Se siete fan del genere Isekai, oppure consumatori di anime che vogliono approcciarsi al genere, siete nel posto giusto. In questo articolo, infatti, andremo a consigliarvi una raccolta di quelli che per noi sono i migliori anime appartenenti a questo genere.

Ma cosa sono gli Isekai? Per i meno studiati, si parla di un tipo di opere che sta prendendo sempre più piede in cui il nostro protagonista di turno viene, per un motivo o un altro, trasportato, evocato, reincarnato o intrappolato in un universo parallelo.

Questo mondo alternativo può essere un mondo conosciuto o meno dal protagonista, come un videogioco, un’opera letteraria o un periodo storico passato, dove il personaggio trasportato mantiene o perde i ricordi. Ne abbiamo anche parlato in tema dei vari tipi di anime che esistono.

Le serie che elencheremo sono presenti su siti web legali o acquistabili su Amazon dai rivenditori ufficiali. Vi abbiamo anche parlato in passato di come recuperare anime grazie alle piattaforme di streaming, specificando le più importanti come Netflix, Amazon Prime Video, Crunchyroll e l’italiana VVVVID.

Ma bando alle ciance e andiamo a vedere quali sono!

Aura Battler Dunbine

Locandina dell'anime con diversi personaggi di Aura Battler Dunbine

Aura Battler Dunbine è un anime piuttosto anzianotto, essendo uscito nel lontano 1983. È composto da ben 49 episodi, e in sé unisce più generi oltre ovviamente all’Isekai, dato che presenta anche elementi Mecha e di guerra.

Ma è proprio il suo principale pregio e punto di forza, dal momento che la creazione di Tomino, l’autore, è conosciuta per l’intraprendente innovazione dell’unire il genere Mecha, molto in voga nel periodo, con il genere fantasy.

E non solo, si tratta anche di quello che può essere considerato come il primo vero anime Isekai, nonostante molti spettatori più giovani non ne siano a conoscenza.

Un vero e proprio azzardo, dato che in quel tempo quello degli isekai era veramente poco conosciuto. Anche in questo caso, però, non aspettatevi la classica favola fantasy, dato che i vostri occhi troveranno uno spietato scenario di guerra.

In breve, la trama racconta della storia di Sho Zama, un appassionato di moto, che un giorno subisce un incidente che lo catapulta in questo mondo fantasy medioevale, chiamato Byston Well. A convocarlo si scopre poi essere stato il generale Drake Luft, in quanto Sho è dotato di un potere speciale innato, quello di pilotare gli Aura Battler, divenendo un cosiddetto “sacro guerriero”.

La ragione per cui al generale servivano nuovi piloti è che, a seguito delle attività violente di un gruppo di ribelli, la pace e la stabilità del paese sono state messe a rischio. Diventerà quindi compito di Sho stesso scongiurare la minaccia assieme al suo mech personale.

Se siete alla ricerca di un anime ”anziano” o se siete fan degli anime vintage e isekai, questo sicuramente farà per voi.

Digimon

Chi non conosce i Digimon? Il gigantesco media-franchise, comprendente anime, manga, videogiochi, giocattoli, carte collezionabili e molto ancora, difficilmente non vi sarà saltato all’occhio almeno una volta.

In questo articolo, ovviamente, ci concentreremo sull’anime, comprendente ben nove serie animate prodotte dal colosso di Toei Animation. Inizialmente l’anime nasce per sponsorizzare il brand nel 1999, ma successivamente, dato il grande riscontro mediatico, ha preso sempre più piede, fino a diventare ciò che è oggi, con un totale all’attivo di oltre 250 puntate. E la serie sta ancora andando avanti, con nuovi episodi di zecca!

La serie racconta la storia dei Digimon, abitanti del mondo digitale Digiworld, e di un gruppo di ragazzini, i ”Bambini prescelti” o ”Digiprescelti”, che possono accedere al Digiworld per accompagnare i mostriciattoli nelle loro avventure.

Durante questo processo, i Digimon cambiano aspetto, diventano molto più forti e, in certe occasioni, subiscono un profondo cambiamento nella loro personalità, sfruttando la cosiddetta ”Digievoluzione”. Il gruppo di ragazzi che entra in contatto con il Digiworld cambia da stagione a stagione, con l’eccezione delle prime due serie.

Lo consiglio principalmente se cercate un isekai leggero con qualche momento profondo sporadico, o se semplicemente sarete curiosi di approfondire questo fenomeno di massa.

Dove recuperarlo: Le serie sono diverse, quindi potranno essere recuperati in vari modi. Digimon Adventure è direttamente disponibile su Crunchyroll, mentre le altre serie qui arrivate hanno come editori Rai e 20th Century Fox, quindi li potrete unicamente acquistare.

Drifters

Shimazu, il protagonista di Drifters

Dalla geniale mente di Hirano, autore del celebratissimo Hellsing, nasce Drifters, un manga adattato successivamente come anime dalla durata di 12 episodi.

L’opera ci porta in uno scenario fantasy, mostrandoci uno scenario bellicoso dove in palio c’è la conquista del mondo. Il paragone con Hellsing è inevitabile, essendo appunto dello stesso autore, e infatti le similitudini tra le due opere sono ben palesi. T

uttavia Drifters, a differenza dell’epopea del vampiro Alucard, presenta elementi più tranquilli e, se vogliamo, da clichè. Il che però non è affatto un male!

La trama racconta le gesta di Shimazu Toyohisa, un valoroso samurai dell’epoca Sengoku il quale, arrancante e debole dopo una feroce battaglia samurai, si ritrova in un lungo e misterioso corridoio bianco.

Dopo averlo attraversato del tutto, si ritroverà catapultato in un mondo fantasy popolato da creature e razze uniche. In questo mondo celebri eroi si affrontano in uno scontro apocalittico, divisi tra naufraghi (Drifters) e scarti (Ends).

L’opera stravolge di molto i canoni del genere Isekai, regalandoci un’esperienza totalmente nuova e fresca, pertanto se cercate queste caratteristiche e siete fan di Hellsing non potete perdervelo.

Dove recuperarlo: VVVVID, Netflix

.hack//Sign

I protagonisti di .hack//Sign

.hack//Sign, è un anime appartenente ad un grande progetto multimediale, il progetto .hack, ovvero una serie di progetti basati su un’unica macro-trama a stampo fantasy. L’elemento Isekai, in questo caso, è costituito dalla presenza di un mondo MMORPG in stile fantasy.

Il mondo videoludico è reso in modo veramente realistico e riconoscibile dallo spettatore, grazie all’uso frequente di terminologie informatiche come ”bug” e ”server” o di riferimenti al mondo MMORPG come ”pg”, ”skill” e simili.

La trama vede come ambientazione il sofisticato mondo virtuale chiamato ”The world” e vede come protagonista Tsukasa, un personaggio di classe mago controllato dall’omonimo ragazzo nel mondo reale. Tuttavia un giorno, per cause ignote, non riesce a disconnettersi dal gioco.

Tsukasa è quindi costretto a vivere al suo interno, facendo così sorgere diversi dubbi sulla vera natura del gioco. Come se ciò non bastasse, diverse stranezze inizieranno a ruotare attorno al suo personaggio.

Apparirà, ad esempio, un mostro sconosciuto non presente nella programmazione del gioco e che risponderà solo ai suoi comandi. O il suo legame con uno strano personaggio gatto creato apparentemente in modo illegale, che attirerà su Tsukasa l’attenzione degli altri giocatori.

Ma non vi diciamo altro per evitare di cadere nello spoiler. Se tuttavia siete pratici e conoscete il mondo MMORPG, sarà un must da guardare.

Dove recuperarlo: Beez Entertainment

I Cieli di Escaflowne

Artwork promozionale con i protagonisti di I cieli di Escaflowne

Prodotto nel lontano 1996 dallo studio Sunrise, racchiude in se molteplici generi. Può infatti essere considerato un anime sentimentale con elementi d’azione e fantasy, ovviamente sempre appartenente al sottogenere isekai. Per questo motivo è difficile collocarlo in una categoria rispetto all’altra.

La storia segue le avventure della giovane Hitomi, una studentessa liceale come altre con una passione per i tarocchi. La sua vita prosegue normalmente finché un giorno, senza nessun apparente motivo, le apparirà di fronte un cavaliere misterioso chiamato Van, intento a combattere contro un drago.

Hitomi lo aiuterà a sconfiggere la bestia usando le predizioni dei suoi tarocchi, ma con la sua dipartita apparirà un fascio i luce bianca, trasportando sia lei che il guerriero nell’imponente regno fantasy di Gaea. Senza sapere in che modo tornare a casa, la ragazza comincerà a seguire Van, dando il via così alla sua avventura.

Lo consiglio vivamente nel caso in cui cerchiate un isekai diverso dal solito, specialmente se siete fan dei vari generi a cui appartiene.

Dove recuperarlo: VVVVID, Netflix

Inuyasha

Diversi personaggi dall'anime Inuyasha

I nostalgici lo conosceranno grazie al leggendario ”MTV anime night”, dove veniva proposto. Anche nel resto del mondo, comunque, è un anime notevolmente conosciuto ed apprezzato dalla massa, rimanendo un vero e proprio colosso degli Isekai.

Adattato nei primi anni 2000 e tratto da un manga di Rumiko Takaashi (autrice di Lamù e Ranma 1/2), narra le vicende di Kagome, una normale ragazza giapponese che, a seguito di una sbadata caduta nel pozzo di casa sua, finisce nel Giappone del periodo Sengoku.

In quest’epoca, Kagome scopre di essere la reincarnazione di Kikyo, una sacerdotessa vissuta cinquant’anni prima e incaricata di custodire la preziosa sfera dei quattro spiriti, uno dei sacri gioielli in grado di accrescere il potere di demoni e altre creature maligne.

È l’inizio di un lungo viaggio per la ragazza, che insieme al mezzo-demone Inuyasha, da lei stessa risvegliato, dovrà viaggiare per evitare che demoni e malvagi entrino in possesso del potere della sfera, ridotta in frammenti e sparsa per tutto il Giappone a seguito di una battaglia.

L’anime è molto conosciuto, quasi un colossal, e presenta un’ottima e avvincente trama, con molti personaggi caratterizzati in modo profondo e unico. Tuttavia presenta ben 167 episodi, per non contare film e OVA vari, pertanto se siete alla ricerca di un anime corto e poco impegnativo, nonostante la sua fama tutt’altro che negativa, potrebbe non fare al caso vostro.

Vi aggiungo giusto come nota finale che su Crunchyroll potrete trovare anche gli episodi dell’ultimo spinoff rilasciato della serie, ovvero Yashahime: Princess Half-Demon. Se quindi vi appassionerete della serie e vorrete recuperare altro in merito, dateci un’occhiata.

Per maggiori dettagli su come recuperare questa serie dovete per forza dare un’occhiata alla nostra guida su quali episodi di Inuyasha saltare, visto che molti sono non canonici.

Dove recuperarlo: Netflix (serie principale), Crunchyroll (spinoff Yashahime)

Konosuba

Aqua, Darkness, Megumi e Kazuma da Konosuba

Ed eccoci arrivati all’eccezione che conferma la regola. Perchè dico così? Konosuba parodizza gli anime Isekai, scherzando e rendendo ridicoli i cliché e gli stereotipi di quest’ultimi. Procedimento adottato, se vogliamo fare un parallelismo, anche da Gintama nei confronti degli shonen.

Questo va a creare di fatto un anime molto leggero e divertente da vedere, adatto ad una visione leggera, comica e divertente.

Il nostro eroe questa volta è Kazuma, un classico ragazzo definibile ”hikikomori” che una sera, nel goffo tentativo di salvare una ragazza, resterà coinvolto in un incidente, perdendo la vita. Giunto nell’aldilà incontra una ragazza di nome Aqua, che gli si presenta come una dea addetta allo smistamento di coloro che giungono al suo cospetto dopo la morte.

Dopo averlo abbondantemente preso in giro e demoralizzato a causa della sua improbabile dipartita, la dea propone al ragazzo diverse opzioni su cosa fare da lì in poi. Oltre alla scelta di andare in paradiso o reincarnarsi, gli proporrà un viaggio in un mondo fantasy con regole simile a quelle di un gioco di ruolo, con lo scopo di sconfiggere il re dei demoni che ne sta minando l’equilibrio.

Sfoggiando la sua anima da nerd, il ragazzo deciderà di intraprendere quest’ultima. Appena però gli verrà chiesto quali magie o equipaggiamenti ottenere come “bonus iniziale”, Kazuma scarterà tutte le scelte proposte e deciderà di portarsi dietro la dea stessa, come ripicca per il suo continuo ironizzare sulla sua morte.

Inizierà così il vero e proprio anime, seguendo le avventure dei due all’interno di questo assurdo mondo.

Come già detto in precedenza, se siete alla ricerca di un anime leggero e divertente, non pensateci due volte, Konosuba è ciò che fa per voi.

Log Horizon

Diversi personaggi dall'anime Log Horizon

Log Horizon appartiene al filone delle serie che uniscono il mondo anime e il mondo dei videogiochi, catapultando i personaggi protagonisti nello sfondo di un videogioco MMORPG.

I malcapitati questa volta sono due amici di nome Naotsugu e Akatsuki, che restano intrappolati senza possibilità di eseguire il log-out nel server più famoso del mondo, quello di Elder’s Tale. Decideranno così di fondare la gilda ”Log Horizon”, per sopravvivere nel mondo virtuale e trovarsi degli alleati.

La sua particolarità e di non essere il classico isekai basato sui combattimenti, ma piuttosto di spostare il focus su componenti più tipiche degli slice of life, con scene di vita quotidiana spesso preponderanti nella narrazione.

Come per .hack//Sign, inoltre, utilizza in modo molto accurato le terminologie dei videogiochi del genere, dando un certo senso di familiarità a tutti quelli tra voi che ci giocano o che comunque li hanno provati almeno una volta.

Se siete fan degli anime con sfondo videoludico, allora questo fa per voi. L’anime è adattato da SNK, e conta 25 episodi.

Magic Knight Rayearth – Una porta socchiusa ai confini del sole

La sacerdotessa Emeraude di Magic Knight Revenge

Anime tratto da un manga delle celebri Clamp, un gruppo di mangaka donne conosciute principalmente per lavori come “Cardcaptor Sakura” o per essere le character designer di “Code Geass”. Magic Knight Rayearth, conosciuto in Italia col nome “Una porta socchiusa ai confini del sole”, è un Isekai di target Shojo, adattato nel 1994 e comprendente 49 episodi.

La trama ha come protagoniste tre studentesse appartenenti a scuole diverse, ovvero Hikaru Shidou, Umi Ryuuzaki e Fuu Hououji. Durante una gita alla torre di Tokyo, le tre verranno avvolte da un raggio di luce e, subito dopo, lanciate in caduta libera all’interno del mondo fantasy di Cefiro, sentendo nel frattempo la voce di una donna che chiede loro aiuto.

Mentre continueranno a precipitare, verranno salvate da una creatura dalle sembianze di un grosso pesce volante, che le conduce immediatamente al cospetto del Sommo Sacerdote Clef. Il piccolo ma potente mago spiega subito alle tre che sono state convocate nel suo mondo per salvare la sacerdotessa Emeraude, in quanto ”Cavalieri magici”, possessori di poteri fuori dal comune.

Se quello che cercavate era un anime Isekai e Shojo, ecco a voi il vostro candidato. Un’altra particolarità dello show poi è l’integrazione al suo interno di elementi appartenenti al genere Mecha, sotto forma dei Managuerrieri delle ragazze, quindi potrebbe rappresentare un’ottima visione anche da parte degli appassionati di questo genere.

Tra l’altro, Magic Knight Rayearth resta ad oggi uno dei migliori anime di magia secondo il nostro parere.

Dove recuperarlo: Yamato Video

Mushoku Tensei

Mushoku Tensei è un Isekai tratto da una light novel fantasy scritta nel 2012 da Rifujin na Maganote, che ha ricevuto di recente un adattamento animato da parte di Studio Bind.

Il protagonista di turno è un NEET di 34 anni che, dopo essere stato sfrattato di casa, decide di dare un senso alla sua vita salvando dei ragazzini che stavano per essere investiti da un camion, perdendo così la vita al loro posto. Dopo l’accaduto, viene catapultato in un mondo fantasy a lui sconosciuto.

Ma, scherzo destino, invece di reincarnarsi in un mago della sua età, si reincarna in un bambino appena nato. Il protagonista deciderà così di cogliere a piene mani l’opportunità a lui concessa, vivendo una vita come avrebbe sempre desiderato.

Nonostante le premesse abbastanza simili agli altri Isekai, Mushoku Tensei saprà stupirvi, con personaggi molto caratterizzati e profondi, elementi veramente diversi dagli altri anime dello stesso genere. Abbiamo anche approfondito trama e personaggi di Mushoku Tensei.

Overlord

Momonga, il protagonista di Overlord

Overlord è un grande classico e pietra miliare del genere Isekai, tuttavia presenta elementi molto particolari e caratteristici, dal momento che ha un’atmosfera che punta maggiormente sul genere dark fantasy.

Altra differenza sta nel fatto che il protagonista, a differenza degli altri personaggi principali del genere che partono deboli e devono farsi strada, è tremendamente forte, considerabile quasi al livello di una divinità. Non è nemmeno il classico eroe puro, ma un personaggio capace di gesta atroci e moralmente discutibili.

La storia inizia col già citato protagonista di nome Momonga, uno dei giocatori più famosi e forti del server chiamato ”Yggddrasil”, che si connette per assaporarne i suoi ultimi momenti. Il gioco infatti sta per essere chiuso, quindi decide di ripensare a tutti i bei momenti passati con i compagni di gioco, nel mentre il conto alla rovescia per lo spegnimento prosegue verso la fine.

Una volta scaduto, tuttavia, Momonga scopre che il logout non è avvenuto e che anzi, egli stesso è stato catapultato nel gioco sotto forma del suo personaggio. Tutt’altro che sconvolto o spaventato, da questo momento in poi il suo unico obiettivo sarà conquistare il nuovo mondo in cui è rinato.

Se cercate un isekai con tematiche un po’ più dark del solito, questo è l’anime che fa per voi. Inoltre se apprezzate particolarmente il genere e cercate qualche altro anime da guardare vi invitiamo a leggere il nostro articolo scritto in proposito per suggerirvi nuove idee.

Dove recuperarlo: Yamato Video, Dynit

Saga of Tanya the Evil

Tanya Degurechov di Saga of Tanya the Evil

Saga of Tanya the Evil è un altro Isekai profondamente diverso dalla norma. La differenza? Beh, la protagonista è una bambina che imbraccia un fucile e ha la forza e abilità di almeno cinque uomini. Altra cosa diversa, quasi assurda? Questa bambina combatte nello scenario della prima guerra mondiale, uno dei conflitti più cruenti della storia dell’uomo.

Questa improbabile protagonista si chiama Tanya Degurechov, una bambina bionda, di carnagione pallida e dagli occhi azzurri, sempre in prima linea in battaglia.

Nella sua vita precedente era un alto funzionario dell’élite burocratica giapponese ma, dopo aver provocato la collera di un Dio, si reincarna in questa bambina spietata. Ciò però non la fermerà, dato che anche in questa nuova vita cercherà di ottenere sempre più potere.

Se siete alla ricerca di un Isekai particolare che abbia come tematica principale la guerra, la vostra scelta non può che ricadere qua.

Dove recuperarlo: Crunchyroll

The Rising of the Shield Hero

Artwork promozionale di Rise of the Shield Hero

Ultimo, ma non per importanza, troviamo The Rising of the Shield Hero. Un Isekai davvero ottimo, che viene considerato uno dei migliori degli ultimi tempi, principalmente per lo stravolgimento totale del ruolo e la figura del protagonista.

Detto in breve, per non cadere in spoiler, il protagonista Naofumi è profondamente odiato e deriso dalla stirpe reale, dalla popolazione e dagli altri eroi nel mondo in cui è stato convocato. Non per azioni compiute direttamente da lui, ma per il fatto stesso di essersi reincarnato come eroe dello scudo.

La sua convocazione nel mondo parallelo avviene mentre, nel mondo reale, stava sfogliando un libro strano dalle pagine ancora bianche. Dopo averci dato un’occhiata, viene immediatamente catapultato al suo interno.

Proprio lui viene scelto in quanto uno dei sacri eroi leggendari possessori di un’arma leggendaria, con lo scopo di salvare il mondo da un’infausta profezia. Da qui, dopo tutto l’odio prima citato, inizierà la sua redenzione.

Veramente un ottimo isekai, che ha saputo appassionare e convincere l’intera community degli anime, grazie anche all’ottimo lavoro dell’adattamento per quanto riguarda aspetti come le animazioni. Per questi motivi, ve lo consiglio caldamente.

Dove recuperarlo: Crunchyroll

Se invece volete espandere i vostri gusti e vedere qualcosa di nuovo, date pure un’occhiata al nostro pezzo sui migliori anime di sempre.

Hai altre domande, bisogno di aiuto o semplicemente ti va di parlare di videogiochi? Ci trovi anche al Baretto Videoludico, a cercare di portare il nostro medium preferito oltre le regole.

#LiveTheRebellion