Tra gli innumerevoli boss che popolano il mondo di Elden Ring se ne contano alcuni opzioniali considerabili assolutamente come tra i più difficili presenti nei souls.

Uno di questi è Malenia, Spada di Miquella, capace di offrire uno scontro difficilissimo ma anche pieno di emozioni.

Andiamo quindi a vedere qualche consiglio per sconfiggerlo con più facilità possibile. Come al solito vi ricordiamo invece che se siete alla ricerca di guide su altri aspetti del gioco vi basterà consultare la nostra guida completa.

Dove trovare Malenia, Spada di Miquella

Malenia è il boss finale di Elphael, un area segreta accessibile solo dopo aver trovato entrambi i pezzi del medaglione del montacarichi di Rold.

Preparazione

Ecco qualche consiglio per presentarvi in battagli al meglio:

Strategia

Iniziamo con una premessa: Malenia molto probabilmente è lo scontro più difficile presente in Elden Ring e forse il boss più difficile presente nei souls targati From Sotware. Il motivo è presto detto dato che Malenia, oltre ad essere un avversaria formidabile, si cura per ogni colpo messo a segno ed ha due fasi entrambe pericolosissime.

Data la portata dello scontro preparatevi a perdere numerose volte ed andateci soltanto con un personaggio endgame al massimo della propria potenza.

Durante la prima fase Malenia combatterà con la sua spada e vi sfiderà in un incontro di pura abilità. Evitate assolutamente di pararvi dato che il boss si cura persino se parate i suoi attacchi e preferite sempre la schivata. Per fortuna molti dei suoi attacchi sono abbastanza prevedibili e dovreste riuscire a schivarli senza troppi problemi.

Il problema maggiore inizia quando sotto al 75% inizierà ad usare la sua tecnica unica: la Danza dell’Acqua. Questa tecnica è pericolosissima e può facilmente oneshottarvi dato il numero incredibile di colpi. In questo caso si annulla il consiglio datovi in precedenza e potete pararvi se non sapete quando schivare e volete evitare una morte rapida.

Certo permetterete al boss di curarsi ma almeno durante i primi tentativi avrete un idea chiara di come funziona il suo colpo principale. Schivarlo è estremamente difficile, almeno le prime volte, dato il grande numero di colpi che richiede più schivate calcolate al millesimo di secondo ed è spesso preferibile o starle lontano o ammortizzare i danni con uno scudo.

In ogni caso potrete riconoscere l’inizio dell’attacco quando vedrete il boss saltare e rimanere fermo a mezz’area per qualche secondo, permettendovi in base alla vostra posizione rispetto a lei di scegliere la strategia migliore per contrattaccare.

Un ottimo metodo scoperto recentemente per evitare del tutto Danza dell’Acqua consiste nel lanciare al boss un vaso congelante nel momento in cui rimane ferma a mezz’aria. In questo modo incredibilmente il boss tornerà a terra evitando del tutto quello che è il suo attacco più potente.

Dopo aver visto i punti di forza di un avversaria che sembra imbattibile tranne per i combattenti più forti va detto che anche Malenia ha i suoi punti deboli. Il più importante è sicuramente il poco equilibrio. Malenia è un personaggio leggero che punta tutto sull’agilità quindi una serie di colpi ben piazzati possono fermare le sue combo e permettervi di infliggere seri danni.

Armi con sanguinamento o gelo sono molto consigliate dato che riuscirete a toglierle molta vita azzeccando vari colpi in sequenza. Tra gli armamenti che possono cambiarvi la bossfight sicuramente eccelgono la spada Fiumi di Sangue e la cenere Pestone Brinoso.

Un’incantesimo devastante contro di lei è Sciame di Mosche, dato che la stunnerà e vi aiuterà nell’infliggere lo status sanguinamento. Avere quest’abilità dalla vostra parte farà veramente tanto la differenza dato che vi permetterà di sfruttare i suoi due punti deboli.

Tra i personaggi evocabili utili a semplificarvi la battaglia occorre specificare che anche stavolta Tiche, la Lama Nera, sarà più utile di Lacrima Riflessa. Oltre che ad avere maggiore capacità di schivata Tiche infliggerà seri danni a Malenia con il suo colpo finale, rendendola preferibile a Lacrima in questo scontro.

Occorre comunque fare grande attenzione ad evocare degli spiriti dato che Malenia può curarsi anche colpendoli.

Stavolta anche i personaggi a distanza non avranno vita facile dato che Malenia schiverà buona parte delle magie che le scaglierete contro, rendendo necessaria la distrazione di uno spirito per colpirla con un maggior numero di colpi.

Una volta superata la prima fase le cose peggioreranno ulteriormente dato che Malenia si trasformerà ed aggiungerà altri attacchi letali al suo moveset.

Il primo, che vedrete subito all’inizio della seconda fase, è lo Sboccio della Marcescenza, un attacco in cui il boss si carica per poi colpirvi con un esplosione la cui formaricorda quella di un fiore. Subire quest’accacco oppure entare in contatto con i suoi petali poco dopo il colpa equivale a morte certa o, nel migliore dei casi, a grandi danni subiti , senza contare che verrete infettati rapidamente dalla Marcescenza Scarlatta.

Per fortuna questo attacco è facilmente schivabile dato il suo lungo tempo di caricamento. Appena vedete il boss prepararsi, facilmente intuibile data l’animazione unica, allontanatevi da lei. Paradossalmente il suo migliore attacco rappresenta per Malenia uno dei momenti in cui è più facilmente colpibile dato che rimarrà per molto tempo a terra.

Chiaramente dovrete colpirla con oggetti a distanza per non prendere danno dalla Marcescenza ma in caso siate personaggi con attacchi a distanza avrete un’ottima finestra per colpirla.

L’altro attacco degno di nota oltre allo Sboccio di Marcescenza è il colpo con cui Malenia lancia verso di voi 5 sue copie. Questo attacco è veramente pericoloso e dovrete schivare i colpi al millimentro dati i danni causati e i colpi consecutivi che subirete.

Presa conoscenza di queste due nuove mosse il resto della battaglia sarà identico alla prima fase di cui vi abbiamo già parlato in precedenza. Fate molta attenzione, siate cauti e alla fine otterrete la vittoria.

In ogni caso stiamo parlando della bossfight più difficile del gioco quindi vari tentativi saranno necessari dato che con nemici di questo calibro nessuna guida sarà migliore dell’esperienza diretta sul campo.

Ricompense

Dopo aver sconfitto il boss otterrete le seguenti ricompense:

Hai altre domande, bisogno di aiuto o semplicemente ti va di parlare di videogiochi? Ci trovi anche al Baretto Videoludico, a cercare di portare il nostro medium preferito oltre le regole.

#LiveTheRebellion