Con l’arrivo dell’estate non può mancare la solita carrellata di anime della stagione estiva in arrivo. Tra novità e graditi ritorni, c’è davvero una serie adatta ad ogni gusto e personalità.

In virtù di ciò, abbiamo quindi stilato la lista dei 10 migliori anime di questa stagione. All’interno abbiamo inserito le serie più interessanti, tra le tante che stanno per arrivare, e di cui siamo sicuri lasceranno il segno. Se invece preferite dei classici senza tempo, potete consultare la nostra lista di anime da vedere.

Aquatope On White Sand

Le protagonista che si scambiano degli sguardi

Questa serie Slice of life racconta la vita di Kukuru, una ragazza di 18 anni che lavora nel Gama Gama Aquarium. La ragazza è l’unica a conoscere il segreto dell’acquario, dove a volte è possibile assistere ad eventi alquanto misteriosi.

Qui incontrerà Fuuka Miyazawa, una ex idol che ormai è fuggita da Tokyo. Fuuka ormai spende le sue giornate qui, tra rimpianti e solitudine. La sua piccola isola felice però è minacciata dalla probabile chiusura del Gama Gama. Le ragazze tra i vari episodi esploreranno i loro sogni, la realtà che le circonda, solitudine ed amicizia.

Girlfriend, Girlfriend

i protagonisti della serie

Girlfriend, Girlfriend è una commedia romantica Slice of life. La storia ruota attorno a Naoya Mukai, un ragazzo liceale che finalmente decide di dichiararsi all’amica di infanzia, Saki. Naoya però verrà sorpreso da un’inaspettata dichiarazione da parte di un’altra ragazza, Nagisa.

Non volendo far sentire in colpa la ragazza, Naoya si ritroverà coinvolto in un particolare triangolo amoroso. Il ragazzo quindi dovrà sostenere una doppia relazione con le due ragazze, mentre tutti insieme sviluppano una relazione fuori dai normali canoni sociali.

Kageki Shojo!

le due protagoniste dell'opera

Le ragazze che frequentano il liceo Kouka Kageki Musical Drama Academy vanno lì per imparare il tipico stile del teatro Takarazuka, dove le donne eseguono i ruoli di entrambi i sessi. Ai Narada è una ex idol che riceve il ruolo di ruolo di musume-yaku (attrice che esegue ruoli femminili).

Farà poi conoscenza della sua nuova compagna di stanza, Sarasa Watanabe, una semplice ragazza di campagna che esegue solo ruoli maschili. Un anime atipico su uno stile di teatro poco conosciuto al di fuori del Giappone.

Questo, uniti ai temi affrontati, come i disturbi alimentari, sapranno regalarci sicuramente uno degli anime più emozionanti della stagione.

Miss Kobayashi’s Dragon Maid S

Tohru la maid protagonista

Il sequel del già apprezzato Miss Kobayashi’s Dragon Maid saprà sicuramente ritagliarsi una grande fetta di estimatori anche in questa nuova stagione. L’anime parla di Kobayashi, un impiegato con il pallino per le maid.

Un giorno un drago di nome Tohru si presenta a lui nelle sembianze di una maid, offrendogli i suoi servigi per un posto in cui stare. Le sue abilità da governante però sono davvero poco convenzionali, creando delle situazioni fuori di testa.

Tohru e i suoi compagni sono tornati per regalarci altri episodi ricchi di divertimento e follia in questo anime slice of life. I fan della prima stagione e non dovrebbero cercare di non perderlo.

Sonny Boy

i tre protagonisti della serie

La storia parla di 36 studenti liceali che, insieme alla loro scuola, vengono trasportati in un’altra dimensione. Il protagonista Nara si ritroverà ad unire le forze con altre due ragazze, Nagara e Mizuho, per sopravvivere ai vari pericoli che gli si pareranno davanti.

A facilitare le cose ci saranno dei superpoteri che i ragazzi hanno risvegliato durante il passaggio in questa nuova dimensione. Dovranno però imparare ad usarli, e non sarà facile.

L’anime è diretto da Shingo Natsume (prima serie di OPM) ed animato dallo studio MadHouse. C’è tanta attesa quindi, con alte aspettative sulla qualità di produzione visto i precedenti di chi è coinvolto nel progetto.

That Time I Got Reincarnated As a Slime (2nd Season PT2)

Uno degli isekai più famoso in circolazione torna con la seconda parte della sua nuova stagione. La storia segue le vicende di Rimuru, un impiegato giapponese che dopo la sua morte improvvisa si ritrova reincarnato nel corpo di uno slime. Anche se gli slime vengono considerati creature deboli, Rimuru grazie alle sua abilità è sempre a migliorarsi.

Con tutto quello che è successo nella Parte 1 sia lui che i suoi compagni dovranno essere pronti. La guerra è alle porte e spetta a Rimuru ed al suo seguito fare qualcosa per fermarla.

The Detective Is Already Dead

Siesta, la detective protagonista

Kimizuka Kimihiko è il protagonista di questa nuova serie, ed ha la terribile particolarità di attirarsi sempre qualsiasi tipo di sventura. Il giorno che si ritrova su un aereo in piena emergenza quindi il ragazzo non fa una piega. Qui incontrerà Siesta, una ragazza con capelli argentei che di professione fa la detective.

I due da allora vivono tutta una serie di avventure, che terminano però con la prematura dipartita della ragazza. Kimizuka da allora deciderà di passare una vita tranquilla e a basso profilo, come un normale studente del liceo. Un giorno però appare una ragazza che gli ricorda tantissimo Siesta e che minaccia di cambiare la sua tranquilla vita.

The Detective Is Already Dead regala tanta azione con animazioni davvero minuziose, condite da un tono generale che si appoggia alle opere investigative piene di misteri.

The Case Study of Vanitas

vanitas il vampiro

Dallo stesso autore di Pandora Hearts, la serie segue Vanitas, un vampiro leggendario così potente che è odiato dalla sua stessa specie. Da solo ha quindi creato il Libro di Vanitas, un grimorio che gli consentirà di avere vendetta su tutti i vampiri.

Siamo nella Francia del 19esimo secolo. Noè viene mandato alla ricerca del grimorio maledetto, per risolvere il caso di una nuova maledizione che afflige i vampiri. Sembra infatti che il libro non solo abbia la proprietà di sconfiggerli ma anche di salvarli dal loro destino.

The case study of Vanitas parte dal solito tema vampiresco aggiungendo un pizzico di mistero ed una ambientazione storica. I misteri dietro il Libro sembrano poter catturare lo spettatore per tutta la serie. Questo, unito a scene d’azione animate egregiamente, potrebbe farlo diventare una delle hit di questa stagione.

The Dungeon of Black Company

Kinji

The Dungeon of Black Company non è il solito isekai ma anzi vi farà capire come entrare in un altro mondo a volte non è la cosa migliore. Il protagonista è Kinji, una persona sfaticata che ha mai voluto lavorare. Il ragazzo verrà portato in un nuovo mondo dove non diventerà l’eroe salvatore, o dove avrà il solito harem di donne che gli sbava dietro.

Kinji viene portato infatti in un mondo dove viene schiavizzato per una malvagia ditta mineraria. Ma lui non ci sta e farà di tutto per fuggire dalla sua nuova situazione.

The Dungeon of Black Company è sicuramente uno degli isekai più interessanti di questa stagione. L’anime, almeno dalla premessa, cerca infatti di discostarsi dai soliti stereotipi del genere e potrebbe regalarci una nuova visione del genere, come successe con Konosuba.

The Idaten Deities Know Only Peace

i vari dei di Idaten

Benvenuti nella vostra stagionale dose di battaglie tra divinità e demoni per il destino del mondo. I demoni qui però vengono sigillati dopo la loro sconfitta, rimanendo rinchiusi per 800 anni finché non riescono ad evadere. Vengono quindi sguinzagliati nel mondo per portare morte e distruzione, oltre alla loro vendetta.

Ma sono passati troppi anni e le divinità sono prese alla sprovvista, conoscendo ormai solo la pace e relegando la guerra ad un ricordo lontano. Hayato è uno di loro ma non lascerà i demoni vincere senza combattere. L’anime è inoltre animato dallo studio MAPPA.

Avendo quindi un artstyle unico con un insieme di sperimentazioni e dopo il loro Jujutsu Kaisen lo studio ha gli occhi puntati su di sè. Vedremo se MAPPA riuscirà a sopportare la mole di lavoro che ha sulle spalle.

Hai altre domande, bisogno di aiuto o semplicemente ti va di parlare di videogiochi? Ci trovi anche al Baretto Videoludico, a cercare di portare il nostro medium preferito oltre le regole.

#LiveTheRebellion