Negli ultimi mesi si è discusso molto dei cambiamenti apportati alla versione occidentale di Bravely Second, come costumi censurati, cambiamenti effettuati ad una classe in particolare e una serie di tagli apportati ai finali degli eventi secondari del gioco.

 

Proprio per questo, Nintendo è voluta intervenire sulla questione, difendendo le sue scelte fatte durante il lavoro di localizzazione del gioco, in particolare sulla questione degli eventi secondari:

 

In base al feedback dei giocatori dopo il rilascio della versione giapponese di Bravely Second, insieme a Silicon Studio abbiamo deciso di apportare delle modifiche al gioco in modo da migliorare la qualità del prodotto e offrire un gioco molto più divertente per i giocatori.

 

In particolare, uno di questi cambi  riguarda gli eventi secondari, dove si venivamo a creare conflitti all’interno del gruppo in seguito alla scelte compiute dal giocatore.

 

Nella versione giapponese del gioco, ogni evento secondario finiva con i personaggi del gioco che si lamentavano delle scelte compiute, qualsiasi fosse la decisione presa dal giocatore. Questo è stato fatto per aiutare i giocatori a immergersi nelle situazioni, ma il feedback è stato abbastanza negativo, con i giocatori che non si sono sentiti soddisfatti dall’interazione fra risultato delle loro scelte e commenti dei personaggi. Proprio per questo si è deciso di eliminare le scelte, portando ad un unico finale.

 

Questi cambiamenti non influiscono in alcun modo sul gameplay, tanto meno sulla trama principale del gioco e sono stati fatti per migliorare l’esperienza di gioco.

Bravely Second è disponibile su Nintendo 3DS. Se non lo avete ancora fatto, potete leggere la nostra recensione a questo link.


Fonte