Ep. 39: Ai confini etici della Realtà Virtuale

Recensione Interrogation: You will be deceived

Interrogation: You will be deceived è un titolo investigativo da brandy e sigaro.

Avete mai giocato ad un punto e clicca investigativo? Solitamente, in quel tipo di giochi, il sistema di gioco è basato sulla ricerca degli indizi: si visitano le scene del crimine, si raccolgono prove e si inchiodano i sospettati.
Un aspetto che viene affrontato raramente in modo approfondito è quello dell’interrogatorio. Proprio su questo aspetto si concentra Interrogation, you will be deceived. Un titolo dalle atmosfere noir in un contesto drammaticamente reale e contemporaneo dove saranno le confessioni ottenute dai nostri interrogatori a smuovere la trama. Un gioco dalle dinamiche simili alle visual novel: molto testo, poche esplosioni e tanto ingegno. Sicuramente un gioco insolito nel 2019: Interrogation è un valido acquisto o l’hardboiled dopo un po’diventa indigesto?

Poliziotto buono vs poliziotto cattivo

In Interrogation il giocatore ricopre il ruolo di un agente di polizia specializzato in interrogatori. A differenza di altri titoli polizieschi non avremo la consueta raccolta delle prove con annessa la visita alla scena del crimine.

In Interrogation non si dovranno raccogliere prove e non ci sono scene del crimine da esaminare, con buona pace di Gil Grissom.

I sospettati vengono condotti in centrale per essere interrogati. Una veloce occhiata ai loro dossier, e si comincia.

Le domande da rivolgere ai sospettati vengono visualizzate a schermo. Il giocatore dovrà selezionarne una alla volta nel tentativo di ottenere una confessione o delle risposte utili per risolvere i vari casi proposti. Man mano che procederemo con l’interrogatorio avremo a disposizione domande sempre più specifiche fino al momento in cui saremo nelle condizioni ideali per chiudere il caso con un ultimo quesito.

I ragazzi di Critique Gaming hanno pensato di dare un certo grado di libertà nell’approccio verso i sospettati. Sarà possibile essere accomodanti ed ottenere la loro fiducia incondizionata, o aggressivi ed usare la paura come arma contro di loro. Un modo come un altro per ricordare che non tutti i poliziotti sono buoni o cattivi.

Nel corso dell’interrogatorio avremo due indicatori che ci guideranno nella psiche dei sospettati:

Più l’approccio sarà accomodante, più le pupille di dilateranno e vedremo l’agitazione rimanere costante o scendere. In caso contrario le pupille si restringeranno e l’agitazione aumenterà.

Nel caso in cui il sospetto sia particolarmente difficile da persuadere con le buone sarà possibile “ammorbidirlo”, ad esempio spegnendo il registratore, malmenare il sospettato e poi riprendendere l’interrogatorio una volta raggiunto il giusto grado di agitazione. Attenzione però: più tagli e vuoti saranno presenti nel nastro, più questi potrebbero avere ripercussioni sulla risoluzione del caso e sulla valutazione della squadra. A seconda dell’approccio adottato, il giocatore si troverà a dover fare i conti con le conseguenze delle sue scelte. Soprattutto a livello mediatico e politico.

Al termine di ogni caso, sarà possibile richiedere determinati servizi ricorrendo alle risorse messe a disposizione dal dipartimento. Tra i vari servizi sarà possibile conoscere lo stato psicofisico dei nostri colleghi tramite una perizia psichiatrica, e ridurne il livello di stress migliorando il loro umore con cene fuori o aumenti di stipendio. Più i nostri colleghi saranno a loro agio, più lavoreranno meglio. Anche perché sarà possibile assegnare ai comprimari alcuni compiti, tra i quali:

Le nostre azioni e quelle dei nostri agenti andranno a modificare tre valori:

Questi valori, appartenenti ad un documento noto come PR Report (rapporto dell’ufficio Pubbliche Relazioni, ndr.), avranno un impatto sul proseguimento della trama e sulle interazioni con i vari sospettati. Sfortunatamente non è sempre facile capire quanto e come la nostra valutazione incida sulla storia. Lo stesso problema si verifica con le domande sottoposte alle persone informate sui fatti che nel corso della storia deporranno contro un loro conoscente. Interrogation si potrebbe considerare come una visual novel a finali multipli, in cui la parte importante è lo svolgimento della trama e la conoscenza esatta delle conseguenze delle nostre scelte è di secondaria importanza.

Uno degli aspetti certamente più interessanti di Interrogation: you will be deceived è l’aspetto grafico. Il gioco presenta pochissimi colori, limitati al solo rosso e giallo utilizzati rispettivamente per evidenziare la domanda conclusiva e le domande sbloccate nel corso del nostro interrogatorio. Per tutto il resto del titolo ci troviamo di fronte ad un magistrale bianco e nero che delinea, quasi a matita e carboncino, personaggi credibili e realistici come presi da fotografie animate in modo da rendere vivo nelle movenze chi abbiamo di fronte.

Un titolo investigativo unico

Una storia che fa riflettere: Tinte cupe, colonna sonora di altissimo livello, personaggi carismatici ed una trama ben strutturata. Un videogioco che sa raccontare bene una storia e vuole in qualche modo far riflettere sulla società in cui viviamo.

Anche la colonna sonora con le sue note riesce ad accompagnare l’esperienza egregiamente, non abbiamo mai un ritmo fuori posto. Tutto è posato per trasmettere il giusto grado di calma e tensione creando l’ambiente ideale in cui riflettere sulle domande da porre ma anche per immedesimarci completamente nel ruolo di un agente di polizia che deve lavorare sulla psiche dei suoi sospettati piuttosto che su delle prove inconfutabili.

La sceneggiatura è uno dei fiori all’occhiello di Interrogation . I personaggi, salvo alcune eccezioni, sono ben caratterizzati e resi plausibili nel testo. Spesso non si tratta di grandi menti o strateghi, ma di persone comuni che per un motivo o per un altro si trovano coinvolti in qualcosa di grosso: sia i sospettati che i poliziotti infatti sembrano essere in qualche modo pedine di qualcosa di enorme di cui non hanno la conoscenza adeguata o gli strumenti per comprenderne l’entità. Il giocatore si trova infatti a passare dal tutorial guidato ad affrontare un gruppo terroristico di estrema destra sul modello dell’alt-right americana chiamato Liberation Front, uomini e donne qualsiasi , con una limitata e distorta visione del concetto di anonimato su internet, che si organizzano in anacronistiche chat private per pianificare azioni volte a rovesciare lo status quo.

I toni dei personaggi comprimari, i colori e la musica rendono l’esperienza un vero e proprio racconto noir che riesce anche ad enfatizzare efficacemente alcuni elementi critici della società contemporanea, non solo americana. Giocare Interrogation, you will be deceived è un’esperienza narrativa ricca come un qualunque poliziesco letterario o cinematografico, pur mancandone la complessità del primo o l’azione del secondo.

Interrogation: you will be deceived non inventa nulla di nuovo ma usa alla perfezione gli strumenti a sua disposizione.

English motherf*****, do you speak it?

Forse siamo di fronte ad uno dei migliori titoli investigativi degli ultimi anni. Ha una profondità molto interessante, sia per la capacità di affrontare con occhio critico la società contemporanea, sia per l’intrigante sistema di gameplay che sfrutta al meglio alcuni aspetti delle Visual Novel, pur migliorandoli e dando loro maggiore profondità arrivando al punto di far perdonare alcuni difetti minori come il livello di sfida non proprio altissimo. Basti considerare che il giocatore non si limita ad interrogare i sospettati ma avrà anche a che fare con l’indagine tramite l’interrogatorio di sospettati ed informatori, dovrà gestire e coordinare le azioni del proprio team ed occuparsi delle pubbliche relazioni del dipartimento.

Inoltre, lo stesso interrogatorio in alcuni frangenti costringe il giocatore a soppesare le domande, dal momento che ogni domanda posta accorcia di qualche secondo un timer ed ogni domanda fuori posto potrebbe portarci ad un game over a velocità veramente imbarazzanti: a tal proposito è bene ricordare che Interrogation è interamente in inglese e privo di localizzazione in italiano, pertanto è consigliabile una conoscenza medio alta dell’inglese scritto per poterne godere appieno, dal momento che si tratta di un’avventura principalmente testuale.

Verdetto
7.5 / 10
Manca solo il brandy ed il sigaro.
Commento
Interrogation, you will be deceived è un titolo interessante. Trama ben curata, personaggi carismatici e colonna sonora di altissimo livello contribuiscono a creare un'esperienza unica nel suo genere. Ci troviamo di fronte ad un titolo poliziesco di indagine dalle tinte cupe che ci costringe a fare i conti con l'altra faccia dell'anonimato su internet mostrando anche alcune problematiche sociali affiorate negli ultimi anni. Tuttavia essendo un titolo privo di azione, principalmente testuale ed interamente in inglese potrebbe non incontrare gli interessi del grande pubblico.
Pro e Contro
Trama ben strutturata
Atmosfere e stile grafico all'altezza
Personaggi carismatici
Visual novel con un ottimo gameplay

x Livello di sfida blando
x Sistema di PR poco chiaro
x Richiede una buona conoscenza dell'inglese