Il mondo di gioco di Elden Ring si sta rivelando essere enormemente vasto, e di conseguenza pieno zeppo di boss da sconfiggere in ogni angolo e per ogni fine, che sia per proseguire nella trama principale o secondaria.

Nella seconda categoria spicca sicuramente Astel, Progenie del Vuoto, un boss maestoso che sarà necessario sconfiggere per portare a compimento la quest di Ranni.

Batterlo tuttavia sarà tutt’altro che una passeggiata, quindi andiamo a vedere qualche consiglio per riuscire nell’impresa più facilmente possibile. Vi ricordiamo che trovate maggiori dettagli sul gioco nella nostra guida completa.

Dove trovare Astel, Progenie del Vuoto

Astel è un boss difficile da trovare. La sua arena sarà accessibile nella parte sotterranea della mappa, entrando in un sarcofago presente alla fine dell’area Lago Putrescente, a sua volta raggiungibile proseguendo l’esplorazione di Nokstella, Città Eterna.

Come già anticipato nell’introduzione, sconfiggere questo boss è un passo necessario al completamento della missione di Ranni, quindi se non l’avete già fatto iniziate la sua quest prima di affrontarlo.

Preparazione

Ecco qualche consiglio per presentarvi a cospetto del boss al meglio:

Strategia

Va detto, Astel è un boss decisamente ostico se preso sottogamba. Seppur sia un boss enorme che di conseguenza farà pochi attacchi e lenti, se gli stessi dovessero prendervi potrebbero addirittura one-shottarvi. Per questo motivo il nostro primo consiglio è quello di prestare particolare attenzione alla difesa e allo schivare i suoi attacchi, per evitare rischi.

Le mosse a cui dovete prestare particolare attenzione sono le due prese. Il primo è quello con cui vi prenderà con le sue chele poste sulla bocca con cui vi stritolerà e farà enormi danni.

Il secondo invece, ancora più minaccioso del primo, è quello che potrebbe addirittura uccidervi all’istante. Lo riconoscerete perché attorno al boss comparirà un alone di luce, e se alla fine delle preparazione dell’attacco verrete presi, non avrete scampo. Allontanatevi immediatamente appena vedrete questi due attacchi in preparazione.

Tutti gli altri attacchi rimarranno minacciosi ma facilmente schivabili data la loro lentezza. Tra questi spicca tuttavia l’attacco nel quale vi scaglierà contro diversi meteoriti dal cielo, mettendo non poco alla prova i vostri riflessi. Continuate però a schivare e dovreste essere salvi.

Non siate avidi e attaccate nelle finestre poste tra un attacco e l’altro e in un paio di tentativi la vittoria sarà certamente vostra.

Ricompense

Dopo aver sconfitto il boss otterrete le seguenti ricompense:

Hai altre domande, bisogno di aiuto o semplicemente ti va di parlare di videogiochi? Ci trovi anche al Baretto Videoludico, a cercare di portare il nostro medium preferito oltre le regole.

#LiveTheRebellion