Chiunque sia almeno un po’ appasionato di anime e manga avrà sicuarmente sentito parlare di hentai. Il termine, che in giapponese vuol dire “pervertito”, indica anime e manga che contengono scene di sesso esplicito, come spiegato a proposito dei generi.

Generalmente, gli hentai vengono considerati opere di scarsa qualità, con storie al limite del ridicolo e illustrazioni che sfidano le leggi della fisica. E non si tratta semplicemente di un pregiudizio, in quanto, molti hentai sono davvero prodotti di qualità scadente, specie gli anime.

Tuttavia, all’interno dell’industria ci sono anche mangaka e registi che prendono il loro mestire con estrema serietà, realizzando opere che nulla hanno da invidiare alle loro controparti safe for work.

Ed è proprio per omaggiare tali autori che è stata stilata questa classifica. Di seguito, infatti, verranno elencati 20 anime e manga hentai di cui si consiglia caldamente la visione o lettura.

Metamorphosis – Manga

Metamorphosis

Metamorphosis, meglio conosciuto con il titolo di Emergence, è senza dubbio il manga hentai più famoso dell’ultima decade. Pubblicato tra il 2013 e il 2016 sulla rivista Comic X-Eros, l’opera di ShindoL è in grado di coinvolgere, commuovere, disgustare e far riflettere il lettore, spingendosi oltre i limiti della narrazione convenzionale per il genere.

L’opera racconta di Saki Yoshida, una timida neo liceale che non riesce a socializzare con i suoi coetanei. Nel tentativo di uscire dal suo guscio Saki decide di rinnovare il suo look, scoprendosi improvvisamente bellissima.

Tuttavia, quello che doveva essere un cambiamento per il meglio causerà una catena di tragici eventi che porterà Saki all’autodistruzione.

Metamorphosis è un manga con un forte sottotesto di critica sociale, elemento raro per il genere. Nell’opera si parla di peer pressure, abuso di droghe, prostituzione minorile e molto altro ancora.

ShindoL utilizza il medium del fumetto erotico per mettere a nudo la società giapponese, ed in particolare come essa sia spietata nei confronti delle giovani donne.

Anche le scene di sesso sono funzionali alla narrazione. Certo, ShindoL è un illustratore impeccabile ed ogni momento spinto è un tripudio per gli occhi ma, d’altro canto, ognuno di essi rappresenta un nuovo passo verso l’abisso, verso quella “metamorfosi” che sarà la rovina di Saki.

In un’intervista del 2019, ShindoL ha dichiarato: “Vorrei che i lettori si avvicinino ai miei lavori per il porno, ma rimangano per la trama”. E, con Metamorphosis, ha decisamente fatto centro. La storia di Saki Yoshida, un po’ vittima delle circostanze e un po’ carnefice di se stessa, è ormai entrata nell’olimpo dei manga, e continuerà a far parlare di sé per gli anni a venire.

Al momento Metamorphosis è inedito in Italia, ma esiste una versione in lingua inglese pubblicata da Fakku.

Love Sample – Manga

Love Sample

Se i manga di ShindoL tendono ad essere cupi ed impegnati molto più rilassate sono le opere di Homunculus, maestro del genere vanilla. Per vanilla si intende quel tipo di manga hentai con una forte componente romantica.

Nello specifico, il titolo in analisi è Love Sample, raccolta di storie brevi pubblicate tra il 2011 e il 2103 su Wani Magazine.

Le storie di Homunculus sono fatte di dolci incomprensioni e piccoli malintesi, che sfociano spontaneamente nel sesso. Seppur ognuno degli undici capitoli abbia un canovaccio più o meno simile, il volume riesce a catturare l’attenzione del lettore dalla prima all’ultima pagina.

Ciò è dovuto in gran parte ai disegni dell’autore, assolutamente fenomenali anche per gli standard piuttosto alti dell’industria. Homunculus tratteggia le curve delle sue eroine con estrema abilità, al punto che il lettore può immaginare con precisione come sarebbero al tatto. Inoltre l’autore adora disegnare volti femminili imbarazzati, una costante di tutte le sue opere.

Love Sample è edito in Italia da Magic Press, per la collana Black Magic. Stesso discorso vale per l’opera antecedente del maestro, Senza Pudore.

Tayu Tayu – Manga

Tayu Tayu

Un altro grande esponente del genere vanilla è il maestro Yamatogawa. Famoso soprattutto per opere quali Witchcraft, Power Play e Vanilla Essence, l’opera che andremo ad analizzare qui è Tayu Tayu.

Pubblicata da Akaneshinsha tra il 2008 e il 2009, Tayu Tayu racconta la storia del giovane Reiji, un ragazzo appena trasferitosi in campagna, e del suo rapporto con le sorelle Midori e Shiho.

La peculiarità dell’opera sta nelle sue atmosfere bucoliche. La nuova vita dei Reiji si alterna tra scorci della campagna giapponese e scorci di belle ragazze, che ovviamente si getteranno su di lui come api sul miele. D’altronde non è che ci sia molto da fare in questo paesino sperduto dove casualmente Reiji è l’unico maschio appetibile nelle vicinanze.

Lo stile di Yamatogawa è già pienamente formato durante la stesura di Tayu Tayu e si possono notare molti dei suoi tratti caratteristici. Le scene di sesso, in particolare, sono cariche di quel peculiare dinamismo che ha reso l’autore famoso.

Anche le tipologie di eroine presenti sono in linea con le altre opere dell’autore. Shiho, in particolar modo, è una kuudere, cioè una ragazza apparentemente fredda e distaccata, esattamente come la protagonista di Witchcraft.

Tayu Tayu, come tutte le altre opere di Yamatogawa, sono edite in Italia da Magic Press, per la collana Black Magic.

Intimate Days – Manga

Ikuhana Intimate Days

Intimate Days, o Ikujistu in giapponese, è una raccolta di storie brevi pubblicate su su Comic Kairaku-Ten tra il 2016 e il 2017. Il filo conduttore della raccolta sono i rapporti interpersonali, che sono il fulcro di ogni storia. Che sia solo la follia di una notte o una relazione stabile, in Intimate Days il sesso diventa mezzo per comprendersi a vicenda.

L’autrice, Niiro Ikuhana, possiede uno stile del tutto peculiare. I suoi disegni sono spigolosi, affilati e donano alle ragazze che disegna un’aria quasi effimera. Eppure, nonostante le illustrazioni stilizzate, Intimate days ci presenta una serie di situazioni e relazioni realistiche, lontane anni luce dai tipici cliché del genere.

La quotidiniatà viene così avvolta da un velo di astrazione ed è in questo contrasto che sta il fascino dei lavori della maestra Ikuhana. Da parte dell’autrice vi è anche una grande cura nella creazione dei personaggi, la cui psicologia è ampiamente esplorata in ogni storia.

La maestra Ikuhana non utilizza dei modelli caratteriali predefiniti ma basa i suoi personaggi sulle loro piccole stranezze. Il risultato è un cast di personaggi unici e memorabili, che vi terranno incollati alle pagine di ogni singolo capitolo.

Intimate Days è al momento inedito in Italia mentre in America è edito da Fakku.

How to Conquer Monster Girls – Manga

Monster Girls

How to Conquer Monster Girls è un volume di Mizone che raccoglie una serie di storie brevi pubblicate sulla rivista Comic Moog Online tra il 2015 e il 2018. Come da titolo le ragazze mostro sono il tema centrale, con creature quali lamie, arpie, slime, centauri e molto altro ancora.

Le ragazze mostro hanno acquisito molta popolarità in Giappone negli ultimi anni, anche grazie a show come Monster Musume. Mizone si diverte a giocare con gli inusuali corpi che disegna, andando a creare situazioni erotiche che non sarebbero possibili con il corpo umano.

L’autore non manca di fantasia neanche nella narrazione, creando il contesto per questi bizzarri incontri in maniera con un tocco di ironia. Basta pensare ai primi capitoli della raccolta, che narrano di un eroe in un mondo fantasy stile Dragon Quest. La differenza sostanziale sta nel fatto che, invece di combattere i mostri che incontra, preferisce ricorrere a metodi… più persuasivi.

How to Conquer Monster Girls è edito in lingua inglese da Fakku, mentre è inedito in Italia. Si consiglia la lettura anche del suo lavoro successivo, Monster Romance.

Your Song – Manga

Your Song

Your Song è un manga di Fujimaru che raccoglie una serie di storie brevi pubblicate tra il 2017 e il 2020 su Comic Kairaku-Ten. L’opera è basata sull’ultimo capitolo della precedente raccolta di Fujimaru, Love Me Tender, che va ad espandere fino a creare un vero e proprio universo narrativo.

August Lights, questo il titolo del capitolo in questione, narra la storia di due amanti in una città quasi completamente sommersa. Ed è proprio sullo sfondo di questa città che si sviluppano le storie di Your Song, che vanno piano piano a introdurre veri e propri elementi di worldbuilding.

Veniamo dunque a sapere che il mondo è stato devastato da qualche catastrofe e gli esseri umani si apprestano a lasciare il pianeta. Nonostante ciò anche in questo mondo in ginocchio gli esseri umani continuano ad innamorarsi. Povertà, guerra, malattie, persino la morte stessa: il messaggio di Your Song è che l’amore vince su tutto.

Fujimaru dipinge una situazione apparentemente senza speranza per poi ribaltarne le sorti con un genuino ottimismo. Il suo stile si sposa perfettamente con l’atmosfera dell’opera, con scene erotiche molto coinvolgenti e ragazze il cui sorriso vi ruberà il cuore.

Your Song e Love Me Tender sono editi in America da Fakku, ma inediti in Italia.

Mizuha ni Oshioki! – Manga

 Mizuha

Mizuha ni Oshioki, traducibile con “La Punizione di Mizuha”, è un manga di Menea the Dog pubblicato da Shingeki Comics tra il 2015 d il 2019. La storia ruota attorno a Mizuha, una liceale di facili costumi con problemi economici, che si vende ad un impiegato trentenne finendo però suo malgrado per innamorarsene.

Nonostante la premessa possa sembrare drammatica, Mizuha ni Oshioki è un manga che non si prende, e non va preso, sul serio.

La storia è narrata in maniera umoristica, e gran parte della comicità deriva dalla cocciutaggine esagerata di Mizuha. Non importa quanto cerchi di autoconvincersi di star imbrogliando uno sprovveduto, finirà sempre per gettarsi tra le braccia della sua “vittima” con grande trasporto.

Il vero fiore all’occhiello dell’opera sta in Chapo, l’amica grassottella di Mizuha che verrà coinvolta nei suoi loschi affari. Generalmente, i giapponesi tendono a preferire i corpi esili, ed raro vedere in un hentai delle ragazze plus size.

Ma Menea the Dog riesce a rendere la sensualità di Chapo in maniera eccellente, regalandoci delle ottime scene, spesso con entrambe le ragazze insieme.

Mizuha ni Oshioki è attualmente inedito al di fuori del Giappone, ed è disponibile in inglese solo tramite traduzioni amatoriali.

Boku wa Kanri Kanri Kanri Sareteiru – Manga

Boku wa Kanri Kanri Kanri Sareteiru

Boku wa Kanri Kanri Kanri Sareteiru, ovvero “Sono sotto il suo Controllo Controllo Controllo”, è un manga di Mato Akai serializzato tra il 2012 e il 2016 sulla rivista Girls for M. Il titolo parla di sadomasochismo, con un particolare focus sul femdom, la dominazione della donna sull’uomo.

Nonostante il titolo sia a tutti gli effetti un hentai e presenti numerose scene esplicite, non c’è alcuna scena di sesso tra i due protagonisti.

Inizialmente, Sakura cerca di irretire il ragazzo e con lui il lettore, promettendo che la ricompensa arriverà alla fine dei tormenti. Diventa tuttavia presto chiaro che l’interesse della ragazza giace altrove e le sevizie a cui è sottoposto il protagonista non sono un antipasto, ma il tema centrale del manga.

A dispetto del loro bizzarro rapporto, è evidente che tra i due vi sia un amore genuino. Sakura riesce ed esprimere i suoi sentimenti solo tramite il sadismo, è nella sua natura e il ragazzo, dal canto suo, finisce presto ad accettare con gioia il suo ruolo di sottomesso, conscio di essere diventato la persona più importante per Sakura.

Il manga al momento non è disponibile al di fuori del Giappone se non tramite traduzioni amatoriali.

Netoraserare – Manga

 Netoraserare

Netoraserare è un manga di Konomi Shikishiro pubblicato su Namaiki! dal 2013 al 2016. Il tema principale è il netorare, abbreviato NTR, termine che indica i tradimenti.

Ma non si tratta di una normale storia di relazioni extraconiugali, ma di una lenta discesa nella psiche del protagonista, che vuole guardare la moglie andare con altri uomini.

Il manga pone la domanda di cosa voglia dire esattamente amare. Il protagonista, Shuu, sulla carta ha una vita perfetta, ma non riesce in alcun modo ad amare normalmente la bella moglie Haruka. Per lui l’amore è sofferenza e non c’è più grande sofferenza che vedere sua moglie portata via da un altro.

Inizialmente Haruka è vittima inerme delle fantasie del marito ma pian piano, anche spinta da una crescente rabbia verso Shuu, cercherà di ferirlo il più possibile. Ciononostante, la relazione tra i due non si spezza, e questo malato modo di amare diventa il fondamento della loro vita coniugale.

Netoraserare è pubblicato in America da Fakku, ed inedito in Italia.

Viewer Discretion Advised – Manga

Yuuki Iwasaki Viewer Discretion Advised

Viewer Discretion Advised è un manga di Yuuki Iwasaki pubblicato tra il 2017 e il 2019 su Comic Bavel. Si tratta di un’opera molto particolare, in quanto propone un inusuale mix tra hentai ed horror.

Il mangaka gioca con il concetto di eros e thanatos, proponendo storie sì sensuali, ma che trasmettono un costante senso di tensione. Tutte le dieci storie di Viewer Discetion Advised riescono a tenere il lettore sulle spine, nella snervante attesa di scoprire quali orrori attendono i protagonisti.

Gli elementi orrorifici sono ben realizzati, e traggono ispirazione da svariati trope del genere, orientali e non. Tra spiriti yokai, spettri nello specchio, terme infestate e donne ragno, chi ama gli horror troverà pane per i suoi denti.

L’opera è stata tradotta in inglese da Fakku, ed è inedita in Italia.

A Pervert’s Daily Life – Manhwa

A Pervert's Daily Life

A Pervert’s Daily Life è un manhwa di Alice Crazy. La storia si concentra su Shin Seiyoung, una giovane illustratrice che, dopo aver trovato lavoro in un’azienda che si occupa di giochi mobile, viene mandata a vivere in un residence aziendale dove l’unico altro inquilino è Kang Jinwoo, il suo diretto superiore.

A prima vista questa sembra una normale premessa da fumetto romantico ma la parte inaspettata è che la pervertita a cui il titolo fa riferimento è proprio Shin Seiyoung, che è dipendente dalla masturbazione al punto da avere difficoltà a svolgere le sue mansioni lavorative normalmente. Inoltre, la ragazza soffre di una violenta androfobia, a causa di alcuni traumi pregressi.

La storia ruota intorno al rapporto tra Shin e Kang e su come quest’ultimo cercherà di aiutare la ragazza a superare le proprie paure. L’evolversi della loro relazione è narrato splendidamente, e gli ottimi disegni di Alice Crazy impreziosiscono l’opera al punto da poterla definire un moderno classico del genere. Vale anche la pena di notare che, a detta dell’autrice, questa storia è una versione romanzata della sua vita.

L’opera è pubblicata in inglese sul sito Lezhin Comics, mentre è inedita in lingua italiana. Della serie esiste anche uno spin-off, Perverts Daily Lives, sempre della stessa autrice.

JK Haru wa Isekai de Shoufu ni natta – Manga

JK Haru wa Isekai de Shoufu ni natta

“La studentessa Haru fa la prostituta in un altro mondo”, abbreviato JK Haru, è un manga di J-Ta Yamada basato sull’omonimo romanzo di Ko Hiratori, ed è tutt’ora in corso di pubblicazione su Manga Okoku.

Tecnicamente, l’opera non è un hentai, ma viste le tematiche trattate e le scene piuttosto spinte, si è ritenuto meritasse almeno una menzione.

L’opera tratta della liceale Haru e del suo compagno di classe Chiba che dopo un incidente mortale si ritrovano catapultati in un mondo fantasy. Come da cliché Chiba ottiene incredibili poteri e si trova a rivestire il ruolo dell’eroe, ma Haru non ha questa fortuna.

Costretta a trovare un modo per sbarcare il lunario, e non volendo assolutamente farsi mantenere da Chiba, che desidera solo il suo corpo decide di lavorare come prostituta in una locanda.

La società di JK Haru è profondamente misogina, dove le donne non possono neanche andare a mangiare da sole senza destare scandalo. La scelta di Haru assume quindi un significato più profondo, una vera e propria presa di posizione. Fare la prostituta è l’unico modo di sopravvivere senza affidarsi ad un uomo e se quello è il prezzo dell’indipendenza, ben venga.

JK Haru è edito in lingua inglese da Seven Seas Entertainment, mentre in Italia è ancora inedito.

Front Innocent – Anime

Front Innocent

Front Innocent è un anime hentai del 2004 dello studio ARMS, diretto da Kinji Yoshimoto. L’episodio è basato su un artboook del mangaka Satoshi Urushihara, autore di Plastic Little, intitolato Lady Innocent. L’opera segue la storia dei tre adolescenti Faye, John e Sophia, in un’ambientazione ispirata all’Inghilterra ottocentesca.

L’opera salta all’occhio per il suo comparto artistico di alto livello, caratteristica inusuale per il genere. Gli anime hentai tendono infatti ad essere di bassa qualità, con disegni grezzi e animazioni legnose. Front Innocent è su tutt’altro livello e presenta un’attenzione ai dettagli quasi maniacale.

Anche le scene erotiche sono di alta qualità e anche piuttosto varie. Negli appena 29 minuti che compongono l’episodio vedremo infatti maid, scene a tre, ed anche un po’ di azione tra le due eroine.

L’anime è inedito in Italia, ma è stato importato in America da Kitty Media. In origine era programmato un seguito, che purtroppo non è mai stato realizzato.

Shikkoku no Shaga – Anime

Shikkoku no Shaga

Shikkoku no Shaga è un anime hentai in 3 episodi realizzato dallo studio Seven tra il 2017 e 2019. La storia, ambientata nel Giappone medioevale, narra del viaggio di Ushiwaka, accompagnato da Shaga, una procace tengu.

L’anime prende a piene mani dalla mitologia giapponese, presentando diversi spiriti yokai con le fattezze di belle ragazze. Il comparto tecnico è tutto sommato buono, con alcune scene d’azione che sembrano tratte da un battle shonen piuttosto che da un hentai. Purtroppo, la qualità cala notevolmente nel terzo episodio, che è persino sotto la media già bassa del genere.

Ciononostante, i primi due episodi rimangono una visione consigliata. Al momento la serie è inedita al di fuori del Giappone.

Euphoria – Anime

Euphoria

Euphoria è una serie di OAV creata tra il 2011 ed il 2016 dallo studio Majin. Basata sull’omonima visual novel del 2011 dello studio CLOCKUP, Euphoria è una serie famigerata per le sue tematiche estreme. Se non siete di stomaco forte, questa non è una serie consigliata.

La storia di Euphoria, vede il protagonista venire rinchiuso in una stanza bianca insieme a cinque ragazze della sua scuola ed un’insegnante. Nessuno di loro sa come sia arrivato lì, ma per andarsene dovranno partecipare ad una serie di prove alla Saw, dove Keisuke sarà costretto a scegliere e torturare una delle ragazze in questione.

Nonostante il ragazzo sia inizialmente riluttante all’idea, la realtà è che Keisuke è un sadico. Volente o nolente, torturare le persone lo eccita e mano a mano che la storia procede, la sua moralità verrà sempre più a mancare, perdendo ogni freno inibitorio.

Euphoria è un’opera che vale la pena recuperare data la peculiarità dei temi trattati. La serie animata è inedita al di fuori del Giappone, ma la visual novel è stata tradotta in inglese da Mangagamer.

Sono Hanabira ni Kuchizuke wo: Anata to KoibitoTsunagi – Anime

Sono Hanabira ni Kuchizuke wo: Anata to KoibitoTsunagi

Sono Hanabira ni Kuchizuke wo è una serie di visual novel di genere yuri creata dal gruppo Fuguriya e pubblicata in Giappone tra il 2006 e il 2016.

Questo OAV, il cui titolo inglese è “A Kiss for the Petals: Becoming your Lover”, è stato prodotto nel 2010 dallo studio ChuChu, si concentra sulle protagoniste della terza novel, Mai e Reo.

La serie Sono Hanbira non ha esattamente una trama orizzontale, ma ogni novel si concentra su una coppia diversa. La piccola tsundere Reo e il tomboy col cuore d’oro Mai sono la coppia più popolare del franchise, ed è quindi naturale che l’adattamento animato le veda come protagoniste.

Data l’importanza della serie in questione, non stupisce che il livello qualitativo sia decisamente sopra la media del genere. Anche la storia è fedelmente adattata dalla novel, riprendendo un episodio dove Reo è a casa malata e Mai si offre di accudirla.

Sono Hanabira è un caposaldo del genere yuri, e si consiglia sia la visione dell’anime che la lettura della visual novel.

Rance 01: Hikari wo Motomete The Animation – Anime

Rance 01

Rance 01 : Hikari wo Motomete The Animation è una serie di quattro OAV del 2014, che vanno ad adattare l’omonimo videogioco del 2013. La storia parla di Rance, un avventuriero con la passione per le belle donne, e della sua ricerca di una nobile ragazza scomparsa.

Gli episodi sono di buona qualità e rappresentano bene il materiale d’origine. Ciò che è davvero interessante è come Rance sia una dei franchise di giochi hentai più longevi in assoluto, basti pensare che il gioco a cui è ispirata questa serie è il remake di un titolo del 1989.

Uno degli aspetti più peculiari di Rance è il complesso worldbuilding che sta dietro la serie. Ciò che può inizialmente sembrare un mondo fantasy piuttosto banale è in realtà un complesso universo con miti, meccaniche e personaggi unici, che in alcuni casi hanno anticipato alcuni trend di più di un decennio.

Rance è indubbiamente una serie molto interessante e si consiglia sia l’anime che i giochi.

Toshi Densetsu – Anime

Toshi Densetsu

Toshi Densetsu, traducibile con “Leggende Metropolitane”, è una serie di sei OAV creata dallo studio New Generation tra il 2016 ed il 2018. L’opera è un adattamento dell’omonimo manga di Satsuki Imonet, e tratta di spiriti e fantasmi in situazioni erotiche.

Nonostante la similitudine con i temi di Viwer Discretion Advised, Toshi Denestsu ha un approccio molto più spensierato alla materia.

Se nel manga di Iwasaki c’era un costante senso di tensione, qui vediamo il classico spirito della ragazza della videocassetta spiegare con calma la sua situazione, per poi lanciarsi sul malcapitato con intenzioni tutt’altro che nefaste.

Il senso dell’umorismo è quindi il punto forte della serie, che non mancherà di strapparvi più di un sorriso. Anche il comparto tecnico è piuttosto buono, e nel complesso rende giustizia al materiale di riferimento.

Sia il manga che l’anime di Toshi Densetsu sono al momento inediti al di fuori del Giappone.

Namaiki: Kissuisou he Youkoso The Animation – Anime

Namaiki: Kissuisou he Youkoso The Animation

Namaiki: Kissuisou he Youkoso è un OAV del 2015 prodotto dallo studio G-Lam e basato sull’omonimo romanzo di Shiyu Kurotaki.

La storia vede il protagonista Satoshi diventare il custode del dormitorio femminile Kissuisou e venire incaricato dalla dea Ibaraki di “donare il suo sperma alle residenti per evitare una catastrofe“.

La trama è assolutamente ridicola e priva di senso e si adatta perfettamente allo stile dell’opera, che vuole essere una parodia della classica harem comedy.

Ibaraki, oltre ad essere il motore della storia, è il personaggio che spicca di più, sia per il suo character design sia per il suo spiccato senso dell’umorismo.

Namaiki non spicca particolarmente per originalità, ma è un prodotto breve e gradevole, anche grazie al comparto tecnico di tutto rispetto. Al momento, sia la novel che l’anime non sono disponibili al di fuori del Giappone.

Kite – Anime

kite

Kite, conosciuto in Giappone come A-Kite, è un OAV del 1998 scritto e diretto da Yasuomi Umetsu e prodotto dallo studio ARMS. Originariamente composto da due episodi, in seguito uniti in un solo film, Kite è tecnicamente un hentai, per via delle scene di sesso esplicito.

Tuttavia, queste scene occupano solo una minima parte dei 50 minuti dell’opera, che ricorda più un film noir con tinte cyberpunk.

La storia parla di Sawa, una giovane ragazza che, in seguito al brutale omicidio dei suoi genitori, diventa una sicaria con l’obbiettivo di trovare i colpevoli e ucciderli. Ma il detective che le fa da guardiano, Akai, è tutt’altro che uno stinco di santo, ed è intenzionato ad usare Sawa solo per il suo tornaconto personale.

Per essere un anime prodotto direttamente per il mercato home video, il comparto tecnico non è eccelso, ma è dotato di un forte carattere. I combattimenti in Kite sono violentissimi, con arti mozzati ed esplosioni di sangue. Non mancano neanche scene sperimentali dal sapore psichedelico, accompagnate da una pacata colonna sonora jazz.

Questo mix di elementi peculiari,unito alle forti censure che l’opera ha ricevuto all’estero, hanno creato un piccolo ma dedicato fandom attorno Kite. Basti pensare che Quentin Tarantino ha citato l’opera come una delle ispirazioni di Kill Bill. Di Kite esiste anche un sequel, Kite Liberator, rilasciato nel 2008, e un adattamento live action del 2014.

Kite è una piccola gemma dimenticata, un po’ Ghost in the Shell e un po’ Pulp Fiction, che ogni appassionato dovrebbe recuperare. Incredibilmente l’opera è disponibile nel nostro paese, doppiata in italiano da Yamato Video.

Hai altre domande, bisogno di aiuto o semplicemente ti va di parlare di videogiochi? Ci trovi anche al Baretto Videoludico, a cercare di portare il nostro medium preferito oltre le regole.

#LiveTheRebellion