Speciale
di Gaetano Lombardo
il 12 giugno 2018, 07:39
in Speciali

Sony innova il concetto di press conference, proponendo quello che è un misto tra una raccolta di filmati e un talk show

La compagnia giapponese, si sa, non si è mai voluta adattare gli altri e correre secondo le loro regole ma, anzi, a loro piace romperle. Questo perchè ciò a cui ci troviamo davanti non appena iniziata quella che tutti credevano una classica conferenza E3 è diverso, forse troppo.

speciale
Ma alla fine Microsoft ha davvero vinto l’E3?
Che l'E3 2018 sia stato vinto - per quanto riguarda il giudizio della critica - tendenzialmente da Microsoft lo sappiamo tutti. E potremmo anche essere d’accordo… Ma è più interessante cercare di capire il sentire comune: chi ha vinto l'E3 2018 secon...

In un’insolita location, una sorta di capanno che solo dopo capiamo aver senso, Sony parte subito con uno dei “big four” di questo E3: The Last of Us Part II. Il titolo Naughty Dog si presenta in ottima forma, Ellie – ormai cresciuta – balla insieme a una ragazza. Dopo un bacio appassionato parte una sessione di gameplay che ricorda in tutto e per tutto il titolo visto nel 2013, ovviamente più pompato e con alcune migliorie. Ellie si ritrova circondata da nemici che le danno la caccia e lei, da buona cacciatrice, parte alla ricerca della propria preda. L’intera sezione lascia senza fiato e ricorda, forse anche troppo, il primo capitolo anche se questo poco importa a coloro che hanno amato le avventure di Joel e della ragazzina.

 

Dopo questo incredibile filmato la scena passa a Shawn Layden e colleghi che iniziano a parlare, permettendo ai nostri colleghi a Los Angeles di spostarsi nella location definitiva, e annunciano due cose: la modalità new game plus in arrivo su God of War e la disponibilità – da questa sera – di Call of Duty: Black Ops III con il servizio Playstation Plus.

 

recensione
God of War: l’esigenza di essere migliori
Questa è la storia di un orso e di un lupo, che vagarono per i nove regni per mantenere una promessa fatta in precedenza; percorrono il sentiero del crepuscolo, destinati a scoprire la verità che deve giungere La storia di un orso e un lupo, dunque,...

 

Quella che è stata considerata dai più un inizio lento e atipico si è poi trasformato in un tumulto di emozioni una volta arrivati nella sala conferenze. Lì un’esibizione live ci ha portati a scoprire il primo gameplay di Ghost of Tsushima, il nuovo gioco sviluppato da Sucker Punch, ha mostrato un abbozzo di open world – con il protagonista a cavallo che attraversa una pianura piena di fiori – e di tutte le opzioni del sistema di combattimento. Infatti la demo ci ha permesso di osservare come il protagonista si può approcciare a nemici pronti a ucciderlo, ovviamente sono finiti a pezzettini, o come può sorprenderli – in puro stile Assassin’s Creed – per non dargli opportunità di rispondere. Purtroppo, come già accaduto per The Last of Us Part II, alla fine del trailer non c’è stato neanche un abbozzo di periodo d’uscita – ma questa sarà una costante per tutta la serata – ma la speranza rimane di poter sapere qualcosa nel prossimo futuro. Remedy decide di fare il suo debutto a questo E3 subito dopo Sucker Punch, proponendo Control, un gioco che ci ha ricordato molto Quantum Break in arrivo nel 2019.

 

Ad avere una data d’uscita, però, è Resident Evil 2. Il famoso remake che ha fatto il suo debutto con un trailer, mostrando così il grande lavoro effettuato dal team di sviluppo. I giocatori non dovranno attendere a lungo, per fortuna, visto che l’arrivo del titolo è previsto per il 25 Gennaio 2019, quattro giorni prima di Kingdom Hearts III. Ironia vuole, infatti, che è proprio il titolo Square Enix a fare il suo arrivo sul palco di Los Angeles con un nuovo trailer – il terzo visto in questi giorni – che mostra il mondo dei Pirati dei Caraibi e, sopratutto per i fan del brand, nuovi personaggi e situazioni che lasciano con l’acquolina in bocca in attesa di quel 29 Gennaio che non sembra mai arrivare. A completare il tutto ci pensa Square, che annuncia una Playstation 4 Pro dedicata e un bundle contenente tutti i titoli della saga.

 

Sony ha voluto aumentare il ritmo dello showcase e per farlo si è fatto aiutare da un amico: Hideo Kojima. Infatti finalmente abbiamo potuto dare una prima occhiata al gameplay di Death Stranding, anche se ancora si fa fatica a capire di cosa si tratti. Durante il filmato abbiamo visto come il protagonista porti sempre con sè delle scatole, di varie dimensioni, e dell’immensa paura che provocano delle misteriose creature. Evitare queste entità, dapprima invisibli ma poi riconoscibili grazie all’utilizzo di una particolare sonda, sarà molto probabilmente il nostro obiettivo ed essere scoperti equivale al game over. Il trailer di Death Stranding oltre a mettere nella testa dei giocatori mille dubbi presenta due nuove personalità che si aggiungono al cast: Lea Seydoux e Linsday Wagner. Sicuramente Hideo Kojima non mancherà di rivelare dettagli nei prossimi giorni, nella speranza di capire cosa si nasconde dietro a questo titolo.

 

 

Prima della chiusura c’è stato spazio per un annuncio inaspettato. Sony ha annunciato, infatti, l’arrivo di Nioh 2 su Playstation 4 con un trailer senza rivelare ulteriori dettagli. L’attenzione a Nioh 2 è durata poco perchè a chiudere l’intero showcase Sony è arrivato uno dei giochi più attesi di questo 2018: Marvel’s Spider-Man. L’E3 2018 è stato il posto dove ha fatto il suo debutto un gameplay più approfondito che ha visto l’eroe mascherato fare la conoscenza di alcuni dei villain che lo tortureranno durante tutta l’avventura: Electro, Rhino, Scorpio e Avvoltoio. Le sequenze di gameplay ricordano molto i titoli di Batman sviluppati da Rocksteady elevati, però, all’ennesima potenza con lo spara ragnatele in grado di volteggiare e destreggiarsi contro più nemici molto facilmente. Non abbiamo visto solo combattimento ma, per nostra fortuna, c’è stata anche la possibilità di poter assistere all’inseguimento ad Electro che ha messo in mostra il sistema di spostamento e il comparto tecnico, assolutamente di qualità altissima. La fine del trailer vede Spidey collassare, sconfitto dai cattivi, con qualcuno di misterioso che sembra arrivare al suo salvataggio. Sarà il Signor Stark che tanto abbiamo apprezzato al cinema? Lo scopriremo solo vivendo.

 



due parole sull'autore
Nato già con il joypad in mano, possessore di SNES prima ancora che del biberon ma cresciuto con la Playstation nel cuore. Grosso amante dei JRPG e dei titoli sportivi. Recentemente ha acquistato anche una Xbox One così da poter dire la sua su tutto il panorama videoludico attuale.
Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su