Recensione
di
il

Il Direct del 2 Aprile è stato sicuramente tra i più sorprendenti di sempre per la casa di Kyoto: tra DLC anticipati e nuove Classi per Mario Kart 8, Nuovi sfidanti per Super Smash Bros., Amiibo per tutti i gusti e nuovi capitoli di Fire Emblem, non sono mancati giochi disponibili da subito.
Così lo stesso giorno l’ultima fatica di HAL Laboratory Inc. (i creatori di Kirby), BOXBOY! approda sul Nintendo eShop di 3DS, in contemporanea con Azure Striker Gunvolt, questo platform si offre al pubblico ad un prezzo di partenza di 4,99 €.

Piccolo eroe al salvataggio

Il protagonista di BOXBOY! è Qbby, un piccolo quadrato in grado di camminare e saltare.
Il mondo monocromatico e a due dimensioni di Qbby è minacciato da una materia nera indefinita in grado di mandare in mille pezzi chiunque vi entri a contatto.
Il piccolo eroe scoprirà presto di poter creare dei blocchi quadrati in grado di sopprimere la nefasta materia, e durante il suo viaggio nei diciassette mondi principali, scoprirà cos’è successo al suo pianeta e come salvarlo.
La trama di BOXBOY! è solamente accennata, lasciando tutti i dialoghi alla fantasia del giocatore: le pochissime scene filmate risultano fondamentali per capirla a pieno e al contempo non forniscono una spiegazione testuale, ma solo intuitiva tramite le immagini a schermo.

oltre centocinquanta livelli ed un fattore di sfida altalenante

Il nuovo titolo di HAL offre oltre centocinquanta livelli (divisi in diciassette mondi principali e cinque segreti) ed un fattore di sfida altalenante: raggiungere la porta potrebbe sì risultare piuttosto facile nella maggiorparte dei casi, raccogliere le corone collezionabili sarà la vera e propria sfida, soprattutto nella seconda metà del gioco.
Sparse per ogni livello ci sono infatti delle corone speciali, necessarie per ottenere un punteggio perfetto e ricevere così gettoni da spendere nel negozio del titolo (ne parleremo più tardi), per prenderle bisognerà utilizzare meno del numero di blocchi massimi riportati sul Touch-screen di 3DS, tuttavia una volta raccolte, il limite di quadrati da creare non sarà più attivo, e vi potrete sbizzarrire per risolvere gli enigmi rimasti per raggiungere la fine del livello.
Centocinquanta livelli può sembrare un numero alto, purtroppo la maggior parte delle sfide di Qbby saranno completabili in meno di tre minuti: se doveste trovarvi in difficoltà inoltre, è possibile sbloccare un aiuto tramite le monete di gioco di 3DS (ottenibili, per chi ancora non lo sapesse, grazie al contapassi).

I quadrati di Qbby

Come detto in apertura, BOXBOY! è un platform ove in ogni livello si potranno creare delle forme composte da un determinato numero di quadrati.
Non c’è limite al numero di forme creabili (a meno che non cerchiate di raccogliere le corone di cui abbiamo parlato prima) e nello sventurato caso il piccolo eroe dovesse morire, ripartirete dall’ultimo check-point (potrete farlo anche manualmente premendo contemporaneamente L+R).

enigmi stimolanti

Per dare il via alla creazione, basterà premere il tasto Y, seguito dalla direzione in cui volete diramare la forma, per lanciarla, è necessaria un’altra pressione dello stesso tasto, mentre per appoggiarla bisogna muovere verso il basso il circle pad (o la stessa direzione su d-pad).
Le forme potranno essere usate nei modi più disparati: da ponte a scale, passando per muri e coperture per non farsi uccidere dai laser, inoltre se Qbby non si separa dalle proprie creazioni, potrà usarle come “scorciatoia” e lasciarsi trasportare in posti non raggiungibili con un normale salto.

zlCfzTNfmog5ta6iBG

A differenza di Kirby che è più improntato sull’azione, BOXBOY! Mette il giocatore di fronte ad un altro livello di sfida: non ci sono nemici, se non ostacoli inanimati o mostriciattoli da condurre su determinati interruttori, tutto utilizzando lo strano potere di Qbby e l’ingegno.
Gli enigmi offerti da HAL risultano stimolanti e assuefacenti, soprattutto quando i livelli affrontati si rivelano troppo corti e si decide immediatamente di passare al successivo.
Il livello di difficoltà si alza nettamente nelle sfide a punti e a tempo, acquistabili nel negozio di gioco in cambio delle monete ottenute ogni volta che una zona viene completata ( raddoppiate se vengono raccolte le corone): purtroppo questi extra sono solo sedici e, anche se nettamente più impegnativi del gioco in generale, una volta presa confidenza coi comandi e i poteri di Qbby si potranno superare tranquillamente.

Minimale ed essenziale

BOXBOY! si propone in un’unica colorazione monocromatica (o forse no?  n.d.Guido) in un infinito turbinio di livelli ben studiati e tutti diversi, nel negozio di gioco, oltre le sfide, potrete acquistare costumi speciali per Qbby, in grado di vivacizzare l’aspetto del piccolo eroe.
La grafica minimale è accompagnata da una colonna sonora d’impatto ed accattivante, che vi accompagnerà per la decina d’ore necessaria a completare la nuova fatica di HAL Laboratory.
I pochi testi presenti nel titolo, ovvero i menù e i tomi dedicati alle abilità di Qbby, sono interamente tradotti in italiano come ormai da tradizione per Nintendo.
Se il prezzo basso non dovesse convincervi, potete chiedere ad un amico in possesso del titolo di regalarvi una demo grazie alla modalità Download di New 3DS.

 

 

 

In conclusione...
8
“Kirby mangia, Qbby crea”
Con BOXBOY! HAL Laboratory Inc. è riuscita nuovamente a confezionare un platform meno improntato sull'azione ma ugualmente divertente grazie ad un sapiente level design che convince praticamente fin da subito. Il prezzo a cui è proposto inoltre, ripaga completamente l'offerta del titolo, regalando una decina o più d'ore in compagnia di un nuovo eroe che speriamo abbia la stessa fortuna del fratello maggiore e mangione.
Stile minimale e accattivante
Prezzo contenuto
Enigmi stimolanti...
x ...anche se alcuni troppo facili
x Qualche livello decisamente troppo corto

due parole sull'autore
Assuefatto giocatore fin da quando non aveva neanche un pelo sul mento, ha coltivato la propria passione con lo stesso amore con cui cura la propria barba. Molti lo definiscono un Nintendaro senza speranza, senza contare gli oltre quattromila trofei presenti sull'account PSN e gli oltre 370 giochi su Steam (quanti di questi effettivamente giocati non lo sa neanche lui).
Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su