Lunediscord #2: Death Stranding, prima parte

La scorsa notte, come noto, si sono svolti i The Game Awards 2017, che oltre a regalare qualche annuncio a sorpresa – vedi alla voce Bayonetta 3, in esclusiva su Switch – hanno anche incoronato il Game of the Year di quest’anno.

Il premio è prevedibilmente finito tra le mani di The Legend of Zelda: Breath of the Wild, salutato fin dall’esordio come uno dei candidati più solidi per il GOTY e, secondo più di quacuno, uno dei giochi più importanti dell’ultima decade (se non di tutta la storia dell’industria). Il titolo si è inoltre portato a casa il premio come miglior direzione e quello come miglior gioco di azione/avventura.

L’altro grande titolo di Nintendo, Super Mario Odyssey, si è dovuto quindi “accontentare” del titolo di miglior gioco per famiglie.

 

Non sorprende invece ritrovare Hellblade: Senua’s Sacrifice premiato come miglior design audio, Games for Impact (categoria riservata ai titoli “per il sociale”, visto il messaggio veicolato da Ninja Theory) e anche alla voce miglior performance con Melina Juergens, che ha vestito proprio i panni di Senua. E non sorprende nemmeno vedere la corona di miglior gioco di ruolo sulla testa di Persona 5.

Per concludere, Overwatch vincitore a sorpresa dello scorso anno – sfrutta l’onda lunga del suo successo e la spunta come miglior gioco “in corso” (ovvero, ancora giocato).

 

Di seguito riportiamo la lista di tutti i premi assegnati durante i The Game Awards 2017:

Fonte