Lunediscord #1: Je suis Valve

Il pensiero inevitabilmente è già al mese prossimo (dove, oltre alla chiacchierata ultima macchina di casa Nintendo, faranno il loro debutto sul mercato due pezzi da novanta che promettono tante ore di divertimento), ma prima di affrontare Marzo bisogna superare un Febbraio all’insegna delle (possibili) sleeper hit e titoli di cui si chiacchiera già da diverso tempo: rompiamo gli indugi e vediamo cosa ci riserva il mese più corto dell’anno con la nostra Guida agli acquisti.

Poochy & Yoshi’s Woolly World

A Gennaio Sony portava Gravity Rush 2 (una delle poche Proprietà Intellettuali first party legate alla sfortunata PS Vita) su PlayStation 4, andando a finalizzare una manovra che aveva già chiarito da tempi non sospetti quale fosse l’approccio della casa alla sua console portatile. Per ironia della sorte Nintendo segue una strada “uguale e contraria”, già battuta a suo tempo da Super Mario Maker: proporre sulla vetusta (ma in salute) piattaforma handheld di casa titoli rilasciati in precedenza su Wii U, come in questo caso nella nuova versione di Woolly World. Dopo Yoshi’s New Island quindi il dinosauro verde è pronto a tornare protagonista del catalogo di 3DS, a partire dal 3 Febbraio. La nostra opinione? Rimanete sintonizzati.

 


Per approfondire:
Yoshi’s New Island

 

Nioh

“È un Dark Souls giapponese”, direbbe un utente (non così) appassionato di videogiochi, ignorando il fatto che la casa dietro Dark Souls (filone che a dirla tutta nasce ben prima di Dark Souls) venga proprio dal Giappone. Eppure, a suo modo, questa etichetta ha una sua ragion d’essere, vuoi perché From Software ha sempre giocato con design ed atmosfere vagamente familiari per il pubblico occidentale (laddove Team Ninja ha invece mostrato un prodotto più vicino alla sua nazione di origine) o perché il titolo pubblicato da Koei Tecmo ha effettivamente dei punti di contatto con la serie Souls. Paragone scomodo oppure no? L’uscita è fissata per il 9 Febbraio, vero giorno della verità per tutti i giocatori pronti alla finestra.

For Honor

Anche nel caso di For Honor i paragoni, specie a seguito delle fasi di beta, si sono sprecati: tra chi vede nel prodotto una sorta di risposta “tripla A” al Chivalry: Medieval Warfare di Torn Banner Studios e chi, invece, ci ha visto una strizzata d’occhi (dal punto di vista del battle system) a Mount & Blade, va riconosciuto fuori dubbio ad Ubisoft il merito di essere riuscita a preparare a dovere il terreno ad una sua ennesima nuova Proprietà Intellettuale (non male, per una casa che è – non poi così tacitamente – incolpata di essere incapace di proporre vere novità). Noi da parte nostra possiamo solo dire di esserci divertiti in fase di anteprima un paio di Milan Games Week fa, per cui non potremo che concedere al titolo almeno un giro di giostra, prima di dare un parere più “aggiornato” e definitivo sulla faccenda il 14 Febbraio.

 

 


Per approfondire:
For Honor

 

Sniper Elite 4

Sempre in uscita il 14 Febbraio, Sniper Elite 4 sembra essere un degno successore del terzo capitolo della serie, che vede ancora Rebellion saldamente seduta alla postazione di comando ad osservare il giocatore attraverso la lente del mirino. Si gioca in casa, data l’ambientazione italiana a far da sfondo alle vicende, in un periodo storico (quello, classico per la saga, della Seconda Guerra Mondiale) non più così inflazionato quando si parla di questo tipo di videogiochi. Insomma, tante aspettative, che speriamo riescano a concretizzarsi e a confluire in una di quelle “perle nascoste” di cui parlavamo in apertura.

Dragon Ball Fusions

Già disponibile sia in Giappone che in America, Dragon Ball Fusions il 16 Febbraio sbarcherà finalmente anche alle nostre latitudini. Il concept è di quelli capaci di ingolosire davvero i fan della serie disegnata da Akira Toriyama, girando attorno alla possibilità di fondere i vari personaggi dando vita a risultati inediti e dal successo sicuro. Pensare poi il tutto sotto forma di gioco di ruolo e realizzarlo su 3DS (piattaforma decisamente consona al genere) non può che aggiungere altro potenziale al tutto; vedremo se gli sviluppatori avranno colto nel segno.

Halo Wars 2

L’ecosistema Xbox ha bisogno, dopo la cancellazione ancora relativamente fresca di Scalebound, di un’iniezione di fiducia, esigenza a cui le (incoraggianti) indiscrezioni trapelate a proposito di Project Scorpio non possono però sopperire al 100%. Halo Wars 2, sequel dello spin-off “strategico” tratto dal mondo ideato da Bungie e diventato poi vero e proprio baluardo del videogioco made in Redmond, esce in questa cornice complicata e si ritrova, giocoforza, sulle spalle questo non facile fardello. Il 21 Febbraio sapremo se ancora una volta la serie è riuscita ad essere un’ancora per tutta la piattaforma (anche se attraverso un capitolo secondario) oppure c’è urgente bisogno di un capitolo più convenzionale.

Malicious Fallen

Abbiamo già potuto conoscere la serie di Alvion su PlayStation 3 e su PlayStation Vita: Malicious Fallen adesso prova a giocare al rialzo, sfruttando la potenza computazionale extra di PlayStation 4 per regalare non solo una raccolta riveduta e corretta di quanto mostrato nei due precedenti titoli, ma anche degli inediti che elevano il tutto dallo status di semplice collection. L’appuntamento è anche in questo caso per il 21 Febbraio.

 


Per approfondire:
Malicious

 

Psychonauts: In The Rhombus Of Ruin

PlayStation VR è in grande spolvero, dopo l’uscita di Resident Evil 7, e la periferica ha tutta l’intenzione di festeggiare la sua ritrovata salute con una doppietta che vede disponibile da oggi Dexed a cura di Ninja Theory (ne parleremo a breve, stiamo già giocando al titolo da qualche giorno) e poi, il 21 Febbraio, il capitolo “ponte” tra i due episodi numerati di Psychonauts. Con Double Fine saldamente in cabina di regia, ci si aspetta di avere a disposizione puzzle ed enigmi che facciano un utilizzo oculato della Realtà Virtuale, andando a riprendere con la narrazione esattamente dove si era fermato il primo capitolo.

LEGO Worlds

Che dire di LEGO Worlds? Il potenziale, ce ne eravamo già accorti a Colonia, è immenso, visto che in buona sostanza si vanno ad unire meccaniche sandbox ai mattoncini più amati del mondo, con l’unico limite dettato dalla fantasia (e dalla dedizione) di chi si cimenta in queste costruzioni virtuali. Per tutti i dettagli del caso non possiamo quindi che rimandarvi alla nostra anteprima, mentre l’uscita ufficiale è fissata per il 24 Febbraio.

 


Per approfondire:
LEGO Worlds