Andrea Sorichetti

Tech Fritz!Repeater 2400 – Semplicità e qualità

Come ho già raccontato in un articolo scritto poco tempo fa, dopo una lunga e dolorosa convivenza forzata con un Fastgate a marchio Fastweb ho deciso di dare un piccolo sprint alla connessione internet di casa mia. In mio soccorso è venuta AVM, che mi ha prima fornito un Mesh Set composto di router Fritz!Box 7530 e di repeater 1200 e ora ha deciso di aggiungere al pacchetto pure un repeater 2400 per non farmi mancare assolutamente nulla. Come ho già raccontato altrove vivo in una casa su tre piani, e un solo repeater non mi permetteva una copertura ottimale di tutta la casa. Il repeater 2400 mi ha permesso di ottenere una copertura completa e il più estesa possibile della mia connessione Wi-Fi a casa.

Mi sono già trovato molto bene con l’utilizzo del solo repeater 1200, che mi ha permesso di raggiungere una copertura quantomeno decente per il piano superiore, dove mia sorella in questi giorni di lockdown è impegnata con la didattica a distanza. Per quanto riguarda il repeater 2400, invece, l’ho posizionato al piano inferiore rispetto al mio router, nella stanza dove ho il mio studio in cui sono connessi il PC e la quasi totalità delle mie console. Alla mia configurazione attuale non manca nulla, forse solo una powerline che mi permetta di connettere Playstation 5 via cavo eliminando ogni possibile oscillazione del Wi-Fi.

Specifiche tecniche

Il repeater 2400 è un ripetitore dual band che offre piano supporto ai protocolli Wi-Fi 802.11n e 802.11ac. I due protocolli Wi-Fi, in sostanza, permettono di utilizzare connessioni che sfruttino sia la banda 2.4 GHz che quella 5G Hz in parallelo, senza che una interferisca con la connessione dell’altra. Va notato pure che le velocità massime raggiunte da entrambe le frequenze sono decisamente alte: 600 Mbit/s per la banda 2.4 GHz e addirittura 1733 Mbit/s per quella 5 Ghz, numeri di assoluto rilievo soprattutto in relazione alla fascia di prezzo del repeater 2400. A questo si aggiunge la presenza di una porta LAN Gigabit sull’estremità inferiore del repeater, che permette quindi di collegare via cavo un dispositivo nelle immediate vicinanze, liberando così un po’ di banda e garantendo prestazioni migliori e ancora più stabili per quanto riguarda la connessione di quello stesso dispositivo.

Questa configurazione è l’ideale soprattutto in contesti in cui l’accesso ad internet è sfruttato da un gran numero di dispositivi, in particolare in quelle case che fanno un uso massiccio della domotica ,grazie alla tecnologia MU-MIMO (Multiple User-Multiple Input-Multiple Output). Come suggerisce la nomenclatura, il 2400 è il repeater di fascia medio alta della famiglia di ripetitori Fritz! e si piazza al di sotto del solo repeater 3000, che dalla sua ha ben due porte LAN Gigabit ed è un ripetitore tri-band.

Repeater 2400 – Estensione del Wi-Fi plug and play

Come per il resto della linea Fritz!, il repeater 2400 vanta una semplicità d’uso disarmante. La configurazione è completamente automatica, l’unica cosa da fare una volta estratto il repeater dalla scatola è collegarlo alla rete elettrica e premere il tasto “Connect” sul pannello anteriore, dopodiché si hanno due minuti di tempo per premere il tasto “Connect WPS” sul Router ed attendere qualche secondo per la sincronizzazione dei dispositivi. Fine, non serve nient’altro per mettere in funzione e godere delle prestazioni del repeater 2400.

A questo si aggiunge la possibilità di monitorare i dispositivi grazie all’app ufficiale Fritz!WLAN, che permette, tra le altre cose, di verificare se il posizionamento dei repeater attivi è corretto o può essere migliorato per avere una connessione ancora più stabile e veloce. L’app lavora in perfetta sinergia con il software dei Fritz!Box ed è il metodo più semplice per controllare la rete Mesh di casa propria, dando la possibilità di controllare quanti e quali dispositivi sono connessi e quali bande stanno utlizzando. L’app coniuga incredibilmente bene semplicità d’uso e vastità di funzioni, in uno degli ecosistemi meglio progettati che mi sia mai capitato di provare con mano.

Difetti? Pochi

Fritz!Repeater 2400
Su amazon: 79,99€

Come sempre, quando si parla di prodotti a marchio Fritz!, prestazioni e qualità non sono in discussione. L’unico punto che divide l’utenza è l’estetica dei dispositivi, che risultano decisamente più plasticosi e “cheap” rispetto alla concorrenza. Il discorso resta valido anche per quanto riguarda il repeater 2400, che esteticamente non è certo un gioiellino, ma si tratta di un problema relativo visto che si tratta di un dispositivo che tendenzialmente non sarà mai troppo visibile all’interno della propria abitazione. Poco male, di fatto ciò che conta sono le prestazioni e per quanto riguarda quelle non si possono che spendere ottime parole. Va detto che AVM sta piano piano migliorando anche l’estetica dei suoi dispositivi, come dimostra il repeater 3000 che esteticamente sta un passo avanti al resto della linea Fritz!

Non ho particolari lamentele nei confronti del repeater 2400, l’unica pecca è forse la sua poca praticità a livello di dimensioni, dal momento che si tratta di un repeater piuttosto ingombrante che potrebbe limitarne le possibilità della disposizione in casa per quanto riguarda quelle prese di corrente troppo vicine ai mobili o più nascoste delle altre. La soluzione ideale sarebbe, in questo senso, quella adottata da dispositivi come gli Amazon Eero, ovvero dispositivi dotati di trasformatore esterno collegabile al repeater tramite presa USB-C, che permetterebbe così una praticità maggiore.

Al netto di questo, il repeater 2400 è uno dei prodotti migliori sul mercato, dotato di una stabilità notevole se lasciato operare nelle condizioni adeguate e in grado di estendere con una semplicità ed una praticità impressionanti la copertura di rete in casa. Il prezzo tra i più bassi sul mercato, ma la qualità di ciò che si andrà ad acquistare è di livello altissimo.

Voto: 8.5/10

Hai altre domande, bisogno di aiuto o semplicemente ti va di parlare di videogiochi? Ci trovi anche al Baretto Videoludico, a cercare di portare il nostro medium preferito oltre le regole.

#LiveTheRebellion