In Ghost of Tsushima l’esplorazione, oltre a essere chiave dell’esperienza, è fondamentale per chi vuole completare il gioco al 100%. Come avrete sicuramente notato, il titolo è quasi del tutto privo di HUD e sarà il vento a guidarvi, ma disporrete comunque di una mappa nel menu dove scorgere i punti di interesse più vicini.

La peculiarità degli Altari Segreti, tuttavia, è proprio quella di non apparire nemmeno con un “?” nella mappa, dovrete perciò solamente affidarvi al vostro istinto esplorativo o seguire questa guida per scoprire la loro posizione.

Come riconoscere gli Altari e a cosa servono

Non lasciatevi ingannare. Nonostante si chiamino Altari, queste “strutture”, sempre contrassegnate da un cartello di inchino, possono essere qualsiasi elemento naturale. Individuato il cartello, basterà inchinarsi eseguendo uno swipe verso il basso sul touchpad del controller e vedere l’animazione che partirà.

Per fortuna, non sono mancabili grazie al fatto che dopo aver finito la storia potrete gironzolare liberamente l’isola.

Vi starete chiedendo a cosa servano effettivamente questi misteriosi altari, e la risposta è nulla di fatto. Tuttavia, per ottenere il platino vi servirà trovarli tutti e 10 e sbloccare il trofeo Onora gli invisibili.

Le posizioni degli Altari

Scoperti tutti e 10 gli Altari, sbloccherete il citato trofeo “Onora gli Invisibili”.