Molte volte, dopo aver visto un anime tutto d’un fiato, viene voglia di conoscere l’opera originale da cui è tratto. Questo articolo si propone di suggerirvi i migliori manga da leggere appartenenti alla demografica shonen, da cui sono tratte alcune tra le opere più famose di sempre.

Sebbene si associ spesso la parola shonen al concetto di combattimenti, non è necessariamente vero, come vedrete con alcuni titoli elencati. Questa classifica è in continuo aggiornamento e includerà titoli nuovi, se meritevoli, di volta in volta.

Dragon Ball

Goku Bulma e Crilin sul drago Shenron

Dragon Ball è il manga shonen che ha dato l’inizio alla storia dell’anime più famoso di sempre. Un’opera che si è eretta a caposaldo della cultura nipponica e che a cui tutti ci siamo approcciati almeno una volta.

Scritto e disegnato dal maestro Akira Toriyama, Dragon Ball narra le gesta di Goku, giovane alieno proveniente dal pianeta dei Saiyan.

Son Goku, il protagonista, è uno strano bambino con una coda di scimmia e una forza sovraumana che vive su delle montagne sperdute. La sua vita cambierà quando incontra una ragazza di nome Bulma che è alla ricerca delle sette Sfere del Drago.

Le sfere del drago sono potenti sfere magiche che, se riunite, permettono di evocare il drago Shenron, un enorme drago in grado di esaudire qualunque desiderio.

Durante la sua avventura farà numerosi incontri tra cui il Maestro Muten, vecchio saggio e maestro i arti marziali che lo sottoporrà ad estenuanti allenamenti insieme all’amico Crilin in modo da potersi rafforzare e partecipare al Torneo Tenkaichi.

L’opera di Toriyama ha un vertice ben preciso: combattimenti spinti ed estenuanti, che vedranno solo uno dei contendenti avere successo. I protagonisti saranno costretti a superare i loro limiti davanti ad ogni calamità che incontreranno e per i più svariati motivi, dal salvare le persone care, alla scoperta del loro potenziale recondito, fino alla salvezza del genere umano.

Ricco di personaggi dalle più varie sfaccettature ed addolcito da una genuinità ed una purezza disarmante del protagonista, Dragonball ha segnato la storia del fumetto giapponese, in un capolavoro ancora oggi amato in tutto il mondo.

Inizialmente serializzato sulla rivista Weekly Shonen Jump dal 1984 al 1995, Dragon Ball vide la pubblicazione dei singoli capitoli in quarantadue volumi tankobon, pubblicati dal 1985 al 1995 da Shueisha. In Italia l’opera è pubblicata da Star Comics.

Fullmetal Alchemist

Edward e Alphone Elric

Fullmetal Alchemist è un manga scritto e disegnato da Hiromu Arakawa. La storia segue i giovani Edward e Alphonse Elric, due fratelli, che a causa di una trasmutazione finita male perdono i loro corpi originari.

Studiando i vari libri di alchimia scoprono che la Pietra Filosofale è in grado di restituirgli ciò che hanno perduto e quindi si imbarcano in viaggio per la nazione di Amestris alla ricerca della leggendaria pietra. Diventano così alchimisti di stato per poter ottenere maggiori informazioni sulla pietra e per poterne comprendere la creazione.

Nel corso della loro avventura però i fratelli Elric dovranno affrontare sette creature malvage soprannominate Homunculus. Questi essere dalle fattezze umane sono dotati di poteri sovrumani e un’indole malvagia che li porterà a compiere veri e propri genocidi finalizzati ad un misterioso scopo.

L’opera tratterà i temi dell’esistenza umana, il dolore della perdita e l’angosciante consapevolezza ed accettazione della morte come condizione necessaria del cerchio della vità, fatta non solo di gioie ma anche di dolori e lacrime.

L’opera è stata pubblicata sulla rivista Monthly Shonen Gangan di Square Enix a partire dal 12 luglio 2001 fino al 12 giugno 2010, per un totale di 108 capitoli più un capitolo speciale.

I vari capitoli sono raccolti in 27 volumi pubblicati dall’etichetta Gangan Comics tra il 22 gennaio 2002 e il 22 novembre 2010. In Italia l’opera è pubblicata da Planet Manga.

Le Bizzarre Avventure di JoJo

Vari protagonisti della famiglia Jostar

Le bizzarre avventure di JoJo è un manga scritto e disegnato dal maestro Hirohiko Araki. Viene pubblicato in Giappone dal 1987 sulla rivista shonen Weekly Shonen Jump della casa editrice Shueisha e dal 2005 sul mensile seinen Ultra Jump. In Italia è pubblicato dalla Star Comics dal 1993.

La storia narra le gesta della casata dei Joestar e della loro eterna rivalità con Dio Brando, un tempo umano che ha rifiutato la sua natura per divenire un temibile e spietato vampiro.

La storia affonda le sue radici nel diciannovesimo secolo in Inghilterra dove Jonathan Joestar, guerriero dal cuore puro, dovrà apprendere l’arte delle Onde Concentriche per far fronte a questo temibile nemico.

L’opera è ancora in corso, giunta oggi all’ottava stagione, ed in questo lasso di tempo è andata a mutare profondamente, adattandosi all’evoluzione del mangaka.

Seppur JoJo sia iniziato come battle shonen allo stato puro, con scontri mortali e crudi, ad oggi la storia verte su combattimenti molto più minuziosi ed elaborati, con un’elevata componente strategica.

I personaggi sono oggi dotati di Stand, spiriti dotati dei più svariati poteri e manifestazioni dello spirito combattivo dei possessori, e dovranno sfruttare il loro ingegno e le loro capacità analitiche e logiche per poter prendere il nemico alla sprovvista e sconfiggere i vari ostacoli che gli si pareranno davanti.

JoJo è un’opera che più di qualunque altra mostra a pieno la maturazione del suo creatore, variando radicalmente anche nella sua componente grafica. JoJo è spesso ricordata per il suo adattamento animato del 2014, che migliora alcune parti del manga e rientra tra i migliori adattamenti animati tratti da manga shonen.

One Piece

La ciurma completa di One Piece

One Piece è la celeberrima serie di Eiichiro Oda, serializzata sulla rivista Weekly Shonen Jump di Shueisha dal 22 luglio 1997.

La storia segue le avventure di Monkey D. Rufy, un ragazzo il cui corpo ha assunto le proprietà della gomma dopo aver inavvertitamente ingerito il frutto del diavolo Gum-Gum.

Rufy ha un sogno, che è quello di diventare il Re dei Pirati, e raggiunta l’adolescenza parte per il suo viaggio, raccogliendo attorno a sé una ciurma inizierà il suo viaggio attraverso la Rotta Maggiore in cerca del leggendario tesoro One Piece.

Tramite una storia ben articolata One Piece veicola messaggi e tematiche davvero di rilievo, che oggi più che mai è necessario ricordare. Nella saga dell’isola degli uomini pesce, una delle saghe più famose, viene analizzato il tema del razzismo mentre nelle Isole Sabaody si parla di schiavitù e supremazia della razza. Trovano degno spazio anche il tema dell’affetto familiare, della disciplina e del fallimento.

Assieme a questo, i personaggi protagonisti rafforzeranno il loro legame di amicizia nel corso delle loro folli avventure, sviluppando forte solidarietà e supporto reciproco. Ogni tema è trattato con la dovuta importanza ed un proprio carico emotivo, addolcito in momenti opportuni dalla simpatia dei protagonisti.

La casa editrice ne raccoglie periodicamente i capitoli in volumi formato tankobon, di cui il primo è stato pubblicato il 24 dicembre 1997.

L’edizione italiana è curata da Star Comics, che ne ha iniziato la pubblicazione in albi corrispondenti ai volumi giapponesi dal 1 luglio 2001. Attualmente l’opera conta 98 volumi, ed è entrata nella sua fase finale.

Devilman

devilman

Devilman è scritto e disegnato da Go Nagai, pubblicato sulla rivista Weekly Shonen Magazine di Kodansha dall’11 giugno 1972 al 24 giugno 1973 e raccolto in cinque tankobon.

La vita di Akira Fudo viene sconvolta dal suo amico Ryo Asuka quando questi gli rivela che la Terra sta per essere invasa dai demoni, esseri mostruosi che si trovano ibernati nei ghiacci da secoli e che stanno per liberarsi e tornare in superficie.

Secondo Ryo i demoni sarebbero vissuti sulla Terra prima dell’uomo e adesso rivendicherebbero il possesso del pianeta. L’unico modo per sconfiggerli è controllare i poteri dei demoni stessi per combatterli ad armi pari e non perire.

Ryo coinvolge quindi l’amico in un macabro rituale durante il quale Akira si fonde con Amon, il più potente e terribile dei demoni, trasformandosi in una creatura nota come Devilman.

Solo grazie allo spirito puro del ragazzo e al suo grande amore per la cara Miki gli permettono di controllare Amon e di utilizzare i suoi poteri nella battaglia per difendere il genere umano.

In Italia l’opera è stata pubblicata da diverse case editrici nel corso degli anni. La prima casa editrice che ha portato il manga nel belpaese è la Granata Press, sulla testata Z Star, pubblicando 14 volumi dal dicembre 1991 al gennaio 1993.

Video Girl Ai

Ai e altri protagonisti

Video Girl Ai è una serie scritta e illustrata da Masakazu Katsura, che comprende varie versioni e adattamenti.

Yota Moteuchi è uno studente liceale di 16 anni follemente innamorato della sua bella compagna di classe Moemi Hayakawa. A causa della sua timidezza non riesce mai a cogliere il momento opportuno per confidarle il suo amore.

Tuttavia riesce a diventare amico di Moemi, e quindi decide di confidarle i propri sentimenti. Sfortunatamente, prima di trovare il momento adatto, scopre che Moemi è innamorata del suo migliore amico Takashi Niimai.

Dopo aver noleggiato una cassetta dal titolo “Io ti consolerò – Ai Amano” al videonoleggio Gokuraku Club, Yota rincasa. Mentre riproduce la videocassetta viene avvolto da un fascio di luce dal quale fa la sua comparsa Ai, una ragazza digitale che tenterà di aiutare Yota a conquistare Moemi.

Il manga esordì con un capitolo autoconclusivo, pubblicato sulla rivista Weekly Shonen Jump e in seguito raccolto in un tankobon, pubblicato in Italia con il titolo di Video Girl. Nel 1989, sempre su Weekly Shonen Jump, iniziò la serie regolare del manga Video Girl Ai, la cui trama segue quella dei Video Girl ma con personaggi differenti.

In seguito alla conclusione del manga, che conta un totale di 17 tankobon, Katsura ha pubblicato uno spin-off, Video GIrl Len, composto da due volumi. In Italia ha avuto tre versioni pubblicate dalla Star Comics, dal numero 1 al 17 della collana Neverland (1993) e dal numero 1 al 13 della collana Greatest (2000).

Slam Dunk

I membri dello Shohoku

Slam Dunk è uno manga scritto e disegnato dal mangaka giapponese Takehiko Inoue e ambientato nel mondo della pallacanestro liceale.

Hanamichi Sakuragi è un giovane attaccabrighe che si iscrive al primo anno della scuola superiore Shohoku, nella prefettura di Kanagawa. È davverto sfortunato con le ragazze e questo fa di lui un facile bersaglio per i suoi amici, che lo prendono in giro. Dopo  aver subito l’ennesimo rifiuto da una ragazza perché innamorata di un giocatore di basket, Hanamichi inizia ad odiare questo sport.

Le cose per Hanamici cambieranno radicalmente al suo incontro con Haruko Akagi, matricola come lui e appassionata di pallacanestro. Haruko spinge, infatti, Hanamici ad entrare nella squadra di basket in quanto impressionata dalla sua altezza e dal suo fisico muscoloso. Hanamichi si innamora di Haruko e accetterà di entrare nel club solo per poterla impressionare e conquistare.

La trama è ricca e lineare, capace di concentrare il degno spazio a ciascuno dei protagonisti e sulle loro caratterizzazioni. L’apice è però raggiunto negli incontri di pallacanestro, dove la frenesia e l’emozione della partita genera un climax continuo di emozioni e tensione.

In Giappone la serie è pubblicata su Weekly Shōnen Jump a partire dal 1990 per un totale di 31 volumi. In Italia è approdata nel 1997 grazie alla Panini Comics, che ha realizzato una prima stesura di 62 volumi, ognuno metà del tankobon originale, da ottobre 1997 a giugno 2000.

Attack on Titan

Eren, Levi, Mikasa e Armin

L’attacco dei giganti è un manga di genere post apocalittico scritto e disegnato da Hajime Isayama. È serializzato sulla rivista Bessatsu Shonen Magazine di Kodansha dal 9 settembre 2009 al 9 aprile 2021. L’edizione italiana è edita da Planet Manga, etichetta della Panini Comics, dal 22 marzo 2012 nella collana Generation Manga.

Le vicende prendono luogo in un regno circondato da tre enormi conta di mura difensive. Queste sono state erette storicamente per difendere gli untimi esseri umani rimasti in vita dagli attacchi di creature mostruose note come Giganti. Questi mostri dall’altezza compresa fra i tre e i quindici metri non hanno bisogno di nutrirsi, ma attaccano gli umani per pura indole, divorandoli e mutilandoli.

I protagonisti della vicenda sono tre ragazzi: Eren Jaeger, sua sorella adottiva Mikasa Hackermann ed il loro amico d’infanzia Armin Arelet. I tre sognano fin dalla tenera età di poter vedere il mare oltre le mura, la cui esistenza era testimoniata all’interno di antichi libri di storia precedenti alla nascita dei giganti.

Le loro vite cambieranno radicalmente quando un giorno il Gigante Corazzato ed il Gigante Colossale, attaccheranno il loro distretto sfondando il Wall Maria che li proteggeva. Qui prenderà luogo un vero e proprio genocidio degli abitanti di Shiganshina, dove il giovane Eren vedrà sua madre divorata da un gigante proprio sotto i suoi occhi.

La storia narrerà della crescita di questi personaggi, del loro arruolamento presso il corpo di ricerca ed alle indagini dei protagonisti sul mistero di queste bestie demoniache.

L’attacco dei giganti è un’opera unica nel suo genere, capace di trasmettere al lettore pensieri e paura dei propri personaggi e mostrando a pieno la fragilità umana in situazioni di pericolo. In questa folle lotta alla sopravvivenza ci si interrogherà sull’eguaglianza fra uomini, sul senso della vita e sul significato della morte.

Hunter x Hunter

Gon

Hunter × Hunter (HxH) è un manga scritto e disegnato da Yoshihiro Togashi. È serializzato sul settimanale Weekly Shonen Jump dal 1998 e poi raccolto dalla casa editrice Shueisha, che ne ha pubblicato i vari volumi a partire dal 4 giugno 1998.

L’edizione italiana è curata da Panini Comics e pubblicata nella collana Planet Manga a partire dal 20 maggio 2004. Al momento l’opera è ancora in corso di pubblicazione, anche se in pausa dal 2018, e conta 36 volumi.

Gon Freecss, un giovane ragazzo che vuole diventare un hunter per seguire le orme del padre, è il protagonista della trama. Gli hunter sono figure specializzate di particolare prestigio all’interno della società e per entrare a far parte del loro gruppo è necessario un durissimo esame.

Gon si imbarcherà in questa impresa, durante la quale incontrerà molti aspiranti hunter come lui. Durante l’esame legherà con alcuni di loro, in particolare con Leorio, Kurapika e Killua, e con quest’ultimo stringerà una sincera amicizia che proseguirà anche dopo l’esame.  Nel corso delle loro avventure Gon e gli altri hunter avranno modo di affinare sempre più le proprie capacità trovandosi ad affrontare nemici sempre più forti.

Hunter × Hunter rappresenta un passo avanti per moltissimi shonen. Perno delle vicende è l’elemento strategico negli scontri, che non si riducono mai a scariche di colpi a testa bassa ma che necessitano di studio ed analisi degli avversari che ci si trova dinnanzi.

L’approccio bellico più impulsivo risulta quasi sempre il più fallimentare e le battaglie giungono a livelli di letture psicologiche tali da lasciare il lettore sbalordito.

L’adattamento animato del 2011 risulta anche essere una delle serie anime più belle in generale grazie all’ottimo lavoro svolto nell’animazione e alla solida base fornita dal manga.

Ashita no Joe

Roky Joe

Ashita no Joe, conosciuto nel nostro paese come Rocky Joe, è un manga pubblicato in Giappone dalla Kodansha dal 1968 al 1973. In Italia l’opera è curata dalla Star Comics e pubblicata a partire dal 2002. L’opera è scritta da Asao Takamori, pseudonimo di Ikki Kajiwara, e disegnata da Tetsuya Chiba. La storia conta complessivamente 20 tankobon.

Joe Yabuki, un ragazzo povero, incontra in una baraccopoli un ex-pugile ubriaco e orbo di un occhio, Danpei Tange, che accorgendosi delle sue qualità combattive si offre di fargli da mentore e di allenarlo.

Joe non è interessato a diventare un lottatore, ma accetta per avere un riparo e per intascare qualche soldo dal vecchio. Da qui prende inizio il viaggio del giovane, il quale attraverso molte vicissitudini intraprenderà la sua carriera nella boxe.

Ashita no Joe è un’opera di rivalsa, che tramite il personaggio del protagonista vuole veicolare la determinazione di un’intera classe sociale. Il senso di povertà che si percepisce dall’opera è tangibile. L’intero luogo dove si svolgono le vicende trasmette un senso di abbandono, come se alle classi più agiate questi problemi fossero totalmente estranei.

Koe no Katachi

I protagonisti Shoya e Shoko

Koe no Katachi, conosciuto in occidente come A Silent Voice, è un manga scritto e disegnato da Yoshitoki Oima. Pubblicato sul Weekly Shonen Magazine di Kodansha a partire dal 7 agosto 2013 al 19 novembre 2014, l’opera completa conta 7 volumi.

La trama ruota attorno a Shoya Ishida, un bulletto che fin dai tempi delle elementari prende di mira la compagna Shoko Nishimiya, ragazza sorda, aiutato ed incoraggiato da un gruppetto di amici del ragazzo. Tali atti vessatori proseguono nel tempo, tanto da portare la giovane Nishimiya a cambiare scuola. Proprio questo spinge sia gli insegnanti che i compagni di classe ad incolpare Ishida, che porterà questo fardello di colpe fino al liceo isolandosi da tutti.

Un volta al liceo Ishida decide di fare ammenda per gli errori commessi e caso vuole che si riunisce anche con Nishimiya, che non ha amici a causa della sua timidezza e dell’infanzia traumatica che ha subito.

Vista la sofferenza di entrambi per quanto successo in passato Ishida intraprende un percorso di redenzione cercando di riunire Nishimiya con i loro vecchi compagni di classe, in modo che anche lei possa avere le amicizie che le sono state tolte in passato.

Haikyu!! – L’asso del volley

Shoyo Hinata e i compagni di squadra del Karasuno

Haikyu!! – L’asso del volley è un manga shonen scritto e disegnato da Haruichi Furudate. Ha debuttato come storia autoconclusiva sulla rivista “Jump NEXT!”. È stato poi serializzato  sulla rivista Weekly Shonen Jump, edita da Shueisha, da febbraio 2012 a luglio 2020.

I capitoli sono raccolti e pubblicati in 45 volumi tankobon in Giappone. Haikyuu è il secondo manga più venduto in Giappone nel decennio tra il 2010 ed il 2019, con oltre 33 milioni di copie vendute. L’edizione italiana è pubblicata da Star Comics dal 27 novembre 2014 al 21 luglio 2021.

Dopo aver assistito casualmente ad una partita di pallavolo del Karasuno, il giovane Shoyo Hinata si pone come personale obiettivo di diventare un giocatore di pallavolo come il suo idolo “Il piccolo Gigante”. Tuttavia nella sua scuola media non esiste un club di pallavolo maschile e di conseguenza non riesce ad allenarsi come dovrebbe.

Riesce ad iscriversi con una squadra di fortuna ad un torneo interscolastico convincendo alcuni amici non particolarmente avvezzi a questa disciplina e viene sconfitto da una formidabile squadra guidata da un giocatore di nome Tobio Kageyama, chiamato “il re del campo”.

Desideroso di prendersi la rivincita su Kageyama Hinata continua ad allenarsi fino all’approdo al liceo Karasuno, lo stesso del suo idolo. Qui scopre che Kageyama è un suo nuovo compagno di squadra. L’astio iniziale tra i due si trasformerà in un’amicizia che permetterà ad entrambi di mostrare le loro migliori qualità.

Gen di Hiroshima

Gen dopo l'esplosione della bomba atomica

Gen di Hiroshima è un manga shonen di Keiji Nakazawa pubblicato in Giappone in 10 volumi tra il 1973 ed il 1987. È un racconto autobiografico, in quanto l’autore è un superstite al bombardamento di Hiroshima.

È stato pubblicato a partire dal 22 maggio 1973 sulla rivista Weekly Shonen Jump di Shueisha, tuttavia dopo solo un anno e mezzo la pubblicazione è stata spostata su tre testate meno famose: Shimin, Bunka Hyoron e Kyoiku Hyoron.

Come si evince dal titolo, la storia inizia nel 1945 nei dintorni di Hiroshima dove Gen, un bambino di sei anni, vive assieme alla sua famiglia. Il giovane e la sua famiglia vivono ai margini della società giapponese, etichettati di essere dei traditori della patria.

In tempi di guerra il Giappone richiedeva dalle proprie truppe e dai propri cittadini grande sostegno e cieca fedeltà, cose che non sono giunte dal padre di Gen. Questo rifiutandosi di partecipare alla vita politica e bellica del paese, opponendosi al punto da essere scacciato.

Scampato fortunosamente alla bomba, Gen e gli altri familiari superstiti sono abbandonati al destino, dovendo affrontare le terribili condizioni del dopoguerra.

Se vi piace lo stile di quel periodo storico e una storia drammatica che ha al centro la disperazione e il terrore di una città ormai devastata dagli spasmi della guerra, Gen di Hiroshima fa sicuramente al caso vostro.

Fate attenzione, l’opera non va vista semplicemente come una critica alla guerra, l’autore ha anche voluto accentuare quelle che erano le ingiustizie della società nipponica di un tempo.

Hokuto no Ken

Ken esegue uno dei suoi colpi mortali

Hokuto no Ken, da noi conosciuto come Ken il guerriero, è un manga scritto da Buronson e disegnato da Tetsuo Hara. È serializzato in Giappone sulla rivista Weekly Shonen Jump dalla casa editrice Shueisha in 245 capitoli pubblicati dal 1983 al 1988 e poi raccolti in 27 volumi tankobon.

La storia è ambientata su una Terra devastata da una guerra nucleare, dove vive un guerriero di nome Kenshiro. Ken è l’erede di un’antica arte marziale assassina, la Sacra Scuola di Hokuto, che gli permette di uccidere i suoi avversari colpendo alcuni specifici punti di pressione.

Ken dedica la sua vita alla difesa degli innocenti, vessati dai predoni, dalle bande armate e dai signori della guerra che dominano incontrastati sulla terra. Il destino guiderà Ken in un lungo viaggio, simbolo di luce e speranza per i più deboli, dapprima motivato dall’amore verso la perduta amata e in seguito dalla consapevolezza di Kenshiro di essere l’unico uomo sulla terra a poter invertire le sorti di quest’epoca segnata dall’odio e dalla disperazione.

Un mondo oramai devastato in cui la solidarietà si è persa a favore della legge del più forte, ma dove Ken quasi come un profeta sembra riaccendere la speranza nei cuori dei superstiti.

Nonostante le arti marziali, divise in scuole e sotto-scuole, siano un elemento centrale, i combattimenti non sono mai lunghi e buona parte della trama si regge invece sul carisma dei personaggi, siano essi buoni o malvagi. Valore aggiuntivo è poi dato dall’incredibile attenzione data alla caratterizzazione dei personaggi.

Ciascun protagonista o malvagio è dotato di una sua etica, un’emotività che viene riflessa nel proprio modo di porsi e di reagire alle circostanze che questo arduo mondo pone loro davanti.

Rurouni Kenshin

Battosai Himura

Rurouni Kenshin, in Italia conosciuto come Kenshin – Samurai vagabondo, è un manga creato da Nobuhiro Watsuki. I capitoli sono serializzati dal 2 settembre 1994 al 4 novembre 1999 sulla rivista Weekly Shonen Jump di Shueisha e raccolti in 28 volumi. L’edizione italiana è pubblicata da Star Comics nella collana Kappa Extra dal 1º aprile 2001 al 10 luglio 2003.

La storia ha come protagonista Battosai, uno spietato assassino che a metà del 1800 contribuì alla fine dello Shogunato Tokugawa dando il via al periodo Meiji. In seguito all’insediamento del nuovo govern, Battosai scompare per tornare con il nome di Kenshin.

Kenshin, sentendosi in colpa per il suo passato da assassino, viaggia con una sakabato con un solo filo, ovvero una spada con la lama invertita, in modo da non uccidere i propri avversari. Durante il suo peregrinare si batterà per proteggere i deboli dalle ingiustizie e spesso si troverà coinvolto in combattimenti con samurai.

Questi spietati sanguinari disdegnano lo stile di vita pacifico che il Giappone ha assunto e vogliono ripristinare un regime feudale dalle intenzioni belliche.

Sebbene l’adattamento animato non sia affatto male, Rurouni Kenshin resta una della serie manga a tema samurai migliori in circolazione. Con un ottimo mix di personaggi ben caratterizzati e una buona dose di azione, non possiamo che ribadire come questo manga sia uno dei picchi della demografica shonen.

Chainsaw Man

Chainsaw Man

Chainsaw Man è un manga scritto e illustrato da Tatsuki Fujimoto. La serie è stata pubblicata sulla rivista Weekly Shonen Jump di Shueisha dal 3 dicembre 2018 al 13 dicembre 2020. In occasione del Lucca Comics del 2019, Planet Manga ha annunciato l’acquisizione dei diritti per la pubblicazione del manga che sarebbe avvenuta nel 2020. L’opera è completa e conta 11 volumi.

La storia è ambientata in un mondo in cui le paure degli uomini prendono vita sotto forma di “diavoli”. Denji, un orfano senzatetto, fa amicizia con Pochita, il Diavolo Motosega. Insieme decidono di guadagnarsi da vivere cacciando Diavoli sottobanco per la Yakuza.

Un giorno, durante uno scontro con il Diavolo Zombi, Denji viene ucciso e pur di sopravvivere stringe un patto con Pochita, che prende il posto del suo cuore ormai distrutto.

Divenuto un ibrido umano-diavolo, Denji incontra Makima, un’ufficiale del reparto cacciatori di diavoli della Pubblica Sicurezza. Viste le sue capacità di combattimento di Denji, Makima decide di arruolarlo in una sezione sperimentale che mette alla prova l’impiego di diavoli intelligenti nella lotta contro altri diavoli.

Qui Denji conoscerà Aki Hayakawa, un diavolo del sangue femmina molto violento e con comportamenti infantili, oltre che altri cacciatori di demoni di razza umana e non con i quali inizierà la caccia al terrificante Diavolo Pistola, potentissimo diavolo che è la personificazione del terrore umano verso le armi.

Inoltre il Diavolo Pistola è responsabile della più orribile strage del genere umano, per la quale è ricercato in tutto il mondo.

Chainsaw Man è una produzione piuttosto recente che si aggiudica un posto nella nostra classifica grazie alla sue vignette condensate di azione e allo stile artistico. Trama, personaggi e un mondo abbastanza interessante sono tanti dei motivi per cui dovreste dare una chance a questa magnifica opera.

Hai altre domande, bisogno di aiuto o semplicemente ti va di parlare di videogiochi? Ci trovi anche al Baretto Videoludico, a cercare di portare il nostro medium preferito oltre le regole.

#LiveTheRebellion