Ep. 31: Scoprimi 'sta cippa

Puntuale come ogni anno, dopo la conclusione dell’E3, siamo stati ospiti di Nintendo Italia per provare tutte le novità presentate e/o mostrate a Los Angeles.
Lo scorso 11 Luglio, nell’ormai consueta cornice del VGP di Milano, abbiamo finalmente provato sia Super Smash Bros. Ultimate, sia Pokémon Let’s Go Pikachu.
Oltre ai due pezzi grossi, la sala  ospitava come al  solito altre produzioni più o meno piccole, in uscita quest’anno e a cui abbiamo dedicato il nostro tempo per offrirvi delle prime impressioni.

Purtroppo  non siamo riusciti a mettere le mani su Monster Hunter Generations Ultimate , Overcooked 2 e Dragon Ball FighterZ per motivi di tempistiche (e a causa delle due ore di coda per Let’s Go).
Come nello showcase del 2017 anche quest’anno Filippo di Nintendo of Europe ci ha parlato di un titolo non provabile, Super Mario Party. 

Super Mario Party

Uno dei nuovi annunci del Direct di Giugno, Super Mario Party è l’esordio della serie su Nintendo Switch.  Il party game per eccellenza del Regno dei Funghi porta sull’ibrida Nintendo sia i controlli di movimento tramite joycon (ci si potrà dare il cinque in segno di vittoria) sia  molte delle implementazioni degli ultimi capitoli per 3DS. Super Mario Party avrà infatti tra le sue modalità di gioco la caccia alle stelle, il tabellone libero con sfida a squadre, dove bisognerà comprare più stelle degli avversari. 

Ovviamente il focus principale di Super Mario Party resta sui minigiochi, e questo nuovo capitolo sembra allargare ulteriormente l’offerta proponendone tanti inediti. Per la prima volta la schermata di preparazione al minigioco farà anche da tutorial (con tanto di prova i ntempo reale), snellendo ulteriormente i tempi d’attesa. Se a questo ci aggiungiamo anche l’esordio dell’online, ci sono tutti i presupposti per un ottimo party game.
Abbiamo visto  in azione anche la possibilità di collegare due Nintendo Switch in minigiochi specifici, anche se crediamo saranno molto meno dei classici.

Super Mario Party sarà disponibile dal 5 Ottobre.
Fifa 19

Presente anche una prima build di Fifa 19, giocabile sia in modalità docked che portatile. Questa demo ci ha permesso di dare una prima occhiata alle migliorie compiute, rispetto allo scorso anno, dal titolo Electronic Arts. Una delle novità su cui la società canadese ha intenzione di spingere è la nuova licenza della Uefa Champion’s League e dell’Europa League, fino all’anno scorso detenute da Konami. Questa licenza include le bellissime sequenze che si vedono prima di ogni partita con l’inno delle due competizioni e la grafica ufficiale, cosa che sicuramente farà piacere ai fan storici della serie. Per quanto riguarda il lato gameplay ci son stati miglioramenti significativi al controllo palla e alla velocità dell’intera partita. Ora non esisteranno più stop perfetti che permettono di rilanciare velocemente la palla in avanti ma – anzi – saranno necessari passaggi precisi per evitare di perdere tempo utile nella costruzione dell’azione. Inoltre, sempre in campo, da segnalare l’aggiunta di nuove animazioni che si incastrano perfettamente nella situazione appena indicata e per i dribbling, spesso in passato molto macchinose ed irreali. Altra novità, anche se non spiegata al momento, è la nuova meccanica di tiro a due tempi che permette di dare maggiore precisione alle conclusioni a rete premendo due volte il tasto A (o Y in modalità di controllo alternativi).

Se dal lato gameplay ci ha pienamente convinto, in attesa ovviamente di poterci mettere mano in maniera più approfondita a settembre, i dubbi maggiori derivano dalla resa grafica di Fifa 19. Nonostante fosse una build in pieno sviluppo non siamo rimasti colpiti dai modelli dei giocatori, sia in primo piano che durante le fasi di gioco, che ci son sembrati di bassa qualità. Sicuramente – mancando più di due mesi alla release – queste miglioreranno col tempo e il nuovo titolo EA arriverà al 28 Settembre più pronto che mai.

Fifa 19 sarà disponibile dal 28 settembre

 

Killer Queen Black

Uno dei due titoli indipendenti presenti al VGP è Killer Queen Black, multiplayer  arena fino ad otto sviluppato da Liquid Bit. In un’edizione esclusiva per Nintendo Switch (Black per l’appunto) impersoneremo un’ape regina armata di spada, e dovremo eliminare  la nostra rivale.

Un action platform strategico che ci ha sorpreso per la quantità di possibilità.

Nei panni di uno dei tre operai infatti, si potrà aiutare la propria regina in tre modi diversi: raccogliendo le uova e consegnandole all’alveare, trasformandosi in spietati guerrieri, o guidando una lentissima lumaca al traguardo. Il tutto  cercando di resistere ai colpi avversari, in combattimenti all’ultimo fendente.

A differenza della versione PC, Killer Queen Black supporterà anche il multiplayer a otto in locale (oltre che online) garantendo serate divertenti e ricche di insulti nel caso il vostro salotto possa ospitare abbastanza amici.

Killer Queen Black uscirà questo inverno.

 

1 2