Recensione
di
il

Dopo mesi di attesa, è finalmente arrivato il primo contenut0 aggiuntivo dedicato all’ampliamento della trama per L’Ombra della Guerra

Dopo un paio di trascurabili DLC dedicati all’introduzione di nuove tribù di orchi, è finalmente arrivato il primo contenuti aggiuntivo dedicato all’ampliamento della trama per L’Ombra della Guerra. L’Ombra della Guerra: La lama di Galadriel, questo il titolo completo dell’opera, ci metterà nei panni (elfici) di Eltariel, personaggio che abbiamo già potuto conoscere nel corso delle avventure di Talion e che finalmente possiamo ora approfondire in questa sua avventura da solista. Inutile affermare che questo DLC è disponibile per tutte le piattaforme per le quali è stato reso disponibile titolo base; meno inutile, invece, è evidenziare come sia possibile scaricarlo esclusivamente in formato digitale al prezzo lancio di 14.99€. Ma ne varrà la pena o, come accaduto per le espansioni de L’Ombra di Mordor, ci troviamo di fronte a un contenuto fatto solo per spremere i portafogli degli amanti dell’universo Tolkeniano?

Versione testata: PlayStation 4

Varrà la pena tornare a Mordor ci troviamo di fronte a un contenuto fatto solo per spremere i portafogli degli amanti dell'universo Tolkeniano?

Condividi
recensione
La Terra di Mezzo: L’Ombra della Guerra
Quando si ha per le mani una proprietà intellettuale come quella de Il Signore degli Anelli è sempre un rischio prendersi qualsiasi libertà creativa, a causa della quantità di fan pronta a sbranare gli sviluppatori al minimo errore di continuity e/o ...
Una lama per ucciderli tutti
Lo ammettiamo: nel finale ci siamo emozionati, ma non certo grazie a Eltariel

La trama de L’Ombra della Guerra: La lama di Galadriel (da qui chiamato anche solo “La lama di Galadriel per comodità) si colloca nel periodo delle Guerre dell’Ombra, prima del vero finale che chiude definitivamente le avventure di Talion. Nei panni di Eltariel saremo quindi chiamati a fronteggiare l’arrivo di nuovi Nazgul a Mordor, cercando allo stesso tempo di “porre rimedio” al nuovo status quo del protagonista del capitolo base. Non vogliamo dire di più per non rovinare la sorpresa a coloro che non hanno ancora avuto occasione di portare a termine L’Ombra della Guerra, ma ci teniamo a sottolineare come questo DLC riesca, soprattutto nella parte finale, a donare sfumature inedite non solo alla sua protagonista, ma anche all’eroe del titolo principale. Nonostante questo, però, è evidente che gli sviluppatori non si sono voluti concentrare particolarmente sulla psicologia di Eltariel che, in fin dei conti, non subisce sostanziali cambiamenti nel suo tentativo di riconquista di Mordor. Noi abbiamo completato La lama di Galadriel (con tanto di missioni secondarie che portano avanti una sottotrama di scarso interesse) in 3 ore e 41 minuti, permettendoci di considerare la longevità generale di questo contenuto aggiuntivo nella media rispetto a quelli de L’Ombra di Mordor. Insomma: ci troviamo di fronte a un prodotto che narrativamente non fa gridare al miracolo, ma che innegabilmente presenta un paio di momenti davvero avvincenti e capaci di emozionare tutti gli appassionati delle avventure di Talion & Company.

Uccidi, uccidi, uccidi!
Speriamo che, in un eventuale terzo capitolo, gli obiettivi delle missioni possano essere differenti tra loro

Per quanto riguarda la parte prettamente ludica de La lama di Galadriel, sappiate che vi troverete di fronte a una serie di missioni che, salvo la presenza di orchi dalle caratteristiche differenti, avranno sempre lo stesso obiettivo: sconfiggere il comandante di turno. Nei panni di Eltariel, infatti, ci troveremo per maggior parte del tempo a utilizzare le stesse strategie di Talion e abilità molto simili per farci spazio tra le orde di orchi che popolano le lande di Mordor. L’introduzione di una nuova caratteristica (la possibilità di irradiare di luce i propri avversari) riesce però a dare al tutto una ventata di aria fresca, costringendoci in determinate situazioni a ragionare diversamente rispetto al titolo principale e rendendo le avventure di Eltariel divertenti e appaganti. Tramite la pressione di un tasto, infatti, potremo caricare i nostri nemici di luce e, dopo aver inferto qualche colpo ben piazzato, potremo farli detonare con la semplice pressione di un tasto. A questo elemento di gameplay è costruito attorno tutto il nuovo (e breve) albero delle abilità di Eltariel, capace di tenerci impegnati per tutta la durata del contenuto aggiuntivo. Come accennato nella sezione dedicata alla narrativa, è presente una serie di missioni secondarie (sempre con lo stesso obiettivo) volta al recupero delle armi elfiche provenienti dal passato della stirpe della nostra protagonista. Niente di nuovo sotto il sole, ma sicuramente si tratta di un fattore capace di tenerci impegnati per un paio d’ore in più rispetto alla singola trama principale.

Stesse luci e stesse ombre
La lama di Galadriel presenta gli stessi identici pregi e difetti delle avventure di Talion

Sotto il profilo tecnico, ovviamente, La lama di Galadriel non aggiunge nulla di nuovo al titolo principale, presentando gli stessi, buoni, modelli poligonali dei personaggi, la stessa cura nell’ambientazione e il buon colpo d’occhio generale. Nonostante un character design degli orchi nella media, ammettiamo che abbiamo trovato un paio di personaggi secondari davvero interessanti e visivamente accattivanti, per quanto cozzino notevolmente con quanto visto sino ad ora all’interno dell’universo Tolkeniano. Buono il comparto sonoro, con musiche sempre sul pezzo e con un doppiaggio in italiano di qualità. Una piccola pecca, però, può essere riscontrata nei doppiatori utilizzati per gli orchi di questo DLC; non tanto per una scarsa recitazione (anzi), ma per la presenza costante solamente di 2-3 voci differenti, cosa che ha reso i comandanti avversari troppo simili tra loro e rovinando leggermente l’immersione del giocatore all’interno del mondo di gioco.

La Terra Di Mezzo: L'ombra Della Guerra - PlayStation 4
Di: Warner Bros
Data di uscita: 10/10/2017
Prezzo: EUR 19,94
Acquista su Amazon
In conclusione...
Si
“Noi lo diciamo: astenersi puristi dell'universo di Tolkien”
L'Ombra della Guerra: La lama di Galadriel, pur non facendo gridare al miracolo, si presenta come un contenuto aggiuntivo interessante, in alcuni momenti avvincente e capace di farci passare 3-4 ore aggiuntive all'interno di un mondo di gioco dal fascino indiscutibile. Peccato che Eltariel sia stata utilizzata per caratterizzare maggiormente Talion e non per portare avanti la sua psicologia, cosa che rende abbastanza scarso l'attacco emotivo del giocatore con la protagonista di questo DLC. Il gameplay rodato, pur se con missioni troppo simili tra loro, e un profilo tecnico di alto livello ci permettono di consigliare questa espansione a tutti coloro che hanno amato le avventure del capitolo principale. Per coloro che non hanno completato ancora l'avventura di Talion, invece, suggeriamo di tenersi alla larga il più possibile da spoiler riguardanti il finale di questo DLC, in modo da non rovinarsi il colpo di scena più avvincente de L'Ombra della Guerra.
Trama interessante, soprattutto nel finale
Gameplay rodato e funzionale
Tecnicamente solido
x Si poteva osare di più nel caratterizzare Eltariel
x Missioni troppo simili tra loro

due parole sull'autore
Il Luca è quell'animale mitologico a metà tra un nerd ed un videogiocatore, ma con la testa di Ca***. Dall'animo tranquillo, pare che questa creatura sia stata vista solamente poche volte in modalità berserk (con ATK+3 e danno da fuoco), ma si narra che, in quei casi, la bestia cambi colore e ripeta solamente una cosa: LUCA SPACCA!
Commenta con:
Seleziona il sistema di commenti cliccando sull'icona


Torna su