Ep. 30: Respiri Keanu per non far rumore

Con la visita agli studi parigini di Quantic Dream si è concluso il viaggio di Hideo Kojima, assieme al lead architect di Playstation 4 Mark Cerny, alla scoperta delle tecnologie utilizzate dagli studi interni di Sony, tra cui Naughty Dog e Sucker Punch.

 

Tramite Twitter, il game designer nipponico, ha tirato le somme di questa ricerca:

 

 

Al termine di questo mio tour (il mio viaggio alla ricerca di tecnologie all’avanguardia) questo è ciò che mi è rimasto:

“Ogni tecnologia sufficientemente avanzata è praticamente indistinguibile dalla magia”

Questo è ciò che disse l’autore di fantascienza Arthur C. Clarke

 

 

“Creare giochi” attraverso tecnologie all’avanguardia non è forse come portare la magia nel mondo reale? Non è forse vero che in questo modo il “sogno” della “magia” diventa realtà per la gente? Questo sarebbe invece impossibile con la semplice “tecnologia”

 

 

“L’ambiente” è essenziale per poter dare pieno sfogo alle abilità creative delle “risorse umane” nell’utilizzo della “tecnologia”. La cosa più importante riuscire a coniugare “l’ambiente” “la tecnologia” e “le risorse umane”, per questo la visione (o meglio, il sogno) dello studio deve essere chiaro. Una volto ottenuto questo, per la prima volta la tecnologia diventa “magia”.

 

 

Ora il nuovo inizio è finalmente realtà. Abbiamo lanciato il nuovo studio. Abbiamo reclutato lo staff, abbiamo preso un’ufficio, ci siamo organizzati, abbiamo ricercato le più recenti tecnologie e abbiamo accettato la sfida di “creare della nuova magia”. Si potrebbe dire che stiamo partendo da zero insomma.

 

 

Tuttavia, c’è il supporto delle persone da tutto il mondo, amici amici che stanno condividendo questo sogno e utenti che ci incoraggiano. Quindi non sarà mai una ripartenza da zero in realtà. Quello di cui siamo certi però è che continueremo a creare giochi eccitanti, come facciamo da quasi trent’anni.

 

Vi invitiamo a continuare a seguirci per scoprire tutte le novità legate al nuovo studio di Hideo Kojima e del suo team.


Fonte