Il mondo della magia è un argomento che ha sempre avuto grande successo nelle opere giapponesi e sono innumerevoli gli anime che trattano di questa materia. Molti di questi hanno segnato la storia di un genere, soprattutto per quanto riguarda demografiche come quella degli Shojo, e sono tutt’ora in corso data la loro grande popolarità.

Diversi capisaldi del genere sono stati trasposti in forma animata e trainati dal grande successo che hanno riscosso, rendendoli accessibili anche a al pubblico meno avvezzo alla lettura dei manga. Scopriamo insieme quali sono i migliori e cosa li rende imperdibili.

Ricordiamo che potete recuperare quasi tutto grazie ai migliori siti di streaming per anime, che vi consigliamo di usare e pagare per finanziare questa splendida industria.

Card Captor Sakura

La protagonista Sakura

Uno dei manga più conosciuti legati al mondo della magia è sicuramente Card Captor Sakura, scritto dalle CLAMP nel 1996, da cui successivamente è stato tratto l’omonimo anime. La storia ha come protagonista Sakura Kinamoto, una ragazzina di 10 anni, che un giorno si imbatte in un misterioso libro nella biblioteca del padre.

La ragazza, incuriosita, apre il libro e libera per sbaglio la magia contenuta al suo interno sotto forma di carte, acquisendo allo stesso tempo poteri magici. Questi poteri saranno utili alla protagonista a rimediare al danno fatto, iniziando un viaggio che la porterà alla ricerca di tutte le carte perdute.

Come Sailor Moon, da cui trae chiara ispirazione, anche l’anime di Card Captor Sakura è composta da episodi che hanno piccole storielle autoconclusive che poi nel loro complesso permettono alla storia generale di proseguire. Chi ha apprezzato altri classici del genere, come appunto il già citato Sailor Moon, apprezzerà moltissimo questo anime, data la vicinanza di molti temi e la struttura simile con cui si svolge la trama.

Dove recuperarlo: Netflix

Castlevania

I protagonisti della serie

Anime tratto dal famosissimo gioco Castlevania III: Dracula’s Curse, prodotto nel 1989 da Konami. Come nel gioco originale anche qui la storia gira intorno al trio composto da Trevor Belmond, Alucard e Sylpha Belnades, tre personaggi con origini diverse uniti da un solo scopo: difendere la Valacchia da Dracula e le sue armate demoniache. Come tipico della serie originale, le tematiche trattate sono abbastanza pesanti e non mancheranno scene cruente e drammatiche, che però sono funzionali alla narrazione a mai fuori luogo.

Il progetto strizza sicuramente l’occhio ai vecchi fan della saga, che sicuramente sanno già cosa aspettarsi in una trama che, comunque, si prende la briga di espandere la storia già narrata nel videogioco. Essendo l’anime molto recente (è uscito nel 2017) può contare su un comparto visivo di tutto rispetto, cosa che lo farà apprezzare anche a un pubblico più giovane e abituato a prodotti più moderni.

Sicuramente da non perdere per vecchi fan della saga e per chi vuole avvicinarsi a un brand storico.

Dove recuperarlo: Netflix

Fate

Fate/Stay Night: Heavens Feel III

Fate è uno di quei prodotti che negli ultimi anni ha saputo ritagliarsi una fetta di popolarità enorme e un gran numero di fan sparsi in tutto il mondo. Composto da un universo enorme diviso su vari media completamente diversi, l’opera ha come protagonisti degli evocatori (chiamati Masters) che attraverso l’evocazione di spiriti (ispirati a personaggi famosi della storia) combattono per conquistare il Santo Graal.

L’enorme budget speso per le varie serie animate conferiscono al prodotto una qualità altissima e rendono i vari scontri presenti nella serie assolutamente epici. Le reinterpretazioni dei vari personaggi storici presenti nell’anime sono un grande punto di forza per la serie e le permette di avere un roster di personaggi assolutamente memorabili. Per chi ama gli anime di fantasia incentrati soprattutto sugli scontri, questa è una serie da non perdere assolutamente.

Essendo costellata da così tante serie, spinoff, reboot ecc. potrà sembrare arduo capire da dove iniziare, ma il mio personale consiglio è di scegliere o Fate Zero o Fate/stay night: Unlimited Blade Works, anche perché sono tra i più facili da reperire online attraverso varie piattaforme di streaming.

Dove recuperarli: Netflix (Fate Zero), VVVVID (Unlimited Blade Works)

Fullmetal Alchemist Brotherhood

Vari personaggi di Fullmetal Alchemist Brotherhood

Capolavoro assoluto dei battle shonen e uno dei migliori anime di combattimento, tratto dall’omonimo manga scritto nel 2001 da Hiromu Arakawa, Fullmetal Alchemist Brotherhood è la serie animata che tratta in maniera più fedele la trama narrata nell’opera originale. La storia tratta del viaggio fatto dai fratelli Elric alla ricerca di un metodo per rimediare al terribile errore fatto durante un rituale alchemico finito male, in cui uno dei fratelli ha perso il corpo.

Il viaggio porterà i due, Alphonse ed Edward, a conoscere una moltitudine di personaggi diversi e a finire immischiati in un complotto che riguarderà tutta la nazione. Trama, personaggi e ambientazione sono curati con grandissima perizia da parte dell’autrice, col risultato finale di un anime di grande impatto e caratura, sicuramente uno dei più grandi capolavori dell’intero settore.

Tra i punti di forza si possono sicuramente annoverare la storia matura e mai scontata assieme ad un sacco di personaggi profondi e ben caratterizzati, un binomio ritrovabile in pochissime altre opere. Un prodotto da non perdere assolutamente, qualsiasi sia il genere che preferite, dato che è recuperabile facilmente. Non a caso lo abbiamo citato come uno dei migliori anime su Netflix e lo stesso vale anche per VVVVID.

Dove recuperarlo: Netflix, VVVVID, Yamato

Little Witch Academia

I personaggi di Little Witch Academia

Anime prodotto dall’acclamato studio Trigger nel 2017, Little Witch Academia è ambientato in un accademia di magia chiamata Luna Nova. Questa accademia è frequentata dalla protagonista, Atsuko Kagari, che sogna di diventare una strega per aiutare la gente, non senza molte difficoltà dovute alla sua incompetenza. Ad aiutare la protagonista ci sono le sue due amiche Lotte Yanson e Sucy Manbavaran, che vivranno con lei un sacco di avventure durante la permanenza nella scuola magica.

La prima cosa che salta all’occhio vedendo l’anime è la grande qualità delle animazioni, tipiche dello studio Trigger, che lo rendono particolarmente gradevole all’occhio. Per quanto riguarda la trama non aspettatevi nulla di particolarmente impegnativo. Le avventure di Atsuko e compagne scorrono molto tranquillamente, rendendolo un anime apprezzabile per chi cerca qualcosa di molto leggero e per chi apprezza gli altri lavori dello studio.

Dove recuperarlo: Netflix

Magi: The Labyrinth of Magic

Aladdin e i suoi amici
Aladdin e i suoi amici

Anime di grande successo tratto dall’omonimo manga scritto da Shinobu Otaka nel 2013. Il manga ha una dichiarata ispirazione alla raccolta di novelle de “Le mille e una notte”, da cui trae l’ambientazione (un medioriente rivisitato) e i nomi dei vari personaggi. Il protagonista di Magi è Aladdin, un ragazzino che gira il mondo accompagnato dal genio Ugo in cerca di avventure. Durante questo grande viaggio, Aladdin esplorerà vari dungeon e luoghi colmi di ricchezze, con lo scopo di conquistarli e domare i geni presenti al loro interno, capaci di dare ai vincitori grandi poteri.

La varietà delle avventure di Aladdin e la qualità delle ambientazioni sono sicuramente il punto di forza di questo anime, grazie soprattutto alla magistrale reinterpretazione fatta dall’autrice di un grande classico delle letteratura. Sicuramente chi conosce il materiale a cui è ispirato saprà ritrovarvi un sacco di riferimenti, seppur rielaborati con grande originalità. Potrà essere gradito anche dai fan dei combattimenti, essendoci un gran quantitativo di battaglie.

Dove recuperarlo: Crunchyroll

Mushoku Tensei

I personaggi principali di Mushoku Tensei

Mushoku Tensei è un Isekai fantasy scritto nel 2012 da Rifujin na Maganote, ha come protagonista un anonimo NEET giapponese di 34 anni. Il protagonista, dopo essere stato sfrattato di casa ed essersi reso conto dell’inutilità della sua vita, decide di salvare dei liceali che stavano per essere investiti da un camion, perdendo così la vita. Quella che per il protagonista sembra la fine in realtà è l’inizio di una nuova vita, infatti dopo la sua morte rinasce in un mondo di “sword and sorcery”, dove decide di rifarsi una nuova vita.

Nonostante le premesse molto simili ad altri isekai Mushoku Tensei ha dalla sua parte una trama estremamente complessa e dei personaggi ben caratterizzati. Le introspezioni sui vari personaggi da a ciascuno di essi una profondità degna di nota e superiore alla media del genere, rendendoli molto più che semplici macchiette. Da recuperare assolutamente per chi cerca un Isekai di qualità, e a tal proposito vi rimandiamo al nostro articolo che ne illustra trama e personaggi.

Overlord

Overlord è un anime tratto dall’omonima serie di light novel scritte da Kugane Maruyama e illustrata da so-bin nel 2012. Grande classico degli Isekai, prende le basi del genere e le rielabora in un atmosfera dark fantasy. Nonostante le premesse iniziali siano le stesse di molti altri anime del genere, qui il protagonista (chiamato Momonga) non si reincarna in un “debole”, ma bensì in quello che è considerabile l’essere più potente del mondo.

Questo è dovuto al fatto che il mondo in cui viene teletrasportato il protagonista in questione è quello di Yggdrasil, un MMORPG in cui il protagonista insieme alla sua gilda era il miglior giocatore. Ciò lo porterà ad essere al comando di un impotente armata con cui pian piano conquisterà tutto il conquistabile, in una serie di eventi mai scontati e banali. Il grandissimo pregio di Overlord, oltre al già citato cambio di prospettiva rispetto ai suoi simili, è la crudezza delle azioni compiute dal protagonista e il peso reale e tangibile che hanno sulla popolazione del mondo.

Le operazioni di conquista sono narrate con grande realismo e non mancheranno massacri o scene di inaudita violenza, rendendolo destinato a un pubblico più maturo. Altro elemento di pregio è il continuo cambio di punti di vista nei momenti che anticipano le imminenti battaglie, che permettono di vedere come ognuna delle parti in causa abbia le sue ragioni e non esista in realtà un vero “cattivo”. Tutte queste particolarità danno origine a un prodotto veramente degno di nota e da recuperare assolutamente, in quanto unico nel suo genere.

Se inoltre apprezzate il genere e siete alla ricerca di nuovi anime Isekai da guardare vi invitiamo a leggere il nostro articolo in proposito.

Dove recuperarlo: VVVVID

Puella Magi Madoka Magika

Madoka e le altre protagoniste

Anime del 2011 prodotto da Shaft e Aniplex, Puella Magi Madoka Magika è un capolavoro che rivoluziona totalmente il classico stereotipo di Majokko, che potete approfondire leggendo il nostro pezzo sui generi/categorie di anime e manga. La narrazione parte in maniera molto simile a molti altri anime del genere, infatti anche qui vediamo le protagoniste (delle ragazze che frequentano le scuole medie) ottenere poteri magici per combattere contro le streghe, colpevoli di varie azioni terribili ai danni degli umani.

La vera rivoluzione si ha più avanti nella trama, quando viene meno l’atmosfera rilassata e giocosa e il focus verte su tematiche oscure e profonde, con molti particolari tetri che vanno presto a donare alla storia una certa pesantezza. Un grandissimo pregio di quest’anime è quindi quello di introdurre nel genere delle tematiche adulte e fataliste, dove ogni scelta dev’essere pesata in quanto potenziale causa di avvenimenti a dir poco nefasti.

A rendere ancora più inquietante la narrazione c’è lo stile con cui è animato l’anime, che grazie a una tecnica mista tra il classico e lo sperimentale crea un’atmosfera inquietante e ansiogena. Indirizzato soprattutto a chi cerca un anime molto serio molto vicino al thriller o all’horror psicologico.

Abbiamo anche parlato di questa serie in merito ai migliori anime da vedere su VVVVID.

Dove recuperarlo: VVVVID

Pretty Cure

Protagoniste di una delle tante serie

Altro grande classico del genere prodotto nel 2004 da Izumi Todo. Pretty Cure prende appieno gli insegnamenti dei grandi classici passati del genere e li rielabora in una grande varietà di serie, tutt’ora in produzione. Ogni filone narrativo ha protagoniste e ambientazioni diverse (tranne rare eccezioni), dando così grande varietà alle varie serie.

Nonostante le basi di partenza siano le stesse del classico anime Maho Shojo, in Pretty Cure i combattimenti sono indirizzati su un approccio più fisico e viene dato maggior risalto ai vari personaggi secondari. Da recuperare assolutamente per chi ama il genere ma vuole allo stesso tempo avere un’ampia varietà di personaggi e trame.

Dove recuperarlo: Mediaset

Magic Knight Rayearth – Una porta socchiusa ai confini del sole

Hikaru, Umi e Fu di Rayearth

Anime del 1994 tratto dall’omonimo manga scritto nel 1993 dalle CLAMP, Rayearth ha come protagoniste 3 ragazze (Hikaru, Umi e Fu) che durante una gita scolastica alla Tokyo Tower vengono teletrasportate nel mondo fantastico di Cefiro. Arrivate in questa nuova realtà le tre capiscono che il mondo è in grave pericolo e decidono di lottare per la sua salvezza come Cavalieri Magici.

La particolarità che differenzia Rayearth dai suoi simili è l’innovativa idea di dotare le classiche ragazze magiche di mech (chiamati Managuerrieri) per aiutarle nelle loro battaglie, dando così origine a un misto di generi più unico che raro. Gli scontri traggono grande ispirazione dai giochi di ruolo fantasy e uniscono quindi alla dinamicità tipica delle battaglie tra mech tattiche derivate da un sistema di debolezze e resistenze. Sicuramente una chicca da recuperare per chi cerca un Moho Shojo diverso dalla norma.

Dove recuperarlo: Yamato Video

Re: Zero

Il protagonista insieme al cast della serie

Grande esponente degli Isekai tratto dall’omonima light novel scritta da Tappei Nagatsuki e illustrata da Shin’ichiro Otsuka nel 2014. Re: Zero parla del solito hikikomori, Subaru Natsuki, che si risveglia nel mondo fantasy di Lugunica. Qui si unirà a una mezz’elfa di nome Emilia, accompagnandola in un viaggio per aiutarla a diventare regina.

Dopo una serie di disavventure, che si conclude con la loro morte, il protagonista si accorge di avere una particolare abilità: tutte le volte che muore resuscita nel punto dove era arrivato nel mondo, resettando gli eventi avvenuti sino a quel momento ma conservandone la memoria.

Quest’abilità sarà il vero punto di forza della narrazione di Re: Zero, infatti permette al protagonista di cambiare continuamente il suo futuro e quello degli altri personaggi, dando alla trama svolte del tutto inaspettate. Questa meccanica originale lo rende unico e gli ha procurato nel tempo un bel seguito, rendendolo uno dei top nel suo genere e sicuramente un anime da recuperare per chi cerca un Isekai diverso dal normale.

Dove recuperarlo: Crunchyroll

Sailor Moon

La protagonista Usagi Tsukino

Quando si parla di anime legati al mondo della magia non si può sicuramente trascurare Sailor Moon, il vero capostipite che ha saputo dettare il canone che tutt’ora viene seguito dai Majokko. Tratto dall’omonimo manga scritto nel 1991 da Naoko Takeuchi, l’opera ha come protagoniste Usagi Tsukino e delle sue amiche, guerriere magiche che con il loro potere devono proteggere la Terra da vari nemici che si susseguono nelle varie puntate.

La trama dell’anime, come il manga del resto, si svolge in varie mini avventure autoconclusive che pian piano avvicinano le guerriere al nemico finale di turno. La narrazione è molto leggera e raramente affronta tematiche pesanti, ma non per questo risulta essere priva si spessore. Tra i punti di forza dell’anime troviamo sicuramente l’approfondimento che viene fatto sulle storie dei vari personaggi e nemici principali. Consigliatissimo sia per la qualità complessiva dell’opera che per il suo status assoluto di grande classico del genere.

Abbiamo parlato più e più volte di questa serie, spiegando in che ordine vedere Sailor Moon e soprattutto analizzando le differenze con la versione più recente Crystal, nell’attesa dell’uscita del film Sailor Moon Eternal.

Dove recuperarlo: Rai Play, Dynit

Hai altre domande, bisogno di aiuto o semplicemente ti va di parlare di videogiochi? Ci trovi anche al Baretto Videoludico, a cercare di portare il nostro medium preferito oltre le regole.

#LiveTheRebellion