Quando si pensa ad Uncharted inevitabilmente la memoria dei giocatori riporta a galla le immagini legate ai tre capitoli di Nathan Drake per Playstation 3: la serie però, al lancio di Playstation Vita, si è anche concessa un’escursione portatile con Uncharted: L’Abisso d’Oro.

 

Stando a quanto dichiarato da Naughty Dog in un primo momento lo studio ha vagliato l’ipotesi di inserire nella Nathan Drake Collection anche questo spin off della serie, optando però poi per includere nella raccolta solo la trilogia “originale”.  Il motivo è stato svelato da Arne Meyer, community strategist del team:

 

È stata sicuramente una cosa presa in considerazione, perchè stavamo cercando un modo per raccogliere assieme tutti i titoli della serie Uncharted. Ma quando abbiamo guardato indietro a quello che volevamo fare con la Nathan Drake Collection, abbiamo realizzato che quei tre tioli – la trilogia – raccontavano un particolare arco narrativo che porta poi ad Uncharted 4.

 

Volevamo quindi confezionare una raccolta fortemente interconnessa, e L’Abisso d’Oro è un po’ al di fuori di questo percorso.

 

Altra grossa defezione in questa trilogia di Uncharted per Playstation 4 è la componente multiplayer, introdotta con il secondo capitolo e poi riproposta anche ne L’Inganno di Drake. In questo caso il pensiero dello sviluppatore è stato rivolto in primo luogo agli affezionati che stanno ancora popolando i server multigiocatore dei due titoli:

 

Abbiamo pensato alla nostra popolazione di videogiocatori – abbiamo ancora giocatori che giocano il multiplayer di Uncharted 2 ed Uncharted 3, e non abbiamo ancora dismesso i server; non abbiamo piani per farlo adesso – e quindi abbiamo cercato di evitare di colpire negativamente quella popolazione di videogiocatori e di frammentarla ulteriormente.


Fonte

Hai altre domande, bisogno di aiuto o semplicemente ti va di parlare di videogiochi? Ci trovi anche al Baretto Videoludico, a cercare di portare il nostro medium preferito oltre le regole.

Tag:

#LiveTheRebellion