Live #0: Di che colore sono i soldi su iCrewPlay?

Recensione Super Mario 3D World

Wii U si avvia verso il suo primo compleanno, con un parco titoli in crescita ma ancora agli inizi, che ha bisogno di una spinta e di un pezzo grosso.
Chi meglio di Mario e di EAD Tokyo, possono fornire a Wii U quello slancio necessario a farsi conoscere dal grande pubblico? E così, dopo aver esordito con le avventure 2d in New Super Mario Bros. U, l’idraulico più famoso del mondo approderà sugli scaffali europei il 29 Novembre con Super Mario 3D World.

Il Regno delle fate

Super Mario 3D World (da ora solo 3D World) è il seguito spirituale di Super Mario 3D Land, EAD Tokyo decide quindi di discostarsi ulteriormente dai due Super Mario Galaxy usciti per Wii, e portare i mondi divisi in livelli anche su console casalinga.
La trama è presto detta: le Princifate, piccole ospiti di Peach, vengono rapite dal solito Bowser e portate in diversi castelli nel Regno delle Fate. Utilizzando il tubo trasparente con cui il Re dei Koopa ha rapito l’amica della principessa, Mario, suo fratello Luigi, il Toad blu e la stessa Peach partono all’inseguimento verso una nuova e avvincente avventura.
Come al solito la trama nei titoli delle serie principali dedicate all’idraulico vestito di rosso è un mero pretesto per farci saltare, correre e arraffare più monete possibili.
Fin da subito potremo decidere con che personaggio affrontare l’avventura, e all’inizio di ogni livello potremo cambiarlo quante volte vorremo.
Ogni protagonista è diverso e possiede abilità particolari: Mario è il più bilanciato, Luigi salterà molto più in alto, Peach potrà galleggiare per qualche secondo a mezz’aria mentre Toad correrà più veloce.
A seconda di come preferite giocare, o dell’obiettivo che vorrete raggiungere, sta al giocatore scegliere il personaggio adatto ad ogni evenienza: nulla vi vieta di portare a termine tutta l’avventura senza usare l’idraulico baffuto, anche se va detto che in alcuni livelli sono disseminati degli speciali pulsanti attivabili da un protagonista preciso, una volta premuti permettono di sbloccare un timbro o una stella non ottenibili altrimenti (Quindi i completisti dovranno per forza utilizzare tutti i personaggi almeno una volta).
I livelli si diversificano tra loro per diverse caratteristiche: dalle piattaforme che cambiano a ritmo, a quelle semovibili, passando da livelli in cui dovremo toccare il touch-screen del gamepad o soffiare nel microfono per interagire con l’ambiente.
L’unica caratteristica che accomuna tutti i livelli è il dettaglio scenico: ogni mondo è studiato nel minimo particolare e può essere preso a se stante, come accadeva in 3D Land, è coloratissimo e si differenzia dagli altri per stile o obiettivi, l’unica similitudine è l’asta della bandiera da raggiungere e conquistare.
Oltre ai livelli tradizionali sono presenti le missioni di Capitan Toad, livelli single player dove dovrete guidare il funghetto in livelli tridimensionali senza la possibilità di saltare e le Case mistero, dove dovrete compiere diverse azioni entro il tempo limite per conquistare più stelle possibili.
3D World non solo è più longevo rispetto al suo predecessore per 3DS, ma offre anche un livello di sfida crescente e diversi collezionabili da raccogliere, tra cui dei timbri speciali che si potranno utilizzare nella stanza del gioco su Miiverse.

In 4 è meglio… quasi fino alla fine!

3D World si distingue da tutti gli altri Mario 3D per un fattore fondamentale: per la prima volta si potrà giocare fino a quattro giocatori in multiplayer locale; l’opzione di gioco che fino ad oggi è stata una prerogativa dei Mario 2D, esordisce quindi su Wii U con risultati altalenanti.
3D World ci permette di affrontare altri tre amici muniti di Wii Mote, singolo o in combo con il nunchuk, o di controller pro (sia Wii che Wii U) e di affrontare qualsiasi livello in gruppo (esclusi quelli di Capitan Toad).
In questo caso, quando colpiremo un blocco contenente un potenziamento, ne otterremo in un numero equivalente ai giocatori presenti, stessa sorte anche per gli strumenti di riserva che aumenteranno a seconda dei protagonisti su schermo.
Come notato nella nostra prova su strada ad inizio Luglio, a differenza del multiplayer dei Mario 2D, la telecamera non segue il giocatore più avanti nella zona di gioco, ma si concentra dove vi sono più personaggi, permettendo così un proseguimento più omogeneo nel corso del livello.
In 3D World sono presenti anche dei livelli speciali con un nuovo personaggio: Plessie il drago acquatico; cavalcando questo nuovo amico con altri giocatori, potremo muoverci più velocemente e saltare più in alto, a patto di sincronizzare i propri movimenti con quelli dei nostri compagni.
Se in single player il contatore delle vite salirà abbastanza velocemente (fortunatamente non quanto in 3D Land) è altrettanto vero che se giocherete con amici con un’abilità diversa, inferiore o superiore alla vostra, vedrete il contatore scendere molto velocemente, causando un game over di gruppo; se nei primi mondi infatti giocare con gli amici è divertente e competitivo, dopo la prima metà di gioco diventerà essenziale coordinarsi alla perfezione per non rischiare di perdere vite inutilmente e per arrivare sani e salvi all’asta della bandiera.
Questo aumento improvviso della difficoltà in multigiocatore si nota soprattutto nei livelli a ritmo, dove un salto nel momento sbagliato può fare la differenza tra la vita e la morte.

Power Up per tutti i gusti

Dopo il multiplayer, la principale novità di ogni nuovo capitolo di Mario che si rispetti è rappresentata dai Power Up.
In 3D World l’arsenale di poteri del nostro idraulico e della sua compagnia si arrichisce di nuovi costumi e nuovi Cubi, tutti sparsi appositamente nei vari livelli di gioco.
Il più utile ed usato è sicuramente la Super Campanella, che lo trasformerà in un adorabile micio in grado di arrampicarsi sulle pareti verticali e attaccare in volo i nemici con una capovolta; durante la prova di Luglio, il costume gatto ci sembrava troppo potente, fortunatamente nel gioco è stato reso più equilibrato grazie ad un livello di fatica (non visibile nel gioco) che farà scivolare il gatto verso il basso dopo un determinato limite di tempo passato ad arrampicarsi.
La Doppia Ciliegia invece permetterà a Mario di creare un suo clone, fino ad un massimo di cinque per personaggio, e di affrontare nemici numerosi, o boss particolari con l’ausilio di un vero e proprio esercito; è necessario aggiungere che, se giocherete in quattro, 3D World non subirà alcun rallentamento anche quando otterrete tutti il vostro piccolo esercito (fino ad un massimo di venti personaggi su schermo).
Tra i nuovi Cubi Aiuto segnaliamo quello Cannone, che trasformerà il livello in uno sparatutto in terza persona, con la possibilità di caricare il colpo tenendo premuto Y, e sgominare gruppi di nemici con un solo proiettile; e quello Torcia, che ci sarà utile nei livelli ambientati nelle ville dei Boo, per illuminare i dispettosi fantasmi e farci strada verso la porta giusta; ovviamente non mancano i classici power up che hanno reso famoso il nostro idraulico, come la foglia Tanooki e il Fiore di fuoco, oltre al Cubo elica e a quello moneta.
In 3D World Mario e i suoi amici possono raccogliere strumenti da lanciare contro i nemici, come palle da baseball o di neve, oppure salire a bordo di un pattino gigante e scivolare su enormi distese di ghiaccio, o ancora utilizzare un guscio di un koopa per farsi strada tra i nemici.
Tanti Power Up disseminati lungo tutti i livelli che permettono di volta in volta di affrontarli in modo diverso, a seconda dello stile di gioco che vogliamo adottare, c’è una scelta adatta ad ogni tipo di giocatore.

I vestiti nuovi dell’idraulico

3D World mostra finalmente Mario in alta definizione. Visivamente coloratissimo e ricco di dettagli, la nuova veste di Mario riesce a convincere grazie alla totale assenza di cali di frame e difetti grafici. Purtroppo su Gamepad il gioco riceve un effetto patinato abbastanza indecoroso, soprattutto se confrontato ai colori vividi dello schermo della televisione, dove, anche se poteva essere ancora meglio, convince e lascia di sasso.
La colonna sonora risulta una delle migliori della serie, capace di entrare nella testa del giocatore e non abbandonarla facilmente, grazie ai motivetti orecchiabili e assuefacenti.
Inoltre EAD Tokyo ha diviso l’audio su due canali: sullo schermo della televisione avremo la colonna sonora portante, mentre dal gamepad tutti gli eventuali effetti sonori tipici della serie, oltre che le percussioni o altri strumenti che si affiancheranno ai brani principali, rendendo le ore passate nel Regno delle Fate ancora più coinvolgenti.

Un ottimo lavoro dal punto di vista tecnico, stilistico e visivo, grazie alle differenze tra un mondo e l’altro che resteranno impresse nella memoria dei fan.

Verdetto
9.5 / 10
Come dio, ma con la coda da gatto
Commento
Abbandonate le galassie di Galaxy (forse ;) ) EAD Tokyo ci trascina in un nuovo regno e nel gioco che è la diretta evoluzione del titolo che abbiamo amato su 3DS l'anno scorso. Migliorando i pochi difetti di 3D Land (tra cui l'estrema facilità) 3D World convince in pieno gli amanti dell'idraulico baffuto con i suoi mondi ricchi di colori e di novità. Il multiplayer locale si rivela un'aggiunta simpatica e caotica al punto giusto, permettendo di vivere anche le avventure tridimensionali di Mario con gli amici seduti comodamente sul divano. Super Mario 3D World è il titolo di cui Wii U aveva bisogno. Ora sta a Nintendo e alle sue terze parti creare altri titoli volti a rafforzare la libreria della console.
Pro e Contro
Coloratissimo e divertente.
Livello di difficoltà crescente.
Multiplayer locale divertente...

x ...ma frustrante verso le fasi finali.