Simone Andrea Chincarini

Anime&Manga Tutti i personaggi di Jujutsu Kaisen (anime)

Se dovessimo guardare le nuove uscite degli ultimi mesi per quanto riguarda gli anime, una delle serie che sicuramente ha riscontrato più successo tra il pubblico è stata Jujutsu Kaisen. Lo Shonen di Gege Akutami, dal debutto come anime nel dicembre del 2020, è riuscito a conquistare un po’ tutti, duplicando le vendite del manga originale nel giro di pochi mesi e guadagnando un’audience spaventosamente alta.

Per chiarire un po’ di informazioni in merito, oggi vi parlerò principalmente dei vari personaggi che potrete trovare nella serie.

Questo articolo non conterrà spoiler di alcun tipo se non per il primissimo episodio, quindi farà al caso vostro se vorrete qualche informazione generale.

Prima di iniziare – incipit dell’opera

Jujutsu Kaisen ha luogo in una realtà simile alla nostra nella quale, però, esistono esseri umani che possono controllare a proprio piacimento l’energia emanata nel loro corpo dalle emozioni negative, detta Energia Malefica, per generare potenti magie, dette Maledizioni.

Questi individui sono conosciuti come Stregoni, ciascuno con Maledizioni e stili di combattimento diversi.

L’opera segue le vicende del giovane ragazzo Yuji Itadori, il quale, a seguito di uno sfortunato evento, si troverà ad essere il tramite per la reincarnazione del più potente spirito maledetto mai esistito, Ryomen Sukuna, fatto che lo porterà a contatto col mondo della stregoneria e, di conseguenza, con l’Istituto di Arti Occulte di Tokyo.

Chiaramente seguiranno battaglie e colpi di scena come ogni Shonen che si rispetti, il tutto avendo ben chiaro l’obiettivo principale dei protagonisti: trovare tutte le dita di Sukuna ed esorcizzare lo spirito.

Tutti i personaggi

Yuji Itadori

Yuji Itadori è il protagonista principale della serie. Introdotto come un normale ragazzo dai capelli rose e molto abile fisicamente, nel primo episodio verrà a contatto col mondo delle maledizioni dopo che, in circostanze critiche, ingoierà il dito di Sukuna.

Questo particolare oggetto maledetto apparteneva a Ryomen Sakuna, lo spirito oscuro più potente della storia, e consumarlo permetterà all’entità malvagia di incarnarsi in Yuji, pur non riuscendo a prenderne il totale controllo.

Yuji Itadori usa una maledizione

Sarà dopo questo avvenimento che inizierà ad addestrarsi sotto la supervisione di Gojo Satoru per trovare tutte le dita e far sparire la maledizione.

E’ descritto come di buon cuore e con un’alta considerazione della vita altrui.

Ryomen Sukuna

Ryomen Sukuna è il più potente spirito oscuro mai esistito, e farà da coprotagonista delle vicende essendo il motivo principale per cui Yuji Itadori si unirà all’Istituto di Arti Occulte di Tokyo.

Quando prende possesso del corpo di Yuji, si mostra in tutto e per tutto uguale al ragazzo ma con un secondo paio di occhi poco sotto gli altri, diversi simboli che gli attraversano il corpo ed indossa un Kimono.

Ryomen Sukuna

Ha una personalità estremamente sadica, fattore che, combinato col suo immenso potere, lo rende estremamente pericoloso.

Gojo Satoru

Ritenuto essere uno dei più potenti stregoni della serie, Gojo Satoru è un maestro nell’Istituto di Arti Occulte di Tokyo.

Per quanto riguarda l’aspetto, è ben riconoscibile dall’imponente stazza (quasi due metri), i capelli bianchi a punta e la benda che copre interamente gli occhi azzurri.

Gojo Satoru

Di carattere si mostra come molto simpatico e alla mano con i suoi alleati ma spietato nei confronti dei suoi nemici. In battaglia questo tratto caratteriale è evidenziato dal fatto che, in qualsiasi caso, darà priorità all’annientamento dei nemici piuttosto che la salvaguardia degli innocenti.

Il suo ruolo nella storia sarà quello di dare una mano al protagonista Yuji Itadori a ritrovare tutte le dita di Sakuna ed esorcizzare la maledizione che lo affligge.

Inumaki Toge

Conosciuto come un ragazzo molto silenzioso e riservato, Inumaki Toge è uno dei protagonisti del breve arco narrativo che fa da prequel alle vicende di Jujutsu Kaisen, apparendo spesso quindi dal capitolo 0.1 (Il bambino maledetto) al capitolo 0.4 (Un’oscurità luminosa), nonostante sia presente anche successivamente.

Inumaki Toge

La sua caratteristica principale sta nel possedere i marchi tipici del clan Inumaki, che gli permettono di lanciare potenti maledizioni attraverso l’esclamazione di specifici comandi, motivo per cui normalmente parla molto poco.

Megumi Fushiguro

Megumi Fushiguro è considerato il secondo protagonista dell’opera, ed è un altro studente dell’Istituto di Arti Occulte di Tokyo.

Megumi Fushiguro

È inoltre colui mandato ad investigare sul dito di Sakuna, ed è per proteggere lui che Yuji ingoierà il potente artefatto ed incarnerà, di conseguenza, lo spirito oscuro.

Dal punto di vista caratteriale, è fissato col voler proteggere gli innocenti, credendo che sia il dovere di uno stregone difendere le persone innocenti e garantirle una vita sicura. Si dimostra comunque spietato nei confronti dei criminali e di quelli che, in generale, fanno del male al prossimo.

Si sa molto poco del suo passato, se non che è discendente del clan Zenin e può, di conseguenza, usarne le tipiche tecniche di evocazione delle ombre in battaglia.

Yoshino Junpei

Yoshino Junpei è ragazzo molto riservato che entrerà a contatto col mondo dell’occulto dopo aver conosciuto Mahito.

Yoshino Junpei

È descritto come apatico e noncurante nei confronti degli altri esseri umani, principalmente a causa del bullismo subito negli anni da parte di compagni di classe. Condivide col protagonista Yuji una grande passione per il cinema.

Nobara Kugisaki

Nobara Kugisaki è la terza protagonista principale della storia, nonché compagna di Yuji e Megumi.

Appare come una donna sul metro e 60 di altezza con i capelli arancioni, ed è vista con indosso soprattutto la divisa scolastica nera dell’Istituto di Arti Occulte di Tokyo.

Nobara Kugisaki

È molto sicura di sé, andando orgogliosa del suo fisico e mostrando una certa confidenza in battaglia. Per combattere usa principalmente un martello, dei chiodi ed una bambola di paglia, che utilizza come catalizzatore per lanciare potenti maledizioni.

Nanami Kento

Durante le vicende narrate Yuji si ritroverà ad avere altri mentori oltre a Gojo, come ad esempio Nanami Kento.

L’uomo è riconoscibile dall’aspetto elegante e dal comportamento molto riservato, essendo in netto contrasto con Gojo e la sua personalità estremamente solare.

Kento e Gojo

Mostra un certo risentimento nei confronti degli stregoni, ritenendo il lavoro molto pericoloso e, in generale, da pazzi. Questo non gli impedirà comunque di seguire Yuji prendendo il posto di Gojo per un certo periodo.

Todo Aoi

Todo Aoi è un personaggio secondario della serie e studente al terzo anno dell’Istituto di Arti Occulte di Kyoto.

Le sue caratteristiche principali sono il fisico estremamente muscoloso e l’enorme stazza (è alto quanto Gojo), oltre alla cicatrice sulla parte sinistra della faccia.

Toudou Aoi in combattimento

È molto orgoglioso di sé e delle sue capacità, fattori che lo rendono una testa calda molto difficile da controllare.

Ieiri Shoko

Ieiri Shoko è una dottoressa dell’Istituto di Arti Occulte di Tokyo e coetanea di Geto e Gojo, avendo assistito quest’ultimo nello sviluppo delle sue immense capacità.

Ieiri Shoko

È una persona che tiene molto al suo lavoro, e risulta essere estremamente importante per l’istituto essendo uno dei pochi stregoni ad avere capacità curative.

In diretto contrasto con Geto e Gojo, ha una personalità molto schiva, preferendo evitare il confronto diretto nella maggior parte delle situazioni.

Kasumi Miwa

Kasumi Miwa è una studentessa al secondo anno dell’Istituto di Arti Occulte di Kyoto.

Ha dei capelli blu lunghi che le superano di poco le spalle e un fisico snello, indossando la tipica divisa scolastica nera con la cravatta.

Kasumi Miwa in combattimento

In battaglia utilizza le maledizioni e la sua katana, essendo esperta nell’uso della spada. Si è unita all’istituto per guadagnare soldi affinando le sue tecniche, vista la precaria situazione in cui versa la sua famiglia.

Panda

Panda è uno dei personaggi principali dei capitoli prequel della serie, essendo tra i compagni che aiuteranno Yuta.

Panda in combattimento

Non è un vero e proprio panda, ma un corpo maledetto creato ed addestrato nell’uso delle maledizioni dall’attuale preside dell’Istituto di Arti Occulte di Tokyo, Masamichi Yaga.

Durante i primi anni della sua vita si comportava e comunicava come se fosse una sorta di computer, ma con il suo addestramento e le sue interazioni riuscirà a crearsi una sua personalità.

Mai Zenin

Introdotta come membro della rinomata famiglia Zenin, Mai è uno degli studenti dell’Istituto di Arti Occulte di Kyoto, più precisamente al secondo anno.

Ha un carattere molto aggressivo e arrogante, portandola a provocare spesso i suoi interlocutori. Questo tratto è dato principalmente dal suo risentimento verso la sorella gemella Maki, che l’ha “abbandonata” per imparare a controllare le sue tecniche maledette.

Mai Zenin

Essendo nata con un’energia maledetta molto inferiore rispetto a quella degli altri stregoni, Mai ha molta difficoltà ad usare tecniche maledette, e non ha ereditato nessuna delle tecniche caratteristiche della sua famiglia.

È riconoscibile per i capelli corti che le arrivano quasi al collo e gli occhi scuri.

Maki Zenin

Sorella di Mai, Maki Zenin è una studentessa al secondo anno dell’Istituto di Arti Occulte di Tokyo e personaggio importante nei capitoli prequel dell’opera.

Come la sorella ha occhi e capelli scuri, questi ultimi però sono lunghi e raccolti da una coda.

Un’altra cosa che condivide con Mai è la bassa quantità di energia maledetta nel suo corpo, motivo per cui è stata trattata molto male dal clan Zenin.

Compensa però questo svantaggio con le capacità fisiche fuori dal comune, mostrando una forza e un’agilità incredibilmente alte. In battaglia utilizza una lancia.

Maki Zenin si allena

Il comportamento opprimente della sua famiglia l’ha rese negli anni molto testarda, volendo provare a tutti i costi di valere qualcosa nonostante i pesanti svantaggi.

Gakuganji Yoshinobu

Yoshinobu è il preside dell’Istituto di Arti Occulte di Kyoto.

Si mostra come un vecchietto sugli 80 anni, con capelli grigi e pelle raggrinzita dagli anni.

Gakuganji Yoshinobu

Ha un carattere molto calmo ma stoico, ed ha una mentalità molto tradizionalista, motivo per cui nutre dubbi sulla decisione di lasciare in vita Yuji.

Masamichi Yaga

Il preside dell’Istituto di Arti Occulte di Kyoto e maestro di Geto, Gojo e Ieiri.

È facilmente riconoscibile per gli occhiali da sole e i capelli a punta rasati a lato, oltre ai particolari baffi e barba. Spesso indossala tipica divisa nera condivisa da tutti i membri dell’istituto, con una felpa con cerniera al posto della normale giacca elegante.

Masamichi Yaga

Tra le varie attività che svolge c’è la creazione e la manipolazione di corpi maledetti, spesso partendo da peluche, ed è responsabile della creazione di Panda.

Ijichi Kiyotaka

Altro componente importante del personale dell’Istituto delle Arti Occulte di Tokyo, Ijichi Kiyotaka ricopre il ruolo di vicedirettore, sottostando comunque alle direttive di Masamichi Yaga.

 Ijichi Kiyotaka e Masamichi Yaga

È estremamente ligio al suo dovere, mantenendo costantemente un’aria seria e mal sopportando individui più solari come Gojo.

Le sue capacità in combattimento sono al momento ignote, non avendo per ora mai partecipato direttamente a un qualsiasi scontro.

Sasaki

Sasaki è una studentessa al terzo anno della Sugisawa Third High School, nonché membro del club di ricerca dell’occulto.

Riconoscibile gli occhiali e i capelli a caschetto, è uno degli individui che assiste alla rottura del sigillo del dito di Sukuna, fatto che porta all’incarnazione del potente spirito di Yuji.

Sasaki

Non possiede poteri di alcun tipo, essendo una persona normale.

Iguchi

Iguchi è un membro del club di ricerca dell’occulto e studente al secondo anno della Sugisawa Third High School.

Iguchi e Sasaki

Assieme a Sasaki, parteciperà all’accidentale rottura del sigillo del dito di Sukuna, venendo ferito dal potere del potente spirito e necessitando di cure ospedaliere.

È un umano senza poteri di alcun tipo, quindi non ha particolari doti in combattimento.

Takagi

Takagi è il professore che gestisce il club sportivo della Sugisawa Third High School, risultando essere particolarmente interessato nelle doti fisiche eccellenti di Yuji.

Takagi

Di aspetto sembra un uomo sulla mezza età con fisico atletico, anche se la sua età precisa non è nota.

Avrà breve spotlight nel primo episodio quando proverà a convincere Yuji ad unirsi al club, ma a parte quello resta un normale umano senza poteri.

Geto Suguru

Altro villain della serie, Geto Suguru è un potente stregone che faceva parte, prima di disertare, della stessa classe di Gojo, e assieme a quest’ultimo è ritenuto essere tra gli stregoni più potenti in circolazione.

Geto Suguru

Inizialmente era spinto dalla volontà di proteggere i deboli, ma dopo specifici avvenimenti durante la storia deciderà di cambiare la sua missione, esprimendo la volontà di sterminare tutti i non-sciamani.

Per quanto riguarda l’aspetto, è facilmente riconoscibile dai lunghi capelli neri e da una misteriosa cicatrice che gli attraversa la fronte.

Mahito

Arriviamo finalmente ad uno dei villain incontrabili nelle prime battute dell’opera, Mahito.

Questo spirito oscuro sarà affiliato a Geto, ed ha come scopo la completa eradicazione della razza umana. Va da sé che ha una personalità estremamente sadica e violenta, creando problemi sia al protagonista che alla sua compagnia.

Una delle sue occupazioni è di effettuare esperimenti sugli umani, e durante la storia arriverà molto vicino ad altri personaggi quali Yoshino Junpei.

Hanami

Hanami è uno spirito maledetto e antagonista della serie. È in combutta con Geto e gli altri spiriti maledetti che creeranno problemi ai protagonisti.

D’aspetto è un umanoide muscoloso con la pelle bianca e vari tatuaggi neri. La sua testa è coperta da una sorta di “elmo” con un paio di corna, anche se i denti non sono protetti ed anzi vengono lasciati allo scoperto.

Hanami con la testa mozzata di Jogo

Si crede una sorta di protettore del pianeta, volendo eradicare la razza umana vista la loro influenza negativa su di esso.

Jogo

Assieme ad Hanami, un altro spirito visto assieme a Geto è Jogo.

Come corporatura è molto simile ad un normale uomo anziano, con la schiena incrinata, una coperta leopardata che gli copre il busto e un bastone per reggersi in piedi.

La vera differenza che lo rende molto più simile ad un mostro è il viso, che possiede un singolo occhio grande al centro della faccia e una sorta di piccolo vulcano che occupa la posizione dove dovrebbero esserci i capelli, che sbuffa di fumo quando arrabbiato.

È uno degli antagonisti della serie e progetta di sterminare l’intera razza umana.

Hai altre domande, bisogno di aiuto o semplicemente ti va di parlare di videogiochi? Ci trovi anche al Baretto Videoludico, a cercare di portare il nostro medium preferito oltre le regole.

#LiveTheRebellion