DLC #2: Pokémon Sputo&Spada
Enslaved: Odyssey to the West

Anno: 2010 (PS3, 260), 2013 (PC)

Piattaforme: PS3, Xbox 360, PC

Prima del controverso DmC Devil May Cry Ninja Theory si è dedicata ad un progetto originale, prendendo libera ispirazione dal classico della letteratura orientale Viaggio in Occidente (da cui, tra le altre cose, deriva anche Dragon Ball) e sfruttando questa base per raccontare una storia post-apocalittica dai toni simili a quelli di Matrix. Monkey, protagonista del gioco, inizia l’esperienza come schiavo e come schiavo la prosegue fino alla fine, e pur liberandosi quasi subito dalla sua prigionia si vede quindi costretto ad affrontare il suo personale viaggio in occidente per scortare una ragazza, Trip, al suo villaggio natale. Se amate le belle storie e apprezzate lo stile visivo a base di tinte sature tipico di Ninja Theory Enslaved è sicuramente degno di essere inserito sulla lista delle esperienze da recuperare.

The Orange Box

Anno: 2007

Piattaforme: PS3, Xbox 360, PC

L’Orange Box è praticamente una sorta di Vangelo videoludico del verbo trasmesso da Valve, che come nelle migliori tradizioni della casa di Steam viene distribuito ad un prezzo abbordabilissimo (ora come ora circa una decina di euro). Definizione calzante, visto che la raccolta include Half Life 2 (completo delle due espansioni Episode 1 ed Episode 2), Team Fortress 2 e Portal, un’altra di quelle esperienze che non possiamo non includere tra le più riuscite della settima generazione. Il mezzo perfetto per trasmettere il messaggio di Gabe Newell.

Danganronpa: Trigger Happy Havoc

Anno: 2014

Piattaforme: PS Vita

Parlando di Playstation Vita avremmo voluto includere in questa lista Gravity Rush. Non ci sembrava però un consiglio particolarmente indovinato, non tanto per le qualità del titolo (che è indubbiamente uno dei motivi per possedere PS Vita senza vergognarsene), quanto per l’imminente uscita della sua versione remastered per Playstation 4. Abbiamo quindi optato per Danganronpa: Trigger Happy Havoc, visual novel che punta tutto sulla caratterizzazione dei personaggi e un’ottima colonna sonora, condendo il tutto con una marea di citazioni che strizzano l’occhio agli appassionati di anime e manga giapponesi. Su Playstation Network attualmente si può acquistare il titolo per 19,99€: se la vostra Playstation Vita sta prendendo polvere da un po’ troppo tempo questa è l’occasione per rimetterla in funzione.

The Legend of Zelda: A Link Between Worlds

Anno: 2014

Piattaforme: 3DS

Abbiamo parlato di PS Vita, e per par condicio non si poteva non nominare almeno un titolo per 3DS: approfittando dell’arrivo della linea Nintendo Selects anche sull’ultima portatile della casa di Kyoto la scelta è ricaduta su The Legend of Zelda: A Link Between Worlds, uno dei titoli che meglio ha mostrato le potenzialità del 3D stereoscopico della piattaforma (e che curiosamente è stato rilasciato a ridosso dell’uscita di 2DS, privo di questa funzionalità) e che si ricollega di prepotenza ad A Link To The Past, uno dei capitoli bidimensionali della serie più apprezzati dai fan. Prendendo come al solito Amazon come riferimento, la spesa si assesta sotto i 20 euro.

Metal Gear Solid: Legacy Collection

Anno: 2013

Piattaforme: PS3

Un po’ fuori budget rispetto agli altri consigli elargiti fino a questo momento (al momento Amazon la propone attorno ai 40 euro) ma decisamente un regalo perfetto per tutti coloro che, per un motivo o per l’altro, non hanno mai toccato con mano l’opera di uno dei nomi più apprezzati dell’industria: Hideo Kojima. La raccolta include grossomodo tutto quello che bisogna giocare per capire l’intricata trama della serie (o morire provandoci) per arrivare a The Phantom Pain con un minimo di preparazione (con l’eccezione del prequel a quest’ultimo, Ground Zeroes). Dai primi due episodi bidimensionali fino a Metal Gear Solid 4 (unico titolo della serie ancora in esclusiva), passando per lo storico primo capitolo “Solido” e per le rimasterizzazioni già viste nella HD Collection di Sons of Liberty, Snake Eater e Peace Walker.

1 2