVdL0oIQA

Anche in questo caso, se vi siete persi il fenomeno non preoccupatevi! My Hero Academia è una serie diventata molto famosa con l’avanzare degli anni, forse sostituendo quella grossa fetta di audience che prima era innamorata di Naruto o Dragon Ball.

La storia tratta di Deku, un ragazzo che, in un mondo popolato da supereroi, nasce senza alcun tipo di superpotere. Questo cambierà quando, incontrato per la prima volta l’idolo All Might, otterrà una grande forza e la possibilità di frequentare la prestigiosa accademia UA per supereroi.

Se volete vedere la vita scolastica di questi nuovi e particolari supereroi tutti giapponesi, vi basta recuperare tutte le puntate che lo Studio BONES ha prodotto in questi anni. Alcune stagioni sono già state doppiate in italiano, tra l’altro! Avete tempo fino al 27 marzo 2021, quando uscirà il primo episodio della nuova stagione di My Hero Academia.

Per maggiori dettagli sulla serie, vi consiglio caldamente la nostra guida alla visione e lettura di My Hero Academia.

Gli anime più visti nel 2021

Al momento non abbiamo un bilancio aggiornato e completo per via delle mancanza di dati, ma a quanto pare la top 5 degli anime più visti su VVVVID a gennaio 2021 era la seguente:

Un 2021 pieno di sorprese e anime interessanti

Cosa ne pensate, quindi? Avete già fatto il vostro dream team per l’anno nuovo? Dopotutto, questi anime saranno probabilmente i vostri compagni per i prossimi mesi. L’industria degli anime si sta espandendo sempre di più, e con essa i vari sfidanti che vogliono dominare questa industria. Netflix sta facendo passi da gigante, in questo senso, ed è possibile che questo anno potremmo vedere sempre di più da parte loro.

È difficile prevedere come si mostrerà il prossimo anno. Non sono una sfera di cristallo, dopotutto. Però spero che questa lista vi abbia fatti sentire un po’ meglio, dopo tutto quello che abbiamo, come umanità, passato lo scorso anno. Però posso comunque consigliarvi di dare un’occhiata al palinsesto primaverile degli anime di questo anno!

L’unico modo è, alla fine, continuare ad andare avanti.

Hai altre domande, bisogno di aiuto o semplicemente ti va di parlare di videogiochi? Ci trovi anche al Baretto Videoludico, a cercare di portare il nostro medium preferito oltre le regole.

#LiveTheRebellion