Ep 38: Podcast has Changed
Antonino Lupo

Speciale Guida: Come spostare Boot Camp su Hard Disk esterno

E come giocare giochi Windows su Mac

Non è un segreto; installare e giocare giochi Windows su Mac è possibile. Tuttavia, la procedura Boot Camp di base non permette di installare Windows 10 su un hard disk esterno, e non è raro che l’SSD di un Mac sia troppo piccolo per supportare un doppio OS.

Sebbene non esista un metodo ufficiale promosso da Apple, è possibile aggirare il problema con una serie di passaggi.

Magari avete un Mac per motivi di lavoro. Magari, come il nostro webmaster, avere più computer sulla scrivania vi urta il feng shui. Magari avete appena comprato un ottimo SSD esterno (consiglio il Samsung T5 da 1TB) e volete sfruttarlo al meglio. Se rientrate in ognuno di questi motivi, questa è la guida che fa per voi.

Prima di iniziare, assicuratevi di avere un Mac in grado di supportare la procedura. Di seguito una lista di Mac compatibili con Windows 10:

Samsung T5 1TB
Su amazon: 169,99€

Nota: parte di questa guida può essere saltata se avete un Windows a disposizione a casa. Le parti esclusive ai sistemi Mac saranno evidenziate.

Come installare Boot Camp su SSD esterno da Mac: cosa scaricare

Giocare giochi Windows su Mac è una procedura abbastanza semplice di per sé, e solitamente richiede di scaricare giusto un paio di file. La cosa cambia leggermente in caso vogliate installare Windows su hard disk esterno.

Vi serviranno quattro file fondamentali:

Ricordate di salvare tutti questi file in una cartella facilmente accessibile o sul desktop.

Microsoft ISO Windows 10
Microsoft offre un’ISO di Windows 10 gratuita sul suo sito ufficiale
Scaricare i file

Andate sul sito Microsoft e selezionate Windows 10 dal menù a tendina, poi scegliete la lingua di sistema che preferite.

Scaricate WinToUsb. È un’applicazione compatibile esclusivamente con Windows, ma risolveremo il problema a breve.

Avete Windows? Se avete un Windows in casa, da qui in poi potete saltare a “Preparare l’hard disk esterno per l’installazione di Windows”.

Scaricate la versione di prova di VMWare Fusion o di Parallels Desktop, a vostra scelta. VMWare tende a essere un pelo meno intuitivo di Parallels, e ogni tanto dà problemi nella lettura dell’hard disk esterno – ma l’installazione della virtual machine è molto più guidata. La scelta finale sta a voi.

Aprite Utility Disco su Mac. Inserite la chiavetta/supporto USB da 8GB e selezionatelo dalla lista a lato. Scegliete “Inizializza” dal menù in alto e, come formato, impostate MS-DOS (Fat). Non chiudete ancora l’applicazione, vi servirà fra pochissimo.

Aprite l’applicazione Assistente Boot Camp. Dal menù di sistema in cima, scegliete Azioni > Scarica Software di Supporto Windows. Seguite i passaggi per installare il software di supporto sulla chiavetta USB e aspettate che il processo sia terminato. Potrebbe volerci un po’, ma potete continuare a seguire la guida per ottimizzare il tempo, se volete.

Installare la Windows Virtual Machine su Mac

Nel frattempo, preparate l’SSD/hard disk esterno per l’installazione di Windows. Usando Utility Disco, selezionate l’hard disk su cui desiderate installare Windows 10 e inizializzatelo con queste specifiche:

Assicuratevi di selezionare il disco madre, piuttosto che la partizione singola.

Attenzione: WinToUSB non può installare Windows in una partizione, a meno che non sia la partizione principale del disco. Se volete sfruttare una parte del disco esterno su Mac, consiglio vivamente di completare questa guida per installare Windows e solo dopo partizionare il disco per Mac. Il processo inverso farà fallire questa guida.

Se avete scaricato la versione di prova di VMWare Fusion / Parallels Desktop, è il momento di avviarla. Seguite le istruzioni fornite dal rispettivo installer. Entrambi vi daranno diverse opzioni per creare la Virtual Machine, tra cui l’installazione da un DVD o da un’immagine disco. Scegliete quest’ultima e trascinate l’ISO di Windows 10 scaricata all’inizio.

Scegliete una destinazione per l’installazione della VM. Piazzarla sull’hard disk interno potrebbe occupare parecchio spazio, ma potrete sempre cancellare la Virtual Machine al termine di questa guida. In alternativa, potreste utilizzare un secondo hard disk esterno solo per questo scopo.

Seguite i passaggi per completare l’installazione. A questo punto, l’Assistente Boot Camp dovrebbe aver finito di scaricare i driver di supporto. Spostateli nella stessa cartella degli altri file di installazione Windows e scollegate pure la chiavetta esterna.

Parallels Desktop Virtual Machine
Preparare l’hard disk esterno per l’installazione di Windows 10

Il boot Windows supporta solo il formato NTFS

Connettete l’hard disk su cui desiderate installare Windows 10. Dalla Virtual Machine o dal vostro Windows, fate click destro sull’icona Windows in basso a sinistra e selezionate “Disk Management” (o l’equivalente italiano). Dovreste vedere il vostro hard disk esterno nella lista.

Il disco dovrebbe apparire diviso in due parti in basso, con la partizione primaria molto più spessa rispetto alla sezione EFI. Selezionate la parte più spessa del disco e cliccate col tasto destro, poi eliminate il volume.

Fate nuovamente un click destro e create un volume semplice (Create Simple Volume…). Questo processo cancellerà la partizione ExFAT dal disco e la renderà NTFS, l’unico formato compatibile con il boot di Windows.

Come installare Windows 10 To Go sull’hard disk esterno

Cos’è Windows To Go? Windows To Go è un’installazione portatile di Windows. Non supporta gli update stagionali più grossi, ma funziona esattamente come una normale installazione Windows.

A questo punto, il processo è quasi terminato.

Se state utilizzando Parallels o VMWare, il menù di sistema in alto dovrebbe avere una sezione ‘Virtual Machine.’ Questa vi permetterà di montare delle immagini disco sul desktop Windows. Montate l’ISO di Windows 10 e lasciatela lì, per il momento.

Aprite WinToUSB. Dall’interfaccia principale, selezionate il lettore dischi sulla barra laterale, poi scegliete il disco di installazione di Windows 10 che avete appena montato dal menù a tendina. Dovrebbe apparirvi una lista di versioni di Windows 10 da poter installare. La versione gratuita di WinToUSB non sembra supportare Windows 10 Pro, ma Windows 10 Home Edition dovrebbe andar bene lo stesso per le vostre esigenze.

A questo punto, WinToUSB vi chiederà di scegliere il disco di destinazione per l’installazione di Windows 10. Selezionate il vostro hard disk esterno.

Questo passo è fondamentale: impostate la partizione di sistema nella sezione più ridotta del disco (EFI), e piazzate il Boot sulla sezione più larga (NTFS). Confermate tutto e attendete l’installazione.

Prendete i driver di supporto di Boot Camp e spostateli nell’hard disk esterno con Windows. Qualunque posizione andrà bene, ma ricordatevi la cartella per dopo. Consiglio di piazzarli all’interno dei documenti o sul desktop condiviso. Vi serviranno a breve.

Congratulazioni: avete appena installato Boot Camp su un hard disk esterno.

Come usare Boot Camp su Mac all’accensione

Ci sono due modi per passare su Windows 10 all’accensione del Mac: impostare Windows come sistema principale, oppure sceglierlo manualmente al boot.

Nel primo caso, dovrete andare nelle Impostazioni di Sistema del vostro Mac e nella sezione ‘Disco di Avvio’. Selezionate il disco con Windows dalla lista e, da questo momento in poi, il computer passerà a Windows ogni volta che lo accenderete.

In alternativa, ed è un metodo più flessibile che personalmente preferisco, tenete premuto il tasto Alt/Options appena sentite il suono del Mac all’accensione. Nel giro di qualche secondo, dovreste vedere a schermo una lista degli hard disk disponibili connessi al Mac. Scegliete ‘EFI’ dalla lista per avviare Windows istantaneamente.

Mac Startup Manager
Un esempio di schermata Startup Manager su Mac

Seguite la procedura per completare l’installazione di Windows e impostatelo come preferite. Prima di iniziare a usarlo, tuttavia, dovreste installare i driver di supporto di Boot Camp per garantire compatibilità coi dispositivi Apple.

Navigate fino alla cartella con i driver di Boot Camp e selezionate ‘Setup’ da una delle sottocartelle. Lo schermo potrebbe lampeggiare un paio di volte per adattare la risoluzione e le icone, quindi limitatevi ad attendere la fine dell’installazione. Da quel momento, dovreste essere in grado di usare i vostri dispositivi esterni (come il Magic Mouse e simili) senza problemi di compatibilità.

Se avete scelto di usare il tasto Alt/Options, il computer dovrebbe tornare automaticamente a Mac ad ogni singolo riavvio. Ricordatevelo, in caso abbiate bisogno di riavviare Windows per un qualunque motivo. In quel caso, avrete bisogno di tener premuto il tasto ad ogni accensione.

Se invece avete scelto Windows come partizione principale, non dovrete fare altro che fare la stessa cosa per tornare a Mac senza problemi: tenete premuto il tasto Alt/Options all’accensione per scegliere Mac dalla lista.

Sfruttare al meglio Boot Camp su HDD esterno

Di solito, la prima cosa che faccio in questi casi è sempre installare Steam, Origins (per The Sims), Epic Games Store (sì: Epic Games Store) e qualunque altro launcher mi serva, per poi iniziare a scaricare i giochi che preferisco. Sta a voi come utilizzare Windows al meglio su Mac, ma tenete presente che non si tratta di una macchina da gioco e che probabilmente non riuscirete a giocare titoli top di gamma con facilità.

Giochi Windows su Mac

E Boot Camp non è, ovviamente, una soluzione definitiva. Questa guida è pensata per chi ha o ha avuto bisogno di Windows temporaneamente. Le schede grafiche integrate Apple non sono eccellenti, ed è improbabile che riusciate a far girare Red Dead Redemption 2 a Ultra. Forse non riuscireste neanche coi settaggi più bassi. Ma è un’ottima soluzione per arrangiarsi, se non avete altro modo di usare la vostra libreria Steam di Windows.

Avrete, inoltre, il vantaggio di utilizzare un computer estremamente performante, che in media potrebbe far girare Windows molto meglio di una macchina di fascia medio-bassa. In breve, Boot Camp dovrebbe riuscire a darvi un po’ di soddisfazioni, e sono certo che non vi pentirete di averlo installato. E quando sarete nelle condizioni di acquistare un computer da gaming, potrete sempre rimuovere Windows dall’hard disk per guadagnare un macello di spazio.