L’E3 2018 è alle porte, e noi come al solito vi proponiamo in un articolo solo tutto quello che bisogna sapere in vita dell’evento di Los Angeles: date, conferenze, speculazioni ed il nostro classico road to porta a porta.

Stessa storia, stesso posto, stesso bar… Ogni anno a giugno l’industria videoludica si ferma per una settimana e si riunisce attorno al suo evento di riferimento, l’Electronic Entertainment Expo (o E3, in breve) per infiammare gli animi, cavalcare l’entusiasmo e vomitare trailer, anteprime e considerazioni sparse.

 

Ma andiamo con ordine…

 

Quand’è l’E3 2018?

L’E3 quest’anno si svolge (come al solito, in quel di Los Angeles) dal 12 al 15 giugno. Ogni giornata avrà le sue conferenze “classiche”, a cui poi si alterneranno – come da tradizione inaugurata da Nintendo col suo Treehouse – streaming e dirette fuori dal palco che mostreranno più nel dettaglio i prodotti. O quantomeno, questa è l’idea.

 

E3 2018: orari e date delle conferenze

Qui di seguito riportiamo gli orari delle conferenze confermate; mancando ancora qualche settimana, ci sono sempre varie ed eventuali dell’ultima ora da mettere in conto, e non tutti i “giocatori” hanno già scoperto le loro carte. Non temete comunque, non appena arriveranno conferme aggiorneremo tempestivamente la nostra guida!

 

 

Dove posso seguire le conferenze?

Sui canali Twitch e YouTube delle rispettive compagnie, oppure dal canale dedicato proprio all’evento.

 

La nostra copertura

Al solito, seguiremo in diretta le conferenze riportando tutte le notizie in tempo (più o meno) reale, per cui tenete d’occhio la nostra sezione news – o se preferite, i nostri pratici feed RSS. Ma vabbè, lo sapete come la pensa chi sta scrivendo questo articolo: le news potete trovarle un po’ dappertutto

 

I nostri Sproloqui d’Autore, invece, no.

 

Come da quattro anni a questa parte quindi affronteremo il pre-E3 dei tre schieramenti principali sul mercato (Sony, Microsoft e Nintendo) e dedicheremo un approfondimento al mondo multipiattaforma, non limitandoci a fare la lista della spesa di rumor e conferme e nemmeno la letterina al Babbo Natale videoludico con quello che ci piacerebbe vedere. Nah, cercheremo di sentire il polso di questa prima metà del 2018 e stimare quello dei prossimi 6 mesi, facendo il punto della situazione con la nostra solita lingua avvelenata. Ma senza ulteriori indugi, ecco la scaletta:

 

Ma dopo l’E3?

Ogni tenzone deve avere il suo campione, e di certo non ci tireremo indietro dall’incoronarlo. Come ogni anno getteremo uno sguardo ai dati e al rumore che voi avete generato durante l’evento, per capire chi ha vinto, chi ha perso e anche chi ha pareggiato.