E’ stato annunciato da poche ore che Genshin Impact, l’open world rilevazione di questo anno, approderà su PS5. Vediamo il titolo cosa ci offrirà rispetto alla versione PS4

Dal profilo Twitter di Sony ci giunge la notizia dell’upgrade per PS5 del free to play Genshin Impact. Per chi non sapesse di cosa stiamo parlando, il prodotto si presenta come un open world con meccaniche gacha. In pratica per avere i personaggi dovrete “acquistarli” attraverso una lotteria virtuale spendendo soldi reali o valuta in game. Nel trailer di presentazione, ci vengono mostrate le varie migliorie, tra le quali, un tempo ridotto nei caricamenti e il supporto al Dualsense. Al momento non si ha una data di rilascio, ma non possiamo escludere che potrebbe avvenire in tempi brevi. Viene infatti riportata nel tweet una generica ‘Spring‘ come finestra di lancio

Genshin Impact è stato un successo commerciale e non. Attorno a questo gioco sono nate molte community di giocatori pronti a scambiarsi consigli e aiutarsi nel mondo di gioco. MiHoYo l’azienda che ha sviluppato il gioco, festeggia invece il traguardo di 1 miliardo di dollari grazie agli acquisti in game. La cosa che risulta interessante è che tale traguardo è stato conquistato in soli sei mesi, divenendo una delle app più redditizie. Ciò è dovuto, come detto in precedenza alla meccanica gacha.

A vincere è sempre il banco

Da parte di chi scrive, la feature dei gacha è comparabile al gioco d’azzardo. Ho giocato vari giochi in cui questa feature è dominante e il più delle volte mi ha portato a pensare a come si potrebbe incappare in un discorso di ludopatia. Mi spiego meglio. In Genshin Impact per poter ottenere il personaggio desiderato, bisogna partecipare a questa sorta di lotteria. Al netto delle probabilità, si potrebbe incappare nel caso peggiore in cui il personaggio che vogliamo avere non venga sorteggiato. Ciò porta l’utente a spendere e a riprovare più volte fin quando il personaggio viene estratto.

In questo tipo di giochi per poter ottenere la valuta in game, bisogna spendere molte ore di gioco per ricompense misere. Al contrario disporre di un portafoglio generoso, si traduce in meno ore di gioco e più possibilità di ottenere X personaggio. In pratica stiamo cercando il nostro triplo sette mascherato da personaggio. E in molti contesti si è trasformato in vera ossessione.

Anni fa fece scalpore la notizia che un uomo spese la maggior parte del proprio patrimonio su Final Fantasy Brave Exvius. Il tutto pur di avere nel proprio roster di personaggi Cloud Strife, il beniamino di Final Fantasy VII. Ovviamente esistono molti altri casi in cui sono stati spesi enormi quantità di denaro. Ma è giusto criticare questo metodo?

Gioca responsabilmente

In parole povere no. Vista la diffusione di questo tipo di giochi sarebbe opportuno regolamentare la campagna e affiancarle delle campagne di sensibilizzazione. Al momento non esistono leggi europee sui gacha, ma l’Europa sta cercando di muoversi nel tracciare un percorso per questi prodotti. Inoltre questi giochi possono essere giocati tranquillamente senza spendere soldi. Certo la trappola può attivarsi da un momento all’altro, ma siamo sempre noi a controllare il gioco e non il contrario.

Alla luce anche della scarsità del parco titoli che presenta l’ammiraglia Sony, date una possibilità a questo titolo. Cercate di utilizzare il gioco come un prodotto per conoscere gente nuova, soprattutto in questo periodo in cui è difficile poter uscire di casa.

In pratica giocate senza incorrere ai pericoli della meccanica gacha, perché il divertimento non si misura a chi ha il portafogli più grosso.

Hai altre domande, bisogno di aiuto o semplicemente ti va di parlare di videogiochi? Ci trovi anche al Baretto Videoludico, a cercare di portare il nostro medium preferito oltre le regole.

#LiveTheRebellion