Quella di Bitmap Books – non mi stancherò mai di ripeterlo – è una delle realtà più preziose dell’editoria videoludica contemporanea. I loro libri sono tra i più affascinanti e curati del panorama editoriale, e sono spesso dei piccoli gioiellini che meriterebbero di essere comprati anche solo come oggetti da collezione da mettere in mostra sulle proprie librerie. L’azienda si è sempre dimostrata attentissima all’aspetto estetico del videogioco, pubblicando artbook splendidi che offrivano solo qualche piccolo approfondimento sull’argomento trattato. Da qualche tempo, però, l’editore ha cominciato la pubblicazione di libri improntati sul contenuto scritto più che sulle visual del videogioco. A Guide to Japanese Role-Playing Games ne è la prova, ed è forse il migliore dei libri mai pubblicati dall’azienda.

Una vera e propria bibbia dei JRPG lunga 652 pagine che tenta di racchiudere al suo interno l’intera storia del genere. Genere che, dal canto suo, rappresenta la vera spina dorsale del medium per quello che fu il suo primo vero passo verso la maturità narrativa. A Guide to Japanese Role-Playing Games è un libro essenziale per conoscerne la storia, l’evoluzione e, soprattutto, per scoprire tutti quei titoli che per vari motivi ne sono stati esclusi dal canone mainstream.

L’opera omnia per gli amanti del JRPG

Come già detto, il libro si concentra in maniera più approfondita sul testo più che sulle immagini. Questo, però, non significa che non sia stata riservata un’attenzione maniacale alla presentazione del tomo, che è curato sin nei minimi dettagli. Non si giudicano i libri dalla copertina, ma in questo caso è un passaggio obbligato: è impossibile non posare gli occhi sulla cover del libro senza rimanere sbalorditi. A Guide to Japanese Role-Playing Games si presenta come se fosse un vecchio titolo per PlayStation, con tanto di logo della casa editrice nell’angolo in alto a sinistra e la dicitura NTSC-J che riporta alla mente i giochi giapponesi dell’epoca. Il resto è composto da una stupenda illustrazione che racchiude al suo interno tutta la magia dei JRPG, che in moltissimi hanno conosciuto da piccoli in lunghe sessioni di gioco illuminate dal bagliore di un tubo catodico acceso nel buio.

Si tratta di un libro che racconta una generazione e che dirige le proprie parole a chi c’era e a chi è arrivato da poco. Un’ottimo compendio utile a scoprire le centinaia e centinaia di titoli che hanno contribuito a scrivere la storia di un’epoca importantissima per il medium. I contenuti sono organizzati in un ordine cronologico, scelta utile per far trasparire l’evoluzione del genere, e in alcuni casi raccolti in comode sezioni dedicati ai principali team di sviluppo. Da Falcom a Squaresoft, passando per Enix, Marvelous e tutte le più piccole case di sviluppo della storia, A Guide to Japanese Role-Playing games raccoglie al suo interno la stragrande maggioranza dei titoli usciti su qualsiasi piattaforma.

Utili Appendici

Che il videogioco sia cultura, ormai, non è più un segreto per nessuno. Dopotutto siamo passati dalla denigrazione alle accuse verso il medium fino ad una cerimonia d’apertura delle Olimpiadi in cui nell’aria risuonavano le colonne sonore di tanti JRPG che hanno fatto la storia del medium. Per arrivare ad un traguardo simile, però, ci sono voluti tanti anni, tanta fatica e tanto studio da parte degli appassionati. È anche per questo che A Guide to Japanese Role-Playing Games è una lettura importantissima. Al suo interno, infatti, sono contenuti anche dei brevi scritti introduttivi che approfondiscono la definizione del genere e, soprattutto, l’impatto culturale.

A Guide to Japanese Role-Playing Games

Dalla storicizzazione del genere fino agli adattamenti animati dei titoli di successo, passando per le colonne sonore e un interessantissimo approfondimento sulla localizzazione dei titoli, l’ultima pubblicazione di Bitmap Books tenta di offrire uno sguardo omnicomprensivo alla materia che prende in esame. Gli approfondimenti proposti non sono da vedere come realmente esaustivi, quanto più come accenni alla sconfinata cultura sommersa relativa al genere. Si tratta di piccole finestre sul mondo dei JRPG, sulla loro produzione e sui loro temi portanti che meritano di essere approfondite liberamente dal lettore.

Un piccolo tesoro da custodire

A Guide to Japanese Role-Playing Games è uno dei libri sul medium più preziosi che siano mai stati prodotti. Un’edizione curata nei minimi dettagli, esaustiva e utilissima da consultare in qualsiasi momento, anche solo per rivivere a distanza i ricordi legati ai titoli più amati o per scoprirne di nuovi e lasciarsi ispirare. L’unico neo del libro è la grande quantità di refusi al suo interno. Niente di davvero penalizzante, soprattutto a fronte del fatto che si tratta di un tomo di oltre 650 pagine, ma a volte fastidioso. Per il resto si tratta di una piccola grande perla, l’ennesima firmata Bitmap Books, che dovreste aggiungere alla vostra libreria. Un unicum nel mondo delle pubblicazioni sul videogioco, che verrà presto afrfiancato da Go Straight, un compendio sui beat ‘em up a scorrimento.

Bitmap Books è una vera e propria manna dal cielo per chi si interessa in maniera più approfondita al medium. Una realtà preziosissima che merita tutto il supporto del mondo e che nonostante pubblichi delle vere e proprie opere d’arte è riuscita negli anni a mantenere dei costi molto contenuti e un livello qualitativo sempre crescente. L’invito è sempre quello di supportare realtà simili, soprattutto a fronte di un catalogo estremamente vario che è capace di soddisfare guisti ed interessi di tutti.

Hai altre domande, bisogno di aiuto o semplicemente ti va di parlare di videogiochi? Ci trovi anche al Baretto Videoludico, a cercare di portare il nostro medium preferito oltre le regole.

#LiveTheRebellion