Shueisha è uno dei nomi che gli appassionati di manga conosceranno sicuramente per la grande quantità di prodotti di successo di cui dispone. Si tratta di una delle case editrici più famose al mondo, con sede a Tokyo in Giappone, autrice di grandi successi editoriali come Dragon Ball, One Piece e Naruto.

Con il suo numero di grandi successi prodotti in quasi 100 anni di storia detiene lo status di casa editrice di manga per eccellenza, senza avere validi concorrenti grazie alla qualità dei prodotti da lei pubblicati.

In questo articolo esamineremo tutto quello che c’è da sapere su questa casa editrice e il modo in cui ha raggiunto un successo planetario.

Storia

Shueisha nasce nel 1925 come divisione dedicata al divertimento di Shogakukan, una delle più grandi case editrici giapponesi. Il rapporto tra la casa madre e la sezione è però di breve durata dato che Shueisha diventa indipendente nell’anno successivo.

Nonostante il distaccamento dalla casa madre, che detiene comunque il 50% delle sue quote aziendali, la giovane casa editrice inizia ad affermarsi ed a produrre in maniera indipendente. La prima storia pubblicata è “Jinjo Shogaku Ichinen Josei“, nata da una collaborazione con la casa madre Shogakukan.

Le successive storie prodotte indipendentemente riusciranno a consolidare il successo della casa, che darà vita anche a vere e proprie serie come “Gendai Humor Zenshu“.

Il successo della rivista non venne segnato nemmeno da un evento tragico come la seconda guerra mondiale anzi aumentò grazie alla pubblicazione di “Omoshiro Book“, un giornalino per ragazzi che presentava varie storie manga tra le sue pagine.

Un numero di Omoshiro Book
Un numero di Omoshiro Book

Il prezzo accessibile e la presenza di “Shonen Oja“, una striscia manga, rese il magazine estremamente famoso tra i ragazzi e le ragazze decretandone il successo per molti anni.

Cavalcando il successo del suo magazine di punta Shueisha creò nel 1951Shojo Book“, una versione di Omoshiro Book dedicata al pubblico femminile, e “Akaruku Tanoshii Shonen-Shojo Zasshi” , altro giornalino di enorme successo.

Nonostante il successo Omoshiro Book cessò di essere pubblicato nel 1951, sostituito dal nuovo magazine “Myojo” e disponibile solo in compilation dedicate pubblicate per celebrarne il successo.

Dal 1955 iniziarono a prendere forma le edizioni che faranno la storia di Shueisha e del mondo dei manga: Ribon e Shonen Book.

La fama di Ribon e la qualità delle serie pubblicate su di esso gli permetterà di rimanere in pubblicazione fino ai giorni nostri mentre Shonen Book sarà il prototipo di Weekly Shonen Jump, il prodotto di punta di Shueisha.

Un numero della rivista Ribon
Un numero della rivista Ribon

Alla vasta offerta già pubblicata dalla casa editrice si aggiungeranno “Margaret“, dedicato alle ragazze di un età compresa tra gli 11 e i 15 anni, e “Weekly Playboy“, un magazine che oltre ai classici manga comprendeva news e interviste sulle celebrità.

La creazione di Weekly Shonen Jump

Il 1968 fu un anno estremamente importate per Shueisha grazie alla collaborazione con la rivista inglese “Seventeen“, che permetteva alla casa di pubblicare in patria un equivalente della versione inglese, e alla creazione di Weekly Shonen Jump, il prodotto che avrebbe fatto conoscere la compagnia a livello mondiale.

Nel corso degli anni Weekly Shonen Jump divenne una fucina di successi, permettendo a Shueisha di guadagnare cifre enormi e monopolizzare il mercato grazie alla qualità dei manga in esso presenti.

Di pari passo a Shonen Jump anche le altre riviste accrebbero il loro prestigio grazie a produzioni che avrebbero fatto la storia. Un esempio è la presenza di “Lady Oscar” sulla rivista Margaret, fattore che permise al magazine di incrementare le sue vendite in maniera paragonabile al famosissimo Shonen Jump.

La capacità di Shueisha di investire in nuovi talenti e di creare storie vincenti gli permise di raggiungere picchi di vendita altissimi, che arrivarono a superare i 6 milioni di copie vendute settimanalmente contando il solo Shonen Jump agli inizi degli anni novanta.

Nonostante un calo nelle vendite delle sue riviste cartacee Shueisha rimane al giorno d’oggi la rivista leader per la pubblicazione di manga in Giappone nonché una delle case editrici di maggior successo al mondo.

Il lancio di Manga Plus
Il lancio di Manga Plus

MANGA Plus

Oltre che essere al passo con i tempi per quanto riguarda la novità delle storie proposte la casa editrice si è mostrata molto aperta anche verso le nuove tecnologie creando nel 2019 l’app “MANGA Plus“.

Con questa applicazione i fan possono seguire i grandi titoli della casa editrice direttamente tramite questa app godendo delle traduzioni ufficiali, un modo notevole per contrastare la dilagante pirateria e riportare una gran parte di appassionati su un proprio prodotto.

MANGA Plus ha anche un sito se non avete voglia di installare un’app o non siete lettori abituali.

Ne abbiamo parlato più nel dettaglio in merito alle piattaforme e ai metodi per leggere manga online.

Riviste attualmente pubblicate

Oltre al celebre Shonen Jump Shueisha vanta una vasta offerta editoriale che gli permette di coprire vari target. Queste sono le riviste attualmente pubblicate :

Manga di maggior successo pubblicati

Manga di Shueisha più venduti in Giappone

Di seguito riportiamo la tabella con i dati di vendita dei manga di Shueisha. Segnaliamo subito che i dati non sono ancora aggiornati, come ben visibile dal numero dei volumi totali di One Piece che sono vecchi.

TitoloMilioni di copie venduteVolumi totaliAutore
One Piece307,497Eiichiro Oda
Dragon Ball159,542Akira Toriyama
Kochikame157,2200Osamu Akimoto
Naruto131,572Masashi Kishimoto
Slam Dunk121,331Takehiko Inoue

Curiosità

Hai altre domande, bisogno di aiuto o semplicemente ti va di parlare di videogiochi? Ci trovi anche al Baretto Videoludico, a cercare di portare il nostro medium preferito oltre le regole.

#LiveTheRebellion