Live #0: Di che colore sono i soldi su iCrewPlay?

Siamo ormai alle porte di Settembre, e alcuni potrebbero pensare che l’anno in corso abbia già dato i suoi frutti in campo videoludico. Se questo può essere vero (sul lato action, si intende) per uscite come Uncharted 4: Fine di un Ladro, l’ultimo Ratchet & Clank e altre piccole perle rilasciate nel corso del 2016, è altrettanto innegabile come gli ultimi mesi che ci separano dal 2017 abbiano decisamente più di una freccia al proprio arco.

Per i mesi passati, dunque, il consiglio è quello di recuperare tutte quelle uscite che hanno già saputo lasciare il segno nel cuore di milioni di videogiocatori in tutto il mondo (compreso, con qualche riserva, il recentissimo No Man’s Sky). Chi, invece, non sa proprio che pesci pigliare tra tutti gli action / adventure in uscita nei prossimi mesi, non deve far altro che avventurarsi nella lettura di questo articolo.

 

Mafia III

 

 

Sono passati sei anni dall’uscita di Mafia II, e la sete dei fan della serie non si è certamente placata. Ambientato circa una ventina di anni dopo il capitolo precedente, Mafia III sarà un action / adventure che vedrà lo svolgersi della sua storia nella “New Bordeaux” del 1968, una versione ri-immaginata di New Orleans. Il giocatore sarà chiamato a impersonare Lincoln Clay, un veterano della Guerra nel Vietnam alla ricerca della vendetta per i suoi amici, assassinati dalla criminalità locale.

A differenza dei precedenti capitoli della serie, il gameplay del nuovo Mafia ruoterà intorno a una formula open-world che qualcuno ha già tentato di accostare alla serie di Grand Theft Auto di Rockstar Games; il CEO di Take-Two Interactive ha però fortemente smentito queste voci, dichiarando piuttosto che Mafia III sarà un’esperienza completamente diversa rispetto alla nota serie Rockstar.

Mentre aspettiamo il 7 Ottobre per vedere l’arrivo di Mafia III sui nostri scaffali (rispettivamente su PC, PS4, Xbox One) , poche cose sono certe; l’impressione è però che la nuova New Bordeaux sia decisamente più viva che nei capitoli passati, e non c’è dubbio che l’intera atmosfera sarà dominata da una sempreverde colonna sonora in stile anni ’60.

 

ReCore

 

 

 

Immaginate di essere un coraggioso membro volontario di una colonia lontana, di svegliarvi dopo secoli di crio-sonno e di scoprire che nulla è effettivamente andato secondo i piani. ReCore, un action / adventure di stampo fortemente fantascientifico, segue le avventure di Joule Adams nella colonia di “Far Eden”, nel tentativo di salvare l’umanità da un terribile destino.

Il gioco raccoglie in sé un gran numero di nomi noti dell’industria, da Comcept (casa di sviluppo fondata da Keiji Inafune, creatore di Mega-Man e Mighty No.9) a Mark Pacini (director della serie Metroid Prime), e avrà al centro della sua formula di gameplay la collaborazione con una serie di compagni “Corebot” che aiuteranno la protagonista nel corso della storia. È proprio di questi giorni, inoltre, la pubblicazione di un nuovo video di gameplay da parte degli sviluppatori, che hanno mostrato alcuni altri spezzoni del gioco in circa un minuto.

ReCore sarà rilasciato in Nord America a partire dal 13 Settembre, ma i giocatori europei dovranno aspettare fino al 16 Settembre per mettere le mani su una copia del gioco (Xbox One e PC), che promette già di essere un ottimo titolo per tutti gli amanti di fantascienza.

 

Rise Of The Tomb Raider (20 Year Celebration)

 

 

Xbox 360Xbox OnePC hanno già ricevuto la loro versione di Rise Of The Tomb Raider negli scorsi mesi, a partire dal 10 Novembre 2015. I fan di Lara su PlayStation 4, tuttavia, iniziano già a metter mano ai propri portafogli in vista dell’11 Ottobre, quando il seguito del noto reboot farà finalmente il suo approdo su console Sony.

La trama è un diretto seguito delle vicende raccontate con il capitolo del 2013, e segue le avventure di Lara Croft in Siberia alla ricerca della leggendaria città di Kitezh. Come al solito, l’avventuriera avrà a che fare con un’organizzazione paramilitare privata, che punterà alla promessa di immortalità offerta dalla città leggendaria.

Sebbene il gameplay di stampo action non sia troppo diverso da quello già riscontrato nel reboot del 2013, il nuovo capitolo di Tomb Raider introduce i cambi di tempo atmosferico che costringeranno personaggi umani e animali ad adattarsi alle condizioni del clima. Il crafting farà il suo ritorno all’interno del gioco, e Lara sarà costretta a studiare e imparare le condizioni dell’ambiente circostante per riuscire a sopravvivere fino al termine dell’avventura.

Questo e l’introduzione di nuove meccaniche per gli approcci stealth rendono Rise Of The Tomb Raider un gioco che probabilmente saprà rendere felici tutti i fan della nota avventuriera, i quali, con la versione 20 Year Celebration del gioco (prevista, appunto, per PlayStation 4), potranno anche metter mano ai DLC rilasciati finora e a una serie di contenuti esclusivi.

 

Dishonored 2

 

 

Dishonored è stato probabilmente una delle maggiori rivelazioni del 2012, onorato dalla critica e amato da un gran numero di giocatori che hanno avuto occasione di giocarlo. Bethesda ha recentemente rilasciato Dishonored: Definitive Edition per tutti quei giocatori di nuova generazione che avessero il desiderio di recuperare questa piccola perla, ma Arkane Studios è effettivamente al lavoro su un seguito del gioco che sarà rilasciato in data 11 Novembre 2016 su PS4, Xbox One e PC.

Dishonored 2 sarà ambientato nuovamente nell’Empire Of The Isles del primo capitolo, e seguirà ancora una volta le avventure di Corvo Attano circa quindici anni dopo la Piaga dei Ratti del primo capitolo. In questo caso, tuttavia, il giocatore potrà scegliere se impersonare Corvo o sua figlia, l’Imperatrice Emily Kaldwin, aiutandoli a reclamare il trono dopo essere stati deposti da un “usurpatore straniero”.

Anche in questo secondo capitolo, il giocatore potrà scegliere tra una serie di approcci non-letali o una formula di gioco molto più attiva, action e aggressiva, ricorrendo ai superpoteri dei protagonisti per portarsi avanti nel corso del gioco. Gli sviluppatori hanno tuttavia introdotto un diverso sistema di upgrade per le abilità, nuovi poteri e nuovi dispositivi per aumentare la varietà della formula di gameplay, e pare che ogni singolo livello di Dishonored 2 si concentri su un “tema” diverso, che sia a livello di narrazione o di semplice aspetto estetico. Non c’è dubbio che il design e il comparto artistico si riconfermeranno uno dei maggiori punti di forza di Dishonored anche in questo secondo capitolo; non resta che attendere l’11 Novembre per avere una conferma definitiva.

 

Watch Dogs 2

 

 

Era il 2014 quando Watch Dogs arrivava sugli scaffali della scorsa generazione, ricevendo recensioni sostanzialmente positive da parte della critica e non troppo positive da parte degli utenti finali. Quest’anno, in occasione dell’E3 2016Ubisoft ha rivelato ufficialmente il seguito di quel primo capitolo che aveva quasi diviso in due l’utenza, annunciando tutti i dettagli fondamentali per ricostruire la fiducia nei fan delusi da Watch Dogs.

Watch Dogs 2 (stilizzato come WATCH_DOGS2) sarà ambientato a San Francisco, che diventa la seconda città (dopo la Chicago del primo capitolo) a installare il nuovo ctOS (Central Operating System) per la sorveglianza su larga scala. Il protagonista, un talentuoso giovane hacker di nome Marcus Holloway, si ritroverà a combattere contro il ctOS per estirparlo dalla città e sconfiggere il suo creatore, Blume.

La San Francisco di Watch Dogs 2 sarà estremamente viva e vasta, e il gioco promette già di offrire un gran numero di possibilità e approcci diversi per affrontare le varie missioni del gioco. Non mancherà la presenza di nuovi strumenti utilizzabili dal giocatore, studiati per rendere decisamente più varia la formula di gioco.

Se siete pronti a impugnare il vostro smartphone e a far impazzire il ctOS, l’appuntamento è per il 15 Novembre su PCPlayStation 4Xbox One.

 

Deus Ex: Mankind Divided

 

 

Due anni dopo aver smascherato la cospirazione globale degli Illuminati, Adam Jensen si ritrova a lavorare per l’Interpol nel tentativo di catturare un gruppo di terroristi con innesti cibernetici. Il protagonista di Human Revolution, tuttavia, lavora in segreto per il collettivo Juggernaut, un gruppo di hacker con l’intenzione di confrontare una volta per tutte gli Illuminati; per questo motivo, Jensen si ritroverà di nuovo invischiato in un gran numero di situazioni difficili, che lo vedranno ancora alle prese con il misterioso gruppo di potenti che aveva già affrontato due anni prima.

Allo stato attuale, la formula di gameplay di Deus Ex: Mankind Divided sembra raffinare ed evolvere quel che si era già visto in Human Revolution, possibilmente con un maggior equilibrio per quanto riguarda il bilanciamento tra abilità attive e passive. Tornerà l’albero delle abilità, e le interazioni sociali avranno un ruolo di spicco nell’evoluzione della trama, con un gran numero di scelte di dialogo da poter selezionare nel corso delle conversazioni con altri NPC.

Nonostante i suoi piccoli difetti, Human Revolution era certamente un titolo action / RPG di alta qualità; le speranze sono quindi riposte in Eidos Montreal anche per questo sequel delle avventure di Adam Jensen, e non sarà necessario neanche aspettare troppo per vedere soddisfatte o smentite le nostre aspettative: Deus Ex: Mankind Divided sarà disponibile per PCPlayStation 4Xbox One il 23 Agosto 2016.

 

The Last Guardian

 

 

Siete superstiziosi? Scaramantici? Credete nella sfiga e negli uccelli del malaugurio? Tenetevi forte, allora: The Last Guardian dovrebbe arrivare sarà disponibile in Europa a partire dal 28 Ottobre 2016, in esclusiva PlayStation 4.

Non è un segreto che lo sviluppo di The Last Guardian, da parte del Team Ico, sia stato estremamente travagliato. Annunciato nel 2007 per PlayStation 3, il gioco è poi passato sotto l’ala protettiva del Sony Interactive Entertainment Japan Studio, lasciando però Fumito Ueda e il suo team di genDESIGN alla direzione del progetto. Dopo anni di assenza, The Last Guardian è stato mostrato nuovamente all’E3 2015, e il gioco sembra essere finalmente in dirittura d’arrivo (con anche una meravigliosa Collector’s Edition a fare da contorno).

Com’è tipico del team di Fumito Ueda, il gioco vanterà una fortissima componente narrativa che combinerà componenti action / adventure con elementi di puzzle ambientali. Tutta la formula di gameplay si baserà sul rapporto e sulla cooperazione tra “il Ragazzo” (protagonista) e “Trico”, una misteriosa creatura che il giocatore sarà chiamato a proteggere e allevare. Fin dai primi annunci del 2007, The Last Guardian ha saputo suscitare l’interesse di un gran numero di giocatori che avevano apprezzato le precedenti opere di Fumito Ueda e del Team Ico, e che da circa dieci anni pregustano la potenza poetica di un’opera del genere.

Non resta che aspettare il prossimo 28 Ottobre, sperando che sia finalmente la volta buona.

 

Gravity Rush 2

 

 

Chiudiamo rimanendo in casa Sony, con un titolo che i fan di Playstation Vita aspettano da oltre quattro anni: Gravity Rush 2, dopo l’arrivo del primo capitolo in formato rimasterizzato su Playstation 4, si prepara finalmente ad arrivare sugli scaffali proprio sul finire dell’anno, anche in questo caso abbandonando la piattaforma portatile di Sony e concentrandosi sulla sorella domestica.

Dato che il titolo è stato pensato fin da subito per Playstation 4, come ci ha rivelato il director Keichiiro Toyama in occasione della Paris Games Week, è stato possibile inserire fin da subito più contenuti (la mappa, per esempio, è due volte  e mezza più grande rispetto al primo capitolo e gli eventi secondari sono triplicati), oltre a confezionare un titolo decisamente più dettagliato dal punto di vista visivo. Artisticamente si va a riprendere la direzione a metà tra l’animazione giapponese ed il fumetto francese, ma le tinte cupe del primo capitolo lasciano spazio a colori più sgargianti ed accesi che vogliono esaltare il lavoro fatto dagli sviluppatori sotto questo profilo.

L’uscita, qui in Europa, è fissata per il 1 Dicembre, data purtroppo orfana della Collector’s Edition che rimane, al momento, esclusiva per il territorio nipponico.