Anteprima Temtem è un diamante in early access

Banner del sito DLCompare

Questa anteprima su Temtem nella sua versione early access è frutto di una collaborazione con DLCompare, che ci ha gentilmente fornito il codice review.
Per maggiori infomazioni sul servizio e le nostre linee guida all’acquisto etico, fate riferimento alla News+ dedicata.

Temtem è ancora in early access. Non sembra affatto, ve lo posso giurare.

Anche se è ancora in early access, posso parlarvi di Temtem in questa anteprima. Non immaginate quanto sia felice. Perché vedete, il titolo non è messo lì a caso, ma è una sorta di monito, un segnale positivo e una frecciatina verso chi ancora fa e rifà gli stessi errori dopo anni. Temtem ha una sua fortissima identità e ha davvero tanto da dare a chi vuole rischiare l’acquisto di un titolo ancora in fase di sviluppo. E no, lo so che lo state pensando: non lo sto elogiando soltanto per “andare contro la massa”. Ve lo posso assicurare, vi basti leggere la recensione di Pokémon Spada e Scudo che trovate sempre qui su I Love Videogames. Comunque, zaino in spalla e cominciamo!

Temtem early access
I concept dei Temtem mi fanno impazzire
Un gioco molto tecnico
Pokémon? In molti paragonano Temtem a Pokémon. Io non sono molto d’accordo. Ne parlo su Gameromancer, con non pochi rant contro Gamefreak.

Parto subito dicendo che Temtem è un gioco molto tecnico. In Temtem gli scontri e le battaglie sono la componente principale, e, proprio per questo motivo, il grinding la fa da padrone. Chiariamo subito un punto: la componente “catturali tutti” è, ovviamente, presente; ma essendo il sistema di combattimento più simile ad un jrpg classico rispetto che a quello più stilizzato della “controparte” di Gamefreak, il completismo passa in secondo piano. Con successive patch, però, sono sicuro che i ragazzi di Crema incentiveranno anche questo approccio al gioco (l’ultima patch ha introdotto una zona dove è possibile catturare con più facilità specie di temtem rari o addirittura i Luma: gli shiny di temtem per capirci).

Quindi, un gioco molto tecnico, che basa tutto sul sinergizzare le mosse dei temtem con i tipi, in battaglie 2 contro 2. Sì, avete capito bene: le battaglie in Temtem sono per il 90% scontri 2 contro 2, il che permette di formulare strategie ben più articolate rispetto ad un ipotetico 1 contro 1. Non solo, ma se ci aggiungete mosse con tempo di ricarica, stamina per lanciare le mosse, che se esaurita vi farà perdere un turno nonché prender danno, e effetti di stato davvero ben bilanciati (tranne l’avvelenamento, quello è over power); avrete un sistema di combattimento appagante e stimolante. Mi manca già ora. Sento il bisogno di breedare qualche temtem arrivati a questo punto dell’articolo.

Temtem ha un sistema di combattimento appagante e stimolante.

Memologia applicata
temtem meme
Ah, I See You’re a Man of Culture As Well: Vi sfido a trovare questo meme nel gioco. Se lo trovate, tornate qui e commentate o postate uno screen. C’è, ve lo assicuro.

Questa è la parte più stilistica, ma che più mi sta a cuore, dell’articolo. Temtem è un RPG abbiamo detto, e quando si parla di rpg la prime cose che mi vengono in mente sono i dialoghi. Se un dialogo è fatto bene, viene inserito in un determinato luogo e pronunciato da un personaggio specifico, allora quella sequenza di battute riesce a descrivere alla perfezione il mondo e ti apre nuove porte e congetture. Questo non sempre riesce negli RPG. Vuoi per scarsa voglia, vuoi perché… Non lo so in realtà, bastano un foglio e una penna, quindi mi domando come si faccia a sbagliare, ma ok. Sta di fatto che sono importanti e Temtem riesce a metà nell’intento di fare dei buoni dialoghi.

Perché sì, mi sono emozionato tantissimo quando girando ho visto che ogni NPC aveva una sua storia e un suo dialogo da continuare con le nostre risposte. Emozionante davvero. E i ragazzi di Crema sono stati anche attentissimi a riportare in stile temtem alcuni meme. Sono morto dal ridere. (la ripetizione dei gemelli, per chi lo giocherà, è oro: Lara? Sarà? Lara)

Manca, però, la forza in questi dialoghi. Ben scritti, ma a volte sono dei mattoni enormi che fai fatica a seguire, soprattutto quando un tizio a caso ti racconta la nascita delle isole e tutta la storia delle divinità. Vi ricordo che poi Temtem non supporta la lingua italiana, quindi è ancora più difficile per chi non mastica la lingua d’oltre manica.

Temtem applica la memologia ai dialoghi, ma manca il carattere

L’arte del low poly
Temtem early access
Vestiti e accessori: Ad oggi i vestiti e gli accessori costano davvero uno sproposito. Speriamo che in futuro le cose cambino.

Sicuramente avrete letto la News + su Temtem, Platypet e 50 sfumature di Heliolisk. Se non lo avete fatto recuperate immediatamente e poi tornare qui. È un ordine… Fatto? Bene. Come avete constatato i concept dei temtem sono eccezionali. Certo, poi i gusti so gusti, quindi a qualcuno può piacere e qualcun altro no, ma sono eccezionali davvero. L’unico problema è l’unità visiva. Vorrei evitare i paragoni con Pokémon, ma mi serve un esempio che tutti possano comprendere: i pokémon sono ben identificati, tondeggianti la maggior parte delle volte e codificati all’interno di una cifra stilistica che crea un distinguo tra ciò che non è pokémon e ciò che lo è. Questo fattore crea unità all’interno del brand, ed è uno dei motivi alla base del successo dei mostriciattoli tascabili. In Temtem tutto questo non avviene. Si vede che i mostri sono scollegati l’uno dall’altro e che sono soprattutto meccaniche di gioco.

Nota di merito per gli ambienti. Ricchi di dettagli e tutti diversi l’uno dall’altro, case degli NPC inutili comprese. Che si trasforma, però, in una nota di demerito perché praticamente nulla è interagibile! Capisco la scelta, però un po’ dispiace. I veri mostri, però, sono i personaggi. La caratterizzazione è molto superficiale e il fatto che i modelli siano low poly abbassa ancora di più la qualità dell’avatar che andremo a giocare. Infatti non ci penso minimamente a farvi vedere il mio personaggio, perché è indescrivibilmente brutto.

Qui si conclude questa anteprima di Temtem. Vi ricordo che Temtem è ancora in early access, quindi le cose potrebbero migliorare come peggiorare. Ad ora al costo di 31€ vi portate a casa una quarantina di ore dedicate alla storia principale e un embrionale late game. Il costo di Temtem è alto se si considera il fatto che è ancora in fase di sviluppo, ma…

Credere in un progetto non ha prezzo, no?

Commento
Temtem è veramente un diamante in early acess. Ha delle potenzialità, ad oggi, incredibili e le aggiunte previste sono tante e strizzano l'occhio a tutti i fan del genere. Il problema è il costo: 31 euro su Steam per un gioco in fase di sviluppo sembra, in effetti, una follia, ma questi ragazzi ci stanno mettendo davvero il cuore, quindi una cianche io gliela darei.
Pro e Contro
Sistema di combattimento appagante
Artisticamente non è male
Dialoghi divertenti...

x ... Ma mancano di carattere
x Gli ambienti sono ricchi ma poco interagibili
x Caratterizzazione del personaggio embrionale