Mushoku Tensei è sicuramente uno degli anime Isekai recenti di maggior successo. La serie anime dedicata all’opera è tutt’ora in corso ed ha saputo raccogliere sia i fan dell’originale light novel che nuovi ammiratori dell’opera di Rifujin na Maganote.

Se anche voi vi state godendo la serie e nel mentre aspettate i nuovi episodi state cercando qualcosa di nuovo a cui approcciarvi questo è l’articolo che fa per voi, dato che parleremo dei 12 anime da vedere assolutamente se vi piace Mushoku Tensei.

Vinland Saga

Una delle opere più interessanti e seguite degli ultimi anni, animata in due stagioni ancora in corso da Wit Studio e tratto dall’omonimo manga di Makoto Yukimura.

La trama segue la vita del guerriero vichingo Thorfinn, in un mondo appunto di ambientazione vichinga che si ispira a vicende storiche realmente avvenute.

Thorfinn è un guerriero divenuto tale per vendicarsi della morte del padre Thors, ucciso dal pirata Askeladd per conto del Re Sweyd in quanto anni prima aveva disertato per ritirasi a una vita tranquilla.

Come Rudeus anche Thorfinn subirà dei profondi cambiamenti nel corso della trama, dove verrà costretto a fare scelte terribili in scenari brutali di guerra.

Se la parte psicologica e riflessiva di Mushoku Tensei vi è piaciuta allora Vinland Saga non vi deluderà.

Konosuba

personaggi di Konosuba

La storia di KonoSuba parte con la più classica delle premesse delle storie isekai : Kazuma Satou è un hikikomori, amante di anime, manga e videogioch, che muore a causa di un incidente stradale nel tentativo di salvare una ragazza.

Giunto nell’aldilà, viene accolto da una dea di nome Aqua, che gli offre di essere reincarnato in un mondo alternativo in cui avrebbe affrontato il Re dei Demoni.

Tra le ulteriori concessioni vi è anche la possibilità di poter portar con sè un oggetto, abilità, qualsiasi cosa di suo piacimento da utilizzare come aiuto nel suo percorso contro il nemico.

La scelta del protagonista, nella sua demenzialità e nel suo tono provocatorio, riesce a riflettere in maniera molto accurata la natura comica dell’intera serie: il protagonista sceglierà infatti di portarsi dietro la dea stessa.

Come ben capibile dalla premessa siamo davanti a una serie con un piglio nettamente più comico e leggero di Mushoku Tensei, seppure condivida con quest’ultimo varie componenti tipiche del genere.

Asoolutamente consigliato se cercate una visione più comica e leggera, senza dimenticare comunque il valore dell’opera che la rende sicuramente uno dei migliori isekai presenti.

Log Horizon

i protagonisti di Log Horizon

Anime tratto dall’omonima serie di light novel scritta da Mamare Touno e illustrata da Kazuhiro Hara.

La trama della serie è ambientata nel mondo di Elder’s Tale, MMORPG più famoso al mondo a cui giocano migliaia di giocatori. Purtroppo per i protagonisti della serie, Shiro,Naotsugu e Akatsuki, questo mondo fantastico diventerà la loro prigione dato che misteriosamente non riusciranno più a uscire.

Per sopravvivere i tre fonderanno la gilda Log Horizon e si faranno strada nel mondo di gioco per tentare di risolvere il mistero che li ha intrappolati.

La parte che accomuna Log Horizon e Mushoku Tensei è sicuramente il loro rappresentare una versione più “matura” del classico anime Isekai. I personaggi del gioco infatti hanno dietro di loro giocatori reali con esperienze reali maturate in un mondo molto diverso da quello del gioco.

Dovranno quindi, come Rudeus, fare scelte molto difficili sulla base delle loro esperienze pregresse. Data la somiglianza dei temi e l’originalità dell’opera ve la consigliamo assolutamente.

Re: ZERO

vari personaggi di RE: ZERO

Nato inizialmente come light novel, illustrata da Shin’ichiro Otsuka e scritta da Tappei Nagatsuki, ha visto il suo successo esplodere con l’arrivo dell’adattamento animato nel 2015.

Com’è abbastanza classico in opere isekai tutto inizia col protagonista Subaru Natsuki, un hikikomori incallito, che viene catapultato in un mondo di stampo fantasy.

Qui fa conoscenza della mezzelfa Emilia, uno dei personaggi con i capelli bianchi più iconici degli anime, decidendo di aiutarla ma venendo ucciso assieme a lei poco dopo l’inizio della loro avventura.

Questo triste fato però, stranamente, non segna la sua fine. Poco dopo infatti si troverà nuovamente in vita, venendo portato nuovamente nello stesso posto in cui è stato evocato la prima volta.

Comprenderà quindi di avere il particolare potere di essere tecnicamente immortale, subendo come penalità alla morte “solo” il reset dell’intero mondo con solo lui effettivamente consapevole di quel che è successo precedentemente.

Da qui inizierà a sfruttare questa sua particolare caratteristica per capire come proteggere le conoscenze che farà man mano durante l’avventura, includendo sia Emilia che altri personaggi.

Nonostante le basi siano molto simili a Mushoku Tensei quello che spicca in Re: Zero è l’originalità del sistema delle morti di Subaru. Questo escamotage offre una serie infinita di sviluppi di trama dove ogni scelta porta a conseguenze diverse, rendendo l’opera varia e mai banale.

Sicuramente da recuperare per la sua originalità e per il suo essere uno dei migliori anime fantasy recenti.

The Ancient Magus Bride

personaggi di Ancient Magus bride

Serie anime di 24 episodi tratta dall’omonimo manga di Kore Yamazaki ed animata dallo Studio Wit.

La protagonista della storia è la giovane Chise Hatori, una ragazza che, dopo aver perso la sua intera famiglia negli anni precedenti, decide di svendere sé stessa ad un’asta per cambiare vita e trovare un po’ di luce nella sua vita dopo tanti anni di sofferenza.

Verrà acquistata quindi per la cifra esorbitante di 5 milioni di sterline da un particolare mago di nome Elias Ainsworth, che spicca principalmente per l’elevata altezza e la testa a forma di teschio canino.

Lo strano individuo la prenderà principalmente per farle da maestro nell’arte della magia, sviluppando le sue caratteristiche innate di maga.

L’opera quindi coprirà la vita della giovane da questo momento in poi, enfatizzando il suo percorso di apprendimento della magia e lo sviluppo del suo rapporto sentimentale con Elias stesso.

Proprio lo sviluppo dei rapporti tra i vari personaggi sarà il vero fulcro dell’opera e così come in Mushoku Tensei sarà data grande serietà e realismo alle varie evoluzioni emotive.

Se accompagnamo tutto questo a un comparto tecnico veramente magistrale abbiamo un ottimo anime da recuperare assolutamente.

Vita da Slime

personaggi di vita da slime

Uno dei grandi classici del genere isekai, animato in varie serie dallo Studio 8-Bit e tratto dall’omonima light novel di Fuse.

Come buona parte degli isekai anche qui troviamo un personaggio che dopo la sua morte viene trasportato in un mondo fantastico. In questo caso il protagonista è Satoru Mikami, un salaryman che muore accoltellato dopo aver salvato un colleg da un rapinatore.

La particolarità sta nel fatto che verrà rincarnato in uno slime cieco che, dopo aver stretto amicizia con il drago Veldra, inizia la sua avventura nel mondo raccogliendo intorno a sè una vasta schiera di seguaci.

Come Mushoku Tensei anche Vita da Slime può contare su una trama molto solida, con personaggi mai lasciati a sè stessi e ben caratterizzati.

Tutto questo unito a un ottimo comparto tecnico ha contribuito a renderlo uno dei grandi classici del genere e un anime da recuperare assolutamente.

Yona of the Dawn

personaggi di Yona of the Dawn

Anime di 24 episodi animato dallo studio Pierrot tratto dall’omonimo manga scritto di Mizuho Kusanagi e serializzato sulla rivista Hana no Yume.

La protagonista della storia è Yona, una giovane principessa dai capelli rossi ed erede al trono del Regno di Koka. La ragazza conduce una vita tranquilla nel castello di Hiryu insieme al Re, all’amico nonché guardia del corpo Son Hak e al cugino Suwon, per cui prova sentimenti d’amore.

Le vicende prendono una strana piega quando Yona, durante la notte del suo sedicesimo compleanno, assiste all’omicidio del padre per mano del cugino nel tentativo di esurpare il trono.

Dopo esser stata salvata da Son Hak decide di partire con lui alla ricerca dei quattro Guerrieri Dragoni, le reincarnazioni dei Quattro Draghi originali della leggenda, per riprendersi il trono che le spetta di diritto.

Come in Mushoku Tensei abbiamo un protagonista che viene smosso dalla situazione iniziale a causa di eventi tragici e per questo dovrà far fronte alla avversità con tutto sè stesso.

Yona è una protagonista forte, il cui carattere cambierà molto durante le sue avventure, e offre un bell’esempio di eroina femminile in un anime recente.

The Wandering Witch

Anime di 12 episodi tratto dall’omonima light novel di Jouji Shirahishi, segue le avventure della giovane strega Elaina in giro per un mondo a tema fantasy.

La ragazza, enfant prodige della stregoneria, è un appassionata del libro “le avventure di Niké“, una raccolta di avventure vissute dalla strega Niké. Il libro ispira Elaina a tal punto che la ragazza, dopo aer guardagnato il titolo di Strega delle Cenere, decide di girare il mondo come la sua eroina.

A differenza di quanto ci si possa aspettare Elaina però fa spesso da spettratrice alle vicende, interenendo solo quando richiesto e spesso ignorando le conseguenze di ciò che succede nei vari episodi autoconclusivi.

Del resto il suo scopo è viaggiare, non salvare persone o cambiare situazioni in corso. Ne risulta quindi un opera molto originale, dove in maniera simile a Mushoku Tensei il personaggio principale non è stereotipato ma unico nelle sue caratteristiche positive e negative.

Sicuramente un opera da recuperare per la sua originalità.

Grimgar

Anime di 12 episodi animato da A1 Picture e tratto dall’omonima light novel scritta da Ao Jumonji.

La serie ha come protagonista Haruhiro, un ragazzo che si risveglia insieme ad altre dodici persone in un mondo chiamato Grimgar. Nessuno di loro ha memoria del loro passato e per sopravvivere nel mondo si reclutano come soldati dell’Esercito Volontario della città di frontiera Alterna.

Il gruppo di cui fa parte Haruhiro è guidato dal leader Manato e grazie alle qualità della squadra i personaggi riescono a farsi strada nel mondo. Purtroppo durante una missione Manato muore e Haruhiro, scosso nel profndo, decide di guidare il gruppo in memoria del leader e amico.

Grimgar propone uno slice of life molto maturo, con protagonisti che vivono la brutalità del combattimento e in cui sopravvivvere è difficile e porta a scelte vitali. Come in Mushoku Tensei la quotidianità viene mostrata con buon realismo e lo spettatore non potrà fare a meno di appassionarsi alle avventure dei protagonisti.

Ascendance of a bookworm

Serie anime ancora in corso tratta dall’omonima ligh novel di Miya Kazuki, ha come protagonista la bibliotecaria Urano Motosu. La ragazza, dopo aver trovato il lavoro dei suoi sogni in una biblioteca universitaria, muore schiacciata dai libri durante un terremoto.

Per lei questa non sarà la fine dato che si reincarnerà in una bambina di 5 anni che abita in un mondo fantasy. Questo per lei sarà un vero inferno, data la salute cagionevole della bambina e il vivere in un mondo medievale e poco alfabetizzato.

Per farsi strada nel mondo la ragazza stessa deciderà di creare libri, riuscendo a finanziare le sue produzioni attraverso la creazione di oggetti scontati nel mondo moderno ma di grande pregio nel mondo medievale di cui è a conoscenza data la sua vita passata.

Come Rudeus anche Urano dovrà farsi strada in un mondo che non conosce, avendo la possibilità di riniziare da capo potendo creare qualcosa di unico ed importante. I suoi sforzi per realizzare i suoi sogni, come quelli del protagonista di Mushoku Tensei, sapranno sicuramente catturare gli spettatori ed è per questo che ve lo consigliamo assolutamente.

Rising of the Shield Hero

Nato come light novel e successivamente adattato in un anime, The Rising of the Shield Hero è un fantasy di sottogenere isekai, avendo quindi come premessa il viaggio del protagonista in un altro mondo.

Dopo esser stato trasportato in un mondo fantasy attraverso un libro, il giovane universitario Naofumi Iwatani verrà scelto come uno dei quattro eroi a cui viene affidata un’arma leggendaria, responsabili di proteggere il regno dalle ondate cicliche di nemici.

Nel suo caso, viene scelto come eroe dello scudo, la più debole delle armi, e per questo viene ostracizzato e maltrattato dagli altri del gruppo, venendo infine accusato ingiustamente di tentato stupro e allontanato da loro.

Ormai solo e colmo di rabbia, il ragazzo sarà costretto a farsi strada in quel mondo crudele, incontrando anche compagni che lo aiuteranno come Filo e la ragazza tanuki Raphtalia.

Anche Rising of the Shield Hero come Mushoku Tensei è un anime che parla di riscatto, dove il protagonista dovrà affrontare un mondo crudele per avere l’opportunità di cambiare la sua sorte e dimostrare di valere qualcosa.

La storia intrigante di Naofumi, unita a un bel comparto di personaggi ad accompagnarlo nella sua avventura, hanno reso Rising of the Shield Hero una delle opere più apprezzate degli ultimi anni e un anime da recuperare sicuramente.

Saga of Tanya the Evil

La saga di Tanya the Evil è anime di 12 episodi tratto dall’omonima light novel scritta da Carlo Zen. Protagonista della storia è un cinico salaryman che, dopo aver licenziato un suo dipendente, verrà da lui assassinato.

Ritrovatosi di fronte a Dio ma sempre privo di fede, l’uomo si ritroverà catapultato in un mondo parallelo con un’ambientazione simile a quella della Grande Guerra. Nelle vesti di Tanya, una giovane ragazza, dovrà sfruttare questa opportunità concessagli per redimersi delle azioni commesse nella vita precedente.

Se infatti Tanya dovesse morire in modo cruento o se non si fosse convertita a Dio, non gli sarebbe perdonato alcun peccato.

Tanya allora intraprenderà una prestigiosa carriera militare per distanziarsi dalle legioni più vicine al fronte ed evitare quindi la morte sul campo di battaglia, ma per farlo rischia di commettere gli stessi atti scellerati che hanno causato la sua precedente dipartita.

Il suo appartenere al genere seinen e la sua ambietazione cruenta rendono l’anime molto più spinto e destinato a un pubblico adulto. A differenza di Mushoku Tensei il protagonista non è una figura positiva e viene limitato solo dal patto fatto con Dio dal commetere atti terribili.

L’opera tutto sommato è assolutamente da recuperare per il semplice fatto che è molto innovativa per il genere a cui appartiene e permette di goderne con degli spunti diversi dal solito.

Hai altre domande, bisogno di aiuto o semplicemente ti va di parlare di videogiochi? Ci trovi anche al Baretto Videoludico, a cercare di portare il nostro medium preferito oltre le regole.

#LiveTheRebellion