Pur vivendo alla periferia di Milano, universalmente considerata la città tecnologicamente più all’avanguardia d’Italia, ho sempre avuto una marea di problemi di connessione. A casa ho un contratto pluriennale con Fastweb per la più classica delle configurazioni: FTTC a 100 Mb/s. Finché la mia connessione è stata sfruttata per le più basilari delle operazioni me ne sono preoccupato sempre il giusto.

Poi però è arrivato il lockdown. E con il lockdown sono arrivate la DAD, lo smartworking, i film in streaming e le videochiamate di gruppo. Il risultato? In un mondo che si sta convertendo alle reti Gigabit io oscillavo tra i 20 e i 5 Mb/s in download, mentre in upload mi piazzavo tranquillamente in cima ai benchmark del 1999. L’instabilità della mia connessione mi ha reso la quarantena ancora più dura del previsto, ed in attesa del passaggio ad una più moderna connessione FTTH ho deciso di provare a cambiare qualcosa in casa.

Il FRITZ! Mesh Set è venuto in mio soccorso

È da parecchio tempo che sento parlare dei prodotti di AVM, va detto, ma non avevo mai sentito il bisogno di provarne uno prima d’ora. Confrontandomi con varie persone mi sono resto conto che la mia situazione sarebbe stata migliorabile a partire da un nuovo router, quindi ho puntato sul FRITZ!Box 7530. Siccome vivo in una casa su tre piani (di cui uno interrato), però, avevo bisogno anche di un sistema per ampliare la portata del Wi-Fi di casa. Dopo anni di litigi con il Range Extender di Netgear che avevo al piano di sopra, ho deciso di provare finalmente un sistema mesh. Quante cose mi sono perso in questi anni d’incuria, mamma mia.

Ho scelto il FRITZ! Mesh Set, che include un FRITZ!Box 7530 accoppiato ad un FRITZ!Repeater 1200, che è l’entry level dei ripetitori AVM, a cui si aggiungono il 2400 e il 3000. Il prezzo di listino è alto, sicuramente, ma già ora non posso dire altro se non che siano soldi veramente ben spesi. Dal giorno dell’installazione ho letteralmente smesso di pensare alla mia connessione, che non mi ha dato più alcun problema di instabilità.

Intendiamoci: AVM non fa miracoli, quindi la mia connessione non si è tramutata magicamente da FTTC a FTTH. Ciò che è cambiato è la stabilità della mia rete in realzione ai tantissimi dispositivi connessi in contemporanea.

AVM FRITZ! Mesh Set

Da terzo a primo mondo in pochi semplici passi

Il mio problema è sempre stato il Fastgate fornitomi da Fastweb. Le sue capacità di fare da Modem e Router in conemporanea sono disastrose, almeno nel mio caso. Con l’arrivo del FRITZ!Box 7530, però, le cose sono cambiate drasticamente. Non ho eliminato il Fastgate, ma ho connesso il mio 7530 in cascata. Sono stato costretto dal fatto che in casa uso ancora la linea telefonica fissa e il 7530 non la supporta. Lascio quindi gestire il telefono al Fastgate mentre il FRITZ! si occupa praticamente di tutto il resto. L’installazione è stata molto semplice, gli unici piccoli intoppi che ho avuto erano dovuti al mio operatore, non al router, la cui configurazione è praticamente guidata dalla sua stessa interfaccia.

Connettere il FRITZ!Repeater 1200 è stato ancora più semplice: si tratta letteralmente di attaccarlo ad una presa di corrente e premere un bottone. La comodità della rete Mesh è incredibile, soprattutto per chi come me ha litigato per anni con i range extender dedicati ad un piano della casa. Non si è più obbligati ad avere delle sottoreti diverse per ogni piano della casa, ma il Repeater 1200 creerà un’estensione della rete domestica che non renderà più obbligatorio disconnettersi da quella principale per riconnettersi ad una secondaria.

Ne vale la pena?

In una parola? . Il FRITZ! Mesh set è l’ideale per chi come me si è trovato ad avere a che fare con una connessione instabile. La semplicità e la velocità con cui si imposta tutto il set sono grandiose e perfettamente alla portata di chi è meno “smanettone”, e i benefici dell’aggiunta di un router come il 7530 di AVN sono immediati. Ci tengo a ribadire che, purtroppo, se la banda che raggiunge casa vostra è insufficiente il 7530 non è in grado di compiere miracoli. Il router però è perfettamente in grado di bypassare tutti i problemi legati ai modem router forniti dai vari operatori, migliorando la qualità del segnale in tutta la casa e la stabilità della connessione stessa in maniera tangibile.

Sono comunque intenzionato a passare ad una connessione FTTH Gigabit, ma una volta fatto il passaggio non ho alcuna intenzione di rinunciare ai benefici del 7530 e del Repeater 1200. Anzi, a dirla tutta a breve mi doterò di un secondo Repeater per estendere il segnale a tutti i piani di casa senza essere costretto a spostare il 1200 da un piano all’altro, ma già con questo set Mesh la qualità generale della connessione ha raggiunto in livello assolutamente impensabile. Certo, il costo del set non è dei più accessibili, ma vi assicuro che vale la spesa fino all’ultimo centesimo e in situazioni come la mia può fare davvero la differenza.

Voto: 8.5/10

Hai altre domande, bisogno di aiuto o semplicemente ti va di parlare di videogiochi? Ci trovi anche al Baretto Videoludico, a cercare di portare il nostro medium preferito oltre le regole.