Come tutti sappiamo ormai arrivati a questo punto, Ghost of Tsushima è la storia di un samurai intento a cercare vendetta per la sua terra ed i suoi compagni caduti.

Per compiere ciò, Jin ha bisogno di tutto l’aiuto possibile, che esso provenga da altre persone oppure dall’equipaggiamento che porta in combattimento, come armi, strumenti per cammuffarsi e armature da indossare.

Oggi andremo proprio a vedere queste ultime, analizzando i tratti caratteristici di ciascuna di loro e confrontandole per vedere quali possono essere più utili nel gameplay.

Nel caso siate interessati anche alle armi, ai potenziamenti della katana, alle pose e molto altro ancora, vi rimandiamo alla nostra guida completa di Ghost of Tsushima.

Tutte le armature del gioco

Prima di iniziare, ci teniamo a sottolineare che i set elencati qui sotto non saranno posti in un ordine particolare, pur presentando comunque nel titolo una scritta nel caso in cui siano le migliori in determinate categorie di gameplay.

Le abilità riportate, inoltre, saranno segnate come se i set fossero già stati potenziati al massimo, motivo per cui potreste trovare valori differenti se non aveste completato il processo di potenziamento.

Armatura infranta

Prima armatura con cui il samurai protagonista comincerà l’avventura, l’armatura infranta non avrà alcun vantaggio particolare, se non quello di coprire Jin a inizio avventura, e per questo converrà subito rimpiazzarla non appena verrà trovato un nuovo set.

Veste del viandante

Fortunatamente, l’Armatura infranta potrà essere cambiata molto presto all’interno del gameplay, in quanto il primo mercante che incontreremo ci regalerà un set di gran lunga più utile, la Veste del viandante.

Nonostante per combattere non sia il meglio che possiate trovare, potrà tornarvi enormemente utile durante l’esplorazione, in quanto le sue abilità vi permetteranno di trovare più facilmente i vari manufatti sparsi nella mappa usando il Vento guida e sfruttando la vibrazione del controller, oltre ad espandere la nebbia di guerra del 30% in più man mano che vi addentrerete in territori inesplorati.

Armatura del clan Samurai (miglior set del gioco per gameplay difensivo)

Nel caso in cui non riusciate particolarmente ad abituarvi al sistema di combattimento del gioco e stiate cercando un set che vi permetta di assorbire qualche colpo in più prima di sferrare l’attacco fatale al nemico, allora l’armatura del clan Samurai farà al caso vostro.

Equipaggiata con delle abilità che provocheranno un aumento considerevole nella salute e una diminuzione palpabile dei danni ricevuti, oltre ad un recupero di determinazione del 30% quando si subiranno danni, nessun altro set del gioco vi offrirà così tanto vantaggio difensivamente parlando.

Per ottenerlo, vi basterà aiutare Lady Masako e completare la prima delle diverse missioni secondarie che vi affiderà.

Armatura di Gosaku

Se invece quello che cercate è una via di mezzo fra la difesa e l’attacco, potete sempre provare l’armatura di Gosaku.

Questo particolare equipaggiamento sarà ottenibile completando il racconto mitico “The Unbrakable Gosaku” nel secondo atto della storia, che consisterà nel collezionare sei chiavi in altrettante fattorie sparse per tutta l’isola e segnalate da delle iconcine rosse sulla mappa.

Per quanto riguarda le abilità, invece, aumenterà sostanzialmente la vita di Jin, donerà danno da barcollamento aggiuntivo e permetterà di recuperare il 20% di salute uccidendo un nemico barcollante.

Uniforme Ronin (miglior set del gioco per gameplay stealth)

Pochi set nel gioco sono rivolti così tanto al gameplay di tipo stealth quanto l’uniforme Ronin.

Grazie alle abilità puramente rivolte verso la furtività, che vi doneranno bonus quali una riduzione del 20% nella velocità di individuazione nemica, un incremento generale dei danni da mischia del 30% ed un rallentamento nell’individuazione dopo esser usciti dalla pampa in posizione accovacciata, sarà molto difficile che i soldati avversari riescano ad individuarvi efficacemente.

Potrete ottenere l’uniforme aiutando il vostro amico Ryuzo nella quest principale “Il sangue sull’erba“.

Armatura Kensei

Tra i vari set del gioco, l’armatura Kensei si distingue per i diversi bonus dati nell’utilizzo delle armi spettrali, aumentando di un 30% netto il loro danno, donando un 30% aggiuntivo in determinazione e permettendogli di applicare un potente debuff ad ogni nemico colpito, diminuendone i danni e la resistenza del 50%.

Come per l’armatura Gosaku, anche questa necessiterà di completare un racconto mitico, ovvero “The Six Blades of Kojiro“, nel quale dovrete affrontare l’autoaffermatosi demone Kojiro e i 5 nemici che saranno assieme a lui, ingaggiando diversi duelli mortali in tutta la mappa di gioco (vi verranno segnalati sempre da delle iconcine rosse).

Armatura Tadayori (miglior set del gioco per combattimenti a distanza)

Nonostante i gameplay da spettro e da samurai siano ben differenziati tra loro, tutto sommato spesso si riducono comunque a normali combattimenti con la spada, anche se con metodi abbastanza diversificati.

Nel caso in cui vogliate provare comunque un approccio diverso da essi e darvi al combattimento a distanza, l’armatura Tadayori potrà esservi molto d’aiuto, aumentando del 30% la velocità con cui incoccare e ricaricare, incrementando la durata della meditazione di 2 secondi e ripristinando la barra della concentrazione del 50% con ogni colpo in testa.

Dovrete però completare il racconto mitico “La Leggenda di Tadayori” prima di mettere le mani su questo particolare set.

Armatura del clan Sakai (miglior set del gioco per combattimenti diretti)

Gran parte dei set che abbiamo visto fino ad ora invitano il giocatore ad adottare approcci molto ragionati e particolari ad ogni combattimento, favorendo azioni quali lo stealth e l’utilizzo di archi per combattere col minimo rischio possibile.

Nonostante questo, sono sicuro al 100% che a molti di voi sotto sotto non importi nulla di nascondersi in delle siepi o lanciare frecce da lontano. No, voi volete ondeggiare una katana nel modo più ignorante e figo possibile, affettando nemici, alleati e qualsiasi cosa vi si presenti davanti nel processo.

Nel caso in cui rientrate in questa fetta di pubblico, non pensateci due volte ed optate per l’armatura del clan Sakai.

Grazie infatti alle sue abilità, che garantiscono un aumento per quanto riguarda vita, danni da mischia e serie di confronti (di 2), oltre a terrorizzare col 25% di probabilità i nemici circostanti vincendo un conflitto, nulla riuscirà a fermare la vostra sete di sangue, se non con estrema fatica.

Purtroppo, per ottenerla dovrete aspettare l’Atto II, in particolare completando la missione “Spettri del Passato“.

Armatura dello spettro

Per quanto riguarda il gameplay stealth, come visto in precedenza, l’uniforme Ronin è senza alcun dubbio quella che offre maggiori benefici, però esistono comunque altri set che potrebbero fare al caso vostro se troverete i loro bonus più comodi oppure se vi piacerà maggiormente la loro estetica.

Il primo di questi è l’armatura dello spettro, l’iconico set indossato da Jin sulla copertina del gioco e ottenibile dopo la missione dell’atto II “Dall’Oscurità“.

I bonus che offrirà saranno relativi alla velocità di individuazione nemica (ridotta del 40%), alle uccisioni necessarie per entrare nella Forma del Fantasma (ridotte a 2) ed allo status “terrore” (potrete infliggerlo ai nemici circostanti dopo un’uccisione con una probabilità del 30%)

Fundoshi

Fundoshi

La seconda opzione per gli amanti della furtività (e in questo caso anche dei meme) è il set Fundoshi, ottenibile solo dopo aver trovato tutte le sorgenti termali (a cui abbiamo dedicato una pratica guida) e composto interamente da uno straccio nella zona dell’inguine.

Chiariamoci, praticamente qualsiasi altro set del gioco meno l’armatura infranta sarà più utile di questa, ma potrà comunque dare un vantaggio a chi la usa: il completo silenziamento dei passi, sia che si stia camminando che si stia correndo.

Nonostante quindi sia decisamente peggio della veste del Ronin e dell’armatura dello spettro, potrà comunque far strappare una risata ogni tanto.

Armatura del comandante mongolo

Eccoci quindi arrivati all’ultimo set di questa lista e sicuramente e sicuramente uno degli ultimi che otterrete nell’avventura, l’armatura del comandante mongolo.

Per ottenerla dovrete recarvi dal fabbro di Jogaku nell’atto III ed accettare l’incarico “Degno del Khan“, che consisterà nel recuperare i 4 pezzi che la compongono all’interno di altrettanti accampamenti mongoli.

Rispetto alle altre non sarà possibile potenziarla, ed avrà la caratteristica peculiare, oltre ad aumentare la vita e la riduzione al danno, di diminuire drasticamente la velocità di individuazione da parte dei nemici mongoli, essendo a tutti gli effetti una delle loro armature da guerra.

Ora che anche l’ultima armatura è stata analizzata, vi lasciamo alle altre guide sul gioco da noi rilasciate: