Nell’ampio panorama dei battle shonen sicuramente una delle figure di spicco è Shaman King. Quest’anno si appresta a tornare in una veste grafica tutta nuova, e potrete seguirlo grazie al simulcast su Netflix di cui vi abbiamo già parlato nel nostro articolo che spiega dove vedere anime legalmente in Italia.

Informazioni

Shaman King è in primis un manga shōnen di Hiroyuki Takei, serializzato sulla rivista settimanale Weekly Shōnen Jump, edito da Shueisha tra il Giugno 1998 e l’Agosto 2004. Successivamente acquisito da Kodansha, in Giappone è tutt’ora molto popolare, tant’è che ha raggiunto le 38 milioni di copie nel Marzo 2021, continuando da essere nelle Top Ten di molti appassionati. Questa sua popolarità ha portato alla nascita di numerosi spin-off, sequel, videogame e diverse trasposizioni animate.

Prima di iniziare la sua carriera da autore, Takei ha lavorato come assistente di Nobuhiro Wastuki nel manga Kenshin – Samurai Vagabondo, concentrandosi sui suoi lavoro solo nel tempo libero. Tra influenze artistiche più evidenti nei suoi artwork si possono notare elementi come la street-art e l’hip hop.

Takei scelse il tema dello sciamanismo poiché nessuno mai prima d’ora nel panorama fumettistico orientale lo aveva affrontato. Avendono come tema centrale, ha potuto esplorare diverse culture e le loro relazioni con il mondo dei morti e degli spiriti.
Inoltre, dato che l’autore stesso ha dichiarato di aver inserito all’interno dell’opera le sue stesse idee e convinzioni, usare un tema come quello di Shaman King era solo la naturale conseguenza delle cose.

La prima trasposizione animata di quest’opera è del 2001, in una collaborazione tra TV Tokyo, NAS e Xebec. Diretto da Seiji Mizushima (ricordato anche per Full Metal Alchemist e Mobile Suit Gundam 00) l’anime vantava ben 64 episodi. L’anime, inizialmente fedele al manga, verso le fasi finale deriva verso una propria strada. Questo fu a causa dell’abbandono di Takei come supervisore, dato che al tempo era ancora concentrato a finire Shaman King, dato che era ancora in corso.

Nel 2020 è stata annunciata una nuova serie animata, in uscita nell’Aprile 2021, che ripercorrerà le vicende fedelmente. Prodotto dallo studio Bridge e distribuito in patria da TV Tokyo, mentre Netlifx ha acquisiti i diritti streaming. L’anime si avvarrà di ben 52 episodi.

Trama

Nel mondo esistono individui dotati i quali fanno da tramite tra il mondo dei vivi e quello dei morti, gli Sciamani. Il protagonista di questa vicenda, Yoh Asakura, è il discendente di una antichissima famiglia di Sciamani. Fin da piccolo infatti il ragazzo ha sempre avuto il “dono” di poter vedere gli spiriti, ma questo non l’ha mai turbato, anzi ha sempre fatto amicizia con loro. Nonostante questo, il più grande desiderio di Yoh è vivere una vita tranquilla, senza preoccupazioni.
Il ragazzo si ritroverà a Tokyo per partecipare ad una grande compezione, un torneo che si svolge ogni 500 anni chiamato Shaman Fight. Il vincitore verrà proclamato Shaman King, la persona che potrà venire a contatto con il Grande Spirito e riplasmare il mondo a suo piacimento.

In questa battaglia ovviamente non sarà solo. Yoh infatti verrà a contatto con Amidamaru, lo spirito di un potente samurai vissuto 600 anni prima, morto a causa del tradimento del suo daimyo. Lo spirito, all’inizio restio ad unirsi al ragazzo, finirà per diventare uno degli più fidati aiutanti di Yoh.

Personaggi

Yoh Asakura

Yoh Asakura è il protagonista principale della serie. Erede principale della famiglia Asakura, Yoh è un ragazzo di 13 anni, tranquillo, buono, gentile e a tratti pigro. Nato da una stirpe di onymouji ( sciamani che amano la natura) è uno spiritista egli stesso, tanto che fin da piccolo riesce a vedere gli spiriti. Essendo vissuto alienato dalle persone comuni, Yoh ha sempre avuto come amici gli spiriti stessi, ed è fermamente convinto che chi possa vederli non sia una persona malvagia.

Nella storia Yoh ha già una ragazza, Anna, alla quale ha promesso di diventare Shaman King per renderle la vita migliore.

Manta Oyamada

Uno dei personaggi secondari della serie. Manta Oyamada è un ragazzino di 13 anni che indossa quasi sempre la sua divisa scolastica, ed è il personaggio più basso del gruppo con i suoi 80 centimetri di statura. È inoltre compagno di classe di Yoh e, in seguito, Anna. Erede della famosa multinazionale elettronica Oyamada, Manta è un ragazzino molto sveglio ed intelligente. Sebbene appaia spesso come un fifone ha dimostrato più volte di essere un tipo coraggioso e burlone.

Può solo vedere gli spiriti, anche se nella vecchia trasposizione animata Manta viene in possesso di abilità sciamaniche nel corso della storia.

Anna Kyouyama

Presentata come fidanzata e promessa sposa di Yoh, Anna Kyouyama è uno dei personaggi secondari. La ragazza fa parte della seconda generazione di Itako, delle sciamane tradizionali giapponesi. Vestita di nero con una bandana rossa, porta infatti al collo il tipico rosario con cui esorcizza o richiama gli spiriti.

Anna è una ragazza aggresiva e decisa, e anche se non lo dà a vedere ama veramente Yoh, il primo amico che lei abbia mai avuto. Proprio per questo, è fin troppo concentrata a diventare la Regina degli Sciamani, tanto che tratta male ed allena duramente il suo futuro marito. Questi suoi modi non sono nient’altro che segni di affetto verso Yoh, su cui le ripone cecamente le speranze come futuro Shaman King.

Amidamaru

Amidamaru è lo spirito guardiano di Yoh Asakura, il protagonista della serie, che lui chiama Yoh-dono. Vissuto ben 600 anni prima di incontrare Yoh, Amidamaru in vita era un samurai temuto, tanto che anche da morto la sua fama da assassino è ancora ben nota.

La spada di Amidamaru è chiamata “Harusame” che significa “Pioggia primaverile”, ed è stata donatagli dal suo amico nonché fabbro Mosuke. I due da piccoli erano poveri ed anche se il giovane spadaccino rompeva molte katane, non si era mai abbassato a rubarne una, ecco perché l’amico gliene forgiò una personale. Quando i due crebbero, entrarono alla corte di un daimyo per le loro abilità. Questo però, geloso delle abilità di Mosuke, ordinò ad Amidamaru di uccidere l’amico. Lui si rifiutò ed anzi lo aiutò a fuggire, a costo però della sua vita.

Il primo incontro con Yoh avviene quando Ryunosuke Umemiya distrugge la lapide del samurai. Yoh, per vendicarsi, userà lo Hyōi-Gattai con Amidamaru per punire Ryunosuke. Il ragazzo poi chiederà allo spirito di unirsi a lui, che dapprima riluttante, accetterà dopo che Yoh gli racconterà che l’amico Mosuke è in pace dopo avergli riparato la spada.

Ren Tao

Ren Tao è uno dei primi sciamani che Yoh incontra, nonché suo grande rivale. Ren è il 43esimo discendente della famiglia Tao e durante lo Shaman Fight facente parte del Team “The Ren”.

È un ragazzo serioso, individualista e logico, reso crudele dagli insegnamenti del padre Tao Yúan. Forzato allo studio e all’allenamento, Ren è stato privato della sua infanzia e per questo non ha mai perdonato il padre. Questa cosa però col passare del tempo si attenuerà grazie a Yoh stesso, che verrà riconosciuto più

È uno sciamano molto potente, ed il suo spirito guardiano è Bason, un guerriero cinese della dinastia Han,  capo militare vissuto al tempo di Kublai Khan. In vita ha sempre servito la famiglia Tao e continua a servirli anche dopo la morte.

Ryunosuke Umemiya

Ryunosuke Umemiya è un teppista di strada incontrato da Yoh nei primi capitoli del manga. Noto come Il drago con la spada di legno è a capo di un gruppi di teppisti chiamato I senza uscita, ama sempre vestirti con vestiti appariscenti e questo ciuffo da tipico attaccabrighe.

Dopo essere stato sconfitto da Yoh comincerà a considerarlo una sorta di “maestro”, anche se lo stesso Yoh non è molto convinto di ciò data la sua sfogliatezza che non lo riesce a far allenare neanche se stesso. Deciderà di farsi allenare quindi dal padre del ragazzo, ottenendo anche uno spirito guardiano suo. Parteciperà poi allo Shaman Fight, come compagno di squadra di Yoh stesso.

È l’unico non interessato a diventare Shaman King, anzi cercherà di far si che Yoh lo diventi.

Horokeu Usui

Horokeu Usui è il vero nome di Horo Horo, un personaggio secondario nonché compagno di Yoh. È uno sciamano della Tribù Aiunu e proviene dall’Hokkaido, isole a nord del Giappone. Le foreste di quest’isole sono popolate da spiritelli chiamati Koropokkuru, e Horo partecipa allo Shaman Fight proprio per salvare queste foreste e gli spiriti che ci dimorano all’interno. Il suo spirito custode è appunto un Koropokkuru di nome Kororo.

Diventerà uno dei primi alleati di Yoh, facendosi aiutare nel far rinsavire Ren Tao, altro suo amico a cui lui è fortemente attaccato. Nelle battaglie usa l’elemento del ghiaccio e fa uso di uno showboard, insieme ad un cimelio datogli da sua sorella. Un terribile segreto avvolge questo personaggio, segreto che sarà rivelato soltanto durante il combattimento con Kalim.

Hai altre domande, bisogno di aiuto o semplicemente ti va di parlare di videogiochi? Ci trovi anche al Baretto Videoludico, a cercare di portare il nostro medium preferito oltre le regole.

#LiveTheRebellion