Gameromancer 27: il videogioco come viaggio atrale/sega mentale

È una coincidenza molto fortunata quella che ha portato Eppela, la principale piattaforma crowdfunding italiana ed una delle prime a livello europeo, a nascere proprio nella cittadina toscana di Lucca. Proprio la città di una delle più grandi manifestazioni mondiali dedicate al fumetto, al gioco, all’animazione, ed al mondo dell’immaginario in generale, Lucca Comics & Games. Anche quest’anno, come consuetudine, siamo stati presenti all’evento che si è tenuto dal 28 Ottobre al 1 Novembre scorsi, ed anche quest’anno abbiamo potuto dare uno sguardo in anteprima alle principali novità in arrivo sul mondo nerd italiano nel prossimo futuro. Novità in arrivo, oramai sempre più spesso, grazie anche al finanziamento dal basso e a siti come Eppela, che proprio a Lucca si è dimostrata come una delle piattaforme di crowdfunding preferite da sviluppatori, videomaker e creativi italiani.

 

 

A differenza dello scorso anno, questa volta i progetti di cui vi parleremo non saranno esclusivamente legati all’universo videoludico, ma anche a quelli delle webseries e dei giochi da tavolo, tutti mondi che a Lucca Comics & Games si incontrano e si contaminano a vicenda. Ma andiamo per ordine. Come alcuni di voi già sapranno, Eppela forma delle partnership strategiche con alcune aziende italiane per promuovere l’innovazione e la realizzazione di progetti straordinari. Si tratta di nomi come PostePay, Infinity, Fastweb, che accettano di coprire una parte del finanziamento richiesto dai creatori di progetti, in caso la campagna crowdfunding riesca a raggiungere con le sue forze metà dell’obbiettivo. I primi tre progetti di cui parliamo sono proprio sotto l’egida di PostePay Crowd: Detective Gallo, Draiv e I Nulla Facenti.

 

Detective Gallo

Detective Gallo è una classica avventura punta e clicca per PC in cui il protagonista è, per l’appunto, un detective gallo! Con uno stile grafico illustrato ed animato a mano, Detective Gallo promette un’avventura in bilico tra il noir e l’umoristico, condita da un gran numero di personaggi bizzarri ed enigmi. Realizzato da FootPrint Games e pubblicato da Adventure Productions, il titolo richiede un finanziamento di 15.000 €, di cui ne sono già stati raccolti oltre 3.000. Con ancora 20 giorni di campagna disponibili, le chance di successo sono a nostro parere molto elevate.

 

Draiv

Draiv è un progetto realizzato dagli studenti e dai docenti dell’Accademia Italiana Videogiochi, che hanno investito nel titolo 10 mesi di lavoro e circa 80.000 €. Ci troviamo di fronte ad un classico gioco arcade di combattimento alla guida, fortemente influenzato da Micromachines, Carmageddon e Destruction Derby. Il titolo è attualmente completo al 30%, e la versione finale del gioco prevede 20 vetture diverse, 8 arene di diverse dimensioni e multplayer online. Gli sviluppatori hanno chiesto 20.000 € per ultimare i lavori su Draiv, ma al momento ne sono stati raccolti solo poco più che 300 €. Nonostante il supporto di PostePay ed i 20 giorni di campagna rimanenti, senza un deciso cambio di passo sarà molto difficile centrare l’obbiettivo.

 

I Nulla Facenti

Prima incursione nel mondo delle Web Series, I Nulla Facenti sono una coppia di amici, classe 1999, appassionati di cinema ed autori di un canale Youtube e di una pagina Facebook che ha conquistato 60k Mi Piace. I 3.000 € richiesti dalla campagna saranno da loro impiegati per la realizzazione di Web Episodes dai toni comici, buffi e surreali.

 
Web Series mania con Infinity Crowdemand

Proprio il mondo delle webseries è stato il protagonista dei progetti Eppela a Lucca Comics & Games 2016. Con un incontro avvenuto Lunedì 31 Ottobre nella sala Ingellis del padiglione Games, Eppela e Infinity di Mediaset hanno presentato Infinity Crowdemand, progetto per il cofinanziamento di tre webseries. Si tratta di Prime DonneMer(r)y Xmas!Sacrificio: A Star Wars Fanfilm. Mentre i primi due progetti riguardano rispettivamente una web series al femminile fuori dagli schemi e dagli stereotipi di genere ed un cortometraggio che esplora il mondo trans cercando di portare l’attenzione dello spettatore su qualcosa di diverso rispetto a ciò che viene comunemente definito con le parole “prostituzione” e “transessuale”, il terzo è un vero e proprio fanmovie di Star Wars. Di durata prevista di 15 minuti, narrerà una side story che si inserisce perfettamente nella mitologia di Star Wars, in particolare in quell’epoca della ribellione che lo stesso (ed ufficiale) Rogue One sembra voler andare ad approfondire. Con 23 giorni di campagna ancora davanti, ed un terzo dei 10.000 € richiesti già incassati, le prospettive per questo progetto sono sicuramente rosee.

 

Witch & Bitch

Dal mondo dei videogiochi, a quello delle webseries, concludiamo la nostra carrellata con un gioco da tavolo tradizionaleWitch & Bitch. Ideato dal cantante Immanuel Casto, già reduce dal successo del gioco di carte Squillo,  e illustrato da Marco Albiero, è un gioco da tavolo in cui ogni giocatore interpreta una strega, con lo scopo di salvare il mondo dalla minaccia descritta dallo scenario scelto o di stabilire chi è la più “bitch” in una spietata battaglia all’ultimo incantesimo. Sono già stati raccolti per la sua produzione oltre 6.000 €, rendendo il traguardo dei 14.000 assolutamente alla portata, nei 25 Giorni di campagna rimanenti. Questa è anche la forza di avere dietro il nome di un vip come il Casto Divo, un vantaggio che in certi casi supera quello di qualsiasi cofinanziamento.