Ep. 39: Ai confini etici della Realtà Virtuale
Davide Viarengo

Speciale Destiny 2, una guida introduttiva su come iniziare

Introduzione a Destiny 2 – Account e progressi condivisi

Comprendere come iniziare a giocare a Destiny 2 non è stato per niente facile. Ero lì, inerte di fronte allo schermo per la recensione di Shadowkeep, a fissare la lista interminabile di Imprese. Un universo di possibilità dispiegatosi tanto di fronte a me quanto a veterani e semplici curiosi, ora motivati più che mai dall’esistenza della versione free-to-play, Destiny 2 New Light.

Questa guida a come iniziare l’avventura su Destiny 2 si rivolge appunto ai neofiti, o semplicemente ai nuovi Titani, Cacciatori o Stregoni a cui assegnare uno dei tre slot disponibili. Il titolo di Bungie presenta una funzione di cross-save, dove a raccogliere i progressi della partita sulle varie piattaforme vi è l’account. Ognuno di essi può contenere fino a tre Guardiani distinti, a cui corrispondono di conseguenza tre partite differenti. Campagne e vari tipi di progressi a livello di attività in-game sono legate al singolo Guardiano, ma è bene evidenziare la presenza di numerosi elementi legati all’account.

L’inventario, così come il numero di Lumen, Frammenti Leggendari, Polvere Luminosa ecc è condiviso da tutti i Guardiani, che hanno anche la possibilità di passarsi Spettri, Astori, navi e soprattutto armi a differenza delle armature, che invece sono uniche per ogni classeattraverso il Deposito. Non essendoci requisiti di utilizzo, un’arma di lv.900 può essere tranquillamente equipaggiata e utilizzata da un Guardiano appena creato, di lv.750. In comune sono anche i progressi a livello di pass stagionale e di determinate imprese, come quelle legate all’ottenimento di alcune armi.

Destiny 2 guida come iniziare, le espansioni
Essendo comprese le tre prime storiche espansioni (La Guerra Rossa, La Maledizione di Osiride e la Mente Bellica), anche i possessori della sola versione New Light avranno tantissimo da fare.

Che classe scegliere in Destiny 2 – I Guardiani

Si sa, la vita è un susseguirsi di scelte. E quella della classe è spesso un cruccio per il videogiocatore, che in questo caso si ritrova tuttavia una pillola sensibilmente addolcita.

L'importante non è chi essere, ma come si vuole giocare

Destiny 2 propone tre classi distinteTitano, Cacciatore e Stregone –, dove l’invito a chiare lettere è quello di averne uno per slot. Una varietà di gameplay sostenuta anche dalla presenza di tre sotto-classi, una per elemento – del Vuoto, ad Arco e Solare –. Dal menu di gestione del personaggio è possibile modificare la sotto-classe in qualunque momento, come anche i tre rami disponibili per ciascuna di esse, che possono modificare le abilità effettive. Ognuno dei Guardiani può inoltre contare sulla scelta di tre tipologie di granate e di planate, che assieme all’abilità peculiare della classe aprono a un ampio ventaglio di stili di gioco differenti.

La scelta del Titano o dello Stregone strizza l’occhio a uno stile di gioco orientato alla collaborazione con altri giocatori. Il primo può infatti evocare un ampio scudo capace di resistere a un buon numero di colpi; il secondo ha a disposizione una fonte, che nel suo raggio di azione può – a seconda della scelta fatta nel menu – curare o amplificare i danni di tutti i guardiani. Come abilità peculiare il Cacciatore può invece contare su una schivata vera e propria, dove degli effetti più utili in termini di cooperazione vanno ricercati tra quelli delle Super. Devastanti mosse finali spesso in grado di rovesciare le sorti degli scontri.

Titano, Cacciatore o Stregone non fa differenza. Potremo fare e farci fare il culo a strisce, dovunque e comunque.

Cosa fare su Destiny 2 – Le attività

Va bene, ho scelto la classe e mi sono fatto il tutorial. Sono arrivato all’ultima città, la Torre – il vero hub del gioco –, e ho parlato con tutti gli NPC disponibili per poi ricevere una miriade di imprese differenti. E ora che si fa?

Con o senza espansioni, c'è da giocare all'infinito

A prescindere dal possesso di Shadowkeep e Forsaken, le due espansioni a pagamentoche aggiungono perlopiù nuove campagne e imprese, oltre a pass stagionali – , le attività possibili sono moltissime, e fattibili fin da subito. Capire come iniziare la propria avventura su Destiny 2 senza uno straccio di guida introduttiva può essere poco intuitivo. Ma che si tratti di PvE, PvP o semplici progressi a livello di storia/campagna, affrontabile anch’essa da soli o in cooperativa, rimanere senza nulla da fare è e sarà, tuttavia, praticamente impossibile. Complice anche l’apporto di nuove attività e contenuti gratuiti, come la recente Festa delle Anime Perdute per Halloween.

Attraverso le varie imprese Introduzione è possibile fare conoscenza di ciò che il titolo di Bungie può offrire. Oltre alle campagne vi sono una lunga serie di imprese in giro per la galassia, molte delle quali conducono sia all‘approfondimento della lore che all’ottenimento di armi specifiche. Gli amanti del PvE possono cimentarsi in vari Assalti, Incursioni e Raid, che consentono di fare squadra con altri guardiani contro mostri e alieni controllati dall’IA. I fanatici del PvP possono invece darsele di santa ragione attraverso una delle tante modalità del Crogiolola sezione dedicata agli scontri tra giocatori – o di Azzardo, che risulta essere un misto tra PvE e PvP.

destiny 2 guida come iniziare
La galassia è grande, e offre attività per tutti i tipi di palati. La progressione avverrà indipendentemente da ciò con cui si deciderà di iniziare.

Progressione in Destiny 2 – Livelli e acquisti in-game

Iniziare una nuova partita su Destiny 2 implica ritrovarsi con un Guardiano di lv.750, avente di fronte a sé un universo di possibilità distinte. Tuttavia, che si intraprendano attività PvP, PvE o semplici campagne, il comune denominatore sarà sempre il farming di livelli e di bottino.

Nel titolo di Bungie l’ammontare del proprio livello di potenza non è dato dai progressi nel gioco in senso classico, bensì dalla media dei livelli di armi e pezzi di armatura equipaggiati. Nel corso del gioco si trovano equipaggiamenti di livello sempre maggiore, dove il “soft cap” è fissato a 900. Raggiunto quel livello, procedere oltre sarà via via molto più difficile. I PE ottenuti combattendo e in generale completando Imprese e Taglie sono invece legati alle Stagioni. I progressi nelle suddette riservano ricompense specifiche sia agli utenti di New Light che ai possessori di Shadowkeep e/o Forsaken.

Essendo ora un titolo prevalentemente free-to-play, la presenza di acquisti in-game tramite l’Everversum è e rimane assolutamente inevitabile. Tramite la Polvere Luminosa e soprattutto l’Argento si ha la possibilità di acquistare un gran numero di oggetti, perlopiù estetici, impossibili da ottenere in altri modi. Nonostante l’acquisto di Engrammi permetta formalmente di mettere le mani su un maggior numero di armi (soprattutto esotiche), Destiny 2 non risulta comunque essere un titolo pay-to-win. Quelle stesse armi e armature ottenibili tramite Engrammi possono comunque essere trovate giocando, seppur in periodi di tempo più lunghi.

Destiny 2 pay-to-win? Più no che sì.

Le migliori armi in Destiny 2 – Gli strumenti del guardiano

E’ difficile – se non impossibile – redigere una guida introduttiva sulle migliori armi di Destiny 2, ma una cosa è certa. Un’arma più rara non è necessariamente migliore o più potente di una più comune. Esattamente come gli altri tipi di equipaggiamento – armature, Spettri, Astori, navi –, le armi si suddividono principalmente in tre tipologie di rarità:

Le statistiche – stabilità, precisione, impatto ecc – delle armi di base sono fisse, ma possono cambiare a seconda dei perk dell’arma. Alcuni di essi possono essere cambiati tramite Modifiche, altri sono invece fissi e legati alla singola generazione procedurale dell’oggetto. Mentre le armi Esotiche presentano abilità uniche, quelle Leggendarie e quelle Rare possono presentare perk differenti. Diversi tipi di mirini, di proiettili e abilità extra che possono cambiare molto il profilo dell’arma, come anche le sue applicazioni. A differenza dell’utilizzo contro mostri e alieni, ad esempio i proiettili esplosivi risultano essere piuttosto inefficavi in PvP.

destiny 2 guida come iniziare
Poter equipaggiare una sola arma e un solo pezzo d’armatura esotico alla volta costringe a ragionare sullo stile di gioco da adottare.

La cooperazione su Destiny 2 – Clan e gruppi

Essere dei Guardiani solitari ha certamente il suo fascino. Macchine di morte erranti alla ricerca di fama, gloria o semplicemente bottino. Eppure è altrettanto vero che non può esserci nulla di meglio che costruirsi dei ricordi e compiere Imprese insieme ai propri amici. C’è un limite a quello che una persona sola può fare: e i Raid ne sono, strutturalmente, la dimostrazione.

Certo, in giro per Internet o tra le proprie conoscenze gamer si potranno sicuramente raccattare altri cinque sventurati con cui formare un gruppo e partire alla volta di un Raid. Eppure la maniera più efficace e redditizia per giocare insieme ad altri guardiani rimane quella collegarsi al sito di Bungie, dove è possibile sia cercare un Clan che fondarne uno. Si tratta di community fondate e gestite da utenti, attraverso cui diventa facile e intuitivo comunicare e collaborare con altri giocatori in tutti i tipi di attività in-game.

Nome del Clan, motto, descrizione, stemma, modalità di iscrizione (aperta, dietro approvazione o su invito). Numerose sono le opzioni legate alla creazione e alla gestione del Clan, che al netto delle sue funzioni presenta comunque dei vantaggi legati alla semplice appartenenza. Anche giocando singolarmente, portando a termine Imprese ecc i membri di un Clan possono nel corso del tempo farlo salire di livello. Tramite lo Stendardo, progredendo in tale direzione sarà possibile accederà ai bonus del Clan, che avranno effetto su tutti i membri, indistintamente. L’unione fa la forza, soprattutto tra Guardiani.

La volontà di costruirsi ricordi di imprese memorabili passa anche attraverso l'inseguimento del bottino migliore.

Farmare XP/PE ed Esotiche su Destiny 2 – Bonus Track

Lo ammetto, sono uno dei tanti giocatori animati da sanaebbene sìcupidigia. Mi sono spaccato in due per riuscire a completare la Quest Esotica per il Sussurro Del Verme. Un mirabile fucile da cecchino pesante che, dopo 15 minuti di utilizzo, è finito nel Deposito a far compagnia a tanti altri trofei, in forma di pezzi di equipaggiamento.

Non penso che a qualcuno piaccia il countdown delle Stagioni. Avere un tempo limitato per raggiungere un determinato livello e fare incetta di ricompense, prima che sia troppo tardi. Su Destiny 2 siamo alla Stagione dell’Intramontabile, ma la regola è sempre quella. Il modo migliore per salire di PE è dedicarsi anima e fucile al completamento delle Taglie. Che si abbia intenzione di scannarsi in PvP con altri Guardiani o intraprendere un’audace Incursione contro i Vex, una buona dose di obiettivi opzionali giornalieri e settimanali sarà sempre una scelta vincente.

Uccidere un tot di nemici con una determinata arma, saccheggiare un numero preciso di casse in giro per un pianeta… Far sì di ricevere PE extraoltre che Lumen e altri materiali – per delle azioni che avremmo compiuto a prescindere sarà determinante nel lungo periodo. Così come la visita settimanale a Xur, un must per ogni Guardiano assetato di bottino. Il misterioso venditore cambierà locazione e merce Esotica ogni settimana, vendendo di volta in volta un Engramma, un’arma e un pezzo di armatura – uno per classe – in cambio di Frammenti Leggendari.

destiny 2 guida come iniziare
Uno dei metodi più gettonati per farmare PE (ma anche equipaggiamento di serie Vex) sono le Incursioni contro i noti alieni cibernetici. Non senza aver fatto prima incetta di Taglie a tema da Ikora Rey in città, naturalmente.