Gamefreak sembrava aver fatto una trama decente, poi si è impantanata in una neve fatta di cutscene.

La cutscene che circonda le Terre Innevate della Corona. Scegliere questa analogia è stata per me una sofferenza. Questo secondo DLC di Pokémon Spada e Scudo è stato il colpo definitivo. È proprio quella pugnalata che ti fa sentire un re tradito. Gamefreak, mannaggia a te, come faccio a difenderti ancora dopo tutto quello che mi stai facendo?

Ancora una volta non vi mentirò: Io amo pokémon. Lo amo davvero con tutto il cuore. Non potrei fare a meno di giocare ad un titolo di questo franchise neanche se mi cingessero la testa con una corona di spine. Una corona dolorosa proprio come questo DLC. Un cerchio alla testa che per ore mi ha fatto pregare qualsiasi divinità affinché qualcosa migliorasse. Purtroppo, però, amo questa saga, e quindi sarà impossibile per me essere oggettivo. Non posso sul serio. Quindi, prima che cominci, sappiate che fate ancora in tempo a chiudere la pagina e ad andare al cospetto di un nuovo sovrano. Per tutti gli altri, preparatevi a incontrare il re delle Terre Innevate della Corona.

Scena 1 – Troppe idee

Troppe idee. Gamefreak troppa roba hai voluto mettere in queste 4 ore di gioco totali. Troppa roba che palesemente sono pezzi di trama che non ce l’hanno fatta ad entrare nel gioco originale. E sapete cosa? L’idea di Calyrex e del suo destriero è pazzesca. Un’idea che si meritava un DLC a parte. Un contenuto dove, però, non bisogna fare avanti e indietro da una zona a caso ad un villaggio con 4 case contate. Ma un contenuto corposo che ti narra le vicende di quella terra dimenticata e del suo re ormai alla rovina. Un re pokémon che si lega perfettamente a tutto ciò che hanno costruito durante la storia principale.

Invece no, i suoi sudditi hanno perso la fede e hanno estratto la corona dalla sua statua. Nessuno ricorda più il suo volto, solo vecchie storie di personaggi prossimi alla morte. Proprio come Gamefreak.

Invece no, Gamefreak ha deciso di aggiungere tutti i leggendari in questo DLC, e di contestualizzarli anche. In 4 ore. Ed ecco quindi che i regi sono uno spettro mal riportato di ciò che erano all’epoca di Rubino e Zaffiro, con enigmi vergognosi per non farci mancare nulla, e i tre uccelli leggendari forma Galar sbucano all’improvviso senza motivo e si fanno catturare come qualsiasi pokémon a caso. Il tutto, ovviamente, raccontato da cutscene lunghissime che si triggereranno dopo ogni azione che farete. E per forza! Se devi raccordare una mole così grande di informazioni, come fai se il giocatore perde tempo in giro per la mappa invece di seguire la storia? la storia principale insegna…

Scena 2 – Tra terre e tane

Voglio riprendere l’argomento “andare in giro avanti e indietro”. Le Terre Innevate della Corona non hanno solo cutscene, ma anche tanta terra da esplorare… Circa. In realtà la mappa è variegata, con climi diversi, pokémon e zone dai nomi iconici e altisonanti, ma è stranissima. Vi giuro che sembra al contempo enorme e piccolissima. Non so come faccia a restituire questa sensazione. Quando girerete in bicicletta vi sembrerà di non arrivare mai da nessuna parte, complice anche il fatto che, a parte schivare i pokémon che vi spawneranno davanti facendovi prendere un colpo, non ci sarà nulla di nulla da fare. Quando dovrete fare le missioni della storia vi sembrerà minuscola, visto che per come si mostreranno gli eventi, vi sembrerà davvero strano non vagare all’interno di strutture imponenti o dungeon difficilissimi (vi siete dimenticati del Monte Corona eh). Volevi un vero regno? Hai avuto un giardino.

Marchio di qualità imperiale, invece, per le Avventure Dynamax. Unico vero tesoro di questo regno. La nuova modalità è esattamente quello che dovrebbe essere pokémon: incontri tattici che portano ad uno scontro epico. Solo la strategia in battaglia inclinerà l’ago della bilancia verso un’ignobile sconfitta o una memorabile vittoria. E, soprattutto, la cattura assicurata. Basta con queste percentuali senza alcun senso. Ore e ore a lanciare pokéball nella speranza di catturare il leggendario di turno. Se ci aggiungiamo, poi, che spesso ci toccherà resettare perché morirà da solo di crepacuore o per la dannata grandine, apriti cielo. Lo so benissimo che è una meccanica che esiste da sempre e infatti non è mai stata una bella meccanica! È frustrante e basta. Nelle Avventure Dynamax, grazie al re, la cattura sarà assicurata, e quindi la sfida si tramuterà tutta in gameplay. Una cosa buona dai. Purtroppo una sola.

Scena 3 – La lunga cutscene delle Terre Innevate della Corona

Non ho molto altro da dire in questa recensione del secondo DLC di Pokémon Spada e Scudo. Purtroppo è un DLC che non mi fa sperare in futuri più rosei. Sono molto deluso. Ve lo consiglio ugualmente, però, e non perché mi pagano, ma per tre motivi principali: 1) Le Avventure Dynamax sono davvero interessanti e divertenti se giocate con gli amici; 2) Hanno aggiunto tantissime funzioni nuove che agevolano l’ingresso al competitivo; 3) Dovete imparare che il vostro tempo è prezioso, quindi comprare questo DLC e apprezzate le differenze con tutti i titoli che avete giocato in questi ultimi anni. Vi accorgerete che Gamefreak non vi vuole bene…

… O forse non vuole bene a se stessa.

Verdetto
Si
Una landa senza un re
Commento
Dico sì, ma solo per le Avventure Dynamax, vero testoro di questo gioco. Per il resto sono 4 ore di cutscene che cercano di contenere una storia che palesemente è troppo grande per il poco spazio a disposizione. Sono deluso. Molto.
Pro e Contro
Solo terre selvagge
Le Avventure Dynamax
Una storia molto interessante...

x ... Peccato che è stata tratta con i piedi
x Le terre sembrano enormi e piccolissime allo stesso tempo

#LiveTheRebellion