Recensione The Elder Scrolls Online: Thieves Guild

Quando si parla di MMORPG uno degli elementi da considerare è senz’ombra di dubbio il canone mensile che questi prodotti sono soliti far pagare al consumatore. Nonostante la lista di titoli che necessitano di un pagamento ogni 30 giorni non sia particolarmente lunga (Final Fantasy XIV: A Realm Reborn è l’esempio lampante di questo tipo di proposta), The Elder Scrolls Online: Tamriel Unlimited (versione rivista e aggiornata del The Elder Scrolls Online uscito su pc un paio di anni fa) è uno dei pochi titoli che, con l’arrivo delle versioni per console, ha preferito rimuovere il canone per regalare un esperienza online gratuita, ma senza dimenticarne il supporto grazie alla realizzazione di nuovi contenuti aggiuntivi. In questa recensione valuteremo, infatti, l’ultimo contenuto aggiuntivo per The Elder Scrolls Online (da qui chiamato anche solo “TESO”), intitolato The Elder Scrolls Online: Thieves Guild e, come è possibile intuire dal nome, ci permetterà di intraprendere una nuova avventura fianco a fianco dei più subdoli ladri di tutti i regni. Siete pronti per scoprire se varrà la pena tornare ad impugnare la nostra lama di fiducia e rigettarci nella sconfinate lande di Tamriel? Prima di scoprirlo nella nostra recensione, vi ricordiamo che il titolo è disponibile nello store digitale di TESO: Tamriel Unlimited al prezzo di 2000 corone (meno di 15 euro).

Versione testata: Xbox One

Abah’s Landing is the new Agrabah
Nonostante non ci siano particolari colpi di scena, Thieves Guild intrattiene e diverte
La trama di TESO: Thieves Guild può essere intrapresa da giocatori di qualsiasi livello, ma noi consigliamo di essere almeno attorno al 15 per evitare scontri particolarmente frustranti e per non rimanere bloccati durante alcune situazioni particolarmente intense. La storia di questo contenuto aggiuntivo avrà inizio una volta che saremo riusciti a parlare con il ladro Quen che, dopo una rapida missione che fungerà da tutorial per le nuove meccaniche, ci permetterà di raggiungere la città di Abah’s Landing, un luogo dai forti tratti mediorientali che ci ha subito fatto pensare alla Agrabah vista in Aladdin. Sin da subito Abah’s Landing si dimostra essere un posto pieno di cose da fare e da vedere, garantendo un’atmosfera differente rispetto al capitolo principale. La trama principale, che si dipana lungo una numerosa serie di quest (primarie, ma anche secondarie) non offre particolari colpi di scena, ma intrattiene grazie ad un registro narrativo più leggero rispetto alla trama principale e facendo divertire il giocatore dall’inizio alla fine. Alla grande quantità di missioni “standard” vanno ad aggiungersi le rapine, ovvero particolari quest che obbligano il giocatore a recuperare un determinato oggetto in un definito lasso di tempo e che, sin da subito, si dimostrano la produzione meglio riuscita del DLC.

 

Aggiungi un posto a tavola che c’è un furfante in più
Thieves Guild, pur non discostandosi molto dal titolo base, riesce ad introdurre alcune interessanti novità
Il gameplay di TESO: Thieves Guild, pur non discostandosi molto dal titolo base, riesce ad introdurre alcuni interessanti elementi nel modo giusto. Sono infatti presenti alcune sezioni che ci obbligheranno a nasconderci alla vista del nemico e ad utilizzare una serie di nascondigli (in pieno stile Assassin’s Creed) per lasciar passare i nostri avversari e poter quindi superare gli eventuali pericoli. È stato inoltre aggiunto un sistema di “taglie” che obbligherà il giocatore a ponderare con attenzione le proprie scelte e a non borseggiare/rapinare con noncuranza, per evitare di incorrere nell’ira delle guardie. Questa nuova introduzione, per quanto possa sembrare non del tutto innovativa, si sposa alla perfezione con la produzione e si rivela sin da subito una valida aggiunta ad un mondo di gioco che, chiaramente, è ancora in continua espansione. Oltre alle succitate missioni “rapina”, è presente una nuova trial per dodici giocatori intitolata Maw of Lorkhaj e che, con i suoi due livelli di difficoltà, siamo certi saprà conquistare sia i giocatori “alle prime armi” che quelli più navigati. Come ben sanno i ladri, però, non è tutto oro quel che luccica e anche Thieves Guild ha le sue sfumature d’ombra. Le quest secondarie, rapine a parte, non riescono a spiccare come in passato e talvolta possono risultare addirittura noiose; senza contare che, anche nel caso siate di livello molto basso, potrete comunque portare a termine gran parte delle missioni, rendendo il livello di sfida quasi nullo. Ci teniamo a sottolineare, infine, come le abilità apprese nel corso di questo contenuto aggiuntivo vadano ad avvantaggiare solamente coloro che vogliono fare del ladro il loro personaggio principale e risultando, per tutti gli altri, totalmente inutili una volta terminata l’avventura principale di questo DLC.

 

Il bello di essere ladri
Tecnicamente Thieves Guild non si discosta dal titolo base
Da un punto di vista prettamente tecnico, TESO: Thieves Guild si attesta sui buoni livelli della versione base, con una modellazione poligonale dei personaggi non sensazionale (ma più che soddisfacente) e privo di particolari problemi grafici. Durante le nostre scorribande a Abah’s Landing siamo incorsi in qualche calo di frame, ma niente che non possa essere stato causato da un improvviso sbalzo della nostra linea internet. Ottimo, come sempre, il comparto sonoro che vanta ancora una volta una colonna sonora riuscita, di sicuro impatto sul giocatore e capace di accompagnare le vicende del nostro alter ego digitale nel miglior modo possibile.

Verdetto
Si
Grande Alì, bello così, c'è solo ababua!
Commento
The Elder Scrolls Online: Thieves Guild si dimostra essere una valida aggiunta al prodotto iniziale. Le nuove missioni e le molteplici introduzioni (più o meno importanti) contribuiscono alla realizzazione di un prodotto che, di espansione in espansione, risulta essere sempre più definito e capace di conquistare una vasta fetta di videogiocatori. Certo, ci sono ancora delle cose da sistemare e questo DLC non saprà affascinare chi non ha intenzione di intraprendere la carriera del ladro all’interno del mondo di Tamriel, ma questo non cambia il fatto che ci troviamo di fronte ad un valido prodotto venduto ad un prezzo decisamente onesto. Speriamo che in futuro i ragazzi di ZeniMax sappiano aggiungere nuovi elementi con contenuti aggiuntivi di questo livello, in modo da rendere TESO uno dei migliori MMORPG disponibili sul mercato.
Pro e Contro
Missioni “rapina” decisamente riuscite
Sistema di “taglie” valido e divertente
Un nuovo grande luogo da esplorare

x Trama principale non esaltante
x Missioni secondarie talvolta ripetitive
x Abilità utili solamente per la classe del ladro

Hai altre domande, bisogno di aiuto o semplicemente ti va di parlare di videogiochi? Ci trovi anche al Baretto Videoludico, a cercare di portare il nostro medium preferito oltre le regole.

#LiveTheRebellion