Recensione Death Stranding (PC): i valori della comunità