DLC #2: Pokémon Sputo&Spada

Recensione Yoshi’s Woolly World

Nel 2011 Good Feel mostrò ai giocatori una Dream Land fatta di stoffa, trasformando il piccolo Kirby e tutto il suo mondo, in un insieme di fili e bottoni. A quattro anni di distanza, il prossimo 26 Giugno, sarà disponibile su Wii U Yoshi’s Woolly World, nuova fatica del team con protagonista il dinosauro verde amico di Mario in un’isola completamente di lana. Dopo le nostre prove su strada (qui e qui) è finalmente giunto il momento di giudicare tutti gli aspetti dell’esordio di Yoshi su Wii U.

Sgomitolando verso Sud

Kamek ha interrotto l’ozio dell’isola degli Yoshi, scomponendoli tutti in gomitoli di lana ad esclusion fatta per Yoshi Verde e Yoshi Rosso. Durante la fuga però, il mago perde pezzi e i due dinosauri amigurumi rimasti possono approfittarne per salvare i loro amici. Questa è a grandi linee la trama

una sfida equilibrata per i collezionisti

principale di Yoshi’s Woolly World che, come in ogni platform classico Nintendo, è un mero pretesto per porre il giocatore nelle località più stravaganti e metterlo di fronte a schiere di nemici lanosi e collezionabili nascosti. Ognuno dei mondi è suddiviso infatti in otto livelli, più uno segreto sbloccabile una volta raccolti tutti i quaranta Fiori Ridenti, questo livello extra è nettamente più difficile dei livelli standard, garantendo una sfida anche ai giocatori più navigati. Anche questo nuovo capitolo di Yoshi infatti, non tocca elevati picchi di difficoltà, il dinosauro morirà, a volte anche per semplici cadute, ma l’assenza di un contatore di vite rende il tutto molto meno snervante. La vera sfida (come in ogni Yoshi’s Island) sarà portare il nostro amigurumi alla fine del livello con la barra della salute intatta, collezionando nel mentre i cinque fiori ridenti, la lana magica necessaria per ricomporre un altro Yoshi, e le toppe timbro nascoste nelle monete (che , come detto in fase di anteprima, sbloccheranno dei simpatici timbri per Miiverse). Per coloro che non sono avvezzi al genere invece, Good Feel ha pensato ad una modalità ulteriormente semplificata, denominata semplicemente Relax, in cui Yoshi (dotato per l’occasione di un paio di ali) subirà si danni ma avrà più modi di ottenere i preziosi cuori (e ne riceverà in maggior quantità), il giocatore potrà cambiare modalità in qualsiasi momento durante Woolly World e i progressi saranno cumulabili.

Gomitoli Pericolosi

1960931_10207045160315190_2529073592193152139_o

Come già detto in anteprima, Good Feel ha inserito in Woolly World ben quattro possibilità di controller. Abbiamo affrontato l’intero titolo armati di Wii U Pro Controller, arrivando senza particolari problemi al boss finale e collezionando quasi tutto.

 

I comandi base di Yoshi sono gli stessi di Yoshi’s New Island e di tutti i precedenti capitoli della serie: A per saltare ( A+ Giù per lo schianto a terra), B per mangiare e risputare, B seguito dalla freccia verso il basso per creare un gomitolo, X per impugnarlo e lanciarlo, e Y per bloccare il mirino. Con un gomitolo Yoshi è in grado di scoprire segreti, bloccare nemici, creare piattaforme e danneggiare gli enormi boss che si troverà davanti. I giganteschi nemici rappresentano forse la parte più facile del titolo, anche se visivamente sono curati in ogni minimo dettaglio, il pattern di mosse di ognuno diventa facilmente prevedibile ed evitabile. Discorso diverso per i livelli veri e propri, con segreti ben nascosti (almeno i Fiori Ridenti) e level design ottimale che convince e che, come già successo in Tropical Freeze e Mario 3D World non ripete mai due volte lo stesso tema. Tornano anche le trasformazioni di Yoshi: segmenti di livello in cui il nostro amigurumi prenderà diverse sembianze, da moto, a talpa, a ombrello, passando per sirena, aereo e gigante, queste sezioni a tempo sono caratterizzate da una porta bianca e verde da attraversare e punteranno tutto sulla velocità del giocatore e sulla quantità di gemme raccolte prima del traguardo.

Good Feel ha introdotto anche le Spille del Potere, power up pagabili con le gemme raccolte, che aiuteranno Yoshi per il livello in cui sono state acquistate. Questi potenziamenti sono vari e permettono ad esempio di avere Poochy sempre al proprio fianco ( il cane visto per la prima volta in Yoshi’s Island e che ritorna per aiutare il dinosauro nella sua racoclta di collezionabili) di sputare fuoco, ghiaccio e semi senza limiti, fino ad avere una maggiore difesa o creare solo gomitoli giganti.

Le Spille del Potere facilitano ulteriormente Woolly World, trasformando in passeggiata anche la raccolta dei Fiori Ridenti (ve ne è una che permette di vedere gli oggetti invisibili) o i livelli segreti che rappresentano la sfida più dura del titolo, ovviamente restano un power up facoltativo ma, vista la vasta quantità di gemme raccolte durante i livelli, potrebbe essere un ulteriore incentivo a  potenziare il dinosauro di lana.

1519677_10207045300918705_6784886529667835856_o

 

Purtroppo ancora una volta, il Gamepad viene snobbato, e nessuna delle peculiari funzioni del controller di Wii U viene utilizzata da Good Feel. Il controller viene utilizzato solamente per i tasti e non vi sono  livelli dedicati ne ai sensori di movimento ne al touch-screen su cui viene semplicemente riproposto quanto si vede a schermo.Yoshi’s Woolly World permette quindi di giocare  con la televisione spenta, ed entra in quel gruppo di giochi che vivono anche senza la periferica.

I vestiti nuovi di Yoshi

Yoshi’s Woolly World è compatibile con quasi tutti gli Amiibo (esclusion fatta per quelli dei Pokémon) e, una volta posizionata la magica, e in alcuni casi rarissima, statuetta sul sensore NFC, il dinosauro guadagnerà i colori delle altre mascotte Nintendo, nello stesso modo di quelli sbloccabili durante l’avventura, anche questi “costumi” avranno un fattore puramente estetico e quindi dipenderà dal singolo giocatore decidere, secondo il proprio gusto, come vestire il proprio Yoshi. È possibile affrontare l’intera avventura in compagnia di un amico

 

Yoshi’s Woolly World è colorato, vivace e curato nel minimo dettaglio: ogni cosa dai nemici fino agli schizzi d’acqua è completamente fatta di lana e regala una gioia visiva ed uno stile paragonabile solo a pochi altri esponenti del genere. Se siete amanti del dinosauro è probabile vi ritroverete a ripetere alcuni livelli anche solo per rivedere l’estrema cura con cui Good Feel ha confezionato il tutto, complici anche le musiche che remixano alcuni dei brani storici della serie (soprattutto nei livelli dei Boss) e ne offrono di nuovi molto piacevoli.

Verdetto
8.5 / 10
Woolly is the new Black
Commento
Se Kirby e la stoffa dell'eroe era un esperimento riuscito solo a metà, Yoshi's Woolly World riesce a correggere gli errori passati di Good Feel garantendo un titolo rigiocabile e divertente. Non è in grado di competere con gli altri due mostri sacri del genere su Wii U ( Tropical Freeze e 3D World) ma riesce ad intrattenere senza mai annoiare e senza diventare eccessivamente frustrante. Lo stile visivo che trasforma tutto in stoffa rende il mondo di Yoshi ancora più adorabile ed un perfetto passatempo per questi pomeriggi estivi.
Pro e Contro
Stile visivo eccezionale
Tanti collezionabili
Level Design convincente

x GamePad inutilizzato
x Le Toppe del potere facilitano troppo il titolo