Live #0: Di che colore sono i soldi su iCrewPlay?

Anteprima Yoshi’s Woolly World

Dopo l’esordio lo scorso marzo su 3DS con Yoshi’s New Island, il dinosauro verde amico di Mario si prepara ad un titolo completamente dedicato a lui anche per Wii U, affidato alle mani di Good Feel (team di sviluppo artefice di Kirby e la stoffa dell’eroe) e apparso per la prima volta all’E3 2013 col nome di Yoshi’s Epic Yarn.
Durante l’E3 2014, il gioco ha cambiato titolo ed è tornato a mostrarsi: previsto per il 2015, Yoshi’s Woolly World offrirà una modalità a due giocatori e uno stile grafico che strizza l’occhio all’avventura lanosa di Kirby, rendendo il disosauro verde un Amigurumi (una bambola completamente fatta di lana) e trasportandolo in un mondo che, anche se non abbiamo visto molto, non ha nulla da invidiare alle precedenti avventure.
Mentre i nostri redattori si divertivano con Splatoon, Super Smash Bros. e Mario Maker in quel di Milano ospiti di Nintendo Italia, il sottoscritto partecipava alla Japan Expo 2015 in Francia, dove Nintendo Europe occupava una grossa fetta della manifestazione con tutti i titoli mostrati all’E3 2014, compreso Yoshi’s Woolly World.

10537349_10204269659529405_3017195002731732545_n-e1404908663661

Lana da mangiare

Nei livelli presenti alla Japan Expo, siamo stati accompagnati da una coppia di Yoshi (abbiamo affrontato l’intera demo in multigiocatore) in tre zone completamente diverse tra loro, che hanno messo alla prova sia i due dinosauri che la coordinazione tra i giocatori.
La filosofia del gameplay è molto vicina a quella di Yoshi’s Island: Yoshi potrà ingoiare i nemici, e trasformarli in palle di lana (al posto delle classiche uova) da lanciare successivamente per creare piattaforme o sconfiggere avversari.
I tre livelli testati si sviluppano a scorrimento orizzontale e nascondono molteplici collezionabili anche all’occhio del giocatore più attento, grazie a passaggi invisibili camuffati da muri, fili di nylon intrecciati che il nostro eroe dovrà “sgomitolare”, classici tubi del regno dei funghi che ci porteranno in nuove aree, o semplicemente le nuvole con il punto interrogativo tipiche della serie del dinosauro.
Se il primo livello della demo ci introduce a quest’isola fatta completamente di lana, con un immancabile tutorial per i comandi base di Yoshi, e il secondo porta il giocatore nel sottosuolo, con pareti distruttibili a colpi di gomitoli e piante piranha a cui cucire la bocca, il terzo ed ultimo trasporta il dinosauro verde nel cielo, circondato da degli speciali uccellini cicciottelli che, una volta lanciati, creeranno strade di nuvole da percorrere in fretta prima che svaniscano.

Il Rosso e il Verde

Yoshi’s Woolly World permette a due giocatori di collaborare in multiplayer locale. Uno dei due guiderà uno Yoshi Verde con il Gamepad, mentre il secondo, che potrà muoversi con il Wiimote in “modalità SNES” (ovvero orientandolo in orizzontale), prenderà il controllo di uno Yoshi Rosso.
La vera e propria novità è la possibilità di ingoiare il compagno e lanciarlo verso piattaforme più alte sotto forma di gomitolo, o usarlo come arma contro i lanosi nemici.
I due giocatori dovranno collaborare per arrivare sani e salvi alla fine del livello, ma potranno anche mettersi i bastoni tra le ruote ed impedire a vicenda la raccolta delle gemme, che nella schermata del punteggio incoroneranno vincitore lo Yoshi che ne avrà raccolte di più.
Da quello che trapela dai tre livelli testati, Good Feel è riuscita a migliorare uno dei principali difetti di Kirby e la Stoffa dell’Eroe: Woolly World non è difficile, ma non rasenta neanche la semplicità elementare del capitolo dedicato alla pallina rosa.

Cucire un mondo

Uno degli aspetti positivi de La Stoffa dell’Eroe era sicuramente l’aspetto visivo: la cura con cui Good Feel presentò il titolo 2D ricco di particolari ed animazioni lasciò soddisfatto il grande pubblico.
Yoshi’s Woolly World fa un ulteriore passo avanti, rendendo il tutto un platform in 2.5D degno di New Super Mario Bros e trasformando tutti i protagonisti dell’isola (boss compresi) in Amigurumi.
Pur avendo assaporato solo tre livelli, il comparto visivo di Woolly World entusiasma e lascia estasiati per l’alto numero di dettagli presenti a schermo.
Purtroppo non abbiamo potuto ascoltare le tracce audio, a causa dell’enorme affluenza di persone presenti alla fiera parigina, speriamo dunque in una colonna sonora degna dell’aspetto visivo.

Commento
Yoshi's Woolly World è sicuramente un titolo da tenere d'occhio ed al momento uno di quelli che più attendo per il prossimo anno. Con un'aspetto visivo ben curato e ricco di dettagli, il dinosauro verde si prepara ad un esordio col botto su Wii U. Purtroppo resta un'incognita l'effettiva longevità e la difficoltà totale del titolo, due dei punti a sfavore del precedente lavoro di Good Feel.
Pro e Contro
Lo stile grafico
Il level design

x Bisogna sentire la colonna sonora
x L'effettiva longevità e difficoltà totale del titolo