Prosegue la carrellata di anime estivi, con il debutto di The Dungeon of Black Company dello studio Silver Link (Watamote), avvenuto lo scorso nove luglio. Tratto dall’omonimo manga di Yohei Yasumura, l’opera è un isekai a sfondo umoristico con una premessa abbastanza interessante.

Andiamo dunque a vedere le caratteristiche specifiche di questo nuovo isekai e le informazioni che potrebbero tornarvi utili per la visione. Si tratta secondo noi di uno delle serie più interessanti di questa estate 2021.

Informazioni

La serializzazione di questo manga shonen inizia nel 2016 sulla rivista online Mag Comi ed è tuttora in corso. Il manga, che al momento conta 6 volumi, non è al momento disponibile in Italia, mentre in America è pubblicato da Seven Seas Entertainment.

The Dungeon of Black Company è la prima serializzazione lunga di Yasumura, che prima si era occupato solo di one-shot e miniserie. Al contrario, lo studio Silver Link ha una lunga storia di adattamenti animati alle spalle, il più famoso dei quali è senza dubbio Watamote.

Trama

Kinji Ninomiya ha un solo obbiettivo: diventare il NEET supremo e godersi la vita senza fare nulla. Purtroppo per lui, proprio quando era riuscito a coronare il suo sogno, si ritrova improvvisamente trasportato in un altro mondo.

In questo bizzarro universo fantasy l’unico modo che Kinji ha di guadagnarsi da vivere è fare il minatore in un dungeon dove si estrae del minerale magico. Più in basso si scende, maggiori saranno le ricompense, ma aumenterà anche la pericolosità dei mostri presenti.

Ma, in questo nuovo mondo come nel vecchio, lo scopo di Kinji non cambia: arricchirsi facendo il meno possibile. Comincia così la sua avventura in cerca di facili profitti

Personaggi

Kinji Ninomiya

Il protagonista dell’opera, NEET supremo con l’indole da imprenditore e un buon fiuto per gli affari. Kinji è ben lontano dallo stereotipo del protagonista isekai, essendosi più volte dimostrato egoista, avido e manipolatore. Sempre alla ricerca di nuovi strataggemmi per fare soldi, questi molto spesso finiranno per ritorcersi contro di lui.

Wanibe

Uomo coccodrillo reclutato da Kinji come suo socio in affari. Cerca spesso di fare da voce della ragione, mettendo in guardia Kinji sulle possibili conseguenze dei suoi sotterfugi, ma raramente viene ascoltato.

Rim

All’apparenza una normale ragazzina, Rim è in realtà un temibile mostro incontrato da Kinji e Wanibe durante una spedizione nelle aree più basse del dungeon. Kinji riesce a convincerla a risparmiarli promettendole grandi prelibatezze, ma ora si ritrova a dover costantemente saziare il suo enorme appettito, pena diventare lui stesso la cena.

Hai altre domande, bisogno di aiuto o semplicemente ti va di parlare di videogiochi? Ci trovi anche al Baretto Videoludico, a cercare di portare il nostro medium preferito oltre le regole.

#LiveTheRebellion