Un genere che ha sempre saputo ritagliarsi un grande successo all’interno del panorama degli anime giapponese è sicuramente quello sportivo. Spesso lo sport è la base su cui si poggiano storie di grandi avventure che col tempo sono diventati grandi pietre miliari dell’animazione.

Quest’oggi vi daremo un assaggio di quelli che secondo noi sono dei must see in fatto di opere dedicate allo sport. Vi ricordiamo che la maggior parte degli anime che vi proponiamo li potete trovare sulle varie piattaforme di streaming, di cui abbiamo parlato nel nostro pezzo che spiega dove vedere anime.

Tra l’altro alcune di queste opere rientrano nella nostra lista delle migliori produzioni animate di sempre.

Ping Pong The Animation

Makoto Tsukimoto

La storia di “Ping Pong The Animation” è incentrata su Tsukimoto e Hoshino, due amici d’infanzia che giocano a ping pong sin da quando erano studenti delle elementari.

Tsukimoto è un ragazzo con gli occhiali, impassibile e descritto come un robot da tutti quelli che lo conoscono, che gioca “per ammazzare il tempo”.

Hoshino è invece l’appassionato e carismatico eroe che Tsukimoto idolatrava durante la loro infanzia. A differenza di Tsukimoto gioca perché “ama il ping pong e odia perdere”.

Si tratta di un’opera molto psicologica e che trascende la semplice narrazione sportiva. Infatti, uno dei lati più affascinanti di questo anime è il focus sui personaggi e sul loro rapporto con lo sport, piuttosto che l’attività in quanto tale.

Tra l’altro, è anche una dei migliori anime di breve durata, quindi se non avete troppo tempo dovreste essere in grado di recuperarla in tempi ragionevoli.

Dove recuperarlo: Crunchyroll, VVVVID

Haikyu!!

Shoyo Hinata con i compagni di squadra

Haikyu!! è un manga shonen scritto e disegnato da Haruichi Furudate.

Dopo aver assistito a una partita di pallavolo il giovane Shoyo Hinata si pone come personale obiettivo di diventare “Il piccolo Gigante”, soprannome dato ad un basso ma tenace giocatore della squadra del liceo Karasuno.

Entrato nel club di pallavolo della sua scuola media affronta insieme alla sua squadra il torneo interscolastico, venendo sconfitto da un formidabile giocatore di nome Tobio Kageyama, chiamato il “re del campo”.

Desideroso di arrivare ai vertici e di prendersi la rivincita su Kageyama Hinata continua a praticare la pallavolo anche alla sua entrata alla scuola superiore Karasuno. Qui entra nel club scolastico ma, purtroppo per lui, la persona che ha giurato di superare è un suo nuovo compagno di squadra.

Molti dei tratti distintivi di questo anime richiamano Slam Dunk, pietra miliare degli anime sportivi di cui vi parleremo.

Ciò che accomuna Haikyu!! con Slam Dunk, opera del maestro Inoue, è la scelta di ponderare la parte “sportiva” lasciando maggior spazio alla parte narrativa. Di conseguenza è molto facile imbattersi in episodi in cui la componente dinamica viene a mancare a favore di un ritmo più lento in cui i personaggi si lasciano andare a lunghe riflessioni.

Haikyuu!! si sofferma molto sull’importanza delle motivazioni e dei sogni che spingono i protagonisti senza risultare mai approssimativo da questo punto di vista.

Dove recuperarlo: Netflix

Slam Dunk

Sakuragi Hanamici salta per prendere un rimbalzo, in primo piano alcuni compagni di squadra

Slam Dunk è uno spokon scritto e disegnato dal mangaka giapponese Takehiko Inoue e ambientato nel mondo della pallacanestro liceale.

Hanamichi Sakuragi è un giovane teppista attaccabrighe che si iscrive al primo anno della scuola superiore Shohoku, nella prefettura di Kanagawa. È particolarmente sfortunato con le ragazze e ciò lo rende il triste bersaglio delle ripetute prese in giro da parte dei suoi amici Mito, Okusu, Takamiya e Noma.

Dopo essere stato scaricato da una ragazza che era innamorata di un giocatore di basket, Hanamichi inizia ad odiare questo sport, tuttavia le cose cambiano quando incontra Haruko Akagi, matricola come lui e appassionata di pallacanestro.

Haruko incoraggia Hanamichi ad entrare nella squadra di basket a causa della sua altezza e prestanza fisica. Hanamichi se ne innamora perdutamente e accetta solo per poterla conquistare.

Qui inizia il percorso di Hanamichi che grazie al suo talento e alla sua caparbietà diventerà un giocatore dello Shohoku. Un anime divertente, appassionante e molto approfondito alla storia dei personaggi. Una pietra miliare dei manga sportivi da non perdere assolutamente.

Dove recuperarlo: Yamato Video

Holly e Benji – Due fuoriclasse

Holly e Benji

Holly e Benji – Due fuoriclasse è il nome dell’anime tratto dal manga Capitan Tsubasa. Prodotto e realizzato dal 1983 al 1986 dalla Tsuchida Production, è composto da 128 episodi che raccontano la storia dei primi 25 tankobon del manga originale di Yoichi Takahashi.

Oliver Tsubasa Hutton è un ragazzino di 12 anni che sogna di vincere i mondiali di calcio con il Giappone. Appena trasferitosi nella città di Fujisawa, Holly è inizialmente desideroso ad iscriversi nella squadra di calcio della scuola Saint Francis , poiché deciso a conoscere e giocare in squadra col fortissimo portiere e capitano Benjamin Price.

Prima ancora di realizzare il suo intento però fa amicizia col maldestro difensore e capitano della scadente squadra di calcio della scuola Newppy Bruce Harper ed il centrocampista Tom Becker, anche lui da poco trasferitosi in questa città. I due vedendo in Holly un grande potenziale alla fine lo convincono ad entrare nella Newppy.

Successivamente tutte le squadre della città si fondono in una sola, la New Team, che partecipa al campionato nazionale delle elementari. Durante il campionato i protagonisti incontreranno numerosi avversari come la Hot Dog dei gemelli Derrick, la Mambo di Julian Ross e la Muppet di Mark Lenders.

Questa serie sportiva è diventata famosa per i campi da calcio infiniti, i tiri che bucano la rete o che spingono il portiere in porta ma a parte qualche elemento fantasioso o esasperato rimane uno dei capolavori del genere sportivo.

Una serie da non perdere per gli amanti di sport e soprattutto di calcio, che ha segnato l’infanzia di chi è nato negli anni ’90.

Dove recuperarlo: Italia 1, Sky

Yuri!!! on Ice

Yuri!!! on Ice è una serie anime prodotta da MAPPA e diretta da Sayo Yamamoto, trasmessa in Giappone dal 5 ottobre al 21 dicembre 2016. La storia segue le vicende di Yuri Katsuki, un pattinatore di figura giapponese professionista che mira a vincere il Grand Prix ISU.

Punti di forza dell’anime oltre alla qualità delle animazioni sono anche le coreografie delle varie esibizioni e lo sviluppo dei personaggi che non mancheranno mai di rendere lo spettatore partecipe dei loro pensieri.

La profonda crescita e sviluppo dei personaggi lo rende sicuramente un anime da recuperare non solo per chi ama il pattinaggio ma anche per chi cerca una storia emozionante con animazioni di grandi qualità.

Dove recuperarlo: Crunchyroll

Hajime no Ippo

Ippo Makunouchi sferra un pugno

Hajime no Ippo è un manga giapponese creato dal maestro George Morikawa ed edito dalla Kodansha sulle pagine del Weekly Shonen Magazine a partire dal 1989. La serie è raccolta in oltre 100 tankobon, per un totale di oltre 1000 capitoli.

Il manga è stato successivamente adattato in anime, ad opera dello studio Madhouse, e mandato in onda dalla Nippon Television dal 3 ottobre 2000 al 27 marzo 2002 per un totale di 76 episodi, mentre la seconda serie denominata Hajime no Ippo New Challenger è andata in onda sempre su Nippon Television dal 6 gennaio 2009 fino al 30 giugno 2009.

Per l’autunno 2013 è stata annunciata una nuova trasposizione animata coprodotta da Madhouse e MAPPA.

Il protagonista della storia è Ippo Makunouchi, un liceale giapponese dal carattere timido e gentile che tuttavia non può condurre una vita spensierata come la maggior parte dei suoi coetanei. Orfano di padre, infatti, Ippo è costretto ad aiutare sua madre nella gestione dell’azienda ittica di famiglia.

Questo è un lavoro molto duro che gli impegna tutta la giornata, costringendolo a sacrificare il suo tempo libero. A causa del suo lavoro, viene inoltre bullizzato da tre ragazzi i quali non fanno altro che tormentarlo, sia picchiandolo che insultandolo.

Un giorno, un insulto diretto a sua madre spingerà Ippo a reagire. Ormai quasi rassegnatosi a ricevere l’ennesimo pestaggio, il ragazzo verrà però incredibilmente salvato da Mamoru Takamura, pugile professionista capitato per caso sul luogo della rissa.

Colpito dalla sua sicurezza e dalla sua potenza, Ippo gli chiederà dunque di potersi allenare nella sua palestra per imparare la boxe e così poter capire cosa significhi veramente essere forti. Da quell’incontro, dunque, la vita di Ippo sarà un incredibile susseguirsi di vicende tutte legate al mondo del pugilato.

Allenamento dopo allenamento il ragazzo scoprirà in lui un inaspettato spirito guerriero. Con il supporto dei tanti amici che troverà sul suo cammino, il timido ed insicuro liceale si trasformerà infatti in un pugile professionista, rispettoso del suo sport ed intenzionato a crescere anche come uomo e non solo come combattente.

Dove recuperarlo: Crunchyroll

Baki

Baki Hanma sferra un calcio volante

Grappler Baki è un manga di Keisuke Itagaki. È stato pubblicato sulla rivista Weekly Shonen Champion dal 1991 al 1999, contando 42 volumi.

Da tale opera sono scaturiti tre sequel: New Grappler Baki , iniziato nel 1999 e terminato nel 2005, Baki: Son of Ogre, iniziato nel 2005 e finito nel 2012, e Baki Dou. In seguito sono state tratte due serie anime, la prima del 2001 e la seconda del 2018.

L’anime racconta le avventure di un ragazzo chiamato Baki Hanma che cerca di farsi strada nel mondo della lotta da strada. Inizialmente lo vediamo come burattino nelle mani della madre, Emi Akezawa, ma questa viene uccisa da suo padre Yujiro, l’essere più forte di tutto il pianeta. Baki quindi si pone l’obbiettivo di diventare il combattente più forte del mondo e sconfiggerlo.

Gli scontri violenti e la grande attenzione al mondo delle arti marziali lo rendono un classico del genere da recuperare sicuramente per chi ama gli anime di combattimento.

Dove recuperarlo: Netflix

Initial D

Takumi Fujiwara appoggiato alla sua auto

Initial D è un manga scritto e illustrato da Shuichi Shigeno e pubblicato nel 1995 dalla Kodansha, da cui sono stati tratti cinque serie anime, un anime film, due OAV ed un film live action.

Il manga, e di conseguenza l’anime, è stato revisionato dal pilota professionista Keiichi Tsuchiya, da qui ne deriva l’incredibile accuratezza dei dettagli e soprattutto le nozioni tecniche utilizzate dai personaggi per descrivere il drifting.

In Italia la serie animata è stata parzialmente edita dalla Shin Vision, che ne ha tradotte e pubblicate le prime dodici puntate.

La storia perla di Takumi Fujiwara, un ragazzo di diciotto anni che aiuta suo padre Bunta nella gestione di dell’attività di famiglia, un negozio di tofu nella città di Shibukawa. Takumi si occupa delle consegne ad un hotel nel lago vicino al monte Akina (basato sul monte Haruna) a bordo di una Toyota Sprinter Trueno AE86 di proprietà del padre.

Come risultato di questo suo allenamento quotidiano, Takumi diventerà un pilota esperto di drifting, capace di guidare con abilità su qualsiasi strada di montagna e contro ogni avversa condizione climatica. Per Takumi è solo l’inizio della sua ascesa nel mondo delle corse su strada.

Dove recuperarlo: Shin Vision

Kuroko’s Basket

Kuroko e suoi compagni della generazione dei miracoli

Kuroko’s Basket è un manga spokon scritto e disegnato da Tadatoshi Fujimaki. Pubblicato sulla rivista Weekly Shonen Jump a partire da dicembre 2008, la storia segue le vicende della squadra di basket del Liceo Seirin nel tentativo di vincere il campionato nazionale. Dal manga è stata tratta una serie anime di tre stagioni.

Tetsuya Kuroko, il sesto membro della “Generazione dei Miracoli“, e Taiga Kagami, un giocatore dal talento naturale che ha trascorso gran parte della scuola media in America, entrano a far parte della squadra del Seirin ed intendono portarla ai campionati nazionali.

Il loro desiderio li porterà a scontrarsi con altri membri “Generazione dei miracoli”, composta da cinque giocatori dal talento eccezionale, considerati i più forti di tutto il Giappone, che cercheranno di mantenere il loro trono di giocatori imbattibili.

La serie analizza inoltre le dinamiche legate al gioco di squadra e alla passione per il gioco del basket. Da considerarsi l’erede di Slam Dunk, è una serie imprescindibile per gli appassionati di pallacanestro.

Dove recuperarlo: Netflix

Inazuma Eleven

Mark Evans e i suoi compagni di squadra

Inazuma Eleven è una serie anime e un manga, che nasce dall’omonimo videogioco per Nintendo DS. Scritti e disegnati da Ten’ya Yabuno e pubblicati da Shogakukan sulla rivista CoroCoro Comic. L’anime è prodotto da OLM e trasmesse da TV Tokyo.

La squadra della Raimon qualche decennio prima veniva considerata una delle squadre di calcio più forti, ma ad oggi il club rischia di essere smantellato per mancanza di membri. Toccherà a Mark Evans, il capitano della squadra, riportare la Raimon alla gloria vincendo il prestigioso campionato del Football Frontier.

Inazuma Eleven è considerato l’erede di Holly e Benji (Capitan Tsubasa), molte delle meccaniche di svolgimento sono simili seppur più fantasiose. La serie inoltre, ha vinto il premio Kodansha per i manga nella categoria kodomo (anime e manga per bambini).

Dove recuperarlo: Netflix

Diamond no Ace

Eijun Sawamura con i suoi compagni di squadra

Diamond no Ace è un manga spokon dedicato al baseball, scritto e disegnato da Yuji Terajima e serializzato sulla rivista Weekly Shonen Magazine di Kodansha dal 2006.

La serie è incentrata sulle vicende personali e professionali del lanciatore Eijun, deciso fermamente a lasciare la propria scuola di periferia per trasferirsi a Tokyo con una forte squadra di baseball.

Premiato nel 2008 agli Shogakukan Manga Award per la categoria shonen e nel 2010 ai Kodansha Manga Award per il miglior shonen manga, il fumetto è stato adattato in una serie anime da due stagioni prodotta da Madhouse e Production I.G. L’anime è stato trasmesso dal 6 ottobre 2013 al 29 marzo 2016 su TV Tokyo.

Il diamante è al quale fa riferimento il titolo è quello delle basi di gioco sul campo di baseball, mentre l’asso in questione è il quindicenne Eijun Sawamura. Eijun è lanciatore originario di Nagano che lascia il suo paese per frequentare una scuola d’elite di Tokyo sede di un importante team.

Insieme al brillante ricevitore Kazuya Miyuki, studente al secondo anno, e al resto della squadra, Eijun si batterà per la vittoria del campionato liceale di baseball nello storico Stadio Koshien.

Dove recuperarlo: Crunchyroll

Eyeshield 21

Sena Kobayakawa in primo piano

Eyeshield 21 è un manga spokon dedicato al football americano scritto da Riichiro Inagaki e illustrato da Yūsuke Murata.

La trama di Eyeshield 21 ruota attorno a un ragazzo umile e dal fisico minuto di nome Sena Kobayakawa che si iscrive alla scuola secondaria Deimon Private Senior High, frequentata dalla sua amica d’infanzia Mamori Anezaki.

Le sue uniche caratteristiche fisiche degne di nota sono la velocità di corsa e l’agilità di schivare gli ostacoli, abilità che catturano l’attenzione del capitano della squadra di football Americano della scuola Yoichi Hiruma.

Yoichi obbliga Sena ad unirsi al team dei Deimon Devil Bats nel ruolo di running back ed il ragazzo è quindi costretto ad assumere pubblicamente il ruolo di manager mentre entra in campo solamente con una visiera sotto lo pseudonimo di Eyeshield 21.

dettagli dell’anime sono molto curati, le espressioni e le scene di gioco sono ben rappresentate e chiare, il che aiuta sicuramente a capire le dinamiche di gioco anche per chi di football americano non sa nulla.

L’anime ha un ottimo mix tra momenti di serietà e di estrema comicità che lo rende sicuramente divertente da guardare. La caratterizzazione dei personaggi è eccellente, ognuno con le proprie particolarità, che li rende facili da ricordare.

Dove recuperarlo: Crunchyroll

Mila e Shiro – Due cuori nella pallavolo

personaggi di Mila e Shiro

Anime del 1984 tratto dall’omonimo manga prodotto nel 1984 da Jun Makimura e Shizuo Koizumi.

La trama narra la crescita sportiva di Mila Hazuki, una giovane ragazza di campagna che dopo essersi trasferita in città si appassiona allo sport della pallavolo. Il desiderio di seguire a sua volte le orme della madre, una ex campionessa di pallavolo, la portano ad allenarsi per entrare nella nazionale giapponese e diventare una delle migliori giocatrici di sempre.

Oltre al valore storico dell’anime, che ha fatto innamorare una generazione intera alla pallavolo, sicuramente tra i punti di forza possiamo trovare la narrazione appassionante dei match e il realismo con cui sono trattati. Sicuramente da non perdere per chi ama questo sport e vuole recuperare un capolavoro del genere.

Dove recuperarlo: Italia 1

Kengan Ashura

Il protagonista oma Tokita

Anime del 2019 tratto dall’omonimo manga creato da Yabako Sandrovich e illustrato da Daromeon. La trama parla di Oma Tokita, un combattente di arti marziali miste che lotta nel torneo Kengan allo scopo di dimostrare la sua forza e risolvere vari conti personali.

Come in Baki, capolavoro degli anime di arti marziali, anche qui le tecniche sono un misto tra realtà e fantasia, comunque mai eccessiva e coerente con la narrazione.

Gli scontri sono il vero punto di forza dell’anime ed oltre ad avere un alto grado di spettacolarità riescono a tramandare allo spettatore anche lo stile di vita e le convinzioni dei vari combattenti, che non sono mai piatti e fini a sé stessi.

Sicuramente consigliato a chi ama le arti marziali e gli anime fatti da scontri memorabili.

Dove recuperarlo: Netflix

Run with the Wind

i personaggi di Run in the wind

Anime del 2018 tratto dall’omonima novel prodotta nel 2006 da Shion Miura. La trama parla di Kakeru, un corridore la cui vita viene salvata da Haiji, a sua volta corridore per l’università Kensei. Dopo l’incontro tra i due Haiji convince Kakeru ad unirsi a lui per formare una squadra e partecipare alla prestigiosa maratona Hakone Ekiden.

Il vero punto di forza dell’anime, oltre all’ottima trattazione delle dinamiche legate alla corsa, è grande enfasi sulle dinamiche della vita dei protagonisti, con tutti i membri del team che sono ben delineati.

Sicuramente un anime da recuperare per le emozioni che sa dare e per la qualità dei personaggi principali.

Dove recuperarlo: Crunchyroll

L’uomo tigre

il protagonista dell'uomo tigre

Scritto nel 1968 da Ikki Kajiwara e disegnato da Naoki Tsuji, L’uomo tigre è l’adattamento animato di uno dei manga sportivi più famosi di sempre.

La storia parla di Naoto Date, un orfano che decide dopo una visita allo zoo di diventare forte come una tigre per combattere le ingiustizie. Naoto riesce nel suo intento dopo essere stato allenato dalla Tana delle Tigri, un associazione che allena atleti al fine di guadagnare con i loro combattimenti truccati.

Col passare del tempo però il protagonista decide di aiutare le persone bisognose con le vincite causando così l’ira dei suoi vecchi padroni che cercheranno di ucciderlo ad ogni combattimento.

Gli scontri presenti nell’anime sono veri e propri caposaldi della storia dell’animazione e rendono l’anime imperdibile sia per la sua qualità che per il valore storico che indubbiamente possiede

Dove recuperarlo: Dynit

Hai altre domande, bisogno di aiuto o semplicemente ti va di parlare di videogiochi? Ci trovi anche al Baretto Videoludico, a cercare di portare il nostro medium preferito oltre le regole.

#LiveTheRebellion