Live #0: Di che colore sono i soldi su iCrewPlay?

Anteprima Yoshi’s Woolly World

Sono cambiate parecchie cose dall’annuncio di Yoshi’s Epic Yarn all’E3 2013, prima di tutto il nome del titolo divenuto Yoshi’s Woolly World durante la stessa manifestazione lo scorso anno: non è mutata l’attesa verso questo nuovo titolo di Good Feel in uscita finalmente il prossimo 26 Giugno su Wii U. Dopo la nostra prova su strada a Parigi durante la Japan Expo, abbiamo scorrazzato nei mondi di lana in compagnia di Yoshi e siamo pronti a darvi qualche impressione in anteprima.

Mondo di lana

L’aspetto principale che ci colpì fin da subito di Woolly World è sicuramente lo stile visivo: Good Feel, dopo aver trasformato in stoffa Dream Land, tramuta completamente l’isola degli Yoshi in un agglomerato di lana. In una mattina tranquilla passata ad oziare, i piccoli dinosauri amigurumi vengono attaccati da Kamek, che li trasforma tutti, o quasi, in gomitoli colorati, portandoli via con se: toccherà ai due unici sopravvissuti Yoshi Verde e Yoshi Rosso, salvare gli amici durante i classici livelli a scorrimento  prevalentemente orizzontale che caratterizzano da sempre la serie di Yoshi’s Island.
Come successo in Yoshi’s New Island lo scorso anno, ogni mondo presenta otto livelli diversi, che pongono Yoshi e il giocatore di fronte ai nemici classici della serie come Piante Piranha, Tipi Timidi e Koopa, composti completamente di lana e bottoni.

11127722_10206792867928038_8259772836755434933_o

Oltre i classici cinque fiori da collezionare, e la richiesta di arrivare al termine del livello con la barra dell’energia al completo, in Woolly World, ci troveremo a raccogliere sia delle toppe timbro nascoste nelle gemme (e in grado di sbloccare per l’appunto dei timbri per miiverse) sia i gomitoli di lana per poter riassemblare i nostri amici Yoshi, ed utilizzarli nella nostra missione di salvataggio. Ogni Yoshi alternativo, ricomposto dopo aver raccolto tutta la lana magica di un livello (a gruppi di cinque)potrà dare il cambio al dinosauro del giocatoree proseguire l’avventura: sono cambiamenti puramente estetici e non nelle abilità, quindi il tutto è relegato al mero gusto personale dell’individuo.

Niente uova ma gomitoli

Yoshi’s Woolly World segue le classiche meccaniche della serie Yoshi’s Island, permettendo al giocatore di mangiare l’avversario e trasformarlo in un gomitolo di lana, per poterlo lanciare contro altri nemici o per creare piattaforme, tubi e quant’altro possa servire per arrivare al termine del livello. Come negli altri capitoli non mancheranno le nuvole con il punto interrogativo, in grado se colpite, di svelare passaggi nascosti o semplicemente collezionabili. Anche il livello di difficoltà di Woolly World si attesta (per il momento) sui canoni classici della serie: portare a termine il livello non è mai impossibile, riuscirlo a completarlo con tutti i cuori richiede invece un minimo d’attenzione in più da parte del giocatore.I livelli visitati (e completati) finora presentano ognuno una caratteristica peculiare: non vi sono mai due livelli troppo simili (come già accaduto negli altri due pezzi grossi del genere su Wii U) gettando Yoshi in corse sfrtenate su tende, o piramidi liberamente esplorabili; Good Feel ha fatto un buon lavoro sia per le atmosfere, sia per i segreti nascosti, anche se ci torneremo sicuramente più nello specifico in fase di recensione.

11358872_10206776625161979_853063228_n

E tu come giochi?

Good Feel offre quattro diversi sistemi di controllo: oltre il Gamepad e il Wii Mote in orizzontale (come provato a parigi) si potranno utilizzare il controller Pro di Wii U e anche quello classic di Wii garantendo probabilmente alla maggiorparte dei possessori della console Nintendo di condividere l’avventura lanosa di Yoshi con un amico. Purtroppo il Gamepad ha la sola funzione di controller, e Yoshi’s Woolly World non utilizza in alcun modo le caratteristiche peculiari della periferica di Wii U.
Tornando al multiplayer, i due giocatori dovranno collaborare per giungere alla fine del livello, ma potranno anche mettersi i bastoni tra le ruote ed impedire a vicenda la raccolta delle gemme,  nella schermata dei risultati infatti, verrà sancito chi ne avrà collezionate di più. Se rimaneste a corto di lana potrete utilizzare in qualsiasi momento il vostro compagno, lanciandolo come un vero e proprio gomitolo e cercando di prendere oggetti che da soli non riuscite a raggiungere, fortunatamente tutti i collezionabili sono ottenibili anche senza l’aiuto di un amico (che sicuramente facilità il tutto).

Commento
Yoshi's Woolly World per ora ha ripagato pienamente l'attesa, risultano una gioia per gli occhi e tutto sommato tranquillo da giocare: Good Feel ha saputo rinnovarsi e culla il giocatore che si trova a perfetto agio nel mondo di lana. Restano purtroppo alcuni interrogativi come ad esempio il mancato utilizzo del gamepad e l'effettiva longevità del titolo, ma certamente torneremo a parlarne in fase di recensione.
Pro e Contro
Stile visivo eccezionale
Grande rigiocabilità

x Effettiva longevità
x Utilizzo del Gamepad