Ep. 39: Ai confini etici della Realtà Virtuale
Pietro Iacullo

Speciale Guida agli acquisti: Marzo 2016

Contro ogni previsione siamo riusciti in qualche modo ad arrivare vivi all’inizio di Marzo, mese che sulla carta sembra impegnare il portafogli anche se in modo meno deciso rispetto a Febbraio: tutti i dettagli, al solito, qui di seguito nella nostra Guida agli acquisti mensile.

Heavy Rain & Beyond: Two Souls Collection

Nel bene e nel male, David Cage e Quantic Dream hanno fatto scuola sin dai tempi del chiacchieratissimo Fahreneit nel 2005: aspettando Detroit: Become Human (annunciato nel corso della Paris Games Week e basato sul teaser/trailer di Kara, sempre a cura della casa francese) Sony ha pensato di rilasciare in un’unica raccolta le due esclusive del team uscite una generazione fa su Playstation 3. Il tempo sarà stato galantuomo con Heavy Rain e Beyond: Due Anime? Per sapere la risposta non dovete far altro che leggere la nostra recensione, fresca di pubblicazione: l’appuntamento in negozio invece è per il 2 Marzo.

 

Black Desert Online

In lavorazione da ormai quasi 6 anni, Black Desert Online è finalmente in dirittura d’arrivo e si prepara a dare l’assalto al mercato il 3 Marzo. Si tratta di un MMO abbastanza atipico, che trova i suoi punti di forza nel dettaglio visivo (impressionante anche su configurazioni più modeste) e soprattutto nel potentissimo editor per il proprio personaggio, che accompagnano un sistema di combattimento adrenalinico e molto riuscito. Per una buona metà dell’esperienza però, pur essendo di fronte ad un MMO, si gioca praticamente in solitaria, mentre dopo ci si approccia si agli altri giocatori ma in PvP, piuttosto che tramite modalità cooperative (per ora assenti). Il momento della verità coinciderà con l’uscita ufficiale del gioco: nell’attesa, potete farvi un quadro della situazione con la nostra anteprima.

 

The Legend of Zelda: Twilight Princess HD

The Legend of Zelda: Twilight Princess si prepara ad attraversare la terza generazione consecutiva di console Nintendo arrivando su Wii U il 4 Marzo: per l’occasione Link torna ad essere mancino e riabbraccia un sistema di combattimento più tradizionale (abbandonando Wiimote) e sfruttando l’inventario in tempo reale sdoganato in questa ottava generazione da Ocarina of Time 3D (e poi riproposto negli altri remake tridimensionali della serie). Basteranno queste modifiche a garantire il successo del titolo oppure Nintendo si è riservata il classico coniglio nel cilindro? Ne parleremo più nel dettaglio prima di quanto pensiate… Nel frattempo, vi rimandiamo alla nostra anteprima.

 

Tom Clancy’s The Division

Ubisoft si prepara a festeggiare la Festa della Donna rilasciando l’atteso Tom Clancy’s The Division, dopo una mastodontica Beta capace di coinvolgere oltre 6 milioni di giocatori. Lo scorso Ottobre, in occasione della Games Week (tanto a Milano quanto a Parigi) siamo riusciti a provare con mano la modalità competitiva del titolo, non rimanendo in realtà particolarmente impressionati (pur tenendo conto che le versioni su cui abbiamo svolto le nostre prove erano probabilmente più “embrionali” della beta pubblica di qualche giorno fa). Ci avevamo visto lungo o saremmo costretti a ricrederci? Ne parleremo meglio in sede di recensione.

 

Hitman

L’industria videoludica è in continua evoluzione, e nemmeno essere una vera e propria icona del medium non ti rende automaticamente “immune” da questa semplice quanto banale verità: l’11 Marzo quindi l’Agente 47 si riaffaccia sul mercato in un’inedita veste ad episodi. La prima tranche includerà sei missioni principali, tre mappe sandbox, quaranta bersagli da eliminare e degli eventi settimanali che verranno via via messi online. Il tentativo è sicuramente coraggioso, specie considerato il nome in ballo: scopriremo a ridosso dell’uscita quale sarà il risultato pad alla mano.

 

Pokkén Tournament

A poche settimane di distanza dall’anniversario della serie Pokémon (ve ne abbiamo parlato in un articolo dedicato), più precisamente il 18 Marzo, i mostriciattoli di Satoshi Tajiri tornano sugli scaffali videoludici con uno spin-off in salsa picchiaduro di cui vi abbiamo già parlato qualche giorno fa nella nostra anteprima: dal punto di vista ludico non abbiamo potuto nascondere come Pokken Tournament ci abbia divertito, grazie ad un gameplay semplice da assimilare ma difficile da padroneggiare (secondo la famosa Legge di Bushnell), pur comunque avendo da recriminare a causa di arene un po’ spoglie e di un numero di lottatori un po’ sotto le aspettative. Vi daremo comunque il nostro parere definitivo sull’argomento poco prima dell’uscita ufficiale del titolo.

1 2