In che ordine va giocato Assassin’s Creed? Con la recente uscita di Valhalla in molti si sono riavvicinati alla saga degli Assassini, incuriositi da questo mondo così longevo. Interessati a recuperarla (da capo o meno che sia) probabilmente vi sarete imbattuti in un dubbio: partire dal primo Assassin’s Creed o seguire un altro ordine?

Dubbio più che lecito. Se siete nuovi alla saga, Assassin’s Creed è un pilastro Ubisoft che fa della storia il suo palcoscenico, ed il modo in cui la trama è spiegata può rendere difficile determinare in che ordine recuperarla.

Il primo titolo sbarcato su PS3 nel 2007 ci ha introdotto ad un mondo visionario (seppur contemporaneo al nostro) fatto di antenati, memoria genetica, vestigia di antiche civiltà. Si sono succeduti vari protagonisti, tutti uniti da una linea di sangue ed una causa per cui battersi.

Una storia che racconta di libertà, della lotta per gli indifesi.

Al centro della trama di Assassin’s Creed, come già detto, ci sono cause per cui battersi. Quelle della confraternita degli Assassini e dell’ordine dei Templari, due organizzazioni che si combattono nell’ombra della storia. Se i libri di scuola ci hanno sempre presentato i Templari come “cavalieri di Cristo” (e quindi in un certo senso più vicini al nostro sentimento di “bene”), la serie vuole stravolgere questa concezione. L’ordine è interessato al potere, all’influenza politica, al controllo delle menti tramite alcuni misteriosi “manufatti dell’Eden” dal potere inimmaginabile.

Gli Assassini invece “agiscono nell’ombra per servire la luce”. Si ergono a protettori del popolo pur senza che nessuno se ne accorga, tanto più che uccidere anche per sbaglio dei civili vi farà perdere la partita. Entrambe le fazioni dovranno continuare a lottarsi nei secoli passando il testimone alle nuove generazioni. Questo passaggio di consegne arriva fino ai giorni nostri, dove i discendenti di entrambe le fazioni si trovano a fare i conti anche con pericoli ben più grandi della loro lotta secolare.

Nel nostro presente un’azienda nota come Abstergo ha messo a punto un macchinario – l’Animus, in grado di riesumare i ricordi genetici delle persone. Grazie a questa tecnologia ognuno può rivivere la vita dei propri antenati tramite i suoi ricordi nel proprio DNA. Nascosti sotto le mentite spoglie di questa compagnia i Templari vogliono appropriarsi dei manufatti dell’Eden, tracciandoli proprio grazie a questi “ricordi genetici”.

Desmond Miles è solo uno dei loro soggetti di studio, e tuttavia è il più importante. Desmond resterà protagonista per buona parte della saga, per passare a sua volta il testimone a Layla Hassan. La lotta contro i Templari li aiuterà anche a scoprire la verità su un’antica civiltà perduta. Nei loro ricordi assistiamo ai loro sforzi per salvare il mondo dalla distruzione, sfociati anche nei manufatti che le due fazioni si contendono.

La trama risulta quindi dividersi in due macro filoni – quello dei giorni nostri, e quello degli antenati. Giocare gli Assassin’s Creed in ordine di uscita è utile a comprendere la cronologia evolutiva della serie, ma si possono ovviamente anche seguire le storie raccontate dagli antenati.

Hai idea di come ci si senta a essere intrappolati in un posto, pur sapendo che c'è un mondo all'esterno che non vedrai mai?

Ordine di rilascio e in base alla storyline del presente

TitoloRilascio
Assassin’s Creed2007
Assassin’s Creed II2009
Assassin’s Creed Brotherhood2010
Assassin’s Creed Revelations2011
Assassin’s Creed III2012
Assassin’s Creed IV Black Flag2013
Assassin’s Creed Rogue2014
Assassin’s Creed Unity2014
Assassin’s Creed Syndicate2015
Assassin’s Creed Origins2017
Assassin’s Creed Odyssey2018
Assassin’s Creed Valhalla2020

La cronologia di rilascio degli Assassin’s Creed segue anche la storia dei protagonisti dei giorni nostri. Tuttavia l’ordine in cui si giocano gli antenati è più sparso nel tempo per gli ultimi tre titoli. Il primo protagonista dei giorni nostri è Desmond Miles, un semplice barista avvicinato dalla Abstergo. Tramite un macchinario, l’organizzazione vuole studiare le sue memorie genetiche.
L’Animus accede innanzitutto ai ricordi di Altaïr, un antenato di Desmond esistito ai tempi delle Crociate. È soltanto l’inizio, perché il ragazzo verrà contattato subito dopo dagli Assassini del presente. La confraternita vuole trovare i manufatti prima che finiscano nelle mani sbagliate.

Nei propri ricordi genetici il ragazzo scoprirà anche l’esistenza della Prima Civilizzazione, che abitava il nostro pianeta molto tempo addietro. Questa civiltà prospera ed avanzata dovette a suo tempo fare i conti con un pericolo imminente, un cataclisma che minacciava la distruzione del loro mondo. Sebbene molto più antica, la loro storia è strettamente intrecciata a quella degli Assassini dalle origini ai giorni nostri.

Appena il tempo di ottenere poche, essenziali risposte sulla Civilizzazione e Desmond deve passare il testimone a Layla. Anche lei è un’ex impiegata Abstergo contattata dalla confraternita. Mentre la storia del presente prosegue, da Origins i ricordi degli antenati subiscono un rewind generale. Torniamo insomma molto indietro nel tempo, fino ai primi giorni della confraternita.

Giocare gli Assassin’s Creed in ordine di uscita provvederà uno spettro completo della storia dei due Assassini dei giorni nostri. Chi sono? Quali pericoli hanno dovuto affrontare? Le risposte a queste domande sono tuttavia radicate nel passato, nella storia degli antenati di Desmond. Una ricerca che ci guiderà al cospetto delle più grandi menti della storia, proiettandoci all’interno di città medievali, rivoluzioni, panorami mozzafiato.

Ho visto abbastanza per una vita intera.

Ordine cronologico in base alla storia degli antenati

TitoloLocationEpoca
Assassin’s Creed Odysseyantica GreciaV secolo a.C.
Assassin’s Creed Originsantico Egitto48 – 38 a.C.
Assassin’s Creed ValhallaInghilterra dell’epoca vichinga 873 d.C.
Assassin’s CreedTerra Santa1191 – 1193
Assassin’s Creed IIItalia del Rinascimento1476 – 1500
Assassin’s Creed BrotherhoodRoma del Rinascimento1500 – 1507
Assassin’s Creed RevelationsCostantinopoli1510 – 1524
Assassin’s Creed IV Black FlagCaraibi dell’era della pirateriaXVIII sec.
Assassin’s Creed RogueGuerra dei sette anni1756 – 1763 circa
Assassin’s Creed IIIAmerica della rivoluzione1754 – 1783
Assassin’s Creed UnityFrancia della rivoluzione1776 – 1794
Assassin’s Creed SyndicateInghilterra della rivoluzione industriale1868

Trilogia delle origini

Si inizia dall’antica Grecia, terra dei più grandi filosofi di sempre in lotta per la democrazia. In questa ambientazione si muovono Alexios e Kassandra, due fratelli separati alla nascita. In cerca di una madre ormai perduta da tempo, dovranno affrontare una pericolosa setta sulle loro tracce. Proprio questo li porterà a contatto con alcuni segreti ancor più antichi della loro epoca.

In Egitto invece conosciamo Bayek, un uomo mosso dal desiderio di vendetta. Questo suo desiderio lo porta a contatto con una Cleopatra ormai deposta dal trono, che lo mette sulle tracce di alcuni uomini mascherati. Si tratta di un proto-Ordine dei Templari, nato con il nome di Ordine degli Antichi. Nel dar loro la caccia Bayek risveglierà il potere di un manufatto che ha ricevuto tempo prima – la Mela dell’Eden.

Con gli stessi Occulti dovrà fare i conti secoli dopo EivorMorso di lupo”, un saggio vichingo alla ricerca della gloria e della strada per il Valhalla. Eivor lascia la Norvegia insieme a suo fratello acquisito Sigurd, partendo alla volta dell’Inghilterra per farsi un nome e degli alleati. I due fratelli e tutto il clan del Corvo verranno duramente colpiti dalla lotta tra l’Ordine degli Antichi e gli Occulti – i proto-Assassini.
Fare i conti con qualcosa di tanto grande non sarà facile per loro, come per chi li ha preceduti e li seguirà in questo percorso di scoperta.

Arco narrativo di Ezio ed Altaïr

L’epoca delle Crociate è il palcoscenico di Altaïr, un giovane Assassino impulsivo ed ambizioso. Proprio a causa del suo carattere verrà punito perdendo ranghi nell’ordine, e dovrà mostrare l’umiltà di essere cambiato per pulire il proprio nome. Un’umiltà che gli permetterà anche di trattare con il dovuto riguardo i manufatti dell’Eden, vestigia di un’antica civilizzazione ormai perduta.

Quello di Altaïr è un lascito importante, che giungerà ad Ezio Auditore da Firenze – uno dei protagonisti più amati di sempre. Nei tre titoli a lui dedicati della Ezio Collection (II, Brotherhood, Revelations) il ragazzo arrogante assetato di vendetta crescerà in un saggio uomo, e saprà farsi da parte quando arriva il momento.

Dopo aver viaggiato per l’Italia rinascimentale in mano ai Templari Ezio giunge infine a Costantinopoli. Proprio qui sa di trovare la Biblioteca, un luogo fatto costruire da Altaïr secoli prima e dove questi avrebbe nascosto tutte le informazioni raccolte durante il proprio viaggio.

L’era delle rivoluzioni: filone americano

Le correnti della storia ci portano in seguito ad Edward Kenway, un ragazzo gallese con il sogno di diventare un pirata. In Black Flag solchiamo con lui il mar dei Caraibi, incontrando i grandi nomi della pirateria. Seppur collocata un po’ a margine Edward avrà comunque i suoi contatti con la lotta tra le due fazioni. Il lascito della Prima Civilizzazione sorprenderà anche il pirata, che dovrà accettare l’esistenza di ben più di qualche oggetto magico.

Da Edward si sviluppa la lotta delle fazioni in quell’area. La narrazione segue poco le vicissitudini di suo figlio Haytham, che però è molto legato ai successivi protagonisti. Shay Cormac, il primo di questi, è vittima di una sfortunata piega degli eventi. Proprio per questo cammina un percorso diverso dagli altri Assassini.
Tale percorso lo porterà prima a contatto con lo stesso Haytham e poi anche in Europa, più precisamente nella Francia della Rivoluzione.

In America lo scontro si sviluppa nell’ombra della guerra d’indipendenza. Una nativa americana dà alla luce un bambino a seguito di un rapporto con Haytham Kenway. Cresciuto, Ratonhnhaké:ton (il protagonista) si imbatte in un medaglione, che tramite visioni lo indirizza dal Maestro Assassino Achille Davenport. Guidato da lui Ratonhnhaké:ton aiuta i patrioti americani durante la guerra, cercando al contempo di sgominare i Templari e ricostruire la confraternita.
Il ragazzo deve il suo nome da Assassino allo stesso Achille, che per proteggerlo da un’America profondamente razzista gli dà il nome del suo defunto figlio: Connor.

L’era delle rivoluzioni: filone europeo

La prossima storia si dirama nella Francia della Rivoluzione. Arrestato e detenuto nella Bastiglia appena prima della storica presa, il giovane Arno Dorian viene qui a contatto con la confraternita. Di discendenze nobili, il ragazzo ha perso suo padre per mano dei Templari, e proprio con una Templare ha una forte amicizia che sfocerà in una importante relazione sentimentale.

Nel secolo successivo agiscono infine i fratelli Frye – Jacob ed Evie. In un’Inghilterra con una forte presenza della confraternita i Templari minacciano la stabilità delle istituzioni a Londra. I due fratelli, cresciuti come Assassini, dovranno quindi allentare l’oppressione in città, con l’aiuto di figure come Charles Dickens e Charles Darwin.

Durante Assassin’s Creed Syndicate le cosiddette anomalie dell’Animus ci proiettano anche ad alcuni momenti futuri. Nella Londra della prima guerra mondiale, Lydia Frye – pronipote di Jacob – sta aiutando Winston Churchill. Il nemico è un’organizzazione di spie che minaccia la salvezza della città.

Concludiamo la sezione con un po’ di contesto generico. Come detto, giocare la saga in quest’ordine vi avrà fatto ripercorrere la cronologia di Assassin’s Creed dal punto di vista degli antenati. Nel presente invece avrete conosciuto innanzitutto Layla, protagonista degli ultimi tre titoli. Di conseguenza vivrete Desmond come una sorta di prequel alle avventure di Layla, con qualche “saltone” dovuto allo sviluppo della trama.

Sono un'Assassina. E combatto per la libertà.

In che ordine inserire gli spinoff

La saga conta inoltre su alcuni giochi spinoff. Sono giocabili su diverse piattaforme compresi anche gli smartphone Android ed iOS, ma non tutti si collegano alla trama principale.

Dei nove titoli quattro sono pensati per esperienze di gioco multiplayer, incentrate sull’ottenimento di personaggi e lotte con altri giocatori. Soltanto i restanti cinque dunque si inseriscono nella saga espandendone le vicissitudini. Disponibili originariamente su dispositivi come PSP/PS Vita, sono ad oggi quasi tutti giocabili anche su console o PC.

TramaPassatempo
Assassin’s Creed: Altaïr Chronicles (2008)Assassin’s Creed Pirates (2013)
Assassin’s Creed Bloodlines (2009)Assassin’s Creed Memories (2014)
Assassin’s Creed II: Discovery (2009)Assassin’s Creed Identity (2016)
Assassin’s Creed Chronicles (2015/16)Assassin’s Creed Rebellion (2018)
Assassin’s Creed III: Liberation (2012)

Altaïr ed Ezio, parte 2

Il primo ad espandere gli eventi dei videogiochi è Altaïr Chronicles, prequel di Assassin’s Creed che ripercorre altre vicissitudini della Terra Santa. Tempo prima di perdere rango Altaïr è alla ricerca del Calice, un importante manufatto da sottrarre ai Templari. Dovrà inoltre proteggere varie città dagli assalti dell’ordine.

Sempre Altaïr è protagonista di Bloodlines, che però si svolge dopo gli eventi del primo tittolo della serie. L’avventura si svolge per lo più a Cipro, dove Altaïr sa di trovare una biblioteca in cui in cui i Templari potrebbero aver nascosto importanti informazioni riguardo i frutti dell’Eden. Insieme a Maria, una Templare che ha risparmiato tempo prima, sgomineranno anche i piani alti dell’ordine sull’isola.

Internamente alla cronologia di Assassin’s Creed II si colloca invece Discovery, una sottotrama che porta Ezio Auditore fino in Spagna. Il suo compito è quello di salvare alcuni Assassini, nonché Cristoforo Colombo, dalle trame dell’Inquisizione spagnola. Dopo questo breve capitolo Ezio tornerà in Italia, dove prosegue la trama del secondo titolo della serie.

Segue un titolo della trilogia Assassin’s Creed Chronicles, una microserie in parte tratta da graphic novel. Il primo da inserire è Chronicles: China, vestiamo i panni dell’unica allieva di Ezio Auditore – Shao Jun. Dopo la morte del suo mentore Shao torna in patria per sgominare le Otto Tigri, il gruppo templare responsabile dell’eliminazione degli Assassini in Cina. Solo così potrà permettere alla confraternita di rinascere.

A China segue Assassin’s Creed Liberation, ambientato nel 1765 (dunque durante gli eventi di Assassin’s Creed III). Racconta la storia di Aveline de Grandpré, una giovane Assassina del ramo americano della confraternita. Guidata dal suo mentore ha il compito di ridurre la presenza dei templari a New Orleans e nelle aree circostanti. Non solo, gli sforzi di Aveline la vedono battersi per la libertà degli schiavi e impegnarsi nella ricerca di un altro manufatto della Prima Civilizzazione. Nella lotta contro i Templari sarà inoltre aiutata da Connor.

Torniamo poi alla trilogia Chronicles, di cui la parte 2 e 3 proseguono le avventure dei protagonisti delle graphic novel. Assassin’s Creed Chronicles: India salta avanti nel tempo fino al 1841, dopo le vicende della novel Assassin’s Creed: Brahman. L’Assassino Arbaaz Mir – protagonista del fumetto – è qui intento a scoprire la natura di uno strumento misterioso in mano ad un Maestro Templare.

La trilogia a parte si chiude con Assassin’s Creed Chronicles: Russia. Nella Russia del 1918 il protagonista Nikolai Orelov (dalla novel Subject Four) riceve l’ultimo incarico dalla confraternita degli Assassini prima di poter lasciare il Paese Dovrà rubare ai bolscevichi un importante artefatto, anche questo conteso dalle due fazioni. Si trova così coinvolto nell’eccidio della famiglia dello zar. Da questo evento riesce a salvare la granduchessa Anastasia – che si rivela detenere le memorie genetiche di Shao Jun.

Hai altre domande, bisogno di aiuto o semplicemente ti va di parlare di videogiochi? Ci trovi anche al Baretto Videoludico, a cercare di portare il nostro medium preferito oltre le regole.