Recensione New Super Mario Bros. U

Il 2012  è stato sicuramente l’anno di Mario, tra campi da tennis, giochi dell’oca, mondi di carta e febbre dell’oro, l’idraulico non ha avuto un attimo di riposo, e poteva lasciarsi sfuggire il giorno del lancio della nuova console Nintendo?
Ovviamente no, ecco quindi che ad accompagnare Wii U nei negozi troviamo New Super Mario Bros. U, nuovo capitolo 2D casalingo pieno zeppo di cose da fare.

Di nuovo al salvataggio?

Mario, Luigi, e i due Toad protagonisti già di New super Mario Bros. Wii si stanno godendo un tè con Peach, quando il castello viene nuovamente attaccato da Bowser e i suoi nipoti, questa volta  però, il Re dei Koopa cambia strategia, perchè rapire Peach, quando puoi spedire Mario e  i suoi amici lontano dal castello? Quindi con un enorme zampata meccanica  i quattro vengono spediti a Mondi di distanza, e dovranno  correre verso il castello della principessa, affrontando i nipotini di Bowser lungo il cammino.
Un’incipit che serve solo da pretesto per far scorrere il gioco, tra nuovi Power-up, come il fungo ghianda che ci trasforma in scoiattoli volanti, capaci di attaccarsi alle piattaforme o ai muri, e quelli classici come i fiori di fuoco e di ghiaccio.
Torna anche Yoshi, assente in New Super  Mario Bros. 2, e per l’occasione  porta anche i Baby Yoshi, ognuno con un potere diverso, ad esempio quello giallo potrà illuminare le zone buie, quello rosa si gonfierà come un palloncino e quello blu sparerà bolle che trasformeranno i nemici in monete e power-up.

Tre Salti tra Gamepad e TV

Se nell’episodio portatile di quest’estate Mario sembrava sotto tono, e non molto ispirato, in New Super Mario Bros. U scopriamo esattamente l’opposto: livelli colorati, diversi tra loro e finalmente di una difficoltà adeguata al predecessore per Wii.
Raccogliere le Monete bonus non sarà ne facile ne immediato, e alcune saranno irrangiungibili se non si possiede una buona tecnica di salto.
A facilitare le cose interviene il “Gioco assistito” che permette ad un altro giocatore ( che può essere la ragazza, il fratello, lo zio, o chiunque vogliate) di impugnare il pad e  aiutarvi posizionando delle colorate piattaforme a tempo, mentre vi accapigliate verso l’agognata bandierina.
Inoltre New Super  Mario Bros. U può essere giocato completamente sul Gamepad(ovviamente solo in single player), lasciando libero il televisore ma mantenendo la stessa vivacità e garantendo lo stesso divertimento sfrenato.

In Cinque è meglio… o no?

Come nel suo predecessore per Wii, anche in New super Mario Bros. U quattro giocatori potranno unire le forze per  sventare i piani di Bowser e soci, uniti ad un quinto che utilizzerà il pad per le colorate piattaforme già citate in precedenza ( oltre che  fermare pericoli ambientali e nemici), purtroppo con l’aumentare dei giocatori abbiamo riscontrato un lieve ritardo tra gamepad e  schermo della tv, quindi il gioco assistito diventa un massacro, soprattutto nei livelli troppo caotici.
Giocare in cinque resta un’esperienza da provare, anche per farsi due risate e non per completare New Super Mario Bros. U.

MettiMii alla  prova

A venire incontro alla nostra voglia di multiplayer sonostate aggiunte tre modalità secondarie denominate “Modalità Mii”; In “Caccia alle Monete” (già presente su Wii), fino a quattro giocatori potranno sfidarsi in diversi livelli  a quello che raccoglie più monete  nel tempo stabilito, ovviamente è valido  anche  gettare  i nostri  “compagni” nelle fauci di una pianta piranha, per ostacolarli e fargli perdere le  monete faticosamente raccolte.
In “Partita turbo” fino a cinque giocatori dovranno lottare contro il tempo in diverse serie di  livelli presi dal gioco,  niente casualità come in New super Mario Bros. 2, e la possibilità di morire massimo 5 volte prima di fallire il percorso, inoltre più monete si raccoglieranno, più la schermata scorrerà velocemente, garantendo una morte precoce ai giocatori meno abili.
L’ultima  modalità chiamata semplicemente  “Sfide” è dedicata al giocatore singolo, o al gioco assistito, e punta all’abilità del giocatore assiduo dei capitoli di Mario.
Per vincere le medaglie, bisognerà rispettare determinate richieste, ad esempio nelle sfide “Contro il tempo” bisognerà raggiungere la bandierina nei secondi stabiliti; in “1-UP mania” bisognerà saltare sui nemici senza toccare terra, e raggiungere un determinato numero di vite; in “Monete” si dovranno raccogliere tutte le monete, padroneggiando quindi il triplo salto dell’idraulico; in “Varie” ci saranno richieste  diversificate, come evitare le sfere di fuoco per un determinato periodo, o planare senza toccare terra; infine  in “Gioco assistito” un secondo giocatore col Gamepad  potrà aiutarci a raggiungere il traguardo soddisfando le richieste del gioco.
“Sfide” riesce a compiacere il giocatore  esperto dell’universo di Mario, donandogli un livello di difficoltà superiore alla modalità storia, e un buon motivo per continuare a giocare a questo capitolo casalingo dell’idraulico.

Dietro la copertina

Mario non è mai stato così ben definito come in New Super Mario Bros. U che ci mostra un salto grafico non indifferente dai capitoli passati, Mario in HD è bello, colorato e ricco di dettagli, pur conservando lo stile che da sempre caratterizza la saga, accompagnando  il tutto con nuovi brani musicali e remix dei classici della serie “New”.
Inoltre, sfrutta a pieno le caratteristiche di Miiverse, permettendo al giocatore di lasciare consigli su qualsiasi livello (segnalati nel gioco da un palloncino) e pubblicare screen di gioco; garantendo un confronto con gli altri utenti che  prima era possibile solo tramite pc.
Una gioia per gli occhi  degli appassionati, e un ottimo inizio per i neofiti, New super Mario Bros. U non può mancare nella vostra collezione, ed è sicuramente un’ottima introduzione  del genere Platform in questa nuova generazione inaugurata da Wii U.

Verdetto
9 / 10
Le salopette più belle di sempre
Commento
Sebbene il 2012 sia stato ricco di giochi sull'idraulico, New super Mario Bros. U riesce a distinguersi e eccelle dove New super Mario Bros. 2 ha fallito, diventando il miglior titolo di Mario e uno dei platform più belli dell'anno. I livelli non sono mai ripetitivi, con una difficoltà crescente come in passato, e la "Modalità Sfide" mette in evidenza quanto l'universo di Mario sia il più lontano possibile dall'universo Casual con cui è identificato ultimamente. Da avere ad ogni costo.
Pro e Contro
Modalità Sfida stimolante
Difficoltà ben calibrata
GamePad ben sfruttato

x Giocato in 5 risulta confusionario