A prima vista la cronologia di Zelda può sembrare molto complicata, e districarsi fra i vari titoli risulta difficile. In attesa dell’uscita di Skyward Sword HD per Nintendo Switch, vediamo di fare chiarezza, partendo dalle origini fino ad arrivare all’ultimo capitolo della saga. Basta veramente poco per avere un quadro completo, anche perché ogni capitolo si incastra perfettamente nella cronologia, proprio come i tasselli di un mosaico.

Fiat Lux: La creazione

Le tre dee danno vita alla cronologia di The Legend of Zelda
Le tre Dee danno origine al mondo

All’origine dei tempi, furono tre Dee a creare il mondo. Din, la dea della Forza, creò la Terra. Nayru, la dea della saggezza creò l’ordine. Farore, la dea del coraggio, creò la vita. Queste, dopo aver abbandonato la terra, vi lasciarono tre triangoli dorati, simbolo del loro potere, che si unirono in un unico triangolo che prende il nome di Triforza, la quale esaudisce i desideri di chiunque la tocchi. Infine le Dee incaricarono un’altra Dea, Hylia, ed ad altri spiriti e fate, il compito di preservare il mondo che avevano creato.

La pace purtroppo non durò moltissimo. Creature malvagie, servitori di un grande male noto come Mortipher, emersero dalla profondità della terra bramando la Triforza. Il popolo chiese aiuto alla Dea Hylia, che separò parte della terra portandola su in cielo. Ma la Dea sapeva che l’unico modo per esiliare e sconfiggere questo grande male era attingere dal potere della Triforza, soltanto che quest’ultima non poteva essere utilizzata da una Dea. Così Hylia decise di rinunciare al suo status di divinità, e di reincarnarsi in una mortale di cui tutti noi conosciamo il nome. Zelda.

Cronologia Completa

Come detto, il mondo è stato creato dalle tre Dee. Sono loro a dare origine alla Triforza, lasciando alla Dea Hylia il compito di proteggere la terra.

La timeline di The Legend of Zelda con tutta la cronologia
La cronologia di The Legend of Zelda schematizzata

Iniziamo con Skyward Sword: molti anni dopo gli eventi già descritti, ci troviamo ad Oltrenuvola, con Link, uno studente della scuola d’armi, e la sua amica Zelda. I due stanno volando insieme ai loro Solcanubi quando vengono attaccati da un turbine oscuro che fa precipitare la ragazza. Link guidato da una voce misteriosa si reca presso la statua della dea Hylia, ed è così che inizierà la sua avventura. Questo capitolo è il primo della timeline. Vengono mostrati per la prima volta Zelda come reincarnazione della Dea Hylia e Link come eroe prescelto dalla Spada Suprema.

Mortifer viene sconfitto, ma dopo molti anni di pace alcuni esseri bramano la Triforza, e così le Dee esiliano questi spiriti nel Regno del Crepuscolo. In seguito il saggio Rauru costruisce il Santuario del Tempo e la Terra Sacra viene sigillata, e così viene fondato il Regno di Hyrule. Dopo si verificano gli eventi di Minish Cap e Four Swords, dove il demone Vaati compare e viene sconfitto dal potere della Quadrispada. Aggiungo che in Four Swords fa la sua apparizione Ganon che con l’inganno convince Link a liberare Vaati, ma l’eroe, con l’aiuto della Principessa, sconfigge ed esilia entrambi. Segue una guerra civile fra le varie razze del regno, che verrà terminata con l’aiuto del Re di Hyrule, il quale unirà tutti i popoli sotto un unico reame.

Arriviamo così ad Ocarina of Time: per quanto riguarda la cronologia di The Legend Zelda, questo è forse il capitolo più importante dopo Skyward Sword. Infatti è dopo gli eventi di questo gioco che la timeline si divide in tre parti. Ma vediamo cosa accade. La storia inizia nella foresta dei Kokiri, che vivevano insieme con il Grande Albero Deku, ed alle loro fate guardiane. Ma uno fra di loro era speciale, ed il suo nome era Link. Questi era in realtà un Hylia, ed una volta lasciata la Foresta, si diresse al Castello di Hyrule, dove incontrò per la prima volta la Principessa Zelda, la quale aveva delle strane visioni (e poca fiducia!) su un giovane Gerudo che si recava spesso a palazzo, il cui nome era Ganondorf. Link fu incaricato dalla Principessa di trovare le tre pietre spirituali per poter accedere alla Terra Sacra, dov’era custodita la Triforza.

Nel frattempo il Signore delle Gerudo, si era impossessato del castello, ma Zelda nella fuga riuscì a lanciare a Link un cimelio molto importante della famiglia reale: L’Ocarina del Tempo. Link aprì la porta del santuario del tempo e vi trovò la Spada Suprema, ma poiché era troppo giovane per usarla, cadde in un sonno lungo sette anni. Al suo risveglio Link utilizzò l’ocarina per viaggiare tra passato e presente. Ed è così che nascono le tre linee temporali che adesso andremo a vedere nel dettaglio.

L’EROE VIENE SCONFITTO

Zeldalike? Horizon Zero Dawn viene spesso paragonato a torto a Breath of the Wild. È più calzante, in realtà, il confronto con The Witcher 3.

I Sette Saggi, compresa la principessa Zelda, imprigionano Ganondorf (che nel frattempo si era trasformato nella bestia delle tenebre Ganon) e la Triforza riunificata nella Terra Sacra. Quest’ultima si era trasformata nel regno delle tenebre, e lì Ganon pianificava il suo ritorno, ma un ragazzo discendente da una stirpe di cavalieri, lo sconfisse, recuperando la Triforza e portando la pace. Stiamo parlando degli eventi di: A Link to the Past. Dopo aver salvato Hyrule l’eroe partì per un viaggio di addestramento ma naufragò sull’isola di Koholint, stiamo parlando di: Link’s Awakening: Segue Oracle of Seasons and Ages: un giovane in visita al castello di Hyrule diventa un eroe ed impedisce il ritorno di Ganon. Così la Triforza si divise in tre frammenti che vennero ospitati dalle anime di Zelda, Link e Ganon.

Abbiamo quindi gli eventi di A Link Between Worlds: lo stregone Yuga proveniente dal mondo parallelo di Lorule, che è quasi l’esatto opposto del mondo di Hyrule, risveglia lì Ganon che viene sconfitto da Link, il quale unì la Triforza, e con la Principessa Zelda espresse il desiderio che quest’ultima ritornasse a Lorule, facendo svanire le tenebre che l’affliggevano. Segue Tri Force Heroes: ad Hytopia gli eroi si riunirono per salvare la principessa. Dopo il Re di Hyrule usò la Triforza per far prosperare il Regno, ma la pace durò poco. Alla morte del Re, la Principessa Zelda, si rifiutò di rivelare al suo vile fratello dove si trovasse la Triforza del Coraggio, e quest’ultimo la colpì con un sortilegio che la fece cadere addormentata.

L’epoca di prosperità finì, ed i confini del Regno si restrinsero. Arriviamo a The Legend of Zelda: Hyrule è vulnerabile e Ganon si risveglia, e la Triforza della Forza viene rubata. La Principessa Zelda divide la Triforza della saggezza in otto frammenti e li nasconde. Un giovane eroe li raccoglie e sconfigge Ganon. Immediatamente dopo c’è The Adventure of Link. Il ragazzo che ha sconfitto Ganon affronta una serie di prove lasciate dal vecchio Re, ottiene così la Triforza del Coraggio nascosta nel palazzo, e risveglia l’antica Principessa Zelda. I tre pezzi vengono riuniti.

L’EROE HA VINTO: LINEA TEMPORALE BAMBINO

La Principessa Zelda ed il resto dei saggi esiliano Ganondorf e la Triforza della Forza. Link tornato alla sua linea temporale con la Principessa Zelda ferma i piani di quest’ultimo, ed ora possiede la Triforza del coraggio. Quindi l’Eroe del Tempo, Link, va alla ricerca della sua amica, la fata Navi, vaga per il mondo di Termina, affrontando un folletto dispettoso di nome Skull Kid: questi sono gli eventi di Majora’s Mask. Nel frattempo il Regno di Hyrule cerca di giustiziare Ganondorf, accusato di tradimento, ma poiché questi possiede la Triforza della Forza è impossibile farlo. I saggi possono solo esiliarlo nel Regno del Crepuscolo.

Ma il castello di Hyrule viene conquistato dal Re del Regno del Crepuscolo, Zant, che può essere fermato solo grazie a tre cristalli oscuri ed alla Spada Suprema. L’eroe parte con il misterioso folletto Midna, ed insieme a lei scoprirà che in realtà Zant era stato manipolato da Ganondorf, che sarà sconfitto definitivamente da Link e Zelda: questi sono gli eventi di Twilight Princess. Subito dopo abbiamo gli eventi di Four Swords Adventures: Ganondorf si reincarna nel Re Demone Ganon, dopo aver ottenuto il Tridente ed aver rotto il sigillo del demone Vaati. Ma l’eroe ottiene la Quadrispada sconfigge Vaati ed esilia Ganon.

L’EROE HA VINTO: LINEA TEMPORALE ADULTO

Ganon viene esiliato con la Triforza della Forza, l’Eroe del Tempo scompare, essendo tornato alla sua linea temporale, e la Triforza del coraggio si divide in otto frammenti. Ganon ritorna, ma l’Eroe no. Per impedire la distruzione del mondo le dee sigillano e sommergono Hyrule, con Ganon imprigionato sotto il Grande Mare. Abbiamo dunque gli eventi di The Wind Waker: Ganondorf torna di nuovo in vita, ed il vecchio Re di Hyrule guiderà Link, l’eroe dei venti, e la Principessa Zelda, prima alla ricerca dei saggi, la Riito Famirè ed il Korogu Macorè, poi alla ricerca della Spada Suprema ed ai frammenti della Triforza del Coraggio. Alla fine sarà lo stesso Re a toccare la Triforza riunita, sacrificandosi e sconfiggendo Ganondorf.

Segue Phantom Hourglass: La Principessa Zelda ed il suo popolo partono alla ricerca di un nuovo mondo, giungendo al santuario del Re del Mar, liberandolo dal mostro Bellum. Viene fondato poi un nuovo regno. Il popolo di Hyrule giunge infatti nella Terra degli spiriti del Bene, e si allea con la tribù di Lokomo che lì vive. Infine abbiamo Spirt Tracks: ritorna il Re Demone Mallard, la Principessa Zelda e Link lo sconfiggono, i guardiani Lokomo tornano in cielo ed al popolo di Hyrule viene affidato un nuovo luogo in cui vivere.

E…breath of wild?

Gli eventi di 10,000 anni fa illustrati in un arazzo

Abbiamo ripercorso insieme tutta la timeline di The Legend of Zelda, con un approfondimento ai capitoli più importanti. Molti di voi però si saranno chiesti: e Breath of the Wild? Dove va collocato? Chiariamo una cosa, la cronologia di Zelda cambia di volta in volta, a seconda delle dichiarazioni Nintendo e della fantasia dei fan. Però dalle dichiarazioni del producer Eiji Aonuma e il director Hidemaro Fujibayashi questo capitolo si pone “alla fine” della timeline. Quindi da quando la linea del tempo si è divisa in tre, dopo Ocarina Of Time, adesso converge in Breath Of The Wild.

Analizzando il gioco ha senso, e possiamo accorgercene dal fatto che in questo capitolo sono presenti i Riito con il campione Revali, che erano presenti solo in The Wind Waker. Inoltre nel mondo di Breath of the Wild si possono scoprire molti luoghi che sono presenti nei giochi delle tree differenti linee temporali. Inoltre questo è capitolo molto particolare, infatti è il primo in cui si vede l’arazzo nella foto, e si parla di Ganondorf come “Calamità Ganon“, non più come il ladro Gerudo di Ocarina of Time. O meglio, in realtà viene solo accennato qualcosa da Urbosa, ma niente di più. Anche sulla Triforza e sulla Spada Suprema non viene detto moltissimo. Sono considerate come reliquie antichissime, magiche, ma di cui gli Hylia sembrano sapere ben poco.

La scoperta invece della tecnologia Sheika è al centro, ma c’è sempre quella sensazione che i protagonisti siano trasportati dagli eventi, senza capirli appieno. Aspettiamo il seguito per scoprire qualcosa in più, nel frattempo possiamo rivivere ciò che accade 100 anni fa, con l’era della calamità.

L’era della calamità

Link e Zelda

In Breath of The Wild, viene detto molto poco degli eventi che hanno preceduto l’arrivo della calamità Ganon. Così Nintendo prima dell’uscita di Skyward Sword HD, che ricordiamo essere un capitolo fondamentale, ha rilasciato Hyrule Warriors: Age of Calamity (l’era della calamità). Nonostante sia un mouso, questo si può considerare a tutti gli effetti un prequel. Infatti, nonostante gli eventi ad un certo punto siano leggermente diversi da quelli di Breath of the Wild, qui possiamo rivivere appieno tutti i momenti più importanti, dalla nomina dei campioni alle battaglie finali.

Vi consiglio infatti di giocarci, perché a prescindere dal gameplay, la trama è molto curata, e vengono approfonditi molti aspetti. Diciamo che alla fine, si capisce che il Re di Hyrule non aveva ben capito a cosa andasse incontro e si è affidato troppo alla profezia di questo “Fortune Teller” (Profeta), che in Breath of the wild non conosciamo, ma viene citato nel libro “The Legend of Zelda Breath of the Wild: Creating a Champion“.

In che ordine giocare Zelda? Timeline o Giocabilità?

Poniamo il caso che tu abbia giocato a vari capitoli della saga di The Legend of Zelda, e che con questo speciale magari hai approfondito o ripassato qualcosa che non conoscevi. Ma se invece non ne hai mai giocato uno? Da quale inizi? Se volessimo seguire la timeline, allora dovresti iniziare da SkywardSword. Ma devi sapere che quest’ultimo non è “molto classico” rispetto agli altri capitoli, anzi è il più vicino di tutti a Breath of the Wild, per alcune meccaniche di gioco.

Ad esempio in questo capitolo è presente la barra della stamina che negli altri non c’è. Allora passiamo all’altro capitolo fondamentale nella cronologia, ovvero Ocarina of time. Personalmente ho iniziato proprio con questo, la versione 3D per il 3DS, ed è stato abbastanza traumatico. Sicuramente rientra fra i capitoli più “classici”, infatti abbiamo un percorso molto lineare e dungeon molto lunghi e complessi. Ma proprio perché è stato il mio primo Zelda, mi sento di sconsigliarlo. Prima di iniziare uno dei giochi della saga bisogna entrare nella meccanica dei dungeon, o meglio nella meccanica “sblocco un oggetto e devo usarlo per risolvere gli enigmi”. All’inizio può risultare difficile ed è per questo che consiglio di iniziare da The Wind Waker.

Come abbiamo visto fa parte di una delle sotto-timeline. Come meccaniche è quello più vicino ai classici ed il più facile, inoltre anche qui il nemico principale è Ganondorf. Anche se hai iniziato ad avvicinarti alla saga con Breath of the Wild, che ricordo essere molto diverso ed unico nel suo genere, ti consiglio di recuperare i classici iniziando da The Wind Waker, la cui versione più recente per adesso è quella uscita per Wii U. Infatti consiglio vivamente di giocarlo su questa console, non perchè sia in HD, ma per alcune funzioni che potrete sfruttare con il pad.

Wind Waker nella cronologia di Zelda si posiziona nella Adult Era
Link e l’isola Primula (outset island)

Ripercorrere tutta la timeline di The Legend Of Zelda è stata un’esperienza intensa. Spero di aver chiarito i vostri dubbi e di aver soddisfatto la vostra curiosità. La lore della saga è complessa, ricca di personaggi e avvenimenti, ma è proprio questo che la rende così affascinante!

Hai altre domande, bisogno di aiuto o semplicemente ti va di parlare di videogiochi? Ci trovi anche al Baretto Videoludico, a cercare di portare il nostro medium preferito oltre le regole.

#LiveTheRebellion