Da poche ore girano diverse voci sull’upgrade di Final Fantasy 7 Remake. Molta confusione sta circolando in rete. Cerchiamo di fare chiarezza su chi potrà riscattare gratuitamente l’aggiornamento alla next-gen in uscita a giugno.

Nello State of Play di ieri sera è stato annunciato un upgrade per Final Fantasy 7 Remake. Durante la presentazione Square ha ribadito che l’upgrade sarà gratuito per chi ha già acquistato la versione PS4. Per chi invece lo acquista su PS5 per la prima volta verrà rilasciata la versione Intergrade. Fin qui tutto bene. Nelle ultime ore però è nata molta confusione attorno a questa Enhanched Edition. Nelle scorse ore Sony ha mostrato la lineup dei giochi mensili del Playstation Plus e tra i vari giochi troviamo Final Fantasy 7 Remake. La mossa ha reso felici molti possessori dell’abbonamento di casa Sony. Ma c’è un piccolo particolare. Chi riscatta la versione PS Plus di Final Fantasy 7, all’uscita delle patch per PS5 non potrà beneficiarne.

Final Fantasy 7 traduzione

All’uscita della notizia è iniziata a circolare una teoria del complotto. I migliori complottisti hanno cinguettato dai loro account Twitter che solo chi possiede la copia fisica del gioco può scaricare l’upgrade gratuito per supportare il 4K sulla console next-gen di Sony. Chi invece ha acquistato la versione digitale, si attacca al treno dell’introduzione di Final Fantasy 7 e se ne torna in 1080plandia.

Tranquilli niente 1080plandia per gli amici digitali

Se al posto di fare teorie del complotto i noti leaker avessero dato uno sguardo al comunicato stampa di Square-Enix, avrebbero potuto frenare questa disinformazione. Nel comunicato viene ribadito quanto segue: Final Fantasy 7 Intergrade è un gioco indipendente per PlayStation 5. Inoltre chi ha acquistato la versione PS4 ed ha una PS5, può scaricare gratuitamente la patch per la console next-gen. Chi riscatterà invece il prodotto da PS Plus, non potrà utilizzare l’aggiornamento che uscirà a giugno. Viene anche spiegato che il DLC sulla ninja proveniente dal Wutai sarà esclusiva PS5. La versione Intergrade conterrà gioco base e il contenuto aggiuntivo che introdurrà Yuffie. Chi ha già il gioco, invece, potrà acquistare l’espansione in maniera separata.

L’allarmismo generato in queste ore è infondato. Molti hanno erroneamente interpretato la notizia nel seguente modo: solo se possiedi la copia fisica del titolo puoi scaricare l’upgrade per PS5, se invece possiedi la versione digitale no. Il problema è nato perché, durante il video di presentazione, è stato dichiarato dalla voce narrante che “Devi possedere il disco di gioco per poter riscattare la patch“. Questo è vero solo se si è in possesso della copia fisica, in quanto sul disco è presente la licenza del gioco.

Ops Square did it again

La mossa di non voler rilasciare l’upgrade gratuito a chi usfruirà del gioco grazie al PS Plus potrebbe essere vista come un danno da parte del consumatore, ma da parte della casa di sviluppo giapponese no. Semplicemente Square Enix vuole massimizzare le vendite su PS5 con la versione Intergrade. Come ogni azienda che si rispetti, cerca solo di poter guadagnare come può. E’ possibile speculare anche sul fatto che il DLC serve per poter avere in party Yuffie nella parte 2. Questa ipotesi deriva dal fatto che nell’episodio originale, la nostra kunoichi peperina era un personaggio opzionale. Trattandosi di un DLC esclusivo per PS5 e considerato che con ogni probabilità la parte 2 sarà rilasciata sulle console next-gen, è pensabile che il party potrà essere ingrandito.

Aertih

Altra cosa su cui potremmo speculare è se anche Vincent Valentine, altro comprimario storico del titolo originale, verrà rilasciato con questa modalità. Ovviamente nell’economia della trama il nostro bel tenebroso ha un peso importante. Anche lui tuttavia era, come Yuffie, un personaggio opzionale. Purtroppo lo sviluppo di Final Fantasy VII Remake sembra non seguire logiche.

Hai altre domande, bisogno di aiuto o semplicemente ti va di parlare di videogiochi? Ci trovi anche al Baretto Videoludico, a cercare di portare il nostro medium preferito oltre le regole.

#LiveTheRebellion